Weekend Italy

Che cosa fai a Capodanno? Ecco gli eventi nelle regioni del Centro Sud (2° parte)

Indecisi, pendolari delle feste, o, semplicemente, avete voglia di festeggiare l’arrivo del nuovo anno senza allontanarvi troppo da casa. Ecco allora, nella seconda parte della nostra selezione di proposte per San Silvestro, che cosa fare nelle regioni del Centro e del Sud.

Marche, tra feste di piazza e processioni goliardiche

È la musica la protagonista delle feste in piazza per festeggiare il nuovo anno. Ad Ancona, l’appuntamento è in Piazza del Papa con i concerti di Maria Antonietta, cantautrice pesarese, e con i Meganoidi. Dalle 22.30 in poi. A Senigallia la festa inizia in Piazza del Duca alle 23 e avrà il suo apice a mezzanotte con un grande spettacolo di fuochi d’artificio “silenziosi” per rispettare gli animali.

Alla Rotonda a mare, invece, va in scena il Winter Jamboree New Year’s Eve Party per ballare fino al mattino con cinque dj di fama internazionale. A San Benedetto del Tronto (AP) si attende il 2019 in tra Piazza Giorgini e viale Buozzi con la musica del Gemelli Diversi.

Spostandosi ad Ascoli Piceno, in Piazza del Popolo, si balla e si canta dalle 22.30 a tarda notte musica dal vivo, dj set, vocalist e spettacolo pirotecnico. Brindisi con spumante e panettone per tutti. Stesso format per un Capodanno “giovane” anche a Macerata, mentre a Fano si festeggia al Teatro della Fortuna, dove, alle 22, va in scena “Ride Bene chi ride il Primo”, lo spettacolo esilarante del San Costanzo Show che si basa su gag ambientate nelle diverse capitali del mondo, per scoprirne il lato comico. Musica anche a Pesaro, in piazza del Popolo, con Love is in the air, con dj set e l’esibizione della live band Karta Karbone che proporranno cover delle hit degli anni Settanta e Ottanta.

Una celebrazione singolare e divertente va invece in scena ad Appignano del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, dove si tiene la tradizionale Processione dell’Anno Vecchio, un funerale goliardico al Vecchio Anno che inizia il 30 dicembre con la Veglia. L’Itinerario delle dodici Case accompagna i visitatori tre le strette viuzze del borgo, mentre i Dodici Mesi dell’Anno, con pianti, filastrocche e scenette divertenti, piangono l’imminente dipartita dell’Anno Vecchio.

Segue il Percorso dei Sette Vizi Capitali (offerta 2 euro), un viaggio goliardico attraverso le inclinazioni più profonde dell’animo umano, che invita il visitatore a svestisti degli abiti del male e a rinascere attraverso la purificazione dell’oliva, il cui nocciolo, simbolo di tutto quanto di negativo ha caratterizzato il vecchio anno, viene gettato simbolicamente nella bara del 2018, che sarà bruciata la notte del 31 dicembre.

Proprio il 31 si inizia alle ore 19.30 con la Cena dei Parenti Stretti (su prenotazione € 45 a persona), che non è un cenone di Capodanno, ma raduna tutti coloro che vogliono fare parte del corte funebre del vecchio anno. La cena termina alle 22.45 quando i commensali urlano il proprio dolore e recitano litanie accodandosi al carro funebre che percorre le vie del paese fino alla piazza principale, dove la bara con l’Anno Vecchio viene data alle fiamme. E si brinda alla nascita del “Bambinello”, l’Anno Nuovo con un grande spettacolo pirotecnico e brindisi.

INFO: www.prolocoappignano.it

In Umbria, tra storia, alberi da record e festival musicali

Già il paesaggio è uno di quelli che evocano le feste natalizie, tra borghi medievali da cartolina, città che sembrano uscite da un film, con le loro piazze di ciottoli, vie strette e antichi palazzi. Per questo il Capodanno in Umbria è davvero una scelta suggestiva.

