In Marocco per gustare la shebākia

Sono quattro le città imperiali del Marocco: Marrakech, Rabat, Fès e Meknes. Si chiamano così perché furono scelte dai vari regnanti come luoghi dove costruire i loro meravigliosi palazzi. In Marocco tutto è splendido e maestoso: i riad, i minareti, le moschee, l’architettura, gli hammam e i sapori della sua cucina saporita e speziata. Una fusione di gusti e sapori influenzati da tradizioni ispaniche, berbere, arabe e moresche

Ma cosa assaggiare una volta arrivati in Marocco? Il grande classico è il COUS COUS, semola cotta a vapore e

Continua a leggere...

Mohinga, caleidoscopio di sapori dalla Birmania

La cucina birmana è il risultato delle tradizioni gastronomiche di diverse etnie presenti sul territorio. Quest’insieme di culture ha dato origine a una cucina ricca di sapori. Merito anche degli stati vicini Thailandia, Cina, Bangladesh

Alla base della cucina di questo misterioso paese fatto di templi, stupe, buddha e monaci c’è il riso e il

Continua a leggere...

Paella Marisco, el sabor de España

Quando parliamo di cucina spagnola il pensiero corre alla “paella” ma le varianti di questo succulento piatto sono tantissime. Vegetariana, di carne, di pesce, mista, negra e de marisco

Il nome deriva dalla pentola in cui cuoce, un recipiente in ferro basso, largo e con due manici laterali.  All’origine

Continua a leggere...

Dall’Inghilterra un dolce tradizionale, il plum-cake 

Il plum-cake è uno dei dolci più conosciuti in tutto il mondo. Semplice, veloce, buono, con pochi ingredienti (farina, uova, zucchero, burro e frutta, secca o candita), cotto poi, al forno, in stampi rettangolari e dal bordo alto

Il  plum-cake ha origini inglesi e la traduzione esatta è “torta alle prugne”. Il termine deriva dal fatto che in

Continua a leggere...

Shinsŏllo, duemila anni nel piatto

Quella della Corea del Sud è una cucina che vanta oltre 2.000 anni e che è andata via via adattandosi allo sviluppo culturale e sociale del Paese. Non è famosa e rinomata ma la vastità degli ingredienti e i sapori non hanno nulla da invidiare a quella di altri Paesi

La Corea del Sud non si trova sulla rotta dei grandi flussi turistici e pertanto ha mantenuto un ambiente quasi

Continua a leggere...

In Giappone per assaggiare il Tonkatsu

Il Giappone una terra unica ricca di antiche tradizioni ben radicate (inchini per salutare, templi scintoisti, giardini zen) ma che riesce a convivere con tecnologie all’avanguardia, futuristiche (i treni proiettili, pantofole che parcheggiano da sole) 

Il Giappone è un paese di estrema bellezza dove ci vorrebbero mesi per visitarlo nella sua globalità, un paese dai

Continua a leggere...

Empanadas Saltenas i fagottini boliviani  

La Bolivia è una terra poco conosciuta e poco frequentata dal turismo ed è un vero peccato perché è un paese dotato di un incredibile patrimonio naturale.I panorami boliviani inebriano la vista e lo spirito 

Il suo territorio regala una varietà incredibile di paesaggi: deserti di sale, foreste pluviali, lagune d’acqua salata, geyser, vulcani, laghi,

Continua a leggere...

Boršč , delizia moscovita  

Negli ultimi anni Mosca è diventata una capitale della gastronomia. A chi piace visitare, conoscere e scoprire ma non disdegna il buon cibo, la città offre un pacchetto completo. Tante le cose da visitare ma anche da scoprire a tavola. La cucina tradizionale russa, molto saporita, fa molto uso di carne ma il piatto per eccellenza è il boršč , deliziosa zuppa di barbabietole rosse dall’intenso colore rosso rubino

L’ingrediente principale nella preparazione del boršč è la barbabietola ma tante sono le varianti con aggiunta di altri ingredienti a

Continua a leggere...

Da Santa Fiora alla scoperta delle bellezze dell’Amiata (2° giorno)

Dopo aver visitato uno dei “Borghi più belli d’Italia”, per il secondo giorno vi proponiamo una serie di itinerari per andare alla scoperta delle eccellenze paesaggistiche e gastronomiche dell’area del Monte Amiata, tra faggete secolari e fiabeschi corsi d’acqua

Dopo avervi accompagnato alla scoperta del “borgo della acque” di Santa Fiora, per il secondo giorno nella Maremma vi proponiamo

Continua a leggere...

Scozia e il suo piatto nazionale: l’haggis

Un sondaggio della Rough Guide ha invitato i propri lettori ad esprimersi su quale era “il paese più bello del mondo”. Hanno eletto la Scozia. E come contraddirli? Un territorio ricco di castelli, borghi, scogliere, promontori e anche una deliziosa cucina che vi vogliamo far conoscere attraverso il piatto della tradizione nonché piatto nazionale: l’haggis

Gli scozzesi si divertono a burlare gli stranieri dicendo che l’haggis è un animale scozzese aggiungendo inoltre che le zampe

Continua a leggere...