Uncategorized

Primo appuntamento al Fuori Salone di Milano… targato Hyundai

Fluidic image 2

di Himara Bottini

Con ieri sera abbiamo inaugurato l’edizione 2013 della Design Week milanese.
Il primo appuntamento è stato con il progetto “Fluidic- Sculpture in Motion”, installazione spettacolare realizzata dallo Hyundai Advanced Design Center in collaborazione con la società WhiteVoid, specializzata in effetti speciali.
Il progetto è nato con l’intento di introdurre e diffondere, attraverso un’esperienza interattiva e di forte impatto, la visione del design per Hyundai.
L’installazione, in particolare, s’ispira alla natura e al design contemporaneo, alla sua continua trasformazione e al continuo adattamento al contesto generale.
Riproducendo tecnologicamente questi scorci di paesaggi e situazioni mutevoli all’interno di un ambiente chiuso e limitato di circa 1000 metri quadrati, l’emozionante “Fluidic – Sculpture in Motion” è una combinazione di luci, laser e media interattivi che si ispira alla formazione e alla trasformazione proprie del mondo naturale.

Fluidic image 1

Dallo specchio d’acqua evaporano minuscole gocce che dall’ordine sparso si riuniscono con movimenti sinuosi fino a ritrovarsi ordinate come parte di una nuvola, formata da una moltitudine di atomi di una molecola. Al centro, composto da 12.000 sfere luminescenti, si trova un nucleo che rappresenta il cuore della filosofia stilistica del design Hyundai, anch’esso in continua trasformazione.
L’organizzazione della nuvola vive grazie ad un algoritmo di distribuzione altamente ottimizzato, che si conforma alle geometrie della location, all’utilizzo di proiezioni luci laser e alle angolazioni dei proiettori, in modo da regalare una visione e un’interazione del pubblico identica e perfetta da ogni angolo della nuvola.

Fluidic 6

Detto in parole povere, l’installazione inizia con una pioggia virtuale ricreata dalle luci laser, che realizza diverse forme dinamiche. Le figure nascono dall’unione tridimensionale delle sfere grazie a un particolarissimo sistema tecnologico di scanner 3D, che rilevando il calore e la presenza umana, permette la creazione di immagini tridimensionali di grande impatto visivo.
La scultura virtuale può essere continuativamente manipolata ed esplorata dai visitatori che diventano attori in prima persona di un’opera in trasformazione e ricreano, con i loro gesti, curve e figure spettacolari.

Info
www.hyundai-motor.it

Fluidic 12