Partiamo dal capoluogo. A Perugia, che per dare il benvenuto al 2019 ha scelto uno spettacolo musicale itinerante insieme alle Three imaginary band, tre gruppi musicali specializzati in altrettanti generi diversi, che accompagneranno la fine del vecchio anno esibendosi e sfilando lungo le vie e le piazze della città, tra musica jazz, ritmi latini e colonne sonore di celebri film, ma anche i ritmi della black music e del pop italiano. A mezzanotte, si dà il benvenuto al 2019 con il tradizionale spettacolo di fuochi d’artificio, che si potranno ammirare dalla terrazza dei Giardini Carducci.

Spostandosi a Gubbio, il Capodanno si festeggia ai piedi dell’albero di Natale più grande del mondo. A partire dalle 23, in Piazza Grande, ci saranno musica, spettacoli e intrattenimento, ma già dalle 10 del mattino apriranno i battenti le casette del Mercatino di Natale in Piazza 40 Martiri, si potrà assistere ai Laboratori di Artigianato di Pregio e alla Magia del Cioccolato. Info: www.gubbionatale.it

Nella splendida Spoleto, ci si può invece immergere nei suggestivi giochi di luce e suoni del Trance Continental Express, che proietta sui muri e sulle facciate dei palazzi immagini e giochi di luce. In attesa dell’appuntamento in Piazza Garibaldi dove, dalle 22.30, si festeggerà l’arrivo del nuovo anno con “I Grandi successi di Mogol” e spettacolo finale di fuochi d’artificio.

Infine, a Orvieto, come da tradizione, il Capodanno coincide con l’Umbria Jazz Winter, che animerà diverse location storiche e locali del centro storico con un fitto programma di concerti. Già dalle 17, al Teatro Mancinelli, si esibisce la leggenda del jazz Benny Harris. A seguire, alle 23.15, si esibisce The Big Easy Trio con la voce di Karima e la tromba di Mauro Ottolini.

Alle 18, il Palazzo dei Sette ospita il quartetto jazz di Claudio Jr De Rosa, mentre, dopo il brindisi di mezzanotte, si tiene il tradizionale concerto gospel per salutare il nuovo anno, insieme al New Direction Tenessee State Gospel Choir.  Alle 19, nella Sala 400 del Palazzo del Popolo va in scena l’ultima replica di “Mare Nostrum” con Paolo Fresu alla tromba, Richard Galliano alla fisarmonica e Jan Lundgren al pianoforte. Info: www.umbriajazz.com/

In Abruzzo, tra big della musica e feste diffuse

Tra gli eventi clou del Capodanno in Abruzzo, a Pescara il protagonista sarà J-Ax che si esibirà con i suoi brani più celebri sul palcoscenico allestito in Piazza Salotto. Presso il Porto Turistico, invece, il nuovo anno si festeggia all’insegna del vintage con una festa ispirata alla musica, alla cultura e ai costumi degli anni Cinquanta e Sessanta. Il pomeriggio seguente, il 1° gennaio, è previsto invece il concerto del cantautore Daniele Silvestri.

Anche a Teramo il Capodanno si festeggia all’insegna di nomi noti della musica. Tutti i concerti si terranno in Piazza Martiri della Libertà. Si comincia il 30 dicembre, alle 21, con Cristina D’Avena e i Gem Boy, per proseguire, il 31 dicembre con “La notte della Taranta”, con interventi di band locali, l’Orchestra popolare del Saltarello e l’Orchestra della Notte della Taranta. Chiude la tre giorni di musica Ermal Meta, che salirà sul palco il 1° gennaio alle 18.

