Ferrari Monza SP1 ed SP2
Weekend Car Sport GTI Weekend In Auto

Ferrari Monza SP1 ed SP2: le corse nel cuore

E’ improbabile che le vedremo mai circolare per strada, poiché ne costruiranno pochissime e diventeranno preziosi pezzi da collezione. Ma le Ferrari Monza SP1 ed SP2 sono certamente motivo di meraviglia. Ammiriamole quindi ora. E poi l’equazione Sport = Ferrari ha la stessa ferrea validità universale della relatività di Einstein.

 

FERRARI MONZA SP1 ED SP2: GIOIELLI DI ESTREMA PUREZZA

Ferrari Monza SP1 ed SP2

Le Ferrari Monza SP1 ed SP2 sono due vetture in serie limitata, molto limitata, appena presentate a Maranello. Richiamano stilisticamente un passato più che glorioso, leggendario: quello delle “barchette” degli anni ’50 che hanno dominato le competizioni mondiali nella categoria Sport (Mille Miglia, Le Mans, Targa Florio, 1000 Km di Monza, eccetera). In gergo tecnico, una barchetta è un tipo particolare di carrozzeria scoperta. Rispetto ad una normale spider, la differenza è la totale assenza di montanti e tetto, oltre a disporre di un parabrezza ridottissimo, a volte anch’esso assente.

Ferrari Monza SP1 ed SP2

Tale conformazione fa somigliare la vettura appunto ad una piccola barca. Il primo modello del genere fu la Ferrari 166 MM, presentata nel 1948 e carrozzata dalla Touring. Pare che l’appellativo barchetta sia un’invenzione di Gianni Agnelli il quale, vedendola esposta al salone di Torino, disse “Questa non è un’auto ma una barchetta”. L’aneddoto non è certo. E’ invece assodato che l’Avvocato poi comprò effettivamente quella vettura.

Le Ferrari Monza SP1 ed SP2 sono quindi un omaggio a quei tempi eroici e indimenticabili: un periodo, ricordiamolo, in cui le case italiane crearono le auto più belle del mondo e di tutti i tempi, Ferrari in prima fila. L’appellativo Monza è un tributo alle 750 Monza ed 860 Monza, altri due splendidi modelli di quegli anni, disegnati sempre con tale tipo di carrozzeria.

Ferrari Monza SP1 ed SP2

Le vetture di oggi rappresentano un autentico regalo a chi, milioni a parte, cerca in un’auto esclusiva la suprema emozione nella guida ad alte prestazioni. Sono ispirate a vetture da corsa e troveranno nella pista l’habitat ideale; tuttavia le Ferrari Monza SP1 ed SP2 sono omologate per circolare in strada. La SP1 è una monoposto, la SP2 ha due posti.

 

MOTORE E PRESTAZIONI STELLARI

Ferrari Monza SP1 ed SP2

Sono vetture molto leggere. Grazie al telaio in fibra di carbonio, il peso a secco è contenuto in soli 1.500 Kg. Per un’auto stradale di oggi sono molto pochi, considerando che sotto il cofano anteriore ruggisce, urla, canta e suona il superlativo motore V12 6.5 che anima anche la Ferrari 812 Superfast. Quindi una potenza massima devastante di 810 cavalli ad 8.500 giri, così in alto da fare invidia ad un soprano. La coppia massima è altrettanto micidiale, 719 Newton metri a 7.000 giri. In parole povere, questo motore spinge sempre fortissimo e non si ferma mai. Abbiamo detto che è una Ferrari?

Ferrari Monza SP1 ed SP2

Il peso di 1.500 Kg è riferito alla SP1, mentre la SP2 arriva a 1.520 Kg. Le prestazioni, per entrambi i modelli, non lasciano spazio ad altre parole: accelerazione 0-100 in 2,9 secondi, 0-200 in 7,9 secondi, velocità massima oltre 300 Km/h. Non osiamo immaginare quanto oltre.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.