Nel 2017 le donne preferiscono il rafting alle Spa

Non è più il relax, tra i massaggi delle Spa e i bagni nelle calde acque termali, il desiderio della donna al ritorno dalle vacanze di Natale. Dopo la frenesia di Capodanno, niente shopping sfrenato ma rafting e lancio col paracadute.

A mettere in evidenza questa nuova tendenza adrenalinica è un sondaggio effettuato nel gennaio 2017 su un campione di circa 2 mila donne, tra i 18 e i 50 anni.

A prescindere dall’età, i soggetti interessati hanno espresso il loro desiderio all’unanimità: sono le attività più trasgressive e emozionanti ad avere la meglio nella folta lista delle “cose-da-fare”.

Non sono più i corsi di tango e le iscrizioni in palestra i buoni propositi del nuovo anno, niente manicure né corsi di cucina e cucito: l’attività più in voga per le donne nel 2017 è il rafting, seguito dal volo in mongolfiera e poi, a scalare, dalle immersioni e dal paracadutismo.

Quello che emerge sostanzialmente da questo sondaggio è la sfrenata voglia di provare nuove emozioni che le donne sviluppano sempre più, sin dalla giovane età. Col passare degli anni, il gentil sesso sente il bisogno di svilire gli insulsi pregiudizi che relegavano la donna alle attività più stereotipate e di “basso rilievo adrenalinico”, come le compere e le giornate nei centri benessere.

Quelle che, fino a poco tempo fa, erano considerate attività da uomini e che mai si sarebbe pensato avrebbero potuto catturare l’interesse di una donna, oggi più che mai costituiscono forse una valvola di sfogo alla routine, forse un modo per provare almeno una volta nella vita un’emozione così forte.




Festa della donna: ecco gli ingredienti del prossimo weekend a Milano

Di Alessandra Paltrinieri, Personal Travel Coach presso Le metiér(e) de l’elegance

Questo weekend Milano festeggia le donne, il carnevale e nuove mostre e allestimenti da visitare, ma addentriamoci nei particolari.

Venerdì 7 marzo

Ore 21.00: cena al ristorante Da Giannino
Il ristorante Da Giannino, meta di Vip tra cui molti calciatori di serie A, offre un vasto menù a base di carne e di pesce. Al suo interno due sale,  una anche per  fumatori.
Sabato 8 marzo
Ore 10.00: visita al Museo del Duomo per l’evento “Il Grande Museo del Duomo rende omaggio alle donne”.
Il fascino delle opere del Museo del Duomo è unico nel suo genere. Proprio per renderlo fruibile sempre a  più persone i responsabili del Museo, in occasione della Festa della Donna, hanno deciso di celebrarla; infatti, l’8 e 9 marzo per  ogni visitatore pagante la sua accompagnatrice avrà diritto all’ingresso gratuito. La visita prevede un percorso non solo nell’arte dei diversi secoli , ma anche uno studio dell’evoluzione della  figura femminile che  ha accompagnato quella dell’arte.

festa della donna

Ore 13.00: pranzo da Obikà, presso La Rinascente
Entrare da  Obikà vuol dire entrare nel mondo gastronomico di Napoli. Qui si può assaggiare la migliore  mozzarella di bufala campana DOP oltre ad altri prodotti tipici provenienti da fattorie e aziende agricole  artigianali. Tutti questi prodotti diventano ingredienti di piatti semplici e tradizionali, vere e proprie delizie  per il palato.
Ore  14.00: visita alla mostra “Genesi dell’inconscio” presso la Costantini Gallery.
Si tratta della mostra che inaugura la stagione del 2014 delle esposizioni della galleria. Franco Zazzeri è un artista tra i più rappresentativi della scultura degli ultimi 50 anni. In particolare, questa mostra a lui dedicata vuole celebrare la poetica dell’artista che, attraverso le sue forme ovoidali e, in un certo senso, ancestrali, vuole rappresentare il ciclo della vita dalla nascita fino alla morte e poi alla rinascita, esattamente come  una fenice seguendo il principio che tutto ciò che nasce si trasforma e non muore, ma rinasce sotto forma diversa.
Ore 16.00: visita  alla mostra “Pompeo Mariani, Impressionista italiano” presso la Galleria Bottega Antica.
L’esposizione presenterà attraverso 100 capolavori dell’artista, ritenuto a ragione uno dei principali esponenti della pittura italiana dell’Ottocento, le tappe fondamentali della sua carriera artistica. Egli, grazie a un particolare e vivace uso del colore, ha rappresentato i protagonisti e i luoghi del suo tempo.

