Il segno del mese. Pesci, sensibili e sognatori

I Pesci (19 febbraio – 20 marzo) sono amanti della libertà fisica e intellettuale. Proprio come il loro elemento, l’Acqua, sono mutevoli. Nella prima parte di quest’anno potranno sentirsi oppressi dalla quotidianità o da un ambiente di lavoro. Si faranno tentare da intraprendere una strada diversa e vorranno cogliere tutte le opportunità che si presenteranno. Prudenza, però, perché non tutte si riveleranno proficue. Meglio, quindi, fare appello alla razionalità e attendere la giusta occasione, che potrebbe arrivare a fine anno.

I Pesci e l’Amore

Le relazioni sociali e di coppia saranno armoniose grazie al favore degli astri. Quest’anno vi sentirete più inclini alla comunicazione e ciò favorirà la vita sociale che potrebbe portare chi è single a fare un incontro importante. In Primavera, saprete distinguere una persona importante da chi invece potrebbe farvi perdere tempo. Chi è in coppia da poco tempo dovrà invece stare attento a non urtare la sensibilità del partner, poiché tenderà a fraintendere o a dubitare dell’altro senza motivo. Le coppie di lunga data, con l’arrivo dell’estate, troveranno un nuovo equilibrio stabilendo i propri spazi.

I Pesci sul lavoro

Il 2020 per i Pesci sarà un anno incentrato a consolidare gli sforzi passati. Dovrete concentrarvi al massimo sulle vostre esigenze e aspirazioni, senza perdere di vista la realtà. Un atteggiamento più pragmatico vi aiuterà a realizzarvi nella vostra attività, anche correndo qualche rischio per raggiungere il vostro obiettivo. Tenete a bada le emozioni sul lavoro.

I Pesci e il benessere

I Pesci sono solitamente soggetti all’ansia. Disordinati per natura, in genere non seguono i percorsi lineari e questo può generare ansia e stress, soprattutto in attesa di un risultato che potrebbe tardare ad arrivare. Il consiglio, nell’attesa, è di staccare la spina e prendervi del tempo per voi, magari regalandovi un viaggio diverso dalle solite rotte.

I Pesci e il denaro

I più giovani scalpiteranno per poter affermare la propria indipendenza, specie se vivono ancora in famiglia. Potreste avere delle spese impreviste, oppure un cambio di lavoro, ma la vostra capacità di imparare e sfruttare gli errori propri e altrui e di adattarvi agli imprevisti si trasformeranno in occasioni di guadagno. Verso fine anno potreste ricevere una piccola somma inaspettata.

I Pesci in viaggio

Amanti della spiritualità, sempre alla ricerca di ciò che va oltre una visione superficiale delle cose, i Pesci sono alla ricerca di un equilibrio tra corpo e mente e anelano alla propria crescita interiore. Il viaggio della vita da fare quest’anno potrebbe essere in Tibet, contemplando il “tetto del mondo”, l’Himalaya, oppure i laghi sacri dalle acque cristalline. Un pellegrinaggio nei monasteri tibetani vi metterà a contatto con la vostra natura più autentica.

La natura intuitiva, attratta dal soprannaturale, dei Pesci potrebbe trovare soddisfazione anche da un viaggio in Perù, alla scoperta delle antiche Linee di Nazca.

Se volete rimanere in Europa, ma lontano dalle solite mete, vi consigliamo Skellig Island, in Irlanda, un paradiso ancora selvaggio su cui sono ammessi sono 100 visitatori al giorno e che si raggiunge solo in barca.

I Pesci a tavola

Buongustai raffinati, i Pesci amano deliziarsi con i piatti tipici di luoghi che visitano, preparati con ingredienti genuini. La piccola trattoria o l’agriturismo sono le loro location preferite per condividere un buon pasto. Segni di Acqua, amano il mare e i piatti di pesce, come i crostacei, il pesce azzurro e la pasta con sughi di mare. Sono pionieri e amano mixare sapori diversi, anche sperimentandone di nuovi. Amano il sushi e curiosi della cucina di altri paesi.

I Pesci in auto

Il pianeta dei Pesci è Nettuno, il cui simbolo è un tridente. L’auto ideale dei Pesci non può che essere una Maserati, il cui logo ricorda appunto lo scettro del dio del mare. Una curiosità: il simbolo della casa automobilistica, fondata a Bologna, è stato scelto con riferimento alla statua del Nettuno in Piazza Maggiore.

Le donne del segno, invece, sensibili e sognatrici, amano poco la velocità e preferiscono un’auto accogliente e familiare, che evochi ricordi ed emozioni senza tempo, come la Peugeot 5008.

Personalità famose dei Pesci

Sono nati sotto il segno dei Pesci: Ovidio (20 marzo del 43 a.C), Sandro Botticelli (1° marzo 1445), Amerigo Vespucci (9 marzo 1454), Giovanni Pico della Mirandola (24 febbraio 1463), Nicolò Copernico (19 febbraio 1473), Michelangelo Buonarroti (11 marzo 1696), Giambattista Tiepolo (15 marzo 1696), Carlo Goldoni (25 febbraio 1707), Alessandro Manzoni (7 marzo 1785).

Gabriele D’Annunzio (12 marzo 1863), Albert Einstein (14 marzo 1879), Anna Magnani (7 marzo 1908), Pier Paolo Pasolini (5 marzo 1922), Gualtiero Marchesi g(19 marzo 1930), Lucio Dalla (4 marzo 1943), Lucio Battisti (5 marzo 1943), Liza Minelli (12 marzo 1946), Massimo Troisi (19 febbraio 1953), Steve Jobs (24 febbraio 1955), Ornella Muti (9 marzo 1955), Pino Daniele (19 marzo 1955), Luciano Ligabue (13 marzo 1960).




Porte aperte del 21 e 22 aprile 2018: tante novità

Il weekend a porte aperte del 21 e 22 aprile 2018 propone come sempre diverse interessanti novità da parte delle case automobilistiche. Modelli giunti al lancio sul mercato, edizioni speciali o nuovi allestimenti di vetture già in circolazione, insomma tante opportunità per chi intende acquistare un’auto nuova. Un fine settimana nei concessionari per vedere da vicino e provare ciò che le varie marche hanno in vetrina. Questa settimana ci concentriamo su Fiat, Jeep, Opel e Skoda.

 

PORTE APERTE DEL 21 E 22 APRILE 2018 CON FIAT, JEEP, OPEL E SKODA

Porte aperte del 21 e 22 aprile 2018

Nel weekend di porte aperte del 21 e 22 aprile 2018, chi si recherà nei concessionari della casa italiana potrà saperne di più sull’offerta Galaxy4U, valida fino al 30 aprile sulla gamma di Fiat 500, 500X e 500L. Chi acquisterà uno di quei modelli attivando un finanziamento con FCA Bank riceverà in omaggio il nuovo smartphone Samsung Galaxy S9. In particolare, la Fiat 500X con quest’offerta parte da 16.700 euro.

Restiamo nel gruppo FCA e parliamo della Jeep Renegade Hyper. Si tratta di una nuova serie speciale basata sull’allestimento Longitude. Di serie include navigatore su display da 8,4 pollici, compatibilità Apple CarPlay e Android Auto, Function Pack, climatizzatore automatico e cerchi in lega da 17 pollici. Nella motorizzazione a benzina 1.4 MultiAir da 140 cavalli il prezzo è di 20.500 euro.

Porte aperte del 21 e 22 aprile 2018

Passiamo alla Opel. La casa tedesca nel porte aperte del 21 e 22 aprile 2018 sfoggia gran parte dei propri prodotti, a cominciare dalla gamma SUV. Su Mokka X fino al 22 aprile c’è un extra sconto di 500 euro, cumulabile con le altre offerte in corso, compilando e portando in concessionaria l’apposito modulo sul sito ufficiale della casa; per la motorizzazione 1.6 a benzina da 115 cavalli Advance prezzo di 16.900 euro o rata da 169 euro con Taeg 5,62%.

Porte aperte del 21 e 22 aprile 2018

Su Grandland X diesel da 120 cavalli Advance prezzo di 21.400 euro o finanziamento con rata da 189 euro al mese e Taeg 5,17%. Crossland X 1.2 benzina da 81 cavalli Advance, prezzo 13.950 euro o rata da 139 euro con Taeg 5,83%. Infine sulla piccola berlina Opel Corsa Black Edition, motore 1.2 a benzina da 70 cavalli, il prezzo promozionale è di 11.600 euro; 13.950 per il 1.3 diesel da 75 cavalli e 12.900 euro per il GPL 1.4 da 90 cavalli.

