Weekend Italy

Pasqua a Firenze per la Cerimonia dello scoppio del carro

È un modo davvero originale di celebrare la Pasqua, ma antico di millenni. A Firenze, infatti, la domenica di Pasqua, che quest’anno cade il 1° aprile, si rinnova la tradizione della Cerimonia dello Scoppio del Carro, una celebrazione storica e religiosa insieme che attrae migliaia di visitatori, cittadini e curiosi.

Una storia che risale alle Crociate

Le origini della Cerimonia dello Scoppio del carro avrebbero origine durante la Prima Crociata della Guerra Santa, nel 1099. Un giovane fiorentino appartenente alla nobile famiglia dei Pazzi, detto Pazzino, fu il primo a scalare il muro di Gerusalemme e innalzare il vessillo cristiano.

Come premio per il suo coraggio, ricevette in dono tre pietre focaie provenienti dal Santo Sepolcro che conservò con sé fino alla fine della Crociata e portò a Firenze. Le tre pietre vennero in seguito utilizzate per donare una “scintilla di fuoco santo”, dopo la benedizione, alle famiglie, per accendere il focolare domestico, come simbolo della Resurrezione di Cristo. Oggi, le reliquie sono conservate nella Chiesa dei SS Apostoli.

La Cerimonia dello Scoppio del Carro è invece una tradizione che risale al 1622, quando, per la prima volta, venne realizzato un carro decorato, detto il “Brindellone”, a forma di torre a più piano. Trainato da due buoi ornati da ghirlande, venne portato in giro per le strade di Firenze, per poi essere “recapitato” in Piazza del Duomo, tra il Battistero e la Cattedrale.

Le fasi della Cerimonia

Ancora oggi, la cerimonia non è poi così diversa da quella delle origini. Si comincia alle 8 del mattino, quando il carro, decorato e ben “farcito” di fuochi d’artificio, viene accompagnato dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina dal deposito del Prato a Piazza del Duomo.

L’itinerario è quello di via del Prato, Borgo Ognissanti, Piazza Goldoni, via della Vigna Nuovo, via Strozzi, piazza della Repubblica, dove si ricongiungerà con il Gonfalone proveniente da Piazza della Signoria, via Roma e arrivo in Piazza San Giovanni.

Alle 8.15, una rappresentanza di Bandierai degli Uffizi partirà dal Palagio di Parte Guelfa percorrendo via Porta Rossa, Mercato Nuovo, via Vacchereccia con arrivo in Piazza della Signoria.

Alle 8.30, da qui si muoverà il Corteo della Repubblica Fiorentina, con il Gonfalone e in Sindaco, per raggiungere Piazza della Repubblica, accompagnata da un’esibizione di musici e sbandieratori.

Alle 9.40 è previsto l’arrivo del corteo e del Carro del Fuoco in Piazza San Giovanni e, alle 10.15, in attesa del clou della cerimonia, ci sarà il sorteggio per l’abbinamento delle partite del Torneo di San Giovanni.

Attorno alle 10, ha inizio la Santa Messa pasquale nella cattedrale, durante la quale, verso le 11, mentre si canta il Gloria, l’arcivescovo accende con il fuoco sacro un razzo a forma di colomba, detto “La Colombina”, simbolo dello Spirito Santo. Questa “vola” fuori dalla chiesa percorrendo un filo che va a colpire il carro fermo nella piazza, dando il via a un crescendo di luci, colori e scoppi di fuochi d’artificio.

La tradizione vuole che, se tutti i fuochi d’artificio esplodono, si prospetterà un raccolto ricco e un anno fortunato per la città e i suoi cittadini.

Quaresimali

Sono biscotti dalla forma di lettera che si preparano nel periodo di Pasqua nell’area di Firenze e di Prato. Gustosi e divertenti, sono facili da preparare.

Ingredienti

  • 150 gr di farina
  • 30 gr di cacao
  • 3 albumi montati a neve
  • 170 gr di zucchero a velo
  • 1 scorza d’arancia
  • Sale q.b.

 Mescolate insieme la farina, il cacao, lo zucchero e un pizzico di sale. Grattugiate nell’impasto la buccia di un arancio. Unite anche gli albumi montati a neve, continuando a mescolare delicatamente. Regolate di farina se l’impasto risulta troppo liquido. Se, al contrario, risulta troppo duro, aggiungete un altro albume. Ricavate i biscotti a forma di lettera a mano o con l’ausilio di un sac-à-poche e riponeteli su una teglia rivestita di carta da forno. Fate cuocere a 150 °C per circa 15 minuti.

COME ARRIVARE

In auto: da Nord e da Sud, autostrada A1 seguendo una delle quattro uscite per Firenze. Per chi arriva dalla costa Tirrenica, A11 Firenze-Pisa-Livorno.

DOVE MANGIARE

*Trattoria Il Porcospino, Piazza di Madonna degli Aldobrandini 11, tel 055/21770, www.il-porcospino.it/ . Cucina tradizionale

*All’Antico Ristoro di Cambi, via S.Onofrio 1R, tel 055/217134, www.anticoristorodicambi.it

DOVE DORMIRE

*Hotel Principe****, Lungarno Vespucci 34, tel 055/284848, www.hotelprincipe.com . Hote di charme in centro.

*Hotel De La Ville****, Piazza Antinori 1/r, tel 055/2381805, www.hoteldelaville.it/ 

INFO

www.visitflorence.com