In Auto WEEKEND-CAR PREMIUM

Weekend green in Trentino con la nuova Audi Q4 e-tron, inarrestabile fino a 520 km

image_pdfimage_print

Secondo giorno

Silenziosamente nel Parco: al risveglio montano seguono le escursioni nella natura, con una 4×4 elettrica rispettosa dell’ambiente

di NICOLA D. BONETTI

Vogliamoci bene

Ci sono luoghi che ci fanno stare bene. Avevamo già visitato un paio di volte Pra’ de la Casa, struttura essenziale e di stile – pietre, legno e poco vetro – nel mezzo di un’ampia radura (13 mila metri di prato) tra i boschi. La costruzione, recupero di un insediamento risalente al 1400, è di proprietà della Comunità delle Regole Spinale Manez, ed è gestita dalla famiglia di Doriana e Matteo Ciaghi.

Solo natura, attorno e in cucina: il luogo è splendido ma la gastronomia raggiunge vette assolute, per semplicità (l’acqua proviene da una sorgente esclusiva a quota 1300) e intensità dei sapori, dalle merende ai pasti principali. Materie prime d’eccellenza e preparazioni con amore e passione: latte fresco, burro e formaggi delle vicine malghe, speck e salame all’aglio, strangolapreti alle erbe di montagna e risotto al “radic de l’ors”, tagliatelle ai porcini e orzotto della casa, salmerino alpino al timo, filetto di trota al forno. Da non perdere la focaccia con lardo e stracchino all’interno: vale il viaggio. Su tutto è però l’accoglienza a svettare: sempre con il culto del sorriso, fanno sentire gli avventori ospiti e amici.

Pra’ de la Casa

Comunità delle Regole Spinale Manez

Località Brenta Bassa – S. Antonio di Mavignola (TN)

Tel. 329.07.97.371 – 0465.50.71.06

www.pradelacasa.it

Siamo nel Parco  Adamello Brenta

Istituito nel 1967, il Parco Naturale Adamello Brenta (pnab.it) ha superficie di 620,51 kmq: è la più vasta area protetta del Trentino, estendendosi nella zona occidentale della regione, tra i gruppi montuosi dell’Adamello e del Brenta. Attraversato dalla Val Rendena dove ci troviamo, è circondato dalle valli di Non, di Sole e Giudicarie, con quote comprese da poco meno di 500 metri fino oltre i 3500.

Ci accolgono con iniziative di formazione: seminiamo in aree predisposte per far crescere fiori che facilitino la diffusione delle api, favorendo impollinazione. Ci spiegano la struttura, l’impegno e le problematiche, fino alla presenza dell’orso, piuttosto elevata in Trentino. Infine, grazie alla propulsione elettrica di Q4 e ai rapporti consolidati da tempo di Audi Italia, il Parco ci consente il transito per la Val Brenta e sopra Madonna di Campiglio.

Trazione integrale per Madonna di Campiglio

Fuori asfalto, da Pra’ de la Casa si risale rapidamente il bosco: il percorso ha fondo sconnesso, a tratti anche molto, come è normale in montagna. Q4 e-tron quattro si affida alla trazione 4×4 e, con la coppia istantanea già allo spunto della motricità elettrica, la mobilità è facile e inarrestabile. Ci spaventa solo un po’ leggere che massa e pendenza (impraticabile per auto normali) arrivino a richiedere oltre 60 kWh/100 km: significherebbe che l’intera batteria, continuando così, ne avrebbe per poco più di 70 km in tutto, ma è una situazione estrema. Ma la visione delle cascate ci distoglie dai pensieri ansiosi. E la salita finisce: raggiungiamo una strada militare – ricordiamo che fino alla Prima guerra mondiale saremmo stati in Austria e in zone pericolosamente vicine al confine italiano – ben costruita e quasi pianeggiante che ci porta a Madonna di Campiglio. Da dove, superato l’abitato, ci inerpichiamo nuovamente per raggiungere, dopo gli spuntini, la meta del pranzo.

Malga con vista

Saliamo da Madonna di Campiglio fino a intercettare le piste da sci, arrivando a un balcone naturale di fronte alla sezione centrale delle Dolomiti di Brenta, con vista sopra la Val Rendena.