Porte aperte del 21 e 22 aprile 2018

Chiudiamo con la Skoda Karoq, il nuovo SUV compatto della casa boema. Fino al 30 aprile, in caso di usato in permuta o rottamazione, l’offerta per la motorizzazione 1.6 diesel da 115 cavalli in allestimento Executive prevede un finanziamento al prezzo di 24.300 euro; l’anticipo è di 5.800 euro, poi 35 rate da 204,64 euro (Taeg 5,1%) e una maxirata finale di 13.578 euro, importo che corrisponde al valore futuro garantito se si vuole sostituire l’auto con un altro modello. Fra l’equipaggiamento di serie troviamo climatizzatore automatico bizona, fari full LED, compatibilità Apple-Android, cerchi in lega da 17 pollici, front assistanza, sensori di parcheggio posteriori.




Debutta la citySUV Mahindra KUV100

Direzione …Il Centro ad Arese, il grandissimo centro commerciale dove noi Amiche di Auto e Donna ci sentiamo bene tra un negozio e un altro, se poi la carta di credito non è la nostra ancora meglio no?
Ah non era questa la nostra destinazione oggi ma la Pista Aci – Sara proprio li a ridosso dove sotto un acquazzone primaverile è stata battezzata la citySuv KUV100 l’ultima novità di Mahindra.
Non la conosciamo ma siamo curiose di vederla e farci un giro ed eccoci qui!

Ha tutte le carte in regola per poter far breccia nella simpatia di noi donne a partire dalle cinque porte e cinque posti, abbina l’appeal di un SUV alla praticità di una city-car, per muoversi agevolmente nel traffico e parcheggiare facilmente.
Con la posizione di guida alta che offre maggiore sicurezza e comodità, l’abitabilità eccezionale in relazione alle dimensioni, l’altezza da terra di 170 mm per affrontare senza problemi gli ostacoli delle nostre città e le strade sconnesse.
Potrebbe essere la seconda auto di famiglia, auto casa-lavoro, auto per single, auto per lei: difficile trovare un’unica etichetta per un veicolo che metterà tutti d’accordo. Una seconda macchima, ideale per i giovani e anche per i weekend vicini..


Il DNA di questo CitySUV si nota già al primo sguardo, con un design che conquista per la sua forte personalità.
Sotto il cofano il motore 3 cilindri a benzina 1.200 cc da 82 CV, utilizzabile quindi anche dai neopatentati, già ai bassi regimi la coppia necessaria per una guida piacevole e dinamica (115 Nm a 3500/3600 giri/minuto), in grado di far raggiungere un’adeguata velocità massima
Disegnato, progettato e sviluppato presso il Mahindra Research Valley a Chennai (India), KUV100 è costruito su una nuova piattaforma monoscocca nell’impianto di Chakan, Maharashtra (India).
Le sue misure sono: 3.700 mm di lunghezza, 1.727 mm di larghezza e 1.655 mm d’altezza.

Lo stile è sicuramente una delle caratteristiche vincenti del nuovo KUV100: decisamente originale, con linee marcate, sottolineate da profondi tagli sulle fiancate, all’insegna del dinamismo. Forme scolpite con linee decise e un frontale prominente, altri elementi sono la fascia dei fari anteriori avvolgente, i passaruota pronunciati, la linea di cintura alta, lo spoiler integrato con i deflettori anti-turbolenza sopra il lunotto posteriore: tutto ciò contribuisce a enfatizzare una presenza scenica da protagonista.


Completano la panoramica degli esterni, i cerchi in lega da 15’’, le luci diurne DRL a Led multifunzione, le maniglie delle portiere posteriori inserite nei montanti.
L’abitacolo è studiato con cura, con rivestimenti dei sedili in tessuto a due toni. Gli stessi che arricchiscono i pannelli delle portiere (versione K8). Il sedile lato guida ha la regolazione in altezza perché guidatori di tutte le taglie possano trovare sempre la loro posizione ideale; sulla versione K8 è possibile, in opzione, avere un comodo bracciolo centrale tra i sedili anteriori con un ulteriore scomparto portaoggetti.


Il bagagliaio ha una capacità adeguata per la categoria, con un volume di 243 litri che diventano 473 reclinando lo schienale e ribaltando la seduta. Inoltre, diversi altri vani offrono utili scomparti aggiuntivi, come gli alloggiamenti per una bottiglia d’acqua ricavati nelle tasche di tutte le portiere, il pratico portaocchiali sul padiglione e il cassettino portaoggetti refrigerato (versione K8) di fronte al passeggero per tenere al fresco lattine o cibarie durante le gite fuori porta. Preziosa la botola “invisibile” ricavata nel pianale davanti al divano posteriore, per riporre diversi oggetti in piena sicurezza.


KUV100 sarà disponibile in sei colorazioni oltre a quattro abbinamenti a doppia tonalità: Dual Tone con tetto nero in optional sulle versioni K6+ e K8; Dual Tone Plus con tetto, montanti e specchietti neri in optional solo sulla versione K8.
Colpisce il cambio con la leva a joystick, comodissima da manovrare così vicina al volante, che rende superflua la consolle tra i sedili.

Sul volante si trovano i comandi audio e Bluetooth. KUV100 ha quattro alzacristalli elettrici, l’apertura del bagagliaio comandata dall’interno, il sistema di infotainment con radio e impianto stereo a quattro casse, la presa 12v (anche per i passeggeri posteriori nella versione K8), la porta USB e l’attacco AUX, per collegarsi o ricaricare il telefono cellulare o i dispositivi elettronici. L’auto è dotata di immobilizer. La versione K8 beneficia anche del sistema di apertura delle porte keyless, abbinato all’accensione a pulsante.


Il sistema Easyparking con sensori di parcheggio posteriori, fornito di serie, è un accessorio indispensabile per semplificare le manovre anche negli spazi più ristretti ed evitare ostacoli improvvisi.
KUV100 è dotato anche del sistema di aiuto nelle ripartenze in salita (Hill Hold Control) e di assistenza nelle discese più impegnative o sdrucciolevoli (Hill Descent Control). L’impianto di aria condizionata ha i comandi grandi e intuitivi, ed è ugualmente di serie.


I prezzi chiavi in mano sono il KUV100 K6+ costa 11.480 Euro; il KUV100 K8 invece 12.700 Euro, a fronte di una dotazione più estesa. La promozione di lancio prevede un bonus sconto di 1000 Euro.
Mahindra KUV100 è garantito per 3 anni o 100.000 km con un servizio di assistenza stradale per 3 anni. È anche previsto un programma opzionale di estensione di garanzia per ulteriori 2 anni.




Donne alla guida in Arabia Saudita

Sempre più vicini alla nuova normativa che da giugno 2018 permetterà alle donne di guidare in Arabia Saudita, il paese arabo era l’unico al mondo che non concedeva questo diritto.
Per celebrare la storica decisione dell’Arabia Saudita di consentire alle donne di ottenere la patente di guida, Nissan ha proposto a un gruppo di giovani donne di mettersi per la prima volta al volante affiancate da istruttori molto speciali.
Per raccontare l’iniziativa, Nissan ha realizzato un video di grande ispirazione inserito nella campagna Nissan #SheDrives, che incoraggia le donne a diventare nel 2018 delle guidatrici a tutti gli effetti.


Nel video le donne intervistate raccontano che, pur essendo felici di questa possibilità, temono la riluttanza di alcuni membri delle loro famiglie.
Per aiutarle a superare questa difficoltà, Nissan ha invitato le aspiranti guidatrici a potenziare le proprie abilità al volante e migliorare la sicurezza nella guida partecipando a una lezione pratica, ma con un colpo di scena.
Invece degli istruttori professionisti si sono presentati sul sedile del passeggero i rispettivi mariti, padri e fratelli, proprio coloro che avevano espresso le iniziali riserve alle giovani donne e che invece sono diventati i loro insegnanti a partire dall’occasione creata da Nissan.


Bader Al Houssami, CEO di Nissan Saudi Arabia, ha dichiarato: “Il 2018 segnerà un momento fondamentale nella storia dei diritti delle donne del Regno saudita. Volevamo lanciare una campagna che avesse un valore aspirazionale oltre che innovativo, una scelta in linea con la visione di Nissan. La campagna #SheDrives vuole motivare le donne di tutta l’Arabia Saudita attraverso un messaggio chiaro: quando arriverà il momento, la scelta di guidare sarà solo vostra.”
Alle nuove guidatrici dell’Arabia Aaudita Nissan suggerirebbe tutti i modelli senza discriminazioni come per gli uomini a seconda del proprio uso, consumo e gusto.




