Weekend Italy

Il Castello della Manta a Cuneo, tra tardogotico e manierismo

image_pdfimage_print

Di Benedetta Rutigliano

Fiore all’occhiello del cuneese, parte di quel patrimonio diffuso ma quasi segreto di quest’area ricca paesaggisticamente e culturalmente, è il Castello della Manta, che sorge nei dintorni di Saluzzo, nella splendida cornice delle Alpi Cozie. Dal 1984 proprietà del FAI, è reso unico dagli affreschi tardogotici che decorano le sale, tra i più importanti d’Europa.

Nato a scopi difensivi, dal XVI secolo divenne dimora signorile della nobile famiglia dei Saluzzo della Manta, proprietari per oltre quattrocento anni. Valerano, signore di Manta dal 1416, aggiornò il castello sui modelli dell’epoca tardogotica, come testimonia il ciclo di affreschi del salone baronale.

nove prodi e nove eroine dell’antichità avevano una funzione celebrativa, rappresentando nove prodi tra cui tre pagani, tre ebrei e tre cristiani a cui fanno contrappunto nove eroine variamente attinte alla tradizione letteraria antica: sono esempi di virtù ed eroismo ripresi dalla tradizione classica, con abiti preziosi legati alla moda delle corti internazionali di inizio Quattrocento e si riferiscono a protagonisti del casato dei Saluzzo della Manta.

Realizzati dopo il 1420 dal Maestro della Manta, esprimono la passione per la cultura cavalleresca. La scena della Fontana della Giovinezza raffigura una varietà di personaggi: teste coronate, popolani, borghesi e prelati affannosamente incamminati verso l’acqua rigeneratrice capace di donare nuovamente giovinezza e vigore.

Altro ambiente imperdibile è la Sala delle Grottesche, nell’appartamento di rappresentanza voluto da Michelantonio della Manta nel 1560, in stile manierista.

Di assoluto pregio e altro motivo di visita è l’adiacente Chiesa di Santa Maria al Castello, di origine quattrocentesca.

DOVE MANGIARE

*Ristorante San Michele, Contrada Mondovì 3, Cuneo, Tel 0171/681962, www.ristorantesanmichelecuneo.it . In un ambiente perfetto per le occasioni speciali, il locale reinterpreta con fantasia i piatti della tradizione piemontese.

*Osteria dei Morri , Piazza Virginio 9, Cuneo, tel 0171/48052, www.osteriadeimorri.com, propone ottima cucina tipica piemontese accompagnata da una vasta scelta fra i migliori vini regionali. Pasta e dolci fatti in casa.

DOVE DORMIRE

*Palazzo Lovera****, via Savigliano 12, Cuneo, tel 0171/690420, www.palazzolovera.com. Nel centro storico di Cuneo sorge questo hotel raffinato ed elegante, ricavato nella dimora dei Conti Lovera di Maria nel XVI. Con ristorante tipico.

*B&B Ca’ Torre Roa, via Torre Roa 174, tel 335/273282, www.cascinatorreroa.it.  In un rinnovato cascinale immerso nel verde della prima cintura di Cuneo con vista sull’arco alpino, il B&B  offre agli ospiti una pausa rigenerante dalla frenesia quotidiana.

INFO

www.visitfai.it/castellodellamanta.