A Montesilvano va invece in scena il Spaziovita Amicizia Capodanno che si tiene presso il Pala Dean Martin – Palazzo dei Congressi dove, su una superficie totale di 10 mila mq, sono state allestite quattro arre con palchi sui quali si alterneranno generi musicali diversi, tra musica tech-house, commerciale, caraibica, trap e hip hop. Sarà poi creato un ambiente emozionale sotto forma di show, videoproiezioni, performance artistiche, giochi di luce e laser che avrà come leitmotiv i viaggi interspaziali. Sono disponibili diverse formule: hotel + cena + festival € 149, cenone + festival € 94, hotel + festival € 75. Info e prenotazioni: 327/8352154 o 328/3389789

All’Aquila, infine, il Capodanno è diffuso per incentivare la partecipazione e la ripresa delle attività economiche del centro storico dopo il terremoto. Tante le proposte in contemporanea. Dalle 22.30, in Piazza Duomo, su un palco appositamente allestito si attende il nuovo anno con artisti, comici, band musicali e, poco prima della mezzanotte, un live show con videoproiezioni sulla facciata della cattedrale di San Massimo. Feste parallele anche a Piazza Chiarino e un grande concerto presso il Parco del Castello. Gli amanti dei balli latino americani, invece, possono darsi appuntamento sotto i portici di San Bernardino.

Lazio, Capodanno con la “Festa di Roma”

Nella capitale sono ogni locale, che sia un pub, una discoteca o un albergo propone la sua versione della festa di Capodanno. Per chi, invece, vuole vivere più di un’emozione e andarsene a zonzo per la città, c’è la Festa di Roma 2019, ispirata all’anniversario dello sbarco sulla luna. L’evento avrà una durata di ben 24 ore, dalle 21 del 31 dicembre alla stessa ora del 1° gennaio. Oltre 100 i diversi eventi in calendario, sparsi per la città, che coinvolgeranno oltre 1000 artisti.

La festa ha inizio al Circo Massimo, con il tradizionale Concerto di Capodanno che prevede in apertura, l’esibizione della Piccola Orchestra di Tor Pignatara, a cui seguiranno i Kitonb che si esibiranno nel loro spettacolo teatrale “Carillon, il volo del tempo”. Ancora, subito dopo, ci saranno i danzatori e gli acrobati a mettere in scena il loro “Ode alla Luna”, mentre in tarda serata è atteso Vinicio Capossela con una performance che omaggerà il filosofo Guido Ceronetti. Seguiranno i tradizionali fuochi d’artificio e, per ballare fino alle 3 del mattino, ci sarà il dj set di Achille Laura e i dj di Radio Dimensione Suono. Altri esibizioni e spettacoli sono in programma al Giardino degli Aranci.

Presso il Marriott Park Hotel  si tiene invece il mega evento Extranight, che arriva nella capitale dopo i successi di Milano e Torino. Si tratta del party privato più grande d’Italia, e prevede aperitivo, cenone, musica, spettacoli dal vivo, fuochi d’artificio e, per chi vuole, anche la possibilità di pernottare nell’hotel.

Per gli amanti del teatro, invece, al Pallottomatica arriva Enrico Brignano con il suo spettacolo “Innamorato perso”, mentre Gigi Proietti con “I cavalli di battaglia” sarà protagonista all’Auditorium Parco della Musica. Se amate i grandi classici, il Teatro dell’Opera propone invece il celebre balletto “Il lago dei cigni”.

Info: www.comune.roma.it/web/it/eventi.page

Campania, Napoli regina della festa

Una delle esperienze da fare almeno una volta nella vita è festeggiare la notte di San Silvestro a Napoli, che per l’occasione si accende di luci, musica, colori per una lunga, incredibile festa che dura fino all’alba. Cominciamo con il tradizionale “concertone” che si tiene nella splendida location di Piazza del Plebiscito. Sul palco si alterneranno circa cento diversi artisti tra cui O’Zulù, Massimo Jovine e la vocalist Simona Boo dei 99 Posse, Valerio Jovine, Franco Ricciardi, Valentina Stella, Ciccio Merolla,James Senese, Enzo Gragnaniello, Andrea Tartaglia, La Maschera, Dario Sansone, Ntò, M’Barka Ben Taleb e Speaker Cenzou dei Sangue Mostro e Daniele Sepe.

