Presepi viventi da non perdere al Nord e al Centro (1° parte)

È una delle tradizioni natalizie più sentite in Italia. Quella del Presepe Vivente è una suggestione unica, che trasforma città e borghi nella Betlemme di 2018 anni fa, coinvolgendo la cittadinanza e attirando da ogni parte d’Italia e del mondo centinaia di visitatori. Vediamo allora quelli più belli, più antichi, più grandi…insomma, quelli da non perdere. Cominciamo in questa prima puntata con quelli del Nord e del Centro. Domani ci sposteremo a Sud per andare alla scoperta di altri meravigliosi Presepi viventi.

A Dogliani Castello (CN), uno dei presepi dei più grandi del Nord Italia

Nel cuore delle Langhe, a Dogliani Castello, la parte medievale del borgo, ogni anno, nella notte tra il 23 e il 24 dicembre si tiene uno dei Presepi viventi più grandi d’Italia, con oltre 350 figuranti in costume. I preparativi iniziano già a ottobre, quando gli abitanti cominciano a tagliare la legna per allestire gli arredi per le botteghe, le locande e le case, ma anche per le torce che illumineranno la manifestazione.

La particolarità di questo suggestivo Presepe, infatti, è che tutto ricorda la notte della Natività, nelle ambientazioni e nell’atmosfera. Si spengono le musiche e le luci, mentre i vicoli della contrada sono illuminati solo dai falò e dalle torce. Rivivono gli antichi mestieri: il nobile contratta per acquistare tessuti pregiati, il contadino con il mercante, mentre il falegname, il vasaio e il cestaio lavorano nelle loro botteghe usando antichi strumenti.

Si sforna il pane e si offre il vino nelle osterie mentre una coppia di giovani sposi, Giuseppe e Maria, passano per le vie sul dorso di un asinello, in cerca di un riparo per la notte. Arriveranno nei pressi di una povera capanna, dove il fiato di un bue e di un asinello riscalderanno Gesù appena nato. I visitatori diventano un tutt’uno con i figuranti, tutti attori non professionisti, e durante la loro permanenza incontreranno pastori, soldati, artigiani e andranno alla scoperta delle antiche tradizioni. L’ingresso è a offerta libera.

INFO: www.comune.dogliani.cn.it

A San Biagio (MN), un presepe di 5000 mq

Spostandosi in Lombardia, nella cittadina di San Biagio, in provincia di Mantova, il tema della Natività è particolarmente sentito. Da ventisei anni, in un’area di 5000 mq allestita nei pressi della Parrocchia, 150 figuranti trasformano il paese nella Betlemme di più di duemila anni fa, accompagnando la Natività con letture sacre, canti e con la rievocazione di passi evangelici, come l’Annunciazione, la Visitazione di Maria a Elisabetta, l’annuncio dell’Angelo a Giuseppe, fino alla nascita di Gesù, all’adorazione dei Magi e dei Pastori.

Il Presepe vivente va in scena nelle giornate del 25, 26 e 30 dicembre e il 6 e il 13 gennaio. Si comincia alle 16 con l’apertura al pubblico che viene proiettato nel paese di Betlemme, in attesa della nascita del Redentore. Si passeggia tra le botteghe e si osservano i mestieranti alle prese con le loro attività quotidiane.

Dalle 17 alle 17.30 si susseguono invece le scene dall’Annunciazione alla nascita di Gesù, che si conclude con l’adorazione di tutti i figuranti alla Sacra Famiglia. Fino alle 18.30, poi il pubblico rientra in paese, accompagnato dal silenzio e dalla luce delle fiaccole.

INFO: www.presvivtest.altervista.org/

Montefiore Conca (RN), uno dei “borghi più belli d’Italia” diventa presepe

Annoverato tra i “Borghi più Belli d’Italia”, Montefiore Conca, in provincia di Rimini, per il 27°anno rinnova la sua tradizione del Presepe Vivente, che si tiene il 26 dicembre e il 30 gennaio dalle 17.30 alle 19.30. Il visitatore prenderà parte a un viaggio indietro nel tempo molto suggestivo, nelle vie del borgo medievale, dove incontrerà i Re Magi, i pastori, potrà affacciarsi nelle antiche botteghe dove si cuoce il pane, o si creano utensili di ferro o si intrecciano cestini.

