Weekend Green Weekend in Arte Weekend Italy

ESTATE IN MONTAGNA: In Trentino tra arte e natura

Immersa in un paesaggio alpino bucolico, si arriva ad Arte Sella attraversando boschi e prati e visitando l’esposizione permanente dedicata all’Art in Nature, nata nel 1986 e gestita ancora oggi dall’omonima associazione culturale, che offre un percorso artistico nella natura. I progetti che Arte Sella produce e sostiene si inseriscono in un processo creativo in cui l’artista abbandona il ruolo di protagonista e si affianca alla natura, sua alleata nella creazione e nella conservazione dell’opera. Ciascun artista sceglie insieme alla direzione artistica il luogo in cui collocare la propria opera, senza apportare modi che radicali del territorio, ma rispettandolo e agendo in sinergia e in sintonia con esso. Una volta individuato lo spazio e ideato il progetto, l’artista crea e consegna la sua opera alla natura, utilizzando materiali naturali affini al luogo; la mutazione del lavoro è continua, costante e sottomessa alle condizioni atmosferiche e allo scorrere delle stagioni.

Lee Jaehyo

Arte Sella è costituita da due percorsi espositivi, geograficamente vicini e concettualmente legati. Ogni anno il direttore artistico di Arte Sella Emanuele Montibeller seleziona ed invita alcuni artisti a trascorrere un periodo di residenza presso Malga Costa, da cui scaturisce nel periodo successivo l’idea progettuale che verrà in seguito concretizzata. Nascono così, da condivisione, confronti e discussioni, le opere di Arte Sella. Nel corso di questi trent’anni, numerosi artisti di fama nazionale e internazionale si sono avvicendati ad Arte Sella. Circa cinquanta opere sono visibili lungo i percorsi e cambiano con il trascorrere delle stagioni, tra cui l’imponente Cattedrale Vegetale, realizzata nel 2001 dall’artista Giuliano Mauri e divenuta nel tempo uno dei simboli di Arte Sella.

 

DA NON PERDERE

Domenica 15 luglio alle ore 14.00 viene inaugurata una nuova opera ad Arte Sella: una nuvola inaspettata nel bosco della Val di Sella, una massa eterea sospesa tra gli alberi e mossa dal vento. L’opera vive letteralmente in funzione di come la natura ne modifica la forma, gocce d’acqua che si insinuano nella sua struttura o neve che ne muove le masse. Il cambiamento continuo mette in relazione il visitatore con i ritmi della natura, operando un continuo mutamento nella percezione del luogo, delle sue forme e della sua essenza. Ad accompagnare la presentazione della nuova opera ci sarà la performance di danza in collaborazione con Operaestate Festival.

Info www.artesella.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.