Da non perdere lo spettacolo dei fuochi d’artificio che si accendono allo scoccare della mezzanotte. La location migliore per godersi lo spettacolo? La fortezza di Castel dell’Ovo. Dopo la mezzanotte, riprendono i festeggiamenti con musica da discoteca in vari punti della città: presso la Rotonda Diaz si balla la techno house, presso Piazza della Vittoria la Live Musica, in via Partenope ci sono i balli latino americani, mentre in Borgo Marinari c’è il Revival anni Settanta e Ottanta.

Spostandosi a Pozzuoli, si aspetta il nuovo anno in piazza con Le Vibrazioni, Luché e Flo, mentre a Salerno, in Piazza Amendola, è in programma il concerto di Max Gazzé. Ad Avellino, invece, il countdown si svolge all’insegna della musica, con numerosi ospiti che animeranno la Notte di San Silvestro. Si va dalla canzone d’autore con la voce di Gigi Finizio, l’energia di Moreno, l’ironia del trio comico “I Ditelo voi”, da Made in Sud e con l’imitatore Mimmo Foresta. A condurre la serata, Gianni Simioli e Manila Nazzaro di RTL 102.5. Gran finale con la discoteca del dj Angelo Vicari.

Puglia, a Bari il concerto di Capodanno è da Vip, ma si balla anche nelle altre province

Sarà Piazza della Libertà, a Bari, a ospitare il “Capodanno in musica 2019”, di Canale 5. A condurre la serata sarà Federica Panicucci, mentre sul palco saliranno artisti del calibro di Luca Carboni, Annalisa, Benji & Fede, Elodie, Irama, Ermal Meta, Fabrizio Moro e  Guè Pequeno. Dopo la mezzanotte, si balla fino all’alba con il dj set di Max Brigante.

A Lecce invece il Capodanno si festeggia in Piazza Sant’Oronzo, dove a esibirsi in attesa della mezzanotte saranno diversi gruppi salentini. Si inizia con La Municipal, a cui seguirà la Bandabardò e gli Aprés La Classe. Dopo il brindisi di mezzanotte ci si scatena con il dj Cesko fino a notte inoltrata.

A Otranto i festeggiamenti cominciano il 30 dicembre, al Largo Porta Terra con il Concertone dell’Alba dei Popoli che prevede una performance di Antonello Venditti. L’inizio è alle 21. Il 31 dicembre, invece, alle 22, nella stessa location, grande spettacolo che vede alternarsi sul palco Antonio Maggio, Pierdavide Carone dal talent show Amici, dj Wender dello Zoo di 105. A mezzanotte, tutti sul lungomare per ammirare lo spettacolo di fuochi d’artificio. A Taranto, invece, ad animare la notte di San Silvestro sarà la musica demenziale di Elio e le Storie Tese.

Basilicata, a Matera la diretta Rai per “L’anno che verrà”

Nel 2019 Matera sarà la Capitale della Cultura Europea, per questo la Rai ha scelto lo scenario unico dei “sassi” per presentare la diretta televisiva sulla sua rete ammiraglia con il programma “L’Anno che Verrà”. La diretta sarà da Piazza Vittorio Veneto e sarà condotta da Amadeus, mentre i collegamenti sono a cura di Samantha Togni.

Tanti gli ospiti, tra cui Massimo Ranieri, Il Volo, Malika Ayane, Red Canzian, Michele Zarrillo, Ivana Spagna, Alan Sorrenti, Donatella Rettore, Fausto Leali, i Jalisse e molti altri, che saranno accompagnati da un’orchestra di trenta elementi. Per ragioni di sicurezza, l’accesso alla piazza è limitato a 14 mila persone.

