WEEKEND OUTDOOR & CAMPER

Ecco come faremo le vacanze green. Aspettando gli e-Camper/van

image_pdfimage_print

Ecobnb, la piattaforma che consente ai turisti di prenotare online ogni tipo di struttura ricettiva rispettosa dell’ambiente (www.ecobnb.it), ha promosso un sondaggio tra i viaggiatori e raccolto feedback sulle loro aspettative e progetti di vacanze futureNe è emerso un quadro significativo sul turismo dei prossimi mesi dove flessibilità, natura, sicurezza e sostenibilità saranno le parole chiave.

Cosa dovranno aspettarsi gli operatori

Una cosa è certa, le vacanze 2020 saranno più flessibili e destagionalizzate.
La durata del viaggio dipenderà molto da ciò che i viaggiatori si ritroveranno in tasca dopo la fine dell’emergenza sanitaria: il 37% prevede una settimana di vacanza, il 26% solo pochi giorni, il 25% due settimane, il 7% di intervistati 3 settimane o di più. Le destinazioni preferite saranno quelle vicine a casa e meno affollate, il cosidetto turismo di prossimità. Le opzioni più attraenti sono la montagna e i parchi naturali, che guadagnano punti rispetto al mare. Raddoppia l’interesse verso la campagna e i piccoli borghi, mentre le città saranno inflazionate.

Cambierà anche la tipologia di struttura ricettiva scelta che, secondo il sondaggio di Ecobnb, vedrà un aumento della richiesta di appartamenti con angolo cottura e di case vacanza immerse nella natura. I dati mostrano anche un interesse raddoppiato verso i glamping, dalle case sull’albero alle tende yurte immerse nel verde.

Cosa si aspettano i turisti

I viaggiatori cercheranno vacanze più sicure e sostenibili, un trend che finora coinvolgeva solo una certa tipologia di utenti.
Per rispettare il distanziamento sociale sono disposti a rinunciare all’utilizzo dell’ascensore, alle zone comuni, alla piscina o al centro benessere, così come alla pulizia giornaliera della camera.

Un terzo degli intervistati è anche disponibile a rinunciare al ristorante e alla colazione a buffet.
Alle eventuali concessioni o rinunce contrappongono delle richieste, come una maggiore flessibilità sulle prenotazioni con cancellazioni gratuite, la sicurezza ed igienizzazione degli spazi, le informazioni chiare sulle regole e protocolli seguiti, i tavoli colazione all’aperto o distanziati.

 

UNA GRANDE OPPORTUNITÀ per le economie locali

Se sappiamo cogliere i segnali, il sistema turistico ha un potenziale di crescita straordinario, soprattutto nel campo dell’ecoturismo e sopratutto in Italia. Si dovrà tornare a parlare con forza di ospitalità green, eco-ristorazione, mobilità sostenibile, economia solidale, ma questa volta non dovrà essere solo uno slogan per pochi.

Le economie locali saranno le prime a beneficiarne, dall’agricoltura all’artigianato, una possibilità di miglioramento dei territori e dei paesaggi, di recupero di antichi luoghi che altrimenti rischierebbero l’abbandono, dagli antichi borghi ai piccoli paesi di montagna.

Viaggiare sostenibile sarà l’incipit per tutti.  

Info:
ECO B&B
www.ecobnb.it

Di Vittorina Fellin

 

In van elettrici per ripartire con un weekend ecosostenibile

Per un viaggio nel pieno rispetto dell’ambiente sarà necessario avere anche un compagno di viaggio green. L’elettrificazione, infatti, tocca sempre di più anche il mondo dei van. Il tema della riduzione delle emissioni trova forte attualità in questo periodo di crisi mondiale, in cui per forza di cose la circolazione di vetture è ridotta. E mai come oggi, in un momento in cui la qualità dell’aria sta migliorando, dovremmo cercare di pensare a mantenere questo trend, anche nel momento in cui torneremo a viaggiare liberi.

Ma una soluzione in realtà è già stata messa in atto da molte delle case automobilistiche che stanno trasformando i loro veicoli per il weekend in eco-vetture per esplorare le bellezze del nostro paese a zero emissioni. Stare a contatto con la natura e rispettarla nel corso dei nostri weekend outdoor sarà più facile e piacevole. Andiamo a scoprire allora alcuni dei van elettrici più interessanti secondo noi!

Van elettrici: NISSSAN E-NV200

Il van della casa giapponese nasce dall’incontro di Nissan NV200 e la tecnologia 100% green già adottata su Leaf. In questo modo e-NV200 diventa il giusto compagno di viaggio per esplorare i borghi d’Italia e raggiungere le mete immerse nella natura a zero emissioni. Inoltre, permette di accedere liberamente ai centri cittadini e in tutte quelle zone dove vi sono restrizioni dovute alle emissioni. Il van ha, infatti, un’autonomia di 301 km su ciclo urbano (Wltp) e una batteria da 40 kWh.

La lunghezza di Nissan e-NV200 è 4,56 metri, mentre la larghezza è 1,75 metri e il passo è di 2,72 metri. Le sue dimensioni permettono di muoversi abbastanza agilmente e agevolmente anche quando siete in città. Il suo design ha risentito inevitabilmente della mancanza di un motore tradizionale. Infatti, è assente la griglia di respirazione, sostituita dal logo della casa madre. Proprio qui sul frontale è presente il bocchettone di ricarica, che può avvenire in tre differenti modalità: da un’ora fino a nove con presa domestica.

Sono tre gli allestimenti a disposizione su questo van: Courier, Business e Exclusive. Il van camperizzato Nissan ospita fino a quattro persone e possiede al suo interno un piccolo angolo cottura con frigorifero, lavello e tavolo per pranzare. È presente anche un portabiciclette per affrontare delle avventure all’insegna dello sport.  Per avere Nissan e-NV 200 si parte da 31.000 euro.