Pompeo Mariani

Ore 17.00: visita alla mostra Donne ad alta quota presso Palazzo Reale.
Si tratta di una vera e propria celebrazione dei venticinque anni di attività della Fondazione Marisa Bellisario, considerato uno dei migliori e più rinomati laboratori e osservatori che hanno come oggetto il  lavoro e le carriere femminili.
Ore 21.00: cena al ristorante  La Dolce vita
Questa  serata è dedicata alle donne e ai compagni che stanno trascorrendo il weekend insieme a loro. Questo è ciò che ha pensato il ristorante la Dolce Vita creando un “Pink menù” dedicato alle donne, ma che riuscirà a soddisfare il palato di entrambi. Infatti, la cena inizierà con un antipasto di salmone rosa, per passare alle deliziose caramelle rosa ripiene di ricotta ed erbette. Come secondo il maialino in salsa rosa con tortino di patate e salsa di melograno. Infine, come dessert, la panna cotta rosa alle fragole.

Domenica  9 marzo
Ore 13.00: brunch al Ristorante God save the food.
Delizioso locale che offre tutto ciò che si può desiderare per un ottimo brunch.
Si parte dai club sandwich, uova strapazzate e dolci di ogni genere. Il tutto accompagnato da ottimi succhi di frutta particolari e spremute fresche.
Ore 15.00: visita ad Affordable Art Fair presso Superstudio Più.
Questa quarta edizione della fiera continua a proporre un’arte che, pur essendo originale e validissima dal punto di vista qualitativo, è alla portata di tutti. Sempre allestita al Superstudio Più, la fiera riunirà art lovers, collezionisti e anche neofiti del mondo dell’arte moderna. Dall’altro lato si troveranno sotto lo stesso tetto new entry e veterani del mondo dell’arte moderna. La caratteristica che accomuna tutte le opere presentate è il tetto massimo fissato sotto i €5,000.

art

INFORMAZIONI
DOVE  ANDARE
Museo Del Duomo Rende Omaggio Alle  Donne
Museo del duomo
Piazza  Duomo, 12
L’iniziativa non è estesa ai gruppi.
Per poter usufruire di questa promozione, è possibile acquistare il biglietto presso i seguenti punti: alla Biglietteria centrale, collocata all’ingresso della Cattedrale in facciata sulla destra, all’altezza dell’inizio del Cantiere, nei pressi del portone mediano sud (Porta Lombardi); alla Biglietteria del Grande Museo del Duomo (Palazzo Reale – Piazza Duomo, 12).
Biglietti: Intero € 6,00 (Il biglietto per il Museo dà accesso anche al Battistero di San Giovanni alle Fonti). È disponibile un servizio di noleggio Audioguide utilizzando le quali la visita avrà una durata di 75 minuti circa.
Orari: Martedì-Domenica: 10.00 -18.00. Ultimo biglietto 16.50. Ultimo ingresso 17.00

Piazza del Duomo

Affordable Art Fair
Superstudio Più
Via Tortona, 27
Orari: Venerdì 7 Marzo 12:00 – 20:30. Sabato 8 Marzo 11:00 – 20:30. Domenica 9 Marzo 11:00 – 19:30.
Biglietti : 13,00 €

Genesi dell’inconscio
Costantini Art Gallery
Via Crema, 8
Tel. 02 87391434
06 febbraio – 22 marzo 2014
Orari:
Mart-Sab  10.00 – 12.30 / 15.30 – 19.30

Pompeo Mariani Impressionista italiano
Galleria Bottegantica
via Manzoni, 45
28 febbraio – 3 maggio 2014
Orari: martedì – sabato 10.00-13.00; 15.00-19.00. Chiuso la domenica e il lunedì.
Biglietti: gratuito
Tel. 02.62695489/02.62027120

