uniti per un futuro green
Pensieri on the road

Uniti per un futuro green e per i sogni di Weekend Dreamers

image_pdfimage_print

Ci eravamo illusi, volevamo ripartire, volevamo ripartire insieme. Ma l’illusione che poi ci disillude non deve colpirci, abbatterci. L’illusione è una speranza che deve rinascere più forte, fortificata dai colpi subiti sul ring della vita.

Appunto colpi inferti da uno sparrig partner come il Covid, che alla fine ci insegna a difenderci e a risollevarci più forti. E noi ora dobbiamo raccogliere le forze e puntare al futuro, pronti a scattare quando il nemico abbasserà la guardia.

Ma questo infausto periodo inviatoci da dei nefasti ci insegna che bisogna lottare non per falsi obiettivi, ma per le cose che davvero ci possono dare qualcosa che conta, per cui ne vale la pena. E ci insegna anche che bisogna lottare uniti, perché uniti è più facile vincere. Sì, bisogna unirsi, far rete, e noi ci proviamo avvicinandoci, unendoci ad altri due siti, actionmagazine.it ladradibiciclette.it, che come noi credono nell’outdoor e nell’ambiente, anche se lo decliniamo in tre modi diversi.

Il nostro obiettivo comune è un futuro green, per salvare questo mondo che ci ospita e soprattutto la  nostra Italia. Per conoscerla di più, per rispettarla e onorarla come merita. Se può servire, vuole essere anche un piccolo esempio per indicare la strada dell’unione per essere più forti e pronti per un futuro che certo arriverà. Fra giorni, settimane, mesi, ma certo arriverà.

Con Weekend Dreamers, non per raccogliere soldi ma per regalare sorrisi

Come è nata la pagina Facebook di Weekend Dreamers, lo avete già letto in un precedente editoriale. L’ho scritto perché bisogna sempre sapere la storia, la nascita di ogni cosa per capirne il perché, per trovarne  l’anima.

Forse anche le nostre azioni, i nostri progetti e le speranze hanno un loro Dna che prima o poi viene fuori. Quante persone sono falsi perbenisti che si commuovono delle disgrazie altrui, ma in effetti le sfruttano. Quante associazioni raccolgono soldi e donazioni non per usarle davvero per chi ne ha bisogno, ma per farne una dimostrazione di potere, di ascesa sociale. Alcune volte per dare un senso alla propria vita sterile.

E quanto più diventano grosse diventano anche grasse, e consumano per se stesse le donazioni usandone soltanto una parte per chi ne ha bisogno davvero. Raccolgono molti soldi vendendo il dolore altrui, ma distribuiscono pochi sorrisi. Weekend Dreamers non vende nulla, non raccoglie donazioni, ma regala i weekend che può a chi li sogna. Per catturarne il sorriso.