Le ambientazioni sono particolarmente curate, come la Sala di Erode, dove il tiranno viene quasi “sorpreso” mentre, seduto sul suo triclivio, degusta un calice di vino. Negli antichi scantinati e nelle abitazioni rivivono le botteghe, mentre grazie all’impegno degli abitanti vengono create nuove scenografie per fare da sfondo a prigioni, osterie, recinti per asinelli e pecore. Fino ad arrivare alla stalla dove Gesù appena nato, con Giuseppe e Maria, attende tutti per rinnovare lo spirito del Natale. L’ingresso è di 5 euro, bambini con meno di 12 anni gratis.

INFO: www.comune.montefiore-conca.rn.it

Equi Terme (MS), al presepe si arriva…col treno a vapore

È forse uno dei presepi viventi più belli e suggestivi d’Italia, quello che si svolge a Equi Terme, nella provincia di Massa Carrara, il 23 e il 24 dicembre (dalle 20.30 alle 23), e il 25 e il 26 dicembre (dalle 18 alle 21).

La particolarità che lo rende unico, oltre alla perizia e alla precisione con cui vengono ricostruiti gli ambienti e l’accuratezza con cui vengono rappresentati gli antichi mestieri, tra cui le filatrici, la tessitrice e la cardatrice, è la location naturale che fa da sfondo alla scena della Natività: le Grotte di Equi, che sarà anche possibile visitare in notturna, in occasione del Presepe Vivente, per ammirare dal terrazzini a 26 metri di altezza il paese illuminato dalle luci calde delle torce. Le grotte rimarranno aperte anche dalle 14 alle 17 per tutto il ponte natalizio.

La visita al Presepe Vivente, invece, dura circa 40 minuti, durante i quali si passeggia tra le vie del borgo antico, dove sono posizionate le botteghe del ciabattino, del tornitore, del falegname, dell’arrotino, ma anche di mercanti arabi, pescatori, soldati. Si potranno incontrare i magi in cammino, i pastori con i loro animali e i suonatori di cornamusa che conducono al cospetto del Bambinello.

Un modo davvero suggestivo, e un’occasione imperdibile, per visitare il presepe viventi di Equi Terme, è a bordo di un treno a vapore. Mercoledì 26 dicembre si parte alle 15.34 dalla stazione di Viareggio (è comunque possibile salire anche dalle stazioni intermedie, Aulla Lunigia e Monzone). È prevista una sosta alla stazione di Aulla Lunigiana alle 17.52 per assistere al giro della locomotiva e alla visita guidata. Verrà poi aggiunta in coda una locomotiva D445 storica per superare il tratto più impegnativo da Monzone a Equi Termi.

Tra le due stazioni è prevista una degustazione guidata a bordo di prodotti tipici della Lunigiana a km 0. L’arrivo a Equi Terme è previsto per le 20.15. I passeggeri saranno accompagnati dai figuranti in costume e prenderanno parte alla fiaccolata verso l’ingresso del percorso. Al termine, sarà distribuita una bevanda calda per tutti.  Si riparte alle 22.30 dalla stazione di Equi Terme. Durante il viaggio di ritorno verranno serviti dolci natalizi e spumante. Quota di partecipazione: adulti € 45, ragazzi 4-12 anni € 25. 0-4 anni gratis (info e prenotazioni 338/9849924, presepevivente.equiterme@gmail.com). Solo ingresso al presepe € 5.

INFO: www.presepeviventeequi.com

Genga (AN), nelle Grotte di Frasassi il presepe più grande del mondo

Le pareti rocciose e le strette gole delle Grotte di Frasassi, fanno da scenario unico al Presepe Vivente di Genga, in provincia di Ancora, che con una rappresentazione che si snoda su 30 mila mq è considerato il più grande del mondo e ha fatto registrare, nella scorsa edizione il record di 380 mila visitatori. Il percorso parte dal parcheggio delle Grotte, si sale poi su una navetta (con frequenza ogni 20 minuti) che conduce all’imboccatura delle grotte e segna l’inizio di questo spettacolare viaggio nel tempo.

Ogni dettaglio, infatti, dai costumi alle ambientazioni, è stato meticolosamente studiato e sono ben 300 i figuranti impegnati a dare vita a soldati romani, pastori, artigiani, popolani. Ci si inoltra poi lungo il costone rocciose che conduce fino al Santuario del Valadier. Il dislivello da percorrere è di circa 300 metri e la lunghezza di circa 700. È comunque percorribile da tutti. Lungo il tratto finale della salita i visitatori sono accompagnati dal suono delle cornamuse.

Il presepe vivente di Genga si tiene il 26 e il 30 dicembre, dalle 14.30 alle 18.30. L’ingresso costa € 7,50. Bambini con meno di 10 anni gratis.

INFO: www.presepedigenga.it