Pompeo Mariani

Donne ad alta  quota
Palazzo Reale
Piazza Duomo, 12
Dal 19 Febbraio al 09 Marzo 2014
Orari: Lunedì: 9.30-14.30. Mart-Merc-Ven-Dom: 9.30-19.30. Giov-Sab: 9.30-22.30
Biglietti: ingresso gratuito
Tel. 02.0202/02.88451

marisa

DOVE MANGIARE
Ristorante Da Giannino
Via Vittor Pisani, 6
Tel. 02 66986998
Ristorante  God save the food
Via  Tortona, 34
Tel. 02 8373604
Obikà (c/o presso La Rinascente)
Via Santa Redegonda, 1
Tel. 02 8852453
Ristorante  La dolce vita
Via  Bergamini, 11
Tel. 02 58303843

DOVE  DORMIRE
NH President
Largo Augusto, 10
Tel. 02 77461




Lastminute pensa al benessere

Con l’estate passata alle spalle spesso si perde di vista il benessere del proprio corpo, si pensa molto al lavoro e la mente si allontana dal relax vacanziero.  L’autunno può essere invece un ottimo periodo per trovare tempo per sé stessi e dedicare una vacanza in qualche resort di lusso, per ricaricare le energie e dimenticarsi della stagione fredda, magari soggiornando in un posto esotico.
shanti maurice nira resort
Proprio per questo lastminute.com ha voluto segnalare delle offerte in tre resort d’eccellenza che rispondono a tutte le esigenze dei clienti.
Si parte dallo Shanti Maurice A Nira Resort, nell’isola Mauritius, dove si può godere dei servizi di questo 5 stelle, le cui sale si affacciano sulle cristalline acque dell’Oceano Indiano, per 6 notti, dal 14 al 20 ottobre, al prezzo di 1938 euro a persona, con servizi accessori esclusi.

Per non andare troppo lontano da casa, si può puntare invece al meraviglioso Kaiser Friedrich Therme di Wiesbaden, a pochi chilometri da Francoforte. Qua si può godere dei trattamenti in stile russo e di saune finlandesi caratteristici del centro benessere, all’interno di una struttura in stile art nouveau che sorge sopra un’antica sauna romana.
last minute
Se si vuole invece provare l’esperienza di passare un soggiorno di benessere nel centro termale più grande d’Europa bisogna andar a Budapest alle terme Széchenyi, dove, con il biglietto d’ingresso, oltre alle terme, si può usufruire di numerosi trattamenti di wellness, come sauna, palestra, aerobica, acquagym…  Per l’occasione, lastminute segnala, dal 18 al 20 ottobre, l’offerta agli Apartments Vivaldi, 3 stelle, due notti per due persone in doppia a soli 58 euro a persona, o pacchetto volo più pernottamento a 184 euro a persona.

Info
www.lastminute.com




Audi Q5 HYBRID4: turismo sostenibile

Di Nicola D. Bonetti
Il lago d’Iseo dalle mille particolarità, tra cui Montisola, la più grande isola lacustre d’Europa, ha angoli tuttora da scoprire, per un turismo colto e rilassante. In molte località è capace di riportare in pochi istanti alla tranquilla serenità di tempi andati. E per non rompere questa atmosfera non potevamo che andarci con una ibrida.

2013 Q5 hybrid 132
Lady Mary Wortley Montagu, tra le lettere che la resero nota, in una datata 21 luglio 1747, scrisse dal Lago d’Iseo: “I am now in a place the most beautifully romantic I ever saw in my life…”. Ci sono località talmente vicine, alle quali siamo abituati a riconoscere un ruolo da turismo minore: domenicale, da “mezza giornata” o addirittura facendoci un salto per due passi sul lungolago con gelato serale in estate. Sarebbe corretto considerare meglio un lago che, se non è tra i tre maggiori italiani, è comunque il quarto, con 65 kmq di estensione, e il cui perimetro di 63 km consente una rapida mobilità.

2013 Q5 hybrid 007
Se ci immaginassimo a osservarlo con occhio da stranieri, anche senza ritornare al Settecento, potremmo entusiasmarci per la collocazione geografica facilmente raggiungibile, il microclima che influenza anche enologia e gastronomia, la presenza dell’isola lacustre più elevata in Europa, e la vicinanza di “patrimoni dell’umanità” come le incisioni rupestri dei Camuni a settentrione. Ci accorgeremmo di luoghi da far scoprire al grande turismo, come le “piramidi di terra” di Zone, gli insediamenti preistorici tra le torbiere accanto a Iseo, o i rari fenomeni climatici glaciali della “Valletta del Freddo” di Solto Collina, con la curiosa flora d’alta montagna a bassa quota. O anche semplicemente per essere adiacente alla Franciacorta, i cui vini (non più solo bollicine), e il cui sistema di cantine sono famosi nel mondo. E ancora scoprire un circolo di golf con ventisette buche su tre percorsi, ognuno con il nome di un vino locale dove, poco lontano, si può mangiare il rinomato “manzo all’olio”.

