A Castiglione del Lago (PG) una grande mostra su Joan Mirò

Nella splendida cornice del Palazzo della Corgna, 70 opere grafiche appartenenti a quattro serie complete svelano il rapporto tra il genio catalano con i “libri d’artista”.

Spread the love

La sublime arte di Joan Mirò incontra lo splendido scenario di Castiglione del Lago, perla del Trasimeno, in provincia di Perugia. Ha inaugurato lo scorso 28 giugno, e si potrà visitare fino al prossimo 4 novembre, la mostra “Joan Mirò. Meraviglie grafiche 1966 – 1976”, che intende offrire al visitatore una riflessione del rapporto tra l’arte del genio catalano e i cosiddetti “libri d’artista”; una forma d’arte che mette insieme testo e illustrazione.

Nelle sale di Palazzo della Corgna si potranno così ammirare 70 opere grafiche dell’artista catalano, appartenenti a quattro serie complete, realizzate nel decennio 1966-76: “Ubu Roi” (1966), “Le Lézard aux Plumes d’Or” (1971), “Maravillas con variaciones acrósticas en el jardin de Miró” (1975) e “Le Marteau sans maître” (1976). Quattro capolavori che raccontano il “sogno poetico” di Miró, quella sua capacità di oggettivare le immagini della fantasia e di esprimerle attraverso un linguaggio assolutamente personale.

Gli sfondi neutri vengono “macchiati” da segni scuri e colori brillanti, come blu, rosso, verde, giallo, in una precisa alternanza tra corpi informi e linee curve, per dare vita alle sue visioni oniriche. Scriveva Miró. “Ho una certa esperienza per poter realizzare quello che si può definire fare un libro, non illustrarlo, che è sempre qualcosa si secondario. Un libro deve avere la stessa dignità di un’opera scolpita nel marmo”.

 

Nelle tredici coloratissime litografie di “Ubu Roi” ciascuna tavola è lavorata come una scena teatrale in cui forme e volumi sembrano potersi muovere liberamente. Ubu è un personaggio grottesco le cui funzioni viscerali dominano su quelle intellettuali e rappresenta la caricatura di ogni abiezione umana.

In “Le Lézard aux plumes d’or” Miró diventa illustratore di se stesso: “La lucertola dalle piume d’oro” rappresenta la fusione compiuta tra immagine e testo poetico, in una equilibrata coesistenza di grafismo e immagini.

Nelle illustrazioni di “Maravillas con variaciones acrósticas en el jardin de Miró” l’artista catalano si esprime con segni neri e vivaci macchie colorate dal forte impatto visivo. Le sue “Meraviglie” sono la perfetta espressione di quell’instancabile fantasia nel creare forme e disegni che assomigliano a un linguaggio misterioso e affascinante.

Con il cicloLe Marteau sans maître” Miró rende omaggio al poeta René Chair, una delle voci più importanti della letteratura francese del Novecento. Anche in questa serie Miró non rinuncia al colore, ma la scelta dell’acquatinta valorizza non la lucentezza dei cromatismi ma una delicata, modulata porosità delle superfici.

INFO

Joan Mirò. Meraviglie grafiche 1966 – 1976

c/o Palazzo della Corgna, Piazza Antonio Gramsci 1, Castiglione del Lago (PG)

Orario: fino al 30/9 tutti i gg 9.30 – 19. Ottobre e novembre tutti i gg 9.30-18.30

Biglietto: intero € 8, ridotto gruppi e fino a 25 anni € 6; ridotto 6-18 anni € 3. Comprende la visita al Palazzo della Corgna e alla Rocca del Leone.

www.palazzodellacorgna.it

COME ARRIVARE

In auto: A1 con uscita Fabro per chi viene da Sud e uscita Bettolle per chi viene da Nord. Seguire le indicazioni per Perugia. Dalla E7 uscire a Perugia e prendere la Superstrada Lago Trasimeno seguendo indicazioni per Castiglione del Lago.

DOVE DORMIRE

*Hotel Trasimeno***, via Roma 174, Castiglione del Lago (PG), tel 075/9652494, www.hotel-trasimeno.it/ , Moderna struttura con piscina scoperta con lettini e solarium, possibilità di noleggio bici, colazione continentale. Doppia da € 67.

*Hotel Aganoor***, via Vittorio Emanuele 91, Castiglione del Lago (PG), tel 075/953837, www.hotelaganoor.it/ , nel centro di Castiglione e ricavato in un palazzo storico del Settecento, dispone di una splendida terrazza-solarium con vista sul lago. Doppia con colazione da € 70 a € 95. Possibilità di mezza pensione e pensione completa.

DOVE MANGIARE

*La Cantina, via Vittorio Emanuele 91, Castiglione del Lago (PG); tel 075/9652463, www.ristorantecantina.it Locale ricavato in un molino settecentesco, arredato con antiche arcate e botti d’epoca. Nel periodo estivo si mangia in giardino con vista lago. Il menù propone piatti della cucina umbra carne e pesce alla brace. Anche pizzeria.

*Antico Borgo Lacaioli, loc. Lacaioli, Castiglione del Lago (PG); tel 075/9652862, www.countryhouselacaioli.it Ricavato in un antico borgo rurale del Seicento e recuerato nel rispetto dell’architettura dell’epoca, offre un menù di specialità umbre e del lago, con ingredienti a km 0. Tra le specialità: pasta fatta a mano, ricette al tartufo, pesce di lago, chianina, cinghiale.

 

Print Friendly, PDF & Email