Calabria, a Cosenza si balla con Fabri Fibra e Carmen Consoli

Una grande festa in musica per dare il benvenuto al nuovo anno. Saranno il rapper Fabri Fibra e la cantautrice Carmen Consoli i protagonisti della notte di San Silvestro. Dopo la mezzanotte si esibiranno infatti in Piazza dei Bruzi. In Piazza XV marzo si balla con il dj set di Rachele Bastrenghi dei Baustelle, mentre in Piazza Bilotti ancora musica con lo Studio 54.

Spostandosi a Reggio Calabria, il 1° gennaio si rinnova la tradizione con il Bagno di Capodanno. A mezzogiorno in punto i reggini, ma anche tutti coloro che desiderano cimentarsi in questo “coraggioso” rito, si prodigheranno in uno scaramantico “tuffo scacciacrisi”.

Sicilia, tutta l’isola è in festa

Se avete deciso di passare il Capodanno in Sicilia, o se siete tornati a casa per le feste, in tutta l’isola il Capodanno si festeggia con canti, balli, musica, e super ospiti. Vediamo allora gli eventi principali.

A Catania, il compito di accompagnare il passaggio tra il 2018 e il 2019 è affidato alla cantante Noemi, che si esibirà in Piazza Duomo. La sua esibizione, che chiude il tour italiano, è preceduta dallo spettacolo di Nino Frassica  e i Los Plaggers. A Modica, in provincia di Catania, nota in tutto il mondo per il suo cioccolato, in Piazza Matteotti si balla con i ritmi degli anni Novanta con concerto della cantante Haiducii e un party animato dal dj Jumpy di M2O.

A Messina, invece, il Capodanno si festeggia all’insegna della musica popolare con la band dei Kunsertu e quella degli Unavantaluna, che si esibiranno a partire dalle 21.30. Dopo i festeggiamenti della mezzanotte, dj set con Leo Lippolis e Dino Fiannacca Yanez.

Sempre nel messinese, a Taormina, il Capodanno si festeggia in Piazza IX aprile, dove, all’ombra del maestoso albero di Natale, si dà il benvenuto al 2019 con un grande falò, a cui seguirà un grandioso spettacolo di fuochi d’artificio che illuminerà il panorama sul golfo di Giardini Naxos e sull’Etna.

A Palermo, invece, si balla in Piazza Politeama con il concerto di Goran Bregovic, con inizio alle 21.30. Sul palco saliranno anche Claudio Terzo e i Tre Terzi, Tamuna e altri musicisti italiani. Al termine, dj set per ballare fino a tarda notte.

Per chi preferisce un Capodanno più tranquillo e all’insegna della tradizione, nel piccolo paesi di Ratteri (PA), nelle Madonie, si festeggia l’arrivo del nuovo anno con una grande festa di piazza. A tarda sera “A Vecchia”, scende dalla grotta di Grattara, situata su una montagna che sovrasta il paese, a dorso di mulo e avvolta in un lenzuolo bianco. Percorre le vie del paese seguita da un corte di figuranti in abiti tradizionale con torce e banda musicale.

Sardegna, tra storia, tradizione e musica giovane

Cominciamo da Cagliari, dove si rinnova la formula vincente del Capodanno diffuso che coinvolge diversi punti della città dove saranno allestiti diversi palchi e ci sarà musica per tutti i gusti. In piazza Yenne si esibiranno i Subsonica, mentre il jazz del Mauro Mulas Quartet farà risuonare Piazza San Giacomo. Al Bastione Santa Croce si ballerà con la dance anni Settanta dei Dancity, mentre presso la Vetreria Pirri ci sarà la tribute band dei Led Zeppellin, Lep’s.

Nello splendido borgo medievale di Castelsardo, invece, sarà Gianna Nannini ad animare la notte di San Silvestro. La cantante senese eseguirà, tra gli altri, anche brani tratti dal suo nuovo album “Amore gigante”. Il concerto inizierà dopo la mezzanotte, ma già dalle 22 sul palco saliranno i Music Machine.

I più giovani non possono invece perdersi il Capodanno al Molo Brin di Olbia, dove si festeggerà con la band rivelazione di X Factor, i Maneskin.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.