In Auto

La Peugeot 3008: l’Autoweekend che sfida le premium

Peugeot 3008 – Abbiamo provato per voi il SUV Peugeot che supera le aspettative: questa nuova Autoweekend è infatti ben costruita e sfida le categorie superiori.

Artigli del leone – Il muso è massiccio, la mascherina ha un ruolo predominante, bordi cromati e “texture 3D” a scacchi. Particolari importanti sono i fari bi-led, che con la carrozzeria creano un disegno molto interessante e aggressivo. In generale la personalità di questo SUV è da premiare in un periodo asettico come quello in cui viviamo. Le colorazioni sono anch’esse azzeccate e nello spirito del modello e della casa francese. Questa personalità la ritroviamo anche nel disegno della fiancata, nel tetto e nel posteriore. I materiali e le superfici sono molto eterogenee all’esterno di questa 3008, il montante posteriore è infatti rifinito con plastica lucida di colore scuro, scelta stilistica che permette di alleggerire visivamente il tetto che sembra scollegato dalla fiancata. Inoltre, la parte superiore dei finestrini e alcuni particolari dei paraurti sono in simil-alluminio, creando un effetto off-road e di solidità. Il posteriore è grintoso e originale, una fascia di plastica nera racchiude infatti i fari posteriori che consistono in 3 elementi verticali che simulano gli artigli del leone Peugeot.unnamed-1
Spirito da concept – L’abitacolo è ugualmente originale e ben rifinito. La strumentazione è completamente digitale, compreso il tachimetro e il contagiri, che si leggono al di sopra al bellissimo volante esagonale. Volante a sole due razze e un predominante elemento centrale. Lo schermo al centro della plancia sostituisce i normali comandi fisici, quali il controllo del clima e della radio, è di 12,3”, con una buona risoluzione e touch-screen adattivo. Per concludere il design degli interni trasmette una qualità di progettazione molto alta e una ricercatezza particolare.peugeot-3008-2016-310-fr-img-48214-17

Trazione sbagliata, ma buona dinamica- Nonostante la maggioranza dei SUV  di questa categoria abbiano esclusivamente la trazione anteriore, da questo Peugeot ci aspettavamo di più. Certo il controllo di trazione “advanced grip-control” ci aiuta a superare le situazioni più semplici, ma sembra dovremo aspettare ancora due anni per una versione a quattro ruote motrici. La dinamica di guida è in ogni caso più che soddisfacente. I tornanti, anche se in salita, si prendono con allegria e il motore diesel 1.6 sovralimentato non sembra avere segni di cedimento o affaticamento. La risposta di sterzo e telaio è più che sincera, anche grazie alla piattaforma in comune con la 308, con la quale condivide anche le motorizzazioni. I prezzi partono da 28.250 euro con il 1.2 turbo benzina da 130 Cv.unnamed

Emanuele D’Argenzio