Il Rifugio Malga Ritorto, che già conoscevamo nelle varie stagioni, ha un fascino coinvolgente: raggiungerlo guidando silenziosamente con i due motori elettrici è un’altra sensazione aggiuntiva.

Vista la splendida giornata, nel prato accanto al rifugio allestiamo un picnic dove degustare le specialità trentine, respirando aria pulita e senza vedere altro che verde e montagne attorno. Con un servizio attento e gradevole.

Rifugio Malga Ritorto

Località Ritorto 1, I-38086 Pinzolo (TN)

Tel. 0465.44.20.08 – 349.63.98.070

rifugioritorto.com

La via del ritorno

Non vorremmo ma l’orario ci impone di rientrare: dobbiamo completare il weekend, ma soprattutto la prova di Q4 e-tron senza ricariche. Ce la faremo? Scendiamo per la Val Rendena fino a Tione da dove, per vie poco battute e alcuni Passi secondari (SP 222 e SS 421, con altre salite!), passando anche accanto al poco noto Lago di Tenno, finalmente scendiamo a Riva del Garda dove il caldo e la folla ci fanno sentire in riviera, rispetto ai monti da dove veniamo. Altra salita lungo la Statale 240 per entrare in autostrada a Rovereto Sud, arrivando a Verona con ancora un margine di autonomia. Missione compiuta: sembra che i tempi per la mobilità elettrica non solo urbana stiano maturando. Soprattutto senza rinunce al piacere di guida.

Facciamo i conti

La versione provata “Q4 55 e-tron quattro” al vertice dell’offerta, al netto di opzioni e pacchetti aggiuntivi, nell’allestimento Business Advanced costa 62.100 euro, che possono diventare 63.700 passando a S line edition. La gamma di Q4 però parte da 45.700 euro con la Q4 35 (può salire fino a 53 mila con cinque allestimenti a scelta), mentre l’intermedia Q4 40 caratterizzata dalla batteria più potente e quindi con la massima autonomia (fino a 520 km) con la medesima scelta di configurazioni è offerta da 51.100 a 58.400 euro. Da notare che il 90% della gamma è compatibile con gli incentivi. Volendo distinguersi ulteriormente, Q4 e-tron è disponibile anche con carrozzeria Sportback: cambia il posteriore, ancor più da coupé, e costa circa 2 mila euro in più, secondo le versioni.

Complessivamente le quotazioni sono interessanti, dimostrando che le innovazioni di Q4, grazie alle sinergie del progetto condiviso dal Gruppo VW e alla fabbricazione nelle medesima fabbrica “carbon free” di Zwickau” possono comportare un’accessibilità finora non presente tra le vetture innovative premium. Comprendendo qualità, innovazioni, tecnologia e sicurezza, come ci si attende dal marchio dei Quattro anelli.

La compagna di viaggio

Q4 55 e-tron quattro

L’esemplare provato, al top della gamma Q4, ha due motori a magneti permanenti, il posteriore sincrono da 16.000 giri e l’anteriore asincrono da 14.000, che insieme trasformano l’energia fornita dalle batterie agli ioni di litio da 82 kWh (77 effettivi) nella potenza di picco di 220 kW e in 460 Nm di coppia. La trasmissione è a rapporto unico, con trazione integrale quattro.

Le dimensioni sono di 4.588 x 2.108 x 1.632 mm e passo di 2.764, offrono abitabilità per 5 persone e spazio di carico da 520 a 1.490 litri, con un peso totale della vettura di 2.210 kg, dei quali circa 500 di batterie.

Il consumo omologato è compreso tra 18 e 19,9 kWh/100 km, consentendo autonomia da 442 a 487 km. Le ricariche possono avvenire fino a 11 kW con corrente alternata e 125 continua, con tempi calcolati (0-80%) dal minimo di 30’ alle 23 ore circa con corrente domestica a 2,7 kW. Importanti le prestazioni: accelerazione 0-100 in 6,2 secondi e velocità massima di 180 km/h.

www.audi.it