Nuove auto 2018, largo alle gran turismo di lusso

Nonostante la febbre dei SUV abbia colpito il mondo intero da ormai parecchi anni, esistono ancora splendide auto dalla carrozzeria tradizionale, soprattutto nella categoria di lusso. Nella nostra carrellata sulle nuove auto 2018 ci soffermiamo in questo articolo su quattro modelli che fondono alla perfezione doti sportive ed eleganza estrema; tre coupé e una berlina che della coupé riprende le fattezze, marchi che vanno ben oltre il premium: Audi, Bentley, Lexus e Mercedes. Per accompagnarci nel vero gran turismo di alta classe, viaggi nel massimo lusso verso le località più prestigiose.

 

AUDI A7 SPORTBACK E BENTLEY CONTINENTAL GT, LUSSO SPORTIVO

Nuove auto 2018

Partiamo dalla Audi A7 Sportback che nel 2018 inaugura la nuova generazione. Attesa nei concessionari a marzo, questa lunghissima coupé a quattro porte (4.969 mm) unisce la sportività ad uno spazio virtualmente infinito; si permette pure di avere un bagagliaio molto grande per la categoria. Considerata la larghezza di 1.908 mm, si può scegliere anche una configurazione con divanetto posteriore per un eventuale quinto passeggero, sebbene non sia questo l’utilizzo principale di una coupé; la scelta più gettonata dai clienti sarà senz’altro quella dei due sedili singoli. Che l’Audi A7 sia una vera sportiva ce lo dice anche l’altezza di soli 1.422 mm. La nuova serie ha puntato con decisione sulla tecnologia, molto evidente anche negli interni, dall’aspetto decisamente futuristico. Sulla scia delle soluzioni impiegate nell’ammiraglia A8, troviamo il sistema MMI Touch Response: un dispositivo di azionamento dei vari comandi che elimina completamente pulsanti e manopole, tutto è centrato su due grandi display touch, utilizzabili esattamente come uno smartphone. Optional comandi vocali e head-up display. Tutti i servizi d’informazione sfruttano una connessione permanente alla rete.

Nuove auto 2018

Presto arriveranno anche i dispositivi di parcheggio automatico in remoto, cioè la possibilità di eseguire la manovra restando fuori dall’auto per gli spazi molto ristretti. Per quanto riguarda la dinamica di guida, sono state ulteriormente affinate le sospensioni pneumatiche e migliorato lo sterzo, per una migliore agilità nella guida sportiva. Optional il differenziale sportivo. Passando ai motori, tutte le versioni integrano di serie un sistema microibrido con batteria a 48 volt. Al lancio sarà disponibile solo il motore a benzina 3.0 V6 TFSI da 340 cavalli. Successivamente arriveranno altri motori a benzina e diesel a 4 e 6 cilindri. I prezzi partiranno da 67.800 euro.

Nuove auto 2018

La Bentley Continental GT è essenzialmente una supercar. Il modello 2018 arriverà in primavera. Profondamente rivista, questa classica coupé a due porte mantiene le stesse imponenti dimensioni (4.805 mm di lunghezza, 1.954 mm di larghezza e 1.405 mm di altezza), tuttavia il nuovo design la fa apparire più slanciata, grazie alla riduzione degli sbalzi e all’allungamento del cofano. Condivide la piattaforma con la Porsche Panamera, però l’assemblaggio e la “personalizzazione”, così come la configurazione del motore, sono a cura del personale inglese nella storica fabbrica di Crewe. Aggiornato il motore, l’imponente W12 6.0 TSI ora arriva a 635 cavalli, 45 in più. Il cambio automatico non è più a convertitore di coppia ma a doppia frizione. Carrozzeria in alluminio, peso ridotto di 80 Kg. Gli interni sfoggiano il consueto extralusso, reso ancora più pregiato dalla manifattura artigianale britannica. Delizioso il supremo tocco di eleganza sulla plancia. Il display è rotante, a motore spento si nasconde mostrando il prezioso rivestimento; appare dopo l’accensione, volendo si possono visualizzare solo cronometro, termometro e bussola. Prezzi ben oltre duecentomila euro.

 

NUOVE AUTO 2018: MERCEDES CLS E LEXUS LS, TECNOLOGIA E RAFFINATEZZA

Nuove auto 2018

La Mercedes CLS arriva alla terza generazione, è attesa nei concessionari a marzo. Il design è molto più fluido, meno linee, più essenzialità. Sono accentuate le forme da coupé. Le dimensioni restano imponenti: su tutte la lunghezza di 5.087 mm. Anche qui la tecnologia è pervasiva, molto spinta è l’assistenza alla guida, seguendo ciò che è stato introdotto con Classe E e Classe S. Così come per gli interni: spicca la plancia che ingloba i due grandi display da 12,3 pollici per il quadro strumenti e l’infotainment. Nonostante sia una coupé, la CLS offre la praticità di una berlina: ora è omologata per cinque posti, sedili posteriori a schienali ribaltabili; in più c’è un bagagliaio da 520 litri.

Nuove auto 2018

Il lusso è sopraffino. Segnaliamo le funzioni Energizing che integrano varie combinazioni di funzioni massaggio, luce interna e audio. Per quanto riguarda la meccanica, come optional troviamo le sospensioni meccaniche Dynamic Body Control ad assetto variabile e le più raffinate sospensioni pneumatiche Air Body Control. Motori a sei cilindri in linea 3.0 a benzina e diesel con tecnologia microibrida, potenze da 286 a 367 cavalli. I prezzi di listino vanno da 79.770 ad 87.610 euro.

Nuove auto 2018

La Lexus LS è una berlina, dimensioni da ammiraglia (lunghezza 5.235 mm, larghezza 1.900 mm, altezza 1.460/1.470 mm), però il design la fa somigliare quasi ad una coupé, le linee sono molto moderne. Il modello 2018, nei concessionari da gennaio, introduce la quinta generazione. La nuova piattaforma ha consentito di ottenere una vettura più bassa e leggera. Per il massimo comfort e la più sensibile precisione di guida, le sospensioni sono naturalmente attive, disponibili anche quelle pneumatiche.

Nuove auto 2018

Negli interni il lusso è di livello assoluto, è sufficiente citare i sedili con funzione di massaggio Shiatsu. E mettiamoci anche l’impianto audio Mark Levinson. La tecnologia di sicurezza offre i sistemi più avanzati, compresa l’assistenza spinta alla guida. Arrivando ai motori, in Italia è disponibile solo la versione ibrida. Al propulsore a benzina V6 3.5 aspirato sono abbinati due motori elettrici. La potenza di sistema è di 359 cavalli. Il cambio automatico è a 10 rapporti. Due allestimenti, prezzi di listino di 105.000 e 140.000 euro.




Nuove auto 2018: berline eleganti per la città

Tra le nuove auto 2018, le berline compatte rivestono un ruolo sempre importante, anche se le novità non sono molte. Vetture prevalentemente per l’uso quotidiano in città ma anche capaci di accompagnarci in qualche gita fuori dalle mura urbane. La tendenza attuale vede i nuovi modelli crescere nelle dimensioni e arricchirsi nella tecnologia, oltre ad offrire raffinate soluzioni di design interno per vivere meglio l’auto. Fra le diverse proposte, osserviamo i prossimi modelli di Audi, Citroën e Mercedes.

 

NUOVE AUTO 2018: AUDI A1, CITROËN C4 CACTUS E MERCEDES CLASSE A

Nuove auto 2018

La prossima Audi A1 è ancora un oggetto abbastanza misterioso, anche perché il suo arrivo è previsto per l’autunno. Ma ci sono dei punti fermi importanti. Poiché la meccanica è la stessa della nuova Volkswagen Polo, è certo che aumenterà la lunghezza, dai 397 cm del modello attuale (a cui si riferisce la foto di questa pagina) a circa 405; superiore anche il passo. Più spazio e accessibilità, perché sparirà la versione a tre porte, anche questa una scelta ormai unanime da parte delle case, la gente non le vuole più. Altra positiva conseguenza dell’aumentata lunghezza sarà una maggiore capienza del bagagliaio. Per quanto riguarda il design, dovremmo attenderci un look più deciso. Diamo per scontata la sempre notevole qualità costruttiva di ogni Audi e un importante aggiornamento tecnologico. Tra i motori i più gettonati saranno il 1.0 a benzina e il 1.6 diesel, senza dimenticare la versione a metano. Qualcuno parla anche di un’ibrida, però non ci sono conferme. Tuttavia, data la strategia elettrica di tutto il gruppo Volkswagen, è proprio su una vettura piccola che una simile motorizzazione non dovrebbe mancare.

