Weekend Green

Ai Giardini Botanici di Stigliano un weekend con la Festa delle Rose

image_pdfimage_print

La Festa delle Rose festeggia 25 anni e diventa itinerante. Per celebrare questa importante ricorrenza, ha scelto la splendida location dei Giardini Botanici di Stigliano di Canale Monterano, in provincia di Roma. Qui, sabato 18 e domenica 19 maggio si danno appuntamento una trentina di vivaisti e floricoltori provenienti da tutta Italia, che daranno la possibilità ai visitatori sia di ammirare sia di approfondire la loro conoscenza sulle rose, ma anche sui fiori e sulle piante presenti nel giardino, oltre che acquistarli e portarli a casa con sé.

Non solo, i produttori porteranno con sé le loro creazioni e varietà di rose speciali, da quelle più antiche agli ibridi non ancora conosciuti. Si potranno inoltre ammirare, accanto alle “regine della festa”; anche particolari varietà di ortensie, erbacee da fiore insolite, acquatiche, pelargoni, ortive, bulbi, e arbusti da fiore, erbacce, campanule, papaveri, anemoni, cisti, chiamate anche rose di maggio ed erbe aromatiche. L’evento è patrocinato dal network Grandi Giardini Italiani.

Non può mancare, però, anche un momento conviviale. Sono in programma infatti degustazioni di vini a tema, che si accompagneranno alle creazioni gastronomiche dello chef Antonio Sciullo, che si potranno gustare presso il punto ristoro del Parco Termale o comodamente seduti al ristorante delle Terme, prenotando in anticipo l’ingresso al buffet.

Inoltre, sarà presente la Fisar – Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori proporrà in assaggio più di cento etichette di vino rosato di altissima qualità. Il biglietto di ingresso costa € 8, i bambini entrano gratis.

Un’occasione per visitare il Parco Termale

La Festa delle Rose è un’imperdibile occasione per visitare il Parco Termale, che si estende per 20 ettari e con ben cinque fonti da cui sgorga un’acqua di natura solfo-iodica ipertermale a una temperatura variabile tra i 36° C e i 56°C.  Qui si trova anche il Grand Hotel delle Terme di Stigliano, sorto nel Settecento sui resti di antichi templi romani.

Il luogo, infatti, era conosciuto per le sue acque benefiche fin dall’antichità. I Romani ne fecero un importante centro termale e, ancora oggi, si possono ammirare i resti delle terme di Tiberio e quelli di una strada consolare. Nel Settecento il principe Altieri restituisce alle terme il loro antico ruolo, aprendole al pubblico ed edificando in prossimità delle fonti un albergo e una piccola chiesa.

Oggi, le antiche terme romani, l’albergo, il borgo settecentesco e il parco hanno riconquistato il loro antico splendore. Non solo, le acque termali che scorrono in profondità su questo terreno hanno generato un particolare microclima che favorisce fioriture spontanee e sempre diverse in ogni stagione.

Il Parco è stato successivamente restaurato dalla Marchesa Umberta Patrizi Montoro che gli ha conferito l’aspetto attuale. Oggi si cammina tra sentieri e percorsi che si snodano tra aceri, querce centenarie, lecci, roveri, noccioli, tamerici e bambù giganti, che si coniugano alla geometria generata da una distesa di pini romani. Il parco è poi l’habitat naturale di diverse specie di mammiferi e uccelli, tra cui aironi, civette, falchi, istrici, tassi, volpi, donnole e faine.

COME ARRIVARE

In auto: Da Nord, A1 con uscita Orte. Poi prendere la Superstrada per Viterbo, uscire a Viterbo Sud e proseguire sulla via Cassia in direzione Roma. Raggiungere Manziana e proseguire per Canale Monterano – Tolfa. Al km 31 svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Stigliano. Da Sud, prendere la Roma Cassia bis SS2 in direzione Viterbo. Uscire a Cesano e proseguire per la via Braccianese, superare Bracciano e Manziana e proseguire in direzione di Canale Monterano – Tolfa. Al km 31 svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per Stigliano.

INFO

Grand Hotel Terme di Stigliano, via Bagni di Stigliano 2, Canale Monterano (Roma), Tel 06/99805977, www.termedistigliano.it . La Festa delle Rose si tiene nel weekend del 18 e 19 maggio dalle 10 al tramonto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.