Zone, le piramidi di terra
Zone, le piramidi di terra

Oppure pensare che il Lago d’Iseo possa racchiudere in un solo ambiente il fascino di un sistema di navigazione evoluto (ci sono anche cene e feste danzanti a bordo), di una vecchia ferrovia che lo costeggia e che porta i turisti direttamente a Brescia per mostre o musei, oppure in montagna fino a Edolo. Che possa racchiudere un’altra linea, che collega Sarnico a Bergamo (via Paratico), e che in alcuni periodi dell’anno lo fa tramite il “Trenoblu” con le vecchie locomotive a vapore. Che, per gli appassionati di motori e di storia, a Predore ci siano gli stabilimenti Riva, da dove sono usciti i più bei motoscafi al mondo, o che da Brescia ogni anno nel mese di maggio si corra la Mille Miglia, “la corsa più bella del mondo”, il cui museo è sempre aperto. E che la Valtrompia, con le celebri armi, sia altrettanto vicina.

2013 Q5 hybrid 113
Un battello storico a iseo

Auto&Donna ha cominciato il tour attorno al Sebino (l’antico nome sembra derivante dalla forma “curva” del lago), in modo non convenzionale, senza partire dalle estremità e arrivando invece da ovest, scendendo dal passo di Solto Collina. Una prima vista dall’alto emoziona, lo sguardo spazia da nord fin verso Monte Isola, e di fronte svettano le montagne bresciane attorno al Guglielmo. Al fondo della discesa, svoltando a sinistra ci immettiamo sulla litoranea a Riva di Solto, scegliendo di percorrere il perimetro del lago in senso orario, per avere sempre le acque sul lato destro, con maggior vista.

2013 Q5 hybrid 047
La strada principale evita l’abitato: entrando ci si immerge in una prima oasi di pace, dove il tempo sembra rallentare. Due passi per ammirare il lago da vicino e si prosegue per il Bögn, sorta di “orrido” dove le rocce con stratificazioni verticali si interrompono solo per la larghezza della strada, con spettacolare paesaggio naturale, arrivando a Castro, il cui nome riporta alla fondazione in epoca romana. Lo scenario morfologico si allarga a Lovere, capitale settentrionale sulla sponda bergamasca, dove le acciaierie hanno ceduto parte del posto a una gradevole e rilassante marina; il centro della città offre portici e negozi, bar e ristoranti, le mostre e la collezione d’arte dell’Accademia Tadini.

Lovere, passando dall'Accademia Tadini
Lovere, passando dall’Accademia Tadini

Valicato l’immissario, il fiume Oglio che scende dai ghiacci dell’Adamello lungo tutta la Valle Camonica, si passa sulla sponda bresciana, dove le gallerie rendono buona parte del tracciato scorrevole. Da non trascurare l’uscita per Vello di Marone, abitato dove il tempo si è davvero fermato e dove si suggerisce una sosta gastronomica memorabile. In luoghi come questi, è gradevole utilizzare la funzione della vettura che ci accompagna, che la rende particolare rispetto alle altre del genere: infatti Audi Q5 hybrid dispone del tasto EV, che la converte a sola propulsione elettrica. Non superando i 60 km/h, si muove silenziosamente anche fino a tre km, senza una goccia di benzina, scorrendo in modo rispettoso dell’ambiente lungo le rive del lago, o visitando i centri storici dei paesi rivieraschi senza alcuna emissione.

2013 Q5 hybrid 093

Se il tempo lo consente, la sosta successiva è Sale Marasino, dove ci s’imbarca per raggiungere in pochi minuti Monte Isola, per una buona passeggiata o per assaggiare i pesci essiccati al sole. Ritornati sulla sponda, Montecolino è un porticciolo tra campeggi, e poco dopo arriva Iseo, l’effettiva capitale del lago, con interessante centro storico, porto e intriganti negozi di antiquariato. La riva meridionale, da Iseo a Sarnico (la dirimpettaia “capitale” bergamasca), ha vocazione più vacanziera, con villaggi turistici e campeggi, da Clusane (famoso per la tinca al forno) a Paratico, dove primeggiano le attività di cantieri per imbarcazioni, noleggi compresi. Sarnico è mercantile e festaiola, primo approdo dei bergamaschi che raggiungono il lago, solitamente per un gelato al chiosco che per noi è subito oltre il ponte sull’Oglio, che divide la sponda bresciana da quella orobica.

Paratico, la zona più vacanziera del lago
Paratico, una tra le zone più vacanziere del lago

Si riparte in direzione dell’alto lago, con gli ulivi di Predore, favoriti dal sole che batte per buona parte della giornata, prima che la costa si orienti più a nord verso Tavernola Bergamasca, paese che sarebbe stato incantevole se una scriteriata cementeria non ne avesse snaturata l’immagine. Meglio proseguire verso le piccole baie di Zorzino e , predilette da velisti e surfisti che non amano la folla, con il paesaggio di nuovo aspro tra rocce e lago, per concludere il nostro giro a Riva di Solto. Con una serie di visioni negli occhi che scorrono veloci: un weekend pieno e intenso, senza divagazioni o visite ai musei, a indicare che il comprensorio del Lago d’Iseo meriti ben più di un fine settimana.
Come, peraltro, fanno tedeschi e olandesi con barche al traino, inglesi e francesi che arrivano a Bergamo con Ryanair, e molti, moltissimi altri.

2013 Q5 hybrid 041

Audi Q5 2.0 TFSI Hybrid4
Spazio e comfort, guidabilità e dinamica con prestazioni brillanti: raffinatezza di un progetto che, integrato dalla tecnologia a doppia motorizzazione, permette alla prima ibrida di Ingolstadt di rivelare più anime. Dalla sicurezza della trazione integrale “quattro” alla scorrevolezza del cambio automatico Tiptronic a otto rapporti, dalla prontezza del motore 2.0 TFSI (turbo con iniezione diretta di benzina), alla spinta dell’overboost che aumenta coppia e potenza con l’energia delle batterie al litio, come il Kers di Formula 1, per schizzare via in allunghi infiniti.

Q5hybrid_detail019

Oppure, premere il tasto “EV”, convertendo la Q5 in un’elettrica che, silenziosamente, può raggiungere i 100 km/h. E se viene voglia di esplorare il mondo non asfaltato o di avvicinarsi al lago per l’alaggio di un natante, la trazione permette mobilità e motricità di rilievo. Elegante e raffinata, Q5 hybrid coniuga la praticità da crossover alla sostenibilità ambientale da ibrida: prestazioni da sei cilindri con emissioni e consume da quattro. Guidata con buona allegria durante il nostro test, insistendo con le marce basse tra misto e saliscendi attorno al lago, non ha mai percorso meno di 10 km con un litro, ma nell’uso normale arriva oltre i 14. E se non si superano i 60 km/h, può percorrere fino a 3 km senza una goccia di benzina. Q5 2.0 TFSI hybrid quattro, già con buone dotazioni, sistemi di sicurezza e assistenza avanzati, e cambio automatico di serie, è proposta a 57.950 euro; in allestimento Business (conveniente per i pacchetti presenti) 58.810, Advanced a 59.250 e Advanced Plus a 59.950.
www.audi.it

2013 Q5 hybrid 014
INFO
www.lagodiseo.org
www.lagodiseo.it
www.iseolake.info
www.turismobergamo.it
www.turismo.regione.lombardia.it
www.lagodiseoeventi.net
www.navigazionelagoiseo.it

DOVE MANGIARE
Trattoria Glisenti

Nell’abitato di Vello, sulla sponda bresciana, la centenaria Trattoria offer il tradizionale pesce di lago, o una ricercata e competente creatività. Sul terrazzo o nelle salette, accoglienza e ospitalità trasferiscono l’avventore in un’ambientazione di estremo relax. Dove sentirsi ospiti, ascoltando i suggerimenti di chi accoglie con stile. Eleganza sobria e cucina di grande qualità, con olio d’oliva prodotto in loco, curate con passione da Marzia e Luisa.
Via Provinciale, 34
Vello di Marone – BS –
Tel. 030.987.222
www.trattoriaglisenti.it