Nuove auto 2018

La Citroën C4 Cactus 2018 è stata anticipata lo scorso autunno. La vedremo nei concessionari in primavera. Le differenze nel design rispetto al modello precedente sono importanti. Innanzitutto ora è una berlina e non più un crossover, sebbene ad uno sguardo distratto potrebbe sembrare tale. L’aspetto è molto più sobrio, anche se i tocchi di originalità non mancano. Gli Airbump (le capsule in plastica che proteggono le fiancate) sono diventati molto più piccoli e discreti. Le dimensioni sono invece invariate, la lunghezza resta di 417 cm. Il lavoro più importante ha riguardato la ricerca del massimo comfort a bordo. Imbottitura dei sedili, insonorizzazione e, soprattutto, le sospensioni. Ricordate le celebri idropneumatiche della leggendaria DS? La nuova C4 Cactus usa un sistema completamente diverso ma ricrea l’effetto “tappeto volante”, il massimo assorbimento delle asperità; merito della tecnologia PHC, Progressive Hydraulic Cushions. Un sistema meccanico e relativamente economico ma altrettanto efficace rispetto al controllo elettronico. Poi un ricco pacchetto di dispositivi di assistenza alla guida. Motori a benzina e diesel da 82 a 130 cavalli.

Nuove auto 2018

Chiudiamo con la Mercedes Classe A. La sua presentazione è attesa al salone di Ginevra, poi subito in primavera cominceranno gli arrivi nei concessionari. Per quanto riguarda il design, si presumono forme più morbide anche se nulla di preciso c’è ancora. Una buona approssimazione è l’auto-foto spia diffusa qualche mese fa dal presidente di Daimler Mercedes-Benz, Dieter Zetsche, che vedete in questa pagina accanto ad un prototipo della vettura, insieme ad un bozzetto del concept che ne aveva anticipato le linee. E’ probabile che il passo venga aumentato, per un maggiore spazio nell’abitacolo e nel bagagliaio.

Nuove auto 2018

Gli interni compiranno invece un vero e proprio balzo tecnologico, prendendo molto dalla Classe E, in particolare il cruscotto digitale. Per quanto riguarda i motori, è certo l’ingresso di una versione ibrida plug-in, anche se non si conoscono le tempistiche. Poi la vasta scelta dei più recenti quattro cilindri a benzina e diesel, per questi ultimi forse anche in versione microibrida con batteria da 48 volt e piccolo motore elettrico che integra alternatore e motorino d’avviamento.




Mazda CX-3 e Pollini insieme per una Limited Edition molto fashion

Un debutto in grande stile, è proprio il caso di dirlo, per la nuova Mazda CX-3 Limited Edition In Partnership with Pollini, la city crossover in Limited Edition di 110 esemplari, disponibile da ottobre, che ha fatto il suo debutto lo scorso 20 novembre, in occasione dell’inaugurazione della nuova boutique Pollini in via del Babuino, a Roma.

Al cocktail party sono arrivati a bordo dell’elegante city crossover personalità del mondo della moda e dello spettacolo, tra cui Diletta Aleotta, Elena Santarelli, Anna Safroncik, Giorgio Marchesi e Fabio Troiano.

Tanti i punti in comune tra le due aziende: la casa automobilistica di Hiroshima, che da sempre ricerca la perfezione dei dettagli, anche attraverso la realizzazione manuale dei dettagli, come la realizzazione della corona del volante cucita a mano dai Maestri Artigiani Takumi, e lo storico brand di San Mauro Pascoli, che dal 1952 rappresenta una delle eccellenze italiane di pregio nel campo dello stile e della manifattura nella produzione di scarpe e accessori in pelle, caratterizzati dall’utilizzo di materiali pregiati, linee pulite e dettagli dalla forte identità.

Il risultato è una versione del piccolo crossover di Hiroshima premium e trendy, molto apprezzato dalle donne che amano esprimere la propria personalità anche attraverso l’auto. Elegante per natura, la Mazda CX-3 Limited Edition in Partnership with Pollini si caratterizza per i dettagli di altissimo livello, come le finiture con doppia cucitura dei sedili in pelle nappa Brown, e la ricerca sofisticata dei particolari interni, come la bocchetta d’aerazione centrale e “occhio di Polifemo” ergonomica.

Si aggiungono all’allestimento Exceed equipaggiamenti premium come il sedile di guida regolabile elettricamente con memoria, i cerchi in lega 18’’ cromati, protezione sottoscocca silver anteriore e posteriore, calotte retrovisori satinate e badge “Pollini” numerato posto in plancia.

La Limited Edition è motorizzata con l’unità 2.0L benzina da 120 CV. Il motore SKYACTIV-G 2.0 ad iniezione diretta nella variante da 120 CV a 6.000 g/min, con una coppia massima di 204 Nm a 2.800 g/min. vanta l’intera gamma di chicche tecnologiche: rapporto di compressione di 14:1, collettore di scarico 4-2-1, doppia fasatura della distribuzione sequenziale S-VT della famiglia dei motori Skyactiv che abbinate ad una “giusta cubatura” della cilindrata consentono al motore brillantezza e fluidità sconosciute a motori di pari potenza e minor cilindrata, senza minimamente intaccare consumi e costi di gestione.

Ognuno dei 110 esemplari viene proposto a un prezzo di 25.470 euro ed è impreziosito ulteriormente da un portadocumenti in pelle e da una VIP Card Pollini, personalizzata con il naming e il logo della Limited Edition, utilizzabile nei punti vendita Pollini che consentirà ai possessori di usufruire di vantaggi speciali sui prodotti del brand.




L’AUTO, LA VERA COMPAGNA DI VIAGGIO, VERSO BORGHI DA “RISVEGLIARE”

E’ uno di quei giorni, in cui capisci che l’auto è davvero l’insostituibile  compagna dei tuoi weekend. E’ bello andare verso quel borgo che semmai ti ricorda la tua infanzia, per  un racconto, una storia, una poesia. E’ bello  seguire la strada, pennellare le curve, assecondarle  e aspettare  che  ti appaia dopo l’ultima collina, come una visione. In quel momento sembra che la tua compagna di viaggio lo capisca, lo senta e da sola acceleri verso quel borgo aggrappato alla montagna, che sembra disegnato, ricamato dalle mani del tempo.
Fra non molto le auto saranno tutte ibride, o addirittura elettriche, per inquinare sempre meno, per poter conservare  questi borghi sempre più a lungo. Ma a volte in questi borghi trovi anche l’immobilismo, sembrano grigie fotografie che ritraggono un passato.  Ma sono trascorsi  già troppi secoli nel ricordo del passato, ora bisogna risvegliare i torpori, ridare vita a questi castelli, dare un senso a queste sacre pietre. Senza più aspettare.



Weekend di porte aperte con Alfa Romeo, Dacia e Kia

Il weekend dell’8 e 9 aprile vede in piena attività i concessionari delle reti di vendita Dacia, Alfa Romeo e Kia per due giorni di porte aperte, in cui i visitatori e potenziali clienti potranno vedere e provare in alcuni test drive le ultime novità proposte dalle marche. Nel dettaglio, la casa rumena espone la serie Dacia Brave, un particolare allestimento che va a costituire il top di gamma dei suoi modelli. Alfa Romeo invece dedica il porte aperte a tutti i suoi modelli, ponendo l’attenzione su nuove motorizzazioni per Stelvio e Giulia. Infine Kia mostra la nuova generazione della citycar Picanto.

 

DACIA BRAVE, OLTRE LA STEPWAY

Weekend di porte aperte 8 e 9 aprile

Dacia Brave è una serie speciale, ma non limitata, disponibile sui modelli Sandero, Logan MCV, Lodgy, Dokker e Duster. Per la Duster la serie parte dall’allestimento Laureate, mentre per tutti gli altri modelli deriva da Stepway. Va a costituire quindi il top di gamma. Le caratteristiche principali di Dacia Brave sono il design con elementi estetici da crossover e l’inserimento di equipaggiamenti non precisamente da low cost. Ad esempio i cerchi in lega da 16 pollici, protezioni colorate, vetri oscurati, cuciture a contrasto nei sedili; poi climatizzatore, retrocamera e navigatore. I prezzi di partenza della serie Brave: Sandero 11.850 euro; Logan MCV 13.400 euro; Lodgy 14.300 euro; Dokker 14.400 euro; Duster 15.500 euro.

