WEEKEND & TRAVEL Weekend Italy

Piccolo & Premium. All’Art Hotel Villa Fiorella e a Borgo San Gaetano arte e tradizione

image_pdfimage_print

Di Giuseppe Ortolano

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle piccole realtà “premium”, gioielli ricettivi della nostra meravigliosa Italia, per si sono attrezzati per ripartire dopo la chiusura forzata e offrire ai propri ospiti una vacanza in totale relax e sicurezza. Questa settimana andiamo a Massa Lubrense, sulla Costiera Sorrentina, e in Basilicata, a Bernalda, nel materano per presentarvi due modi diversi di vivere il lusso e la tradizione.

All’ Art Hotel Villa Fiorella, la vacanza è un’opera d’arte

L’Art Hotel Villa Fiorella di Massa Lubrense (NA), situato nella parte meno caotica della Costiera Sorrentina, nasce dalla volontà di Alberto Colonna di realizzare il sogno che aveva condiviso con suo nonno e la passione per il suo lavoro di albergatore.

Ecco così che nel 2016 crea questo piccolo albergo affacciato sul mare che unisce l’attività di accoglienza degli ospiti a “uno degli hobby di famiglia: il collezionismo d’arte.” Alberto racconta infatti: “grazie a mio padre, che è da sempre un grande appassionato, abbiamo oggi diverse opere d’arte contemporanea importanti anche a livello internazionale come Sironi, Miltos Manetas, Chen Zhen, Takeo Hanazawa, Luigi Mainolfi e molti altri”, che a rotazione vengono esposte in questo piccolo hotel immerso nel verde che si trasforma in un piccolo museo di bellezza e creatività dove i sensi vengono stimolati e soddisfatti davvero a 360°.

Lo confesso l’Art Hotel Villa Fiorella, con tutte le camere esposte verso il mare, mi ha affascinato per la vista che comprende Capri sulla sinistra e il Vesuvio sulla destra. Da ammirare dalla Terrazza Fiorella Restaurant e dal Cielo Sky Lounge, due luoghi emblematici da dove poter godere della bellezza del golfo in ogni momento della giornata.

Il ristorante è il regno di Marco Del Sorbo al quale “questo periodo di stop forzato ha permesso di riflettere sulla terra, la nostra terra e tutti i profumi che questa ci dona”. Il menu è quindi un omaggio al territorio. Abbiamo infatti pensato ad un nostro “miglio verde” nel senso che i produttori scelti sono veramente del circondario sia per le verdure che per i latticini” racconta sempre Del Sorbo.

Soprattutto per gli ortaggi e le erbe, il Ristorante Terrazza Fiorella è praticamente autonomo grazie al suo orto che è stato implementato tanto di diventare uno dei piatti del nuovo menù “L’espressione dell’orto di Villa Fiorella”.

Anche la ricerca della carta dei vini non si è fermata e grazie alla competenza del sommelier Tiziano Imperato (da poco affiancato dal sommelier Francesco Izzo), Terrazza Fiorella ha una carta sempre più attenta alle realtà di pregio del territorio, soprattutto quelle emergenti come l’ischitana Crateca che realizza vini intorno ad un cratere inattivo, il Crateca appunto, oppure i circa due ettari di terrazzamenti recentemente recuperati e impiantati con le autoctone Biancolella, Forastera Piedirosso e Guernaccia, ma anche il piccolo orgoglio vitivinicolo della Penisola Sorrentina come l’azienda Abbazia di Crapolla di Vico Equense.

Anche le birre sono locali, provengono dal Birrificio Sorrento di Massa Lubrense, che produce birre utilizzando ricette fatte con ingredienti tipici della zona, come la Syrentum fatta con le bucce fresche di Limoni di Sorrento IGP, la Minerva fatta con le bucce fresche di Arance, e la Parthenope con le noci di Sorrento. Ah dimenticavo, poi c’è la piscina per un tuffo rinfrescante con negli occhi la bellezza della Costiera.

INFO: Art Hotel Villa Fiorella, via Vincenzo Maggio 5, Massa Lubrense (NA), tel. 081/8789832, www.arthotelvillafiorella.com

A Borgo San Gaetano di Barnalda (MT) si vive la tradizione più autentica

 La seconda tappa del nostro viaggio settimanale all’insegna del Piccolo & Premium ci porta in Basilicata, piccola-grande regione tutta da scoprire, con mare e montagna, meraviglie naturalistiche e archeologiche, patria di una città unica come Matera.

Una terra legata alle sue tradizioni come testimoniano strutture come l’elegante e intimo Borgo San Gaetano a Bernalda, ricavato da un antico frantoio di proprietà della signora Noemi Dell’Osso, bernaldese di origine, che lo gestisce insieme al marito Gianluigi Spinelli.

Non conoscevo Bernalda ma una volta giunto in questa località incantevole, a breve distanza dal mare di Metaponto, mi sono ritrovato a vivere lo spirito più vero di quella Lucania che incanta i visitatori con tante piccole attenzioni, ritmi slow e lo accompagna nella riscoperta del piacere di vivere.

Si alloggia nelle dimore e nei casalini del borgo, un tempo luoghi di lavoro annessi al palazzo padronale, curati nei minimi dettagli da un’attenta ristrutturazione che ha regalato loro nuova vita. L’accoglienza è calorosa, ricca di consigli per andare alla scoperta di chiese rurali, borghi incantati, riti e miti lucani, paesi scomparsi, mari dalle acque cristalline e ovviamente sapori tra macellerie che si trasformano in ottimi ristoranti di carne e trattorie contadine.

INFO: Borgo San Gaetano, Vico Corso Metaponto 25, Bernalda (MT), tel 0835/1790014, www.borgosangaetano.com