DOVE DORMIRE
Relais I Due Roccoli****

2013 Q5 hybrid 078
In posizione rilevata, con vista unica sul lago e verso Monte Isola, il raffinato relais è circondato da un parco di dieci ettari, dove tra prati, cespugli e alberi secolari, e varie costruzioni storiche attorno alla torre quattrocentesca del ristorante, ospitano camere curate anche con dettagli artistici, con opera presenti in tutta la tenuta. Altre residenze, realizzate da architetti del verde, seguono i terrazzamenti che collegano gli edifici, immergendosi nella natura. Il nome “I due roccoli” trae origine dalle antiche postazioni di caccia ai migratori, possibili solo in luoghi con tale disposizione.
Via Silvio Bonomelli, Iseo – BS
Tel. 030.98.22.977
www.idueroccoli.com




L’avventura si tinge di rosa elettrico

Foto IPP/Stucchi - Milano 04/07/2012 - Presentazione di Donne al Volante 2012

Partire da Milano e arrivare a Tokio! È stata una grande avventura.
Attraversare sedici paesi (19.242 km) dall’Europa dell’est alla Grande Cina non è un’impresa da poco. E a farlo sono state due donne: Mariella Carimini e Silvia Gottardi, con una grande auto Ibrida.
Ecco perchè stavolta non è stato il blu a essere elettrico ma il rosa.
“Quando abbiamo lanciato l’idea di Eurasia (Milano-Tokyo in auto), molti ci hanno dato delle pazze, ma abbiamo anche trovato chi ha creduto nel nostro progetto, a cominciare da Peugeot Italia, che ci ha messo a disposizione una 3008 HYBRID4, la prima diesel ibrida al mondo, che noi abbiamo fatto riverniciare in un inconfondibile rosa, in onore della Fondazione Candido Cannavò”.

Silvia al mercato di Lubiana
Silvia al mercato di Lubiana

Europa dell’Est
“Pensavamo che l’Europa dell’Est sarebbe stata noiosa e poco avventurosa, ma non è stato così. Ad esempio, abbiamo scoperto la Transnistria, Paese che si è autoproclamato indipendente e che abbiamo attraversato in tutta la sua lunghezza per passare dalla Moldavia all’Ucraina.
In tutto 10 chilometri. Eh, già, perché la Transnistria è davvero uno stato microscopico.
In Russia, poi, abbiamo scoperto il carattere aperto e amichevole del suo popolo. Come la giornalista che quasi si è buttata sotto le ruote della nostra 3008 HYBRID4 per fermarci. È rimasta strabiliata dalla nostra macchina rosa e quando ha visto la mappa con il percorso sul nostro cofano, ci ha trascinato nella sua redazione per intervistarci con un piccolo registratore dell’anteguerra…

Continuate a seguirci…. per proseguire il viaggio!!!

di Mariella Carimini e Silvia Gottardi

 

 

 

 




Auto&Donna… A volte ritornano

Era il 1999 quando Auto&Donna apparve in edicola per la prima volta, precorrendo i tempi.
Da allora sono cambiate così tante cose che non basterebbero cento comunicati per elencarle tutte. Ma noi abbiamo deciso di partire da com’è cambiato il rapporto delle donne con l’auto, e abbiamo individuato quelle che secondo noi sono le caratteristiche della donna alla quale ci rivolgiamo: la forza, lo charme, l’eleganza, lo spirito della viaggiatrice e quell’autonomia proprie del sesso femminile d’oggi, sempre in movimento, multi tasking ma allo stesso tempo sensibile e rispettoso dell’ambiente.

AUTO&DONNA…ORA SU WEB

Un ritorno dettato anche da un trend sempre più in crescita: le donne, infatti, si stanno rivelando sempre più esperte e protagoniste della rete. Sono 10 milioni, infatti, le utenti donna tra i 18 e i 54 anni che hanno navigato sul web nel 2012 (registrando un +6 % rispetto al 2011).
Sempre più donne scelgono la rete per gli acquisti importanti, per il bisogno d’informazione, per utilità,senza intermediari…
Quindi
Auto&Donna torna come WEB MAGAZINE per la donna d’oggi sempre più autonoma e autorevole

Leggeteci su www.autoedonna.com
Interagite con noi sulla
PAGINA FACEBOOK
Contattateci su
Twitter
Guardateci sul canale
You Tube

EDIZIONI D’ARGENZIO
redazione@autoedonna.com
Himara Bottini
Silvia Terraneo
 
autoedonna