 

ALFA ROMEO, SI PUNTA SU STELVIO E GIULIA

Weekend di porte aperte 8 e 9 aprile

Il weekend di porte aperte è dedicato all’intera gamma di modelli Alfa Romeo. La maggiore attenzione è comunque verso il SUV Stelvio e la berlina Giulia. Sulla Stelvio arrivano due nuove motorizzazioni nella fascia d’ingresso della gamma. Si tratta del 2.2 turbodiesel da 180 cavalli e del 2.0 turbo a benzina da 200 cavalli. Il diesel è abbinato alla sola trazione posteriore, mentre la versione a benzina è a trazione integrale. Per entrambe invece il cambio è solo automatico ad 8 marce. La Stelvio 180 ha un prezzo di listino a partire da 47.300 euro, mentre la versione a benzina 200 costa 50.250 euro. Per quanto riguarda la Giulia, la berlina acquisisce un’altra variante del motore diesel da 180 cavalli, in cui c’è l’abbinamento alla trazione integrale Q4. Allestimento Super con sedili anteriori a regolazione elettrica e dischi freno maggiorati. Prezzo 46.000 euro.

 

KIA PICANTO, NUOVA SERIE DELLA CITYCAR

Weekend di porte aperte 8 e 9 aprile

Porte aperte 8 e 9 aprile anche nei concessionari Kia per conoscere la nuova generazione della Picanto. Si tratta della terza serie della citycar coreana. Il design è rivoluzionato, punta molto sul look sportivo. Dimensioni esterne invariate ma spazio interno aumentato grazie all’allungamento del passo, bagagliaio sorprendente per una vettura di questa compattezza. Gli equipaggiamenti di serie sono numerosi, ottima qualità degli interni. Soprattutto l’allestimento top di gamma, il GT Line, include tantissimo. Motori 1.0 e 1.2 a tre cilindri, aspirati, da 66 e 84 cavalli. I prezzi sui quattro allestimenti vanno da 10.800 a 15.00 euro. Diverse promozioni di lancio fino alla fine di maggio.




Porsche 911 GTS: la grande galoppata col turbo

Quante Porsche 911 esistono in listino? La risposta esatta è: mai abbastanza. Così accogliamo con entusiasmo anche l’arrivo della rinnovata Porsche 911 GTS. La prossima primavera offrirà quindi un motivo in più d’attesa, perché le GTS entreranno negli showroom italiani a marzo. Saranno ben cinque le versioni disponibili, ecco l’elenco: 911 Carrera GTS Coupé e Cabriolet, 911 Carrera 4 GTS Coupé e Cabriolet, infine 911 Targa GTS. La Targa e naturalmente la 4 hanno la trazione integrale. Insomma, una GTS per tutti i gusti.

 

ARRIVA IL TURBO ANCHE SULLA GTS

Arriva la Porsche 911 GTS

Il passaggio dai motori aspirati a quelli turbocompressi nel modello più prestigioso della casa di Zuffenhausen dura ormai da un paio d’anni. Come tutti sappiamo, la necessità imposta dalle normative di contenere le emissioni inquinanti ha reso necessaria l’adozione generale della sovralimentazione a turbina, resa efficace dalle recenti innovazioni meccaniche ed elettroniche in fatto di efficienza nell’erogazione della benzina e drastica riduzione dei ritardi di risposta che affliggevano i motori turbo negli anni ’80.

Così grazie all’inserimento della turbina nel celebre sei cilindri boxer è stato possibile ottenere contemporaneamente maggiore potenza e minori consumi, nonostante la riduzione della cilindrata. Ecco che abbiamo quindi 450 cavalli su un 3.0, contro i 420 del 3.8 aspirato che animava la Carrera S della generazione precedente.

Arriva la Porsche 911 GTS

Avendo abbastanza spazio stradale a disposizione, le doti di coppia di questo motore permettono un allungo che si trasforma in una galoppata rabbiosa ed entusiasmante: tale è il significato degli aridi numeri di 550 Newton metri fra 2.150 e 5.000 giri. Compagno ideale di questo possente propulsore è il fido cambio manuale a sette marce, però si può richiedere anche il velocissimo automatico a doppia frizione PDK (Porsche Doppelkupplung, per chi mastica il teutonico). Le versioni Coupé hanno il telaio sportivo che abbassa la carrozzeria di 10 millimetri (minore altezza significa maggiore velocità e minore resistenza aerodinamica, oltre a migliore stabilità in curva). Inoltre tutta la gamma dispone delle sospensioni attive PASM (Porsche Active Suspension Management).

La traduzione numerica di tutta questa bontà meccanica è un’accelerazione 0-100 in 3.6 secondi con cambio PDK e pacchetto Sport Chrono, insieme ad una velocità massima di 312 Km/h, nella versione coupé a trazione posteriore e con cambio manuale. Ma tutte le GTS superano i 300 Km/h. Niente limitatore elettronico a 250, qui. Visto che abbiamo accennato anche ai consumi, i valori sul ciclo combinato vanno da 8.7 a 9.7 litri per 100 Km.

 

DESIGN E INTERNI: BELLEZZA DA CORSA

Arriva la Porsche 911 GTS

La gamma GTS vanta sapienti ritocchi esterni nel design, volti non solo a distinguerla esteticamente dal resto delle 911, ma anche per migliorare le prestazioni. Quindi il paraurti anteriore è stato sottoposto ad un’ottimizzazione aerodinamica e anche lo spoiler anteriore è stato ribassato. Lo spoiler posteriore invece ha una maggiore altezza di estrazione; significa che consente di sviluppare un maggiore carico aerodinamico, migliorando la tenuta di strada nelle curve ad alta velocità.

Le differenze estetiche sono nelle luci posteriori, scure, nella griglia posteriore in nero lucido e nei doppi terminali dello scarico sportivo in nero. I modelli a trazione posteriore hanno una nuova fascia decorativa nera collocata fra le luci posteriori. Invece nelle versioni a trazione integrale tale fascia è luminosa. La Targa invece non ha mai bisogno di presentazioni, grazie allo storico rollbar che la distingue, ora in nero.

Passando agli interni, il cronometro del pacchetto Sport Chrono, di serie, è integrato nella strumentazione al centro. E’ anche possibile, tramite un’apposita app, registrare automaticamente sullo smartphone i dati dettagliati sulla guida. Sono differenti sulla GTS le cuciture dei sedili in Alcantara; i sedili sportivi Plus mostrano invece la scritta GTS sui poggiatesta e sono più confortevoli. La plancia è abbellita da fasce decorative in alluminio spazzolato in colore nero, oltre a diversi elementi in Alcantara.

Le ordinazioni in Italia della nuova Porsche 911 GTS sono già aperte. I prezzi Iva inclusa vanno da 128.910 a 149.894 euro.




Weekend sulla Peugeot 3008, secondo giorno: in fuoristrada con stile

Comincia il secondo giorno del nostro weekend con la nuova Peugeot 3008 negli Appennini fra Emilia Romagna e Toscana (qui il resoconto del primo giorno di viaggio). Abbiamo pernottato a Palazzo di Varignana, un resort con spa costruito attorno a Villa Bentivoglio, la dimora storica settecentesca dei nobili locali. Novanta camere, piscina, palestra, campi sportivi e un parco esclusivo.
Info: Palazzo di Varignana – Via Ca’ Masino 611/A, Varignana – 40024 Castel San Pietro Terme – BO – Tel. 051.19938300 – www.palazzodivarignana.com

ADVANCED GRIP CONTROL, FUORISTRADA SENZA 4X4

Weekend in auto con la nuova Peugeot 3008 2016
La nostra seconda giornata si apre all’insegna del fuoristrada. Usciamo dal centro abitato di Loiano e ci avventuriamo nelle stradine secondarie, fra antichi eremi e cascinali.
Questo percorso è pane per i denti della Peugeot 3008. Ricordiamo che questo modello, mediante la nuova generazione uscita nel 2016, si è trasformato da monovolume a SUV. Non ha le quattro ruote motrici. Perché la tecnologia Advanced Grip Control della casa francese rende superflua la trazione integrale anche nelle situazioni molto difficili. D’altra parte Peugeot ha vinto la Dakar 2016 su una 2008 a trazione anteriore.
L’Advanced Grip Control è comandato da una manopola sul tunnel centrale; permette di selezionare cinque diverse modalità di guida, in base alle diverse condizioni di aderenza: normale, neve, fango, sabbia e ESP disattivato. Scegliendo il programma adatto, la 3008 sale che è una meraviglia, anche sui fondi più viscidi e con le pendenze più elevate.
Per la discesa ci pensa la funzione Hill Assist Descent Control: è progettata per le discese più ripide in condizioni di aderenza molto scarse, pensiamo ai tornanti di montagna innevati; mettendo il cambio in folle, l’elettronica aziona da sola i freni in modo preciso e differenziato sulle quattro ruote, conservando la giusta motricità; è in grado di rallentare fino a 3 Km/h. Le Peugeot 3008 dotate di Advanced Grip Control sono sempre abbinate a pneumatici M+S quattro stagioni, montati su appositi cerchi da 18 pollici. L’altezza da terra di 22 cm completa il quadro.

