Weekend con gusto Weekend in Arte

Modigliani, a Livorno due mostre per il centenario del “pittore maledetto”

image_pdfimage_print

Di Benedetta D’Argenzio

C’è ancora tempo fino al 16 febbraio per visitare le due mostre che la città di Livorno dedica al suo cittadino più celebre, Amedeo Modigliani, a cent’anni dalla morte. L’artista, celebre per i suoi ritratti dalle caratteristiche uniche, e distinguibili anche dai meno esperti di arte, come i lunghi colli, i volti stilizzati e gli occhi allungati e privi di pupille, nasce infatti a Livorno il 12 luglio 1884 da padre italiano e madre francese, e morirà a Parigi il 24 gennaio 1920, a soli 36 anni, a causa di una polmonite complicata dalla tubercolosi, di cui soffriva fin da bambino e che gli precluse la carriera di scultore.

Modigliani e la fama di “artista maledetto”

Ad Amedeo Modigliani è spesso associato l’appellativo di “pittore maledetto”. A che cosa si deve questa infausta nomea? Due sono i fattori che hanno contribuito a crearne la sinistra fama. Il primo è lo stile di vita smodato, fatto di frequentazioni poco raccomandabili e consumo eccessivo di alcool e hashish, caratteristiche comuni a molti artisti dell’epoca, ma che in lui erano accentuate dal carattere impulsivo, a tratti violento e plateale nelle sue manifestazioni.

Il secondo fattore è dovuto all’assonanza tra il diminutivo del suo cognome Modì, come veniva chiamato tra gli ambienti di Parigi, e il termine francese maudit, appunto, maledetto.

Le mostre

Modigliani e l’avventura di Montparnasse”, è il titolo della mostra allestita al Museo della Città, e racchiude in via eccezionale i dipinti e disegni appartenuti ai due collezionisti più importanti che hanno accompagnato e sostenuto l’artista nel corso della sua vita: Paul Alexandre e Jonas Netter.

Tra le 26 opere di Modigliani esposte ci saranno il ritratto Filette en Bleu (1918), il ritratto di Chaïm Soutine (1916) e il ritratto Elvire au col blanc (1918-1919). Inoltre, si possono ammirare più di un centinaio di altri capolavori che alcuni artisti contemporanei hanno dedicato al “pittore maledetto”

La mostra si può visitare fino al 16 febbraio, da martedì a domenica dalle 10 alle 19; dal 10 al 13 febbraio orario prolungato 10-21; da ven 14 a dom 16 dalle 10 alle 23. Biglietto intero € 15, ridotto € 10 per under 18 e over 65.

Omaggio a Modigliani”, allestita presso Guastalla Centro Arte, in via Roma 45, è invece è una mostra concepita come continuo e approfondimento della collezione che, tramite l’espressione di altri artisti, tra cui Sandro Martini, ha lo scopo di cogliere ed esporre alcuni aspetti dell’arte di Modigliani tramite punti di vista differenti. La mostra rimane aperta fino al 16 febbraio dal martedì al sabato, con orario 10-13 e 16.30-20.

Livorno da vedere…

Nella passeggiata da una mostra all’altra non si può non notare il Mercato delle Vettovaglie, che prende il nome dalle provvigioni per l’esercito. La città di Livorno era infatti la prima linea di difesa contro le incursioni dei pirati all’epoca in cui la città faceva parte dei possedimenti dalla potente famiglia De’ Medici. Si tratta di una delle strutture architettoniche più affascinanti di Livorno, costruita nel XIX secolo, che ospita all’incirca 200 banchetti di pesce, cibo e molto altro.

Nel centro storico meritano una visita anche Piazza Repubblica con i monumenti a Ferdinando III e a Leopoldo II di Toscana, e il Duomo, dedicato a San Francesco. A pochi passi dalla piazza si trova un grande parco e la Fortezza Nuova, una delle antiche fortificazioni della città.

A margine del Porto Mediceo spicca invece la Fortezza Vecchia, che risale al XVI secolo. In Piazza Micheli si trova anche il Monumento dei Quattro Mori, simbolo della città, che celebra le vittorie di Ferdinando I contro i corsari. In Piazza del Cisternone si trova il l’edificio omonimo, una grande cisterna che serviva a garantire l’acqua alla città in caso di guasti all’acquedotto, in stile neoclassico.

Da non perdere una passeggiata sulla Terrazza Mascagni, una grande piazza che si affaccia sul lungomare con il pavimento a scacchiera di 8700 mq e che regala tramonti e panorami mozzafiato.

…e da gustare

Come località marittima, Livorno vede tra gli ingredienti principali dei suoi piatti tipici il pesce. Imperdibile il celebre cacciucco, detto anche “il C5”, perché per prepararlo occorrono almeno 5 pesci diversi, anche se la ricetta originale ne comprendeva addirittura sedici! I pesci devono essere cotti a lungo e serviti con pane tostato.

Tra le altre specialità da gustare ricordiamo anche il baccalà alla livornese, che si prepara con il sugo di pomodoro, e le triglie alla livornese, un secondo leggero e gustoso, in umido con una salsa di olio, aglio, prezzemolo, sedano e pomodoro.

COME ARRIVARE

In auto, da Firenze superstrada Firenze-Pisa-Livorno uscