Milano ti prende per la gola!

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Per gaudenti e buongustai arriva dal 12 al  14 ottobre Milano Golosa 2019.

E al Four Season l’incredibile Chocolate Room

 

Dal magico anno di EXPO 2015 Milano è diventata luogo cool per il food, oltre che per il fashion.

Moda e cibo entrambi settori per chi ha gusto!

E dunque pronti a godere gli appuntamenti golosi della settimana.

Prima di tutto Milano Golosa 2019, che si svolgerà dal 12 al 14 a Palazzo del Ghiaccio, la manifestazione lanciata da Davide Paolini, il Gastronauta, e dedicata alla produzione artigianale italiana di nicchia.

 

 

Ad esempio chi ha mai provato altrove il ketchup di cipolla di Giarratana, il prosciutto di piccione, il prosciutto bazzone, i salumi di suino nero dei Nebrodi?

Quest’anno si punterà sulla contaminazione culturale e gastronomica, ospitando Asian Taste, un intero padiglione dedicato all’Estremo Oriente e ai ristoratori che hanno portato l’offerta gastronomica asiatica italiana a un alto livello.

Partner di Paolini è NO MAYO di Maria Pranzo, la prima guida ai ristoranti asiatici in Italia, un vero viaggio nel gusto, un’immersione nelle tradizioni e nelle diverse culture asiatiche.

Milano si candida così a diventare anche la capitale della contaminazione culturale, attraverso la cucina.

Gli appuntamenti con gli chef e i produttori sono le colonne portanti di Milano Golosa e Asian Taste: con nomi gloriosi come lo chef Umberto Bombana del ristorante 8 1/2 Otto E Mezzo Bombana, il celebre ristorante italiano di Hong Kong, unico tre stelle Michelin italiano fuori dai confini nazionali.

 

Tra i pasticceri più famosi il siciliano Mario Fiasconaro, della Pasticceria Fiasconaro, presenterà il nuovo prodotto della pasticceria di Castelbuono.

Le masterclass e i cooking show hanno una durata di 45 minuti e sono gratuiti, previa iscrizione in loco.

La Regione Lombardia proporrà una merenda e un laboratorio sui dolci dimenticati lombardi raccontati da uno storico, mentre la Basilicata, superospite di questa edizione, metterà in campo un making show sulla mozzarella, e tante aziende lucane con le loro eccellenze artigiane e chicche gastronomiche, come i peperoni cruschi, i salumi di cinghiale e le marmellate di fagioli di Sarconi.

 

 

La nuova area delle esperienze, dedicata alle isole tematiche del caffè, della farina, e del panino, vedrà protagonisti l’Accademia del Panino Italiano, che aiuterà  il pubblico a  sperimentare gli abbinamenti perfetti tra panini e caffè e panini e tè, oltre a sviluppare le creazioni più originali, Molino Quaglia, con le sue farine Petra, che inviterà a creare pane pizza e lievitati, Lavazza che insegnerà a capire il caffè come prodotto e  proprietà organolettiche, l’arte della moka, i possibili abbinamenti.

www.accademiapaninoitaliano.it

www.molinoquaglia.org

Informazioni:

Milano Golosa è aperta al pubblico sabato 12 ottobre (dalle 12 alle 20), domenica 13 ottobre (dalle 10 alle 20) e lunedì 14 ottobre (dalle 10 alle 17).

L’ingresso è a pagamento; i biglietti sono  acquistabili online e in cassa.

12-13-14 ottobre 2019

Palazzo del Ghiaccio, via G.B. Piranesi 14, Milano

www.milanogolosa.it

www.nomayo.org

E per proseguire l’avventura golosa fuori dai padiglioni del Palazzo del Ghiaccio, in pieno centro, ecco l’appuntamento domenicale del Four Seasons Hotel Milano che invita al Brunch firmato del nuovo Chef Fabrizio Borraccino, con  una tentazione in più, il gelato artigianale creato dal Pastry Chef Daniele Bonzi.

 

 

Tutte le domeniche fino a maggio 2020, torna questa  gustosa tradizione, anzi un vero e proprio paradiso gastronomico salato e dolce, freddo e caldo.

La famosa “sala delle meraviglie”, la Chocolate Room, è ancora protagonista e dedicata completamente ad uno degli ingredienti più amati, il cioccolato; al suo interno ogni elemento, perfino le pareti, sono realizzate interamente con il cacao!

Mentre l’inedita novità di questa stagione è il gelato, proposto in una serie d’incredibili gusti, e servito direttamente dall’Ice cream trolley.

www.fourseasons.com/it/milan

 




Milano e il vino: una kermesse inebriante

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

“Milano Wine Week”: Milano sta per diventare il palcoscenico internazionale del mondo vinicolo: dal 6 al 13 ottobre  oltre 300 eventi in spazi sempre più dilatati.

Sono masterclass, degustazioni, seminari, aperitivi che si svolgeranno tra Palazzo Bovara, nei vari Wine Districts e in tutti i locali convenzionati.

Insomma, proprio come negli  obiettivi del progetto ideato da Federico Gordini, Milano diventa la capitale italiana del vino per un’intera settimana.

 

“La Milano Wine Week – dichiara Federico Gordini – vuole essere il punto di arrivo e di ripartenza per una nuova generazione di produttori, ristoratori, manager del mondo del vino, sommelier, consulenti ed enotecari che hanno ereditato o costruito aziende e che cercano nuovi linguaggi e nuove forme di approccio all’universo vitivinicolo”.

 

 

Partner d’eccezione il Merano Wine Festival che organizza a Milano l’anteprima del celebre evento altoatesino giunto alla 28 edizione e ideato da Helmuth Koecher.

Da Milano partiranno infine una serie di escursioni enologiche nei territori più importanti come in Franciacorta alle Cantine Berlucchi.

Nell’arco della settimana saranno attivi 6 Wine District, distribuiti capillarmente sul territorio cittadino, con l’abbinamento di ciascun quartiere a un consorzio vinicolo.

 

 

 

Preview d’eccezione sabato 5 ottobre, alle ore 18.00, nel CityLife Shopping District: un imponente flash mob per brindare con le bollicine Istituto Trentodoc.

 

 

Si proseguirà con Bottiglie Aperte, una delle manifestazioni storiche previste in questo periodo dell’anno, giunta alla sua ottava edizione, che si terrà domenica 6 ottobre (giornata riservata al pubblico consumer) e lunedì 7 ottobre al Superstudio Più di Via Tortona. Quest’anno  Bottiglie Aperte  inaugura anche la collaborazione con Veronafiere, con SpumantItalia e il magazine Bubbles Italia, che mirano a valorizzare il mondo spumantistico italiano.

Tra le presenze più interessanti a Bottiglie  Aperte  la Cantina La Fortezza  di Torrecuso  in provincia di Benevento, con una lunga carrellata di “bollicine” come la Falanghina Extra Dry L’Oro del Marchese e il Maleventum Brut.

Domenica 6, dalle 11.00 alle 13.00, Palazzo Bovara sarà teatro della presentazione in anteprima dei premi speciali della guida Slow Wine.

 

 

Sempre   a Palazzo Bovara tra i protagonisti di una Master Class sarà la DOC Lugana, espressione di un territorio prezioso che si estende sulle sponde meridionali del Lago di Garda.

E a Palazzo Bovara, per la prima volta, in una serata e in una Master Class, si presenterà Appius 2015, il vino da sogno di Hans Terzer, titolare della Cantina San Michele Appiano: bassa resa, uve di altissima qualità da vigneti di 25-35 anni, lavoro meticoloso in vigna ed in cantina.

Nel  vero momento inaugurale istituzionale di “Milano Wine Week”, la conferenza – talk show di inizio manifestazione “Più valore per il vino italiano”, al Belvedere di Palazzo Città di Lombardia, sarà centrale il tema della valorizzazione del vino italiano.

Nel Foyer del Teatro alla Scala, si celebreranno infine i 15 anni di collaborazione tra l’Istituzione Teatrale milanese e Bellavista.

Partenariati di eccellenza

 

 

Due eccellenze veronesi si alleano durante la settimana meneghina dedicata al mondo del vino: i vini eleganti e dallo stile inconfondibile di Tedeschi, realtà simbolo della Valpolicella con alle spalle oltre quattro secoli di storia, incontrano i capispalla firmati Diego M in un contesto moderno e glamour,  presso il flagship store in Corso Venezia 8.

 

 

 

“Linee, intrecci, sapori e trasparenze. La cultura d’impresa nelle terre dell’Alpe-Adria” è il tema conduttore della tre giorni di incontri, show cooking e degustazioni che il 7-8-9 ottobre riuniranno nello spazio Flagship Store Itlas sette brand del Veneto, Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Istria.

Capofila del progetto  l’azienda agricola “La Vigna di Sarah” di Vittorio Veneto (TV), guidata dalla giovane imprenditrice del vino Sarah Dei Tos, produttrice di Prosecco Superiore DOCG biologico nelle colline vitate Patrimonio dell’Unesco.

Una meravigliosa occasione di dialogo e scambio che arriva a pochi mesi dall’ufficializzazione di un grande percorso che legherà la Lombardia al Veneto come Milano Cortina 2026.

www.milanowineweek.com

www.bottiglieaperte.it

www.consorziolugana.it

 

 

 

 




MilanoCaffè: degustazioni, poesie, dimostrazioni, esperienze

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Ai coffee lover e ai consumatori curiosi, a tutti coloro che amano il caffè e che vogliono cominciare  a scoprirlo, Milano dedica tre giorni full immersion.

In occasione della Giornata internazionale del caffè, il 1 ottobre, comincia e dura per  tre giorni MilanoCaffè, ideato da Comunicaffè, che si svolge in diverse location della città e dintorni.

 

 

Pochi prodotti di uso quotidiano possono concorrere con il  caffè per ricchezza di emozioni ed esperienze: più che una bevanda è una cultura.

Ecco dunque una serie di iniziative per gustarlo in pieno.

La più originale è quella proposta da Julius Meinl, azienda familiare austriaca da oltre 150 anni, ambasciatrice nel mondo della cultura delle caffetterie viennesi.

 

 

Mettendo per un momento da parte il cellulare davanti a una tazza di caffè, Meinl invita a ritrovare le vere connessioni con  “Meet with a poem”: basta scrivere una poesia con i propri amici nei locali che aderiscono all’iniziativa per avere in cambio un caffè o un tè, perché  il caffè è la chiave che  aiuta a sbloccare la creatività. https://www.meinlcoffee.com

Inventore della Moka ed esperto di caffè, Bialetti  invita nei suoi  store per  assaggiare due ricette speciali preparate con la nuova Miscela Gran Riserva: dal 1 al 3 ottobre degustazioni gratuite in 9 store di Milano e dintorni. Eccezionalmente in anteprima anche Opera, la nuova macchina espresso il cui design ricorda il sipario di un teatro.

Punto focale delle attività sarà lo store Bialetti di Duomo.

www.bialetti.it

 

 

Anche Starbucks, che proprio a Milano ha introdotto in Italia il piacere del caffè all’americana, con la storica apertura della Reserve Roastery in Piazza Cordusio, seguita da altre sette aperture, offre percorsi sensoriali di coffee tasting proponendo due delle sue specialità: il Blonde Roast Espresso e l’Anniversary Blend, creato nel 1996.

www.starbucks.com

Infine, sempre all’insegna della cultura del  caffè, proseguono i Coffee Encounters: una serie di appuntamenti per avvicinare il pubblico al mondo dei caffè specialty, anche preparato a casa o nel proprio spazio di lavoro.

 

 

Nati dalla collaborazione tra La Marzocco Home e Michael Gardenia, content creator e fondatore di Fusillo Lab, gli incontri si svolgono in luoghi unici e insoliti, e vogliono suggerire come reinventare  un rituale tutto italiano trasformandolo in un momento speciale.

Fino al 9 ottobre, gli ospiti di Funky Table, in via Santa Marta 19, avranno la possibilità di completare la loro esperienza di shopping degustando – e per chi volesse cimentarsi, preparandosi da soli –  il caffè realizzato con la macchina La Marzocco Linea Mini presente all’interno del negozio.

#CoffeeEncountersMilano




Vino e glamour a Milano con la Vendemmia di MonteNapoleone

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Grande attesa per la Vendemmia che quest’anno festeggia  il decimo anniversario.

Un’idea vincente quella nata 10 anni fa da MonteNapoleone District, l’associazione di cui è Presidente Guglielmo Miani,  che riunisce gli oltre centocinquanta Global Luxury Brand del Quadrilatero della moda.

Lo scopo era quello di ideare una serie di iniziative che valorizzassero il Quadrilatero della moda.

Quale idea più felice del connubio tra il mondo della moda e del vino, due pilastri del Made in Italy?

 

 

Quest’anno dunque, dal 7 al 13 ottobre, la Vendemmia 2019  animerà  le boutique delle vie Montenapoleone, Sant’Andrea, Verri, Santo Spirito, Gesù, Borgospesso, Bagutta,  via della Spiga, via San Pietro all’Orto.

Il tutto  in collaborazione con il Comitato Grandi Cru d’Italia, con l’obiettivo di unire i grandi marchi del lusso internazionale e le più prestigiose cantine nazionali e internazionali, con la partecipazione dei migliori ristoranti e degli hotel 5 stelle lusso della città.

 

 

 

 

Ricco e inedito il programma: tanti eventi  nella nuova “Casa Vendemmia” a Palazzo Clerici,  l’esposizione di Dynamo Art Factory per un’asta di beneficenza, un percorso sensoriale sul tartufo a cura del Centro Nazionale Studi Tartufo, grazie alla partnership con l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, l’asta benefica “Italian Masters” di speciali bottiglie per annata e formato, vintage e da collezione offerte da prestigiose cantine e di un lotto di tartufo bianco d’Alba, uno speciale  Wine Tasting all’hotel Four Seasons, cene, pacchetti ed esclusive Wine Experience proposte dagli hotel 5 stelle lusso di Milano legati a MonteNapoleone District.

Con  Discovering, previsto nella VIP Card, si possono scoprire tre gioielli nel cuore della città, il Museo Bagatti Valsecchi, il Museo Poldi Pezzoli, le Gallerie d’Italia.

I possessori delle VIP Card potranno prenotare anche il Truffle Tour – la caccia al tartufo con il trifolau – offerto dall’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba che organizza dal 5 ottobre al 24 novembre l’89° edizione della manifestazione.

www.montenapoleone.luxury/it

 




A Milano Wanderlust 108: l’unico Mindful Triathlon al mondo

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

5 km di corsa o camminata guidata dagli adidas runner, 90 minuti di yoga e una meditazione guidata.

Ecco quanto propone Wanderlust 108, in arrivo a Milano nella splendida cornice di City Life il 29 settembre.

L’unico Mindful Triathlon al mondo, prodotto, per l’Italia, in partnership con adidas, è giunto alla sua terza edizione in Italia, ma Wanderlust già da 10 anni porta il Mindful Triathlon nei più importanti parchi del Mondo.

Accompagnare ognuno nel proprio viaggio interiore, nel rispetto anche di tutto ciò che ci circonda: Wanderlust è un’esperienza immersiva di sfida e ispirazione, per trovare e riconoscere se stessi.

In un’unica giornata i partecipanti potranno anche rilassarsi con musica, cibo salutare, mercatini artigianali. Un lungo momento di evasione per prendersi cura di sé.

 

 

 

Poiché siamo tutti diversi, sono previste anche attività di benessere esperienziale, grazie alle attività “The Uncommons”: aerial yoga, acro-yoga, hooping, meditazione con campane tibetane, lezioni di yoga con i migliori insegnanti a livello internazionale.

Ci saranno inoltre diversi e interessanti speeches i cui temi saranno principalmente incentrati sul miglioramento di sé attraverso uno stile di vita sano e sostenibile, la meditazione e la pratica dello yoga, ma non solo.

Numerosi studi provano come tali discipline siano in grado di offrire diversi benefici, tra cui la riduzione dell’ansia e il miglioramento delle proprie abilità cognitive. Wanderlust 108 aiuta a raggiungere quindi una maggiore ‘consapevolezza’ in modo accessibile, completo, aperto a tutti e divertente.

E  adidas in qualità di main partner, organizzerà attività coinvolgenti e immersive, portando i partecipanti a fare il pieno di sport e benessere.

I capi della collezione co-brandizzata adidas x Wanderlust includono articoli prodotti con materiale “Parley Ocean Plastic™”, realizzati riciclando i rifiuti di plastica recuperati dagli oceani.

https://wanderlust.com/it/ita/108s

 




Pronti davanti agli schermi? È in arrivo la MILANO MOVIEWEEK

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Sarà una full immersion nel  mondo del cinema e degli audiovisivi,  la  Milano MovieWeek, che si svolgerà dal 13 al  20 settembre in varie sedi, definendo ancora  una volta Milano come protagonista dell’industria culturale che ruota intorno a questo settore.

Un palinsesto di eventi che potrebbero far girare la testa ai più appassionati cinefili, dalle proiezioni alle conferenze, a  workshop, mostre,  incontri con attori, registi e protagonisti del mondo dell’audiovisivo.

Promossa e coordinata dal Comune di Milano| Cultura in collaborazione con Fuoricinema, la Milano MovieWeek vuole essere inclusiva sia nelle esperienze offerte, sia nei luoghi, che spaziano dal pieno centro alla periferia, fino all’Area Metropolitana.

 

 

 

Impossibile elencare tutte le iniziative.

Ma bisogna citarne almeno alcune.

Prima di tutto la classica manifestazione amatissima dai milanesi Le Vie del Cinema che allunga i tempi dal 18 al 26 settembre,  e  presenta in anteprima in 14 sale cinematografiche milanesi una splendida  selezione di film della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, del Locarno Film Festival e di altri.

Evento speciale,  martedì 17 settembre alle 20.45 all’Orfeo Multisala, Once Upon a Time in Hollywood, l’ultimo attesissimo lavoro di Quentin Tarantino che vede Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie catapultati nella torrida Los Angeles del 1969 tra profondi cambiamenti del costume e dell’industria cinematografica, con l’ombra di Charles Manson a tracciare una scia di sangue. info@agislombarda.it

Poi spigolando qua e là, il Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, Immagini dalla realtà (dal 12 al 15 settembre), una giornata del Gran festival del cinema Muto di Milano (17 settembre),  dedicato quest’anno al rapporto tra Miseria e Nobiltà, FeST, il Festival delle Serie TV (20-22 settembre), festival dedicato alle serie tv nell’era dello streaming, OFFSIDE Festival (13-14 settembre), l’unico evento cinematografico internazionale che raccoglie i migliori film e documentari sul calcio da tutto il mondo che ha alle spalle 36 edizioni nel mondo in 10 nazioni, il Festival del cinema russo Premio Felix (17 –20 Settembre) e il Festival del Cinema Cinese (20 – 21 settembre) che prevede una retrospettiva dei film classici di Yang Yazhou.

 

 

 

In occasione della Milano MovieWeek il Polo Audiovisivo Manifattura Tabacchi – MIC-Museo Interattivo del Cinema, Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografa sede Lombardia – organizzano La sottile linea comica. Risate del passato e del presente (13-20 settembre), sette giornate dedicate alla produzione della comicità, dai film classici del passato alle tendenze più attuali dei social e del Web. Tra gli ospiti presenti personalità del mondo della comicità di ieri e di oggi il regista e attore Maurizio Nichetti, il collettivo di videomaker de Il terzo segreto di satira, la factory di Casa Surace e il fenomeno web Il milanese imbruttito.

La Fondazione Ente dello Spettacolo, promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana, presenta in occasione della MovieWeek 9 registi per 9 film, un’iniziativa che si articola in diversi appuntamenti in sedi decentrate e  il percorso “Lavori da film” e due proiezioni in collaborazione con Università Cattolica del Sacro Cuore dedicate alla città di Matera e a due film in cui veste i panni di Gerusalemme.

Sky Arte partecipa alla Milano MovieWeek con l’anteprima del dietro le quinte del nuovo film d’arte Sky e Progetto Immagine, “Io, Leonardo”, in arrivo nelle sale italiane in autunno. All’evento speciale Io Leonardo. Una serata esclusiva al Museo, organizzato in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, parteciperà in apertura anche il protagonista del film Luca Argentero.

 

 

 

Tanti gli appuntamenti:  Milano Film Network Open Day (16-17 settembre), un evento aperto a tutti, ma rivolto in particolare ai giovani, di formazione e informazione, un incontro con Francesca Comencini che affronterà il tema del lavoro oggi visto attraverso la serie Gomorra,  Lavori da film, tre incontri con tre professioni del mondo del cinema promossi da Informagiovani.

Il 17 settembre, infine, a Palazzo Reale, si terrà la tavola rotonda Milano: distretto del cinema e dell’audiovisivo. Quale sviluppo in previsione degli appuntamenti internazionali futuri, promossa dall’Assessorato alla Cultura, che coinvolgerà istituzioni e professionisti del settore per costruire uno spazio di riflessione e condivisione attorno al tema, soprattutto in vista delle Olimpiadi 2026, con l’obiettivo di interrogarsi sul ruolo del cinema e dell’audiovisivo nella città di Milano e nel territorio lombardo.

Il programma completo e tutte le informazioni aggiornate sono disponibili sul sito web dedicato, realizzato dalla Direzione Sistemi Informativi e Agenda Digitale del Comune di Milano: www.milanomovieweek.it




Milano Bike City: Milano all’avanguardia nel promuovere uno stile di vita sostenibile

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

 

Torna Milano Bike City  dal 14 al 22 settembre: la seconda edizione del festival diffuso dedicato alla bici.

Un ricco programma di eventi: gite fuori porta, la Milano di Leonardo Da Vinci, i segreti della meccanica, aperitivi e incontri, la campagna Bike-to-Work, che incentiva l’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro, la Carfreeweek, che invita i cittadini all’utilizzo della bicicletta e dei mezzi pubblici, non utilizzando l’auto per un’intera settimana.

Un programma aperto a tutti, adulti e bambini, ciclisti alle prime armi o appassionati di lungo corso, che potranno scoprire, divertendosi, il potenziale ciclabile della città.

 

 

Promosso dal Comune di Milano – Assessorato al Turismo, Sport e Qualità della vita in collaborazione con l’Assessorato alla Mobilità e ai Lavori Pubblici, il festival è  organizzato da Ciclica, Milano Bicycle Coalition e Kindi Associazione, con ATM come partner tecnico.

Milano Bike City coincide con la settimana europea che ogni anno promuove le buone pratiche nel campo della mobilità, la European Mobility Week (dal 16 al 22 settembre).

Il 18 settembre il convegno UMS – Ultimo Miglio Sostenibile metterà in risalto le buone pratiche e i progetti italiani e internazionali sulla logistica urbana di prossimità:  all’Acquario Civico dalle 9.00 alle 13.00.

 

 

 

Durante il weekend conclusivo di Milano Bike City, Radio Deejay sarà in prima fila per la promozione del ciclismo, in una due giorni densa di attività al Deejay Village allestito presso il City Life Shopping District. Domenica 22 le attività culmineranno con la Deejay100, la medio fondo di ciclismo sulla distanza dei 100 km: un evento imperdibile per gli amanti delle due ruote, caratterizzata da un percorso estremamente sfidante con il quale si possono però cimentare tutti (informazioni e dettagli disponibili sul sito www.deejay100.it).

Il programma completo degli eventi è disponibile su www.milanobikecity.it

 




Il Festival della Biodiversità: ascolta le voci della Terra

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Da Milano un forte  segnale di attenzione all’ambiente che può essere di esempio per tutta l’Italia.

E’ in arrivo dal 12 al 24 settembre la 13° edizione del Festival della Biodiversità, organizzata da Parco Nord Milano.

In nome dei temi della natura e della sostenibilità, quest’anno il Festival si ispira ai valori stabiliti dall’UNESCO, che ha proclamato il 2019 ”Anno internazionale delle lingue indigene”.

Il cammino parte dunque dalle voci della Terra legate tra loro da corde primordiali: una finestra sul mondo delle lingue native, concentrando  l’attenzione sui linguaggi della natura, e sulle relazioni che le popolazioni indigene instaurano con gli elementi naturali.

 

 

 

Tanti gli eventi in programma: laboratori per bambini e famiglie con proposte di letture e passeggiate nella natura, di giorno e di notte,  mercati dei piccoli produttori scelti da Slow Food, uno speciale sleeping concert a cura del complesso Enten Hitti, concerto meditativo condotto da Juri Camisasca, cantautore, musicista, mistico.

La natura diventa un’estensione dell’azione teatrale, e non semplice scenografia: nel Teatrino Breda  il teatro si fonde con la natura.

E poi ovviamente il tema del  cibo: nasce  il MEET-NIC, un grande pic-nic biodiverso in cui i partecipanti condividono pietanze delle proprie origini, e il cibo diventa mediatore tra lingue diverse.

Presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, il festival propone la rassegna La lingua misteriosa del cinema, un viaggio in otto film dalle origini della lingua sino alle culture e alle popolazioni che la globalizzazione sta scartando.

 

 

 

Sempre presente il lato scientifico negli incontri che soprattutto coglieranno la distinzione del concetto di biodiversità in natura e in ambito culturale; e nel contempo  il nesso tra biodiversità culturale ed etnolinguistica.

I luoghi del Festival si intrecciano con i luoghi della cultura del Parco: la Cascina Centro Parco, cuore pulsante del festival, La Casa del Parco, lo Spazio-Mostra Tropical Experience e i Bunker Breda; ma anche il Museo Interattivo del Cinema, le serre di Villa Lonati, Oxy.gen a Bresso, l’OrtoComune di Niguarda, il Lago di Niguarda, il Bunker dell’Aeroporto, il Teatrino Breda e Villa Torretta,  dove si svolge la consueta giornata inaugurale.

La maggior parte delle iniziative è ad ingresso gratuito (ad eccezione di alcuni spettacoli ed eventi a pagamento indicati nel programma e dei laboratori ad iscrizione obbligatoria). Alcuni eventi sono a numero chiuso o a prenotazione consigliata sul sito www.festivalbiodiversita.it




In arrivo theGINday 2019: il più grande evento dedicato al distillato di ginepro

 

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Torna attesissimo a Milano, per la sua settima edizione, theGINday:  8 e 9 settembre al MegaWatt Court, Via Giacomo Watt 15.

Un evento che dal  2013 si è praticamente triplicato, portando le etichette  in degustazione  dalle 40 della prima edizione alle 300 dell’ultima, contribuendo a diffondere la moda del Gin in Italia.

Un evento ideato e prodotto da Bartender.it dei  soci Luca Pirola, Dario Comini, Agostino Perrone e Dom Costa che hanno portato una rivoluzione all’interno del mondo trade nel settore beverage italiano.

Appuntamento quindi per tutti domenica 8 (h 14 – h 21) e lunedì 9 settembre (h 11 – h 20) in via Giacomo Watt 15 negli spazi della Megawatt Court nell’emergente quartiere Barona.

 

 

 

Tra i  momenti più attesi il match di TENNIS tra il Gin & Tonic e il Martini Cocktail: sul campo del main stage i due mondi si sfideranno a colpi di barspoon, dal punto di vista non solo modaiolo e giovanile del G&T consumato nei bar, ma anche storico della bevanda al chinino dell’India coloniale e dal punto di vista più maturo ed elegante, da hotellerie, del Martini Cocktail, che rimanda a James Bond e Winston Churchill.

Il match poi si trasferisce dal campo da tennis del main stage ai due bar dell’evento: il Gin&Tonic BAR, allestito come un chiringuito estivo da spiaggia, con tanto di sedie sdraio, e il Martini Cocktail LOUNGE, elegante e raffinata, con poltrone divanetti verde oliva.

Una staffetta di bartender ospiti si schiereranno per l’uno o l’alto bar, proponendo al pubblico le loro creazioni.

Un terzo bar verrà dedicato alla Negroni EXPERIENCE, dove l’aperitivo che nel 2019 ha compiuto i cent’anni viene affrontato dal punto di vista del Gin: 100 Gin diversi per 100 Negroni diversi.

 

E poi Master class, seminari e workshop con personaggi eccellenti provenienti da esperienze in tutto il mondo.

Non manca il fornitissimo SHOP dove comprare le bottiglie assaggiate in degustazione, libri specializzati per cominciare a costruirsi una cultura in materia e l’attrezzatura professionale da barman da poter utilizzare a casa con gli amici.

E infine, anche per questa edizione torna la #GINcocktailweek, circuito di cocktail bar “fuori evento” dove poter prolungare l’esperienza vissuta negli spazi di via Watt in maniera rilassata e divertente.

L’ingresso al MegaWatt Court è a pagamento: i biglietti sono acquistabili in prevendita sul sito www.theginday.it – abbonamento 2 giorni 15,00 € + d.p., giorno singolo 10,00 € + d.p. – e in loco il giorno stesso della manifestazione – abbonamento 2 giorni 20,00 €, giorno singolo 15,00 € – e compresi nel prezzo assaggi gratuiti, un nutrito programma di ospiti internazionali, workshop, seminari e attività che nel mondo del bartending e della mixology ruotano attorno al Gin.

MegaWatt Court, Via Giacomo Watt 15, Milano

8-9 settembre 2019

Aperto al pubblico

www.theginday.it

 




Ferrari da sogno: festa e sfilata a Milano

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Tifosi della Ferrari a raccolta.

La scuderia di Maranello, che  compirà quest’anno novant’anni, fondata da Enzo Ferrari il 16 novembre 1929, festeggia in Piazza Duomo a Milano.

Il 4 settembre  appassionati in visibilio per festeggiare insieme i  90 anni Ferrari e la 90esima edizione del GP d’Italia all’Autodromo di Monza.

Dalle 17, i piloti di ieri, oggi e domani  aspettano le folle insieme alle vetture che hanno fatto la storia.

 

 

 

“90 Anni di Emozioni” è il nome dell’evento che unirà due protagonisti iconici del mondo dei motori, Automobile Club d’Italia (ACI) e Scuderia Ferrari  per celebrare i due anniversari.

Nonostante il compleanno Ferrari cada tra due mesi e mezzo,  la data scelta per festeggiare  in Piazza Duomo a Milano è ideale, perché  appunto alla vigilia del Gran Premio d’Italia a Monza.

In piazza saranno presenti vetture di ogni epoca, protagoniste anche di una spettacolare parata, mentre sfileranno celebri stelle del motorsport, nomi storici della Formula 1 e del team di Maranello.

 

 

È prevista la partecipazione di campioni come Jean Alesi, Gerhard Berger, Kimi Raikkonen, Felipe Massa,  Eddie Irvine,  Rubens Barrichello,  i giovani Mick Schumacher e Giuliano Alesi, e i titolari della Scuderia Ferrari, Sebastian Vettel e Charles Leclerc.




MASH: birra, musica e arti all’Ippodromo

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Sarà una full immersion nella degustazione di birre artigianali, italiane e internazionali, la musica e le arti indipendenti l’appuntamento con la prima edizione di MASH, Craft Beers & Arts Festival.

Nell’area parco dell’Ippodromo del Galoppo di Milano, sabato 7 e domenica 8 settembre, MASH proporrà  degustazioni di oltre 100 varietà di birre artigianali, tra marchi consolidati, eccellenze del territorio e nuove promesse, provenienti soprattutto dalla scena brassicola lombarda, la più dinamica e trainante nel panorama italiano.

Tra i primi birrifici locali confermati per l’evento troviamo infatti Brewfist, Birrificio Lariano, Birrificio Rurale, Birrificio Lambrate, The Wall, Vetra, Hammer, Birrificio Valcavallina, War, Birrificio Menaresta, La Buttiga, Croce di Malto, Birrificio Via Priula, Birrificio Italiano, Birra Muttnik.

 

 

Musica live di grande effetto, rock e alternativa, tra cui Alioscia Bisceglia, cantante e fondatore dei Casino Royale che racconterà i 25 anni di “Sempre più vicini”, presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia.

A completare l’offerta culturale una selezione di opere realizzate da artisti, fotografi e illustratori accomunate dallo spirito artigiano, approccio che vuole essere il fil rouge della manifestazione.

Orari:

Sabato 7.11 – dalle ore 15.00 alle ore 3.00

Domenica 8.11 – dalle ore 12.00 alle ore 1.00

Ingresso:

Euro 5 con bicchiere personale in dotazione

Area parco dell’ippodromo del Galoppo

Piazzale dello Sport 6, MILANO

www.mashfestival.com




laVerdi a MITO SettembreMusica: un ponte musicale tra Milano e Torino

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Sei appuntamenti tra Milano e Torino con laVerdi, i suoi Cori, i Solisti e laBarocca.

16 giorni di musica,  un totale di 128 concerti: è questo MITO SettembreMusica, il festival che si svolge tra Milano e Torino  e quest’anno sceglie il tema  “Geografie”, per viaggiare con la musica nello spazio.

Alla ricerca di  luoghi, tradizioni e linguaggi che hanno segnato le diverse culture del mondo.

laVerdi sarà presente a MITO con l’Orchestra sinfonica, il Coro sinfonico, il Coro di Voci Bianche, I Solisti de laVerdi e l’ensemble vocale e strumentale laBarocca.

 

 

 

Ecco gli appuntamenti a Milano.

Il 5 settembre all’Auditorium di largo Mahler “Carmina Tedeschi”, Musiche di Richard Strauss e Carl Orff, il  modo vitale, dionisiaco, trascinante nel quale due compositori tedeschi del Novecento, Strauss e Orff, guardano al passato della loro terra: Till Eulenspiegels lustige Streiche, il poema sinfonico che Richard Strauss dedica ai tiri burloni di un contadino ribelle del Trecento e i Carmina Burana con i quali Carl Orff mette in musica poesie medievali che parlano di sorte, amore e osterie.

Il  concerto sarà preceduto da una breve introduzione di Nicola Campogrande, che del Festival MiTo è il direttore artistico.

 Il  9 settembre (ore 17.00) al Piccolo Teatro Studio Melato, un viaggio nella musica di J.S. Bach, per seguire il compositore lungo venticinque anni di viaggi, da Arnstadt a Weimar a Lipsia con quattro cantate, da quella che è considerata la sua prima sino alla celebre Wachet auf, ruft uns die Stimme.

 

 

Il  9 settembre (ore 21.00) allo Spazio Teatro 89, Via F.lli Zoia,  un viaggio nella musica francese tra pagine originali e curiose trascrizioni; protagonisti due strumenti normalmente lontani, come l’arpa e il corno. Ad eseguire con l’arpista Elena Piva e il cornista Stefano Buldrini la musica di Camille Saint-Saëns, (con una prima esecuzione assoluta, Romance in Fa maggiore op. 36), Marcel-Lucien Tournier, Alphonse Hasselmans, Claude Debussy, Bernard Andrès. anche I solisti de laVerdi. Il concerto sarà preceduto da una breve introduzione di Luigi Marzola.

I biglietti sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Dal Verme, via San Giovanni sul Muro 2. Milano, oppure il giorno stesso del concerto presso la biglietteria della sede ospitante a partire da circa 90 min. dall’inizio spettacolo.

www.laverdi.org




A Palazzo Reale: la luce e la trasparenza di Nanda Vigo

 

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

E’ la prima retrospettiva antologica dedicata a Nanda Vigo, artista e architetto milanese che ha influenzato la scena artistica italiana ed europea degli ultimi cinquant’anni.

A Palazzo Reale, fino al 29 settembre, la mostra “Nanda Vigo. Light Project” a cura di Marco Meneguzzo, attraverso  circa ottanta opere – tra progetti, sculture e installazioni –  racconta l’eccezionale percorso di ricerca di una figura di assoluto rilievo nel panorama internazionale, dagli esordi, alla fine degli anni Cinquanta, sino alle esperienze più attuali.

In particolare la mostra vuole valorizzare il rapporto dell’artista con la città di Milano dove è  vissuta, e  ha elaborato la propria ricerca.

Protagonista del clima culturale milanese degli anni Sessanta, Nanda Vigo (Milano, 1936) inizia a realizzare i suoi Cronotopi dal 1962, in sintonia con lo spirito di ZERO, gruppo transnazionale di artisti tedeschi, olandesi, francesi, belgi, svizzeri e italiani, al quale prese parte.

Partecipe delle avanguardie e dei gruppi dei primi anni Sessanta, Nanda Vigo elabora una personale ricerca incentrata sulla luce, la trasparenza, l’immaterialità, che devono costituire l’opera e lo stesso ambiente abitato dall’essere umano, e di cui i “cronotopi” sono la concretizzazione artistica.

 

 

Vetri industriali, talvolta illuminati da neon, attraverso i quali la luce penetra e si manifesta allo sguardo, metafora della leggerezza, specchi inclinati e tagliati in modo da riflettere una impensata visione della realtà,  lavori di progettazione di design e di architettura (famosa la sua collaborazione con Gio Ponti per la Casa sotto la foglia, a Malo, del 1965, e la realizzazione del Museo Remo Brindisi a Lido di Spina del 1967).

Gli anni Ottanta sono caratterizzati dall’adesione ai concetti del Postmodernismo, mentre la produzione successiva torna alla seducente algidità del neon, delle luci radianti e diffuse, delle forme semplici e dinamiche.

In mostra  opere e progetti che abbracciano l’intero arco di produzione dell’artista: fulcro del percorso espositivo è un affascinante ambiente cronotopico, che occupa l’intera stanza degli specchi.

Perfetta per esprimere la quintessenza del modo di intendere l’arte di Nanda Vigo:  vivere esperienze trascendenti, andando oltre la materialità del quotidiano.

Una  monografia sull’opera di Nanda Vigo, a cura di Marco Meneguzzo, edita da Silvana Editoriale,  raccoglie la più esaustiva antologia critica sull’artista realizzata fino a ora.

“Nanda Vigo. Light Project”

Fino al 29 settembre 2019

Palazzo Reale, primo piano

ingresso libero




Location insolite: tanto cinema per chi resta in città

Franca Dell’Arciprete Scotti

 

Per chi rimane  in città e per i turisti in visita alla capitale meneghina nessun problema.

A Milano non ci si annoia di sicuro.

Passatempo originale lo spettacolo di film in luoghi davvero originali.

Lo propone il Gruppo MilanoCard.

Ecco qualche idea

Cinema Bianchini sui tetti della Galleria: i titoli più belli degli anni passati nella sala cinematografica più alta di Milano. Due sale all’aperto a un passo dal cielo e dalla Madonnina da toccare con gli occhi e le mani.

Highline Galleria, via Silvio Pellico 2 – Milano

Aperto tutte le sere, h 21

Biglietto: 12€ – prenotazione obbligatoria sul sito www.cinemabianchini.it/tetti

 

 

 

Cinema Bianchini drive-in: uno dei simboli della cultura pop americana degli anni ‘50 finalmente anche a Milano. E’ il mitico drive-in, il cinema che si guarda seduti in auto. Per tutta l’estate, i divi di Hollywood e Cinecittà, comodamente seduti sulle vostre auto, all’Idroscalo – strada statale Rivoltana, accesso area tribune – Segrate

Tutti i weekend, h 21:30

Biglietto: 10€ a persona oppure biglietto forfettario 20€/auto – prenotazione obbligatoria sul sito www.cinemabianchini.it/drivein

 

 

Cinema Bianchini segreto: il grande schermo illumina un Percorso che racchiude oltre 600 anni di storia, una location segreta nel cuore di Milano da scoprire con guide speciali come i divi di Hollywood e Cinecittà. Una ricercata selezione di titoli abbinata ad un luogo spettacolare, in via Francesco Sforza 32

Tutte le sere, h 20:30

Biglietto: 10€ – prenotazione obbligatoria sul sito www.cinemabianchini.it/cripta

 

 

 

 

Cena con film: una speciale cena con i registi preferiti, all’interno del percorso segreto della Cà Granda. Menù a cura di Iuta Bistrot, i film più begli degli ultimi anni, dopo la visita all’Archivio e Cripta della Cà Granda.

In via Francesco Sforza 32 Milano

Tutte le sere, h 20:30

Biglietto: 35€ (inclusivo di cena di quattro portate, proiezione di film e visita accompagnata) – prenotazione obbligatoria sul sito www.cinemabianchini.it/cena-con-grandi-registi

www.labellezzacontagiosa.it

 




Sapori innovativi: Milano all’avanguardia

Franca Dell’Arciprete Scotti

Contaminazione di gusti a tavola e nella mixology

A Milano  si può sperimentare l’uramakeria, il gusto che contamina le culture giapponese e brasiliana.

Il Bomaki, che già svela tutta la sua doppia anima nippo-brasiliana con un acronimo che fonde bom (buono) e maki (il delizioso roll della cucina giapponese),  ormai conta cinque locali a Milano, dalla  movida di corso  Sempione all’area trendy di zona Garibaldi, dalla zona Marghera a Porta Romana, all’elegante CityLife.

 

 

 

In menù i deliziosi burritos in stile jap, ovvero crepes di soia leggerissime che avvolgono salmone, pollo o picanha grigliata con ingredienti insoliti come, tra gli altri, il guacamole, il jalapeno o il cheddar cheese; inediti temaki come il tonno maracuja (tartare di tonno, insalata e salsa maracuja), il salmone&tartufo (salmone, avocado, Philadelphia e carpaccio di tartufo),  la tartare ceviche, una fresca variante di crudi da lasciare a bocca aperta, i gustosi e innovativi uramaki, cioè roll con riso all’esterno che contiene alga nori, pesce e altri ingredienti.

Innovazione e creatività dell’abile chef Jeric Bautista, ideatore di un’infinità serie di impareggiabili mix inediti.

www.bomaki.it

 

Al Flagship Store Lavazza l’estate si colora con i nuovi CoffeeTailTM

Sono 3 gli originali CoffeeTail Lavazza e i cocktail ideati in esclusiva da Campari Academy, che portano un’ondata d’estate nel cuore di Milano grazie a un mix di gusti inaspettati.

Dove? Nell’esclusivo spazio Lavazza di Piazza San Fedele 2, inaugurato di recente.

 

 

Un hub  innovativo del food & beverage dove vivere esperienze di sapore uniche grazie all’arte della miscelazione dei migliori bartender di Campari Academy combinata alla sperimentazione e all’eccellenza Lavazza.

Ad arricchire la selezione dei CoffeeTail Lavazza, ideati dalla creatività del Training Center, come Coffee Spritz, Passion Me ed E-Tonic, arriva Coffee Bubble Sangria, un bubble drink con perle di caffè, fresco e leggero grazie all’aggiunta di Vermouth e Ginger Ale, che risponde agli ultimi trend della mixology.

 

 

 

2 i twist realizzati in esclusiva da Campari Academy, che reinterpretano classici dalle note esotiche. Milano Mule, ispirato al cocktail più trendy del momento a base di Vermouth bianco e zenzero e arricchito dalle note delicate della tonica ai fiori di sambuco, e Bittersweet Paloma, un blend tra un Paloma e un Garibaldi, in cui si uniscono l’amarezza del bitter, la freschezza degli aromi di pompelmo rosa e arancia e l’Espolon reposado, che dona mineralità e note di agave cotto.

Le nuove proposte per l’aperitivo firmate Lavazza e Campari sono accompagnate da creazioni di food pairing ricercate, nate dal rapporto ultraventennale – basato sull’impegno verso l’eccellenza e la sperimentazione – di Lavazza con la Top Gastronomy, che nel corso degli anni ha dato vita ad abbinamenti inediti.

www.lavazza.com

www.campari.com