PASSO DELLA RATICOSA E DELLA FUTA, REGNO DELLA MILLE MIGLIA

Weekend in auto con la nuova Peugeot 3008 2016
Dopo la nostra escursione offroad torniamo sull’asfalto e proseguiamo il nostro viaggio nel cuore degli Appennini. Siamo diretti verso il Passo della Raticosa. Ci troviamo lungo un tratto che fu della Mille Miglia, per quasi trent’anni una delle più celebri corse su strada del mondo. Immaginiamo piloti eroici come Tazio Nuvolari, Achille Varzi, Alberto Ascari, Juan Manuel Fangio o Stirling Moss, sfrecciare su bolidi velocissimi ma maledettamente pericolosi. Altri tempi. Oggi invece possiamo affrontare queste strade tortuose in tutta sicurezza e tranquillità su un’auto come la Peugeot 3008. La modalità sport ci permette anche di guidare in modo più vivace, poiché vengono modificate le risposte di sterzo, cambio, motore e freni.

Weekend in auto con la nuova Peugeot 3008 2016
Lago di Bilancino – credits: Elborgo – licenza CC 3.0

In un lampo, più o meno, siamo arrivati al Passo della Futa, dove comincia la Toscana. Questo luogo fu teatro di pesanti scontri durante la seconda guerra mondiale, perché tra il 1944 e il 1945 l’esercito tedesco eresse la sua ultima resistenza sulla Linea Gotica e proprio su questo passo di grande valore strategico furono piazzate le maggiori fortificazioni per contrastare l’avanzata delle truppe anglo-americane. Morirono più di trentamila soldati, oggi seppelliti nel cimitero di guerra germanico.
Ora la strada è un po’ più regolare, la nostra destinazione è Barberino del Mugello, dove poi imboccheremo l’autostrada A1 per tornare al nord. Tocchiamo una serie di piccoli centri molto suggestivi, come Pietramala, Convogliano, Monte di Fo’ e Le Maschere. Per sfociare nei pressi del Lago di Bilancino, un bacino artificiale. Ora siamo pronti per tornare indietro, in autostrada. Via nel massimo relax, consumando anche poco.

NUOVA PEUGEOT 3008, LO STILE SI FA SUV

Weekend in auto con la nuova Peugeot 3008 2016
La nuova generazione della Peugeot 3008 ha trasformato la carrozzeria da monovolume a vero e proprio SUV. La casa francese ha pensato soprattutto a garantire la massima qualità dell’esperienza a bordo. Dalla postazione di guida ad alta ergonomia chiamata i-Cockpit, all’eleganza degli interni e al comfort assoluto, fatto di massaggi, elevata insonorizzazione e anche un diffusore di profumi.
A ciò si unisce un design esterno certamente accattivante; all’anteriore è preminente la grinta del SUV grazie al cofano alto, il profilo restituisce una linea aggraziata ma sempre piuttosto decisa, il posteriore è dominato dalle luci a triplo artiglio (quello del leone Peugeot, naturalmente).
La 3008 comprende anche una meccanica raffinata e affidabile, insieme a tutte le dotazioni di sicurezza attiva e passiva oggi disponibili. Per quanto riguarda la scheda tecnica di base, abbiamo provato due versioni, entrambe turbodiesel. La 3008 BlueHDi 120, in allestimento Allure, quindi medio-alto, ha un motore 1.6 da 120 cavalli a 3.500 giri ed un’ottima coppia di 300 Newton metri a 1.750 giri; velocità massima di 189 Km/h, accelerazione da 0 a 100 Km/h in 11.2 secondi, consumo medio dichiarato di 4 litri per 100 Km. Prezzo di listino chiavi in mano 30.000 euro tondi tondi.
L’altro modello provato è la Peugeot 3008 GT. Motore 2.0 da 180 cavalli a 3.750 giri, una coppia esuberante di 400 Nm a 2.000 giri, accelerazione 0-100 in 8.9 secondi velocità massima 211 Km/h; consumo medio dichiarato 4,8 l/100 Km. Cambio automatico EAT6. Prezzo di listino 37.800 euro. Questo è il top di gamma. La 3008 nella versione d’ingresso (motore a benzina da 130 cavalli) parte da 23.150 euro.




Nuova Kia Picanto: ecco le prime immagini

La nuova Kia Picanto si appresta al debutto, vedremo dal vivo la terza generazione di questa citycar a marzo al salone di Ginevra 2017. Nel frattempo sono state appena diffuse le prime immagini ufficiali.
La più piccola delle vetture prodotte dalla casa coreana punta molto sul design, un elemento che da quelle parti hanno imparato a sfruttare al meglio ormai da diversi anni. L’anima urbana della Picanto acquisisce un carattere più deciso, nel senso di maggiore personalità. Le immagini ora diffuse riguardano l’allestimento GT-Line, dall’aria più sportiva. Tuttavia non si tratta di un modello dedicato solo agli uomini. A parte il fatto che sportivo non è un aggettivo di proprietà esclusiva maschile, così come l’eleganza non è certo una prerogativa riservata alle donne; va inoltre considerato che la gamma completa offrirà sicuramente allestimenti anche più “delicati”, se così vogliamo definirli.

Kia Picanto 2017, terza generazione, ottimo design

Comunque l’aspetto della nuova Kia Picanto infonde un’aria simpatica quanto dinamica, amichevole quanto grintosa. Può insomma piacere anche alla clientela femminile. Osservandola all’anteriore, sono i fari, “gli occhi”, l’elemento più rassicurante che cattura l’attenzione senza aggredire. A recitare la parte più esuberante, almeno in questa versione GT-Line, sono gli inserti rossi sulle prese d’aria laterali e sulla griglia del celebre naso di tigre; anche la voluminosa presa d’aria centrale nella zona inferiore infonde una certa cattiveria.

Kia Picanto 2017, terza generazione, ottimo design

Il profilo strizza l’occhio certamente ai maschietti con quella decorazione rossa al fondoscocca e lo spoiler posteriore abbastanza pronunciato. Ma è questione di allestimenti. Per la stessa ragione dobbiamo attendere l’uscita dell’intera gamma per esprimerci sul posteriore: il doppio scarico e la linea rossa che chiude il paraurti sono elementi di chiara impronta maschile, almeno nella declinazione comune. Comunque, se si isolano questi dettagli specifici, la linea generale di questa vettura esprime una personalità giovane e dinamica: due caratteristiche per nulla esclusive degli uomini, tutt’altro.
La Kia fa sapere che la nuova Picanto disporrà di ulteriori colori e possibilità di personalizzazione rispetto alla serie attuale, sia per quanto riguarda la carrozzeria che l’abitacolo.
Passiamo appunto agli interni. Va bene, i bordi rossi dei sedili e la pedaliera in alluminio sono particolari caratteristici della GT-Line; ma immaginiamo un diverso tipo di allestimento e concentriamoci sulla disposizione degli elementi di questi interni: possiamo così renderci conto che l’eleganza di questa citycar, un segmento A per intenderci, è generalmente appannaggio del livello superiore. Soprattutto il grande touchscreen centrale (che concentra tutte le funzioni multimediali e di comunicazione) non è qualcosa che si trova sempre, in questa categoria. Si tratta insomma di un abitacolo a prima vista completo e in grado di offrire quel comfort e quella delicatezza molto importanti nell’ottica di una guidatrice. Poi tutto il resto dipende dalle scelte della singola cliente.

Kia Picanto 2017, terza generazione, ottimo design

Chiudiamo sottolineando l’aumento dello spazio interno, ottenuto però senza aumentare le dimensioni della vettura: la lunghezza totale infatti resta di 3.595 mm. La nuova Kia Picanto è più grande dentro perché è stato aumentato il passo, cioè la distanza tra i due assi, riducendo lo sbalzo (distanza tra l’asse e la fine della carrozzeria) anteriore e aumentando leggermente quello posteriore.
Quindi la Picanto di terza generazione ha un design dalla forte personalità, grandi possibilità di personalizzazione, ancora più spazio per i passeggeri e mantiene l’ampia facilità nelle manovre, sia nei parcheggi che in mezzo al traffico. Perché non dovrebbe piacere anche alle donne?




Salone di Detroit 2017: avanti con le sportive di lusso

Il salone di Detroit 2017, NAIAS per gli americani (North American International Auto Show), rappresenterà come al solito l’occasione per vedere novità molto interessanti, quest’anno concentrate su modelli dall’anima sportiva e caratteristiche di lusso. Tuttavia, diversamente dal passato, si registrano alcune assenze importanti. Su tutte Porsche e, in un certo senso, il gruppo FCA. Fiat-Chrysler avrà uno stand però non presenterà modelli nuovi, per la prima volta dal 2010; considerando che Chrysler è una delle storiche tre “grandi sorelle” di Detroit, si può considerare a tutti gli effetti pratici un’assenza; perché l’Alfa Romeo Stelvio è un’anteprima di Los Angeles, due mesi fa. Questa è la conferma di una recente tendenza: i tradizionali saloni non costituiscono più la principale vetrina per la comunicazione, quindi le case hanno ridotto gli investimenti in tali manifestazioni; spesso invece scelgono esposizioni più orientate alla tecnologia pura, come il CES di Las Vegas, in calendario pochi giorni prima di Detroit. Un’altra assenza di rilievo è quella di Jaguar e Land Rover.

Salone di Detroit 2017 BMW

Concentriamoci allora su chi ci sarà, partendo da BMW. La casa bavarese ha scelto l’appuntamento del Cobo Center (in programma dall’8 al 22 gennaio) per mostrare al pubblico in anteprima mondiale la nuova Serie 5, giunta alla settima generazione. Questa berlina di livello executive arriva un anno dopo l’ingresso della Mercedes Classe E, sua avversaria naturale. Così come la concorrente di Stoccarda, anche il modello di Monaco punta parecchio sulle tecnologie di automazione spinta, quindi funzionalità di guida semiautonoma. Nella gamma entrerà subito anche la versione ibrida plug-in, cioè la 530e iPerformance. Per gli amanti delle prestazioni, ci sarà fin dall’inizio la M550i, mossa da un V8 da 462 cavalli, il passo prima della M5. Sbarcherà poi in America anche il concept X2, SUV compatto che ha esordito a Parigi.

Salone di Detroit 2017 Mercedes

Abbiamo accennato alla Mercedes. A Detroit ci sarà l’anteprima mondiale della Classe E Coupé. Della berlina conserva tutta la tecnologia estremamente sofisticata. I motori partono dal 3.0 V6 biturbo da 329 cavalli, tanto per far capire quali valori siano in gioco. Restiamo nel settore di lusso e passiamo ad Infiniti. La casa giapponese mostrerà il concept QX50, SUV di medie dimensioni molto vicino al modello che verrà prodotto in serie. Oltre al design non convenzionale a cui questo marchio ci ha abituati, la QX50 disporrà del primo motore prodotto in larga scala con tecnologia di compressione variabile, mostrato da solo a Los Angeles. E’ un quattro cilindri 2.0 turbo, capace di adeguare la compressione alle esigenze di guida. Viene dichiarata un’efficienza superiore del 27% rispetto al vecchio 3.7 V6.

Salone di Detroit 2017 Infiniti

La Lexus LS sarà una delle principali attrazioni del salone di Detroit. Il marchio di lusso del gruppo Toyota infatti presenterà la nuova generazione della propria ammiraglia. I dettagli non sono ancora noti ma le aspettative dei giapponesi sono molto alte. Arriviamo all’Audi, dove la curiosità è molto forte per il suo concept Q8, SUV di grandi dimensioni e stile coupé. Dal teaser mostrato recentemente si nota un design frontale molto aggressivo.

Salone di Detroit 2017 Audi

La Kia GT sarà una novità molto interessante. Infatti la casa coreana sta puntando molto sulla sportività per fare quel salto d’immagine necessario alle sue ambizioni di crescita. Si tratterà di una coupé a quattro porte e rappresenterà l’ammiraglia del marchio. Viene dichiarata un’accelerazione 0-100 in 5.1 secondi.
Il SUV Nissan Qashqai che da anni fa sfracelli in Europa potrebbe sbarcare negli Stati Uniti, proprio al salone di Detroit, secondo alcune voci. Staremo a vedere. Per quanto riguarda la Ford, sono attesi i modelli 2018 di due autentiche icone: la Mustang e il re dei pick-up F150. Si parla anche della presentazione di un nuovo motore V8 nell’inconsueta cilindrata 4.8.
Arriviamo a Volkswagen. A Detroit arriverà la Tiguan Allspace, versione a 7 posti del noto SUV. Inoltre, in ossequio alla sua nuova filosofia dell’elettrificazione, la casa di Wolfsburg sta facendo molto rumore intorno al concept ID, un microbus a batterie che dovrebbe riprendere la tradizione del mitico Bulli, “il” pullmino per definizione.
Infine è possibile che al salone di Detroit venga mostrata al pubblico la Lamborghini Aventador S, anticipata on line a metà dicembre. Tante novità nella gestione del superbo motore V12, che ora arriva a 740 cavalli. Aerodinamica rivista ed esordio delle quattro ruote sterzanti.




Arriva Tom Tom con WiFi: sempre aggiornato

Aggiornamenti mappe, traffico e autovelox automatici e gratis a vita. In più, controllo vocale e previsione dell’itinerario.

IFA, Berlino, 1 settembre 2016 – La gamma di navigatori TomTom GO di nuova generazione è più avanzata che mai. Grazie alla connessione Wi-Fi® integrata, tutti gli aggiornamenti verranno effettuati in automatico senza la necessità di connettere il dispositivo al computer. L’impeccabile monitoraggio del traffico in tempo reale e tutti gli altri servizi aggiuntivi, sono ora disponibili a vita senza ulteriori costi. Inoltre, un sistema di riconoscimento vocale sviluppato su un modello di Intelligenza Artificiale come Siri, assicura risposte accurate a esigenze specifiche.

TOMTOM_GO_BRIDGE_01

I nuovi navigatori TomTom GO, offrono la lettura di messaggi testuali, consentono chiamate in vivavoce e sono perfettamente compatibili con assistenti virtuali come Siri di Apple, Google Now™ o Cortana® di Microsoft. Effettuare ricerche, leggere messaggi in arrivo, ricevere o fare chiamate attraverso il controllo vocale, non è mai stato così semplice. Ma i vantaggi offerti dell’Intelligenza Artificiale non finiscono qui.

L’ultima generazione di navigatori TomTom GO è anche in grado di imparare le abitudini di guida. Ciò vuol dire che riescono a prevedere le destinazioni, consentendo all’automobilista di entrare a bordo del veicolo e partire senza preoccupazioni. Così, per un pendolare abituale, il servizio di navigazione eviterà automaticamente il traffico fin dal principio del percorso. In più, se si arriva a ridosso di un ingorgo o in prossimità di autovelox, il TomTom GO avvertirà l’automobilista con un suono inequivocabile per consentirgli di rallentare per tempo evitando queste evenienze. Gli aggiornamenti, grazie alla connessione Wi-Fi integrata, includono i servizi trafficomappe e autovelox a vita e senza costi aggiuntivi.

I dispositivi TomTom GO sono disponibili in quattro versioni, tutte dotate di finiture eleganti e un processore quad-core super veloce. Le versioni top di gamma TomTom GO 5200 e 6200, così come il nome suggerisce, sono disponibili, rispettivamente, nei formati da 5 e 6 pollici, entrambe con SIM integrata per aggiornamenti in tempo reale. I più accessibili modelli TomTom GO 520 e 620, anche quest’ultimi disponibili nei due formati schermo, richiedono la connessione dati del proprio smartphone per la ricezione di servizi traffico e autovelox.

TOMOM_GO5200_ANGLE_Message-KM_01I nuovi navigatori TomTom GO saranno disponibili a partire da questo mese presso rivenditori selezionati e sul sito ufficiale TomTom a partire da 229,90 €.

 




Da Garda a Valpolicella con la 124 Spider

Secondo giorno

Altro giorno, altra vettura: passiamo alla Fiat 124 Spider in allestimento Lusso. Meno vistosa della sportiva (quasi corsaiola) del percorso precedente, dispone comunque di motore turbo MultiAir da 1.4 litri da 140 cavalli con cambio manuale; le finiture sono più sobrie, senza rinunciare al comfort né alle doti strutturali di leggerezza e bilanciamento. La pulizia stilistica ne conferma il ruolo di iconaFiat-124-Spider-29-e1447837127282 con forti richiami all’antenata, naturalmente riletta in chiave moderna.

Gli interni confermano la qualità: pelle per sedili, volante e cuffia del cambio, ecopelle per pannelli porte e quadro strumenti, mentre il resto dell’abitacolo è rivestito con materiali soft-touch. Comfort e tradizione, ergonomia e plancia dal design esclusivo con inserto silver o nero lucido, sedili che ospitano comodamente e trattengono nella guida dinamica. Che si apprezza con il cambio manuale, dagli diretti e fluidi con leva dalla notevole manovrabilità.

nuova-fiat-124-spider-679x549

Il viaggio prosegue immersi nel mondo circostante, da vera spider bassa e filante, il rumore del vento è attutito dall’aerodinamica dell’estremità del cofano, dei montanti anteriori e del roll-bar. Elevati gli standard di sicurezza: fari autoadattanti e autolivellanti, cofano attivo, Abs con Ebd, sensori pioggia e crepuscolare, luci diurne, controllo elettronico della stabilità con limitazione del rischio di ribaltamento, monitoraggio pressione pneumatici, controllo di trazione. Comfort con assistenza al parcheggio posteriore ParkSense tramite sensori a ultrasuoni, telecamera posteriore, sistema keyless entry, allarme, immobilizer, sistema a comandi vocali.

wine-wankers-allegrini-wine-valpolicella-amarone-vineyards

Con tutte queste doti, grande è la voglia di turismo: rientriamo verso la Valpolicella, che si estende tra la campagna a nord di Verona e i Monti Lessini. Composta dai comuni di Pescantina, San Pietro in Cariano, Negrar, Marano, Fumane, Sant’Ambrogio e Sant’Anna d’Alfaedo, ha paesaggio rilassante collinare, che invita a gustare il panorama e, se non si guida, il buon vino. Le piccole valli digradanti verso la pianura ridondano di vigneti, frutteti e ulivi, le corti e le contrade in pietra sembrano non essere state intaccate dal tempo, confermando un turismo sempre più di qualità. Attratto anche dalle antiche ville a dai relativi parchi e giardini: da visitare inoltre il Ponte di Veja a Sant’Anna d’Alfaedo, le Cascate di Molina a Fumane, i siti archeologici della Grotta e il Museo Paleontologico e Preistorico di Sant’Anna d’Alfaedo raccoglie testimonianze dalla zona. Ma alla fine, è indispensabile visitare qualche cantina: Valpolicella, Recioto e Amarone sono oramai famosi nel mondo, e la  consente di unire turismo ed enologia.

 

DOVE DEGUSTARE

VILLA SPINOSA

Negrar è nel cuore della Valpolicella classica, a poca distanza da Verona e dal Lago di Garda: Villa Spinosa sorge sui rustici settecenteschi di Jago, zona agricola al tempo non ancora completamente vocata all’uva. Attenzione sviluppata in seguito, fino a divenire con il secolo scorso attività dominate e simbolo della zona stessa: la Valpolicella Classica e i suoi vini, soprattutto l’Amarone, sono prodotti di eccellenza sullo scenario mondiale. L’azienda realizzata recuperando e rinnovando rustici e vigneti, affianca anche attività agrituristica: alla degustazione dei vini di qualità, Villa Spinosa abbina anche visite guidate in vigna e in cantina, dove apprezzare i cru descritti dalla passione e dall’entusiasmo del patron Enrico Cascella Spinosa, con le varianti di Amarone invecchiato fino a quindici anni.

Via Jago Dall’Ora 14, I-37024 Negrar in Valpolicella – VR

Tel. 045.750.00.93

www.villaspinosa.it

DOVE DORMIRE

BYBLOS ART HOTEL VILLA AMISTÀ

Cinque stelle Lusso, ma non è tutto: immaginate un’antica villa veneta, il cui corpo centrale fu realizzato sui resti di una “casa forte” romana, dall’architetto Sanmicheli nel Quattrocento, in stile veneziano. La costruzione è stata rivisitata nel ’700: affreschi e reperti testimoniano le varie epoche, e tutto si fonde con la creatività del designer Alessandro Mendini che l’ha trasformata in museo-mostra permanente di arte contemporanea e design. Attorno, un parco di ventimila metri quadrati con giardino all’italiana, giochi d’acqua e grande piscina; all’interno, sessanta camere “art design” diverse tra loro, e l’Espace Byblos spa wellness. Ristorante Gourmet Atelier con lo chef Marco Perez, cucina regionale e internazionale, verdure dall’orto privato e cantina quattrocentesca con trecento etichette.

Via Cedrare 78, I-37029 Corrubbio di Negarine – VR

Tel. 045.68.55.555

www.byblosarthotel.com/it




Ritorno con grinta: Abarth e Fiat 124 Spider

Cinquant’anni fa, al Salone di Torino, Fiat presentò la 124 Spider: destinata a diventare un’icona con fascino quotidiano e prestazioni sportive – vari i successi nei rally – vide la produzione di oltre duecentomila unità dal 1966 all’85, tre quarti delle quali vendute sul mercato americano, con marchio Fiat e Pininfarina. Il ritorno di un modello elegante e particolare, con tanto di versione Abarth per non scordare il palmares sportivo, evidenzia la volontà del costruttore torinese di andare avanti, guardando anche indietro per non scordare un passato da valorizzare.

1465304405_Fiat-124-spider-rossa-side-600x335

La nuova 124 Spider non è un’operazione nostalgia: il Centro Stile ha realizzato qualche studiato omaggio all’antenata, per collegare il nuovo progetto a una tradizione importante. La linea è slanciata nel complesso, pur con abitacolo corto e anteriore lungo: il frontale con luci, calandra esagonale e gobbe sul cofano ammicca alla primigenia; la fiancata è classica con proporzioni da regole auree come all’epoca delle 2017-Fiat-124-Spider-Abarth-7scoperte da corsa, mentre il posteriore è reso importante dalle particolari luci con andamento orizzontale. La  punta sulle emozioni, facili per la livrea aggressiva ma sostenute dal Dna del marchio e dalle prestazioni effettive. Vera spider con dinamica agile e leggera, è stata sviluppata dalla Squadra Corse con cura artigianale ed eccellenza tecnica.

Come si accede all’abitacolo arriva la percezione di vettura che, lo ammettiamo o no, sembra essere sempre stata nel nostro subcosciente: colori, finiture, materiali, posizione di guida bassa e arretrata, sedili in pelle, Scorpione al centro del volante verticale, comandi disposti dove devono essere, leva del cambio corta, avviamento a pulsante, contagiri a fondo rosso e pedaliera d’alluminio, tutto evoca sport e tradizione, competizioniFiat-Abarth-124-Spider-Genf-2016-Sitzprobe-1200x800-255cc5ea7066038a e voglia di spingere, godendosi la vettura scoperta: ci sono anche i sedili riscaldati di serie.

Per la cattiva stagione la capote ha doppio strato, il parabrezza ha buon isolamento acustico e il lunotto è antirumore, ma 124 Spider va scoperta: la capote si apre e chiude dal posto guida con una sola mano, e in pochi secondi si ripiega dietro i sedili senza occupare spazio nel bagagliaio.

Premuto il pulsante si avvia il : potente e con buona coppia, ha erogazione scorrevole che apprezziamo lungo l’itinerario turistico, dalle curve della Valpolicella alla sponda orientale del Lago di Garda. Qui non possiamo provare la velocità massima, dichiarata in ben 232 km/h, ma come deviamo per il percorso della storica cronoscalata Caprino-Spiazzi, la pendenza verso il Monte Baldo sembra scomparire sotto la guizzante agilità della 124 Spider, con il differenziale autobloccante meccanico di serie, permettono un comportamento da sportiva di razza.

back_azienda

Difficile, in questa fase di intenso piacere di guida, capire se si stiano rievocando sensazioni della 124 Spider da corsa ci cinquant’anni fa, o si apprezzi questa vettura tutta nuova: probabilmente condensa il fascino di entrambe.

Riprendiamo fiato e ammiriamo il paesaggio, lasciandolo scorrere attorno a noi con andatura più turistica, che conferma la doppia anima dell’ultima scoperta Abarth. In realtà, lo riconosciamo, vogliamo anche lascarci ammirare:  è una vettura attesa, con stile che seduce i giovani ed entusiasma chi abbia vissuto le gesta sportive dell’antenata.

Fiat124Spider-002

Viaggiando da turisti, apprezziamo la dotazione con climatizzatore, stereo con quattro altoparlanti, lettore mp3, ingressi Usb e Aux, cruise control e retrovisori esterni regolabili elettricamente, più una serie di opzioni tra le quali il pack Sound Plus che offre un sistema infotainment integrato, gestibile attraverso una manopola ergonomica sul tunnel centrale con touchscreen a colori da 7”, sintonizzatore digitale DAB, doppie prese Usb e Bluetooth, più il sistema Hi-Fi Bose con nove altoparlanti dei quali quattro integrati nei poggiatesta e clima automatico. Condensando anche nelle finiture e nella fruibilità quotidiana, il vero spirito sportivo e la raffinatezza del marchio Abarth, nelle cui Officine impera la coniugazione tra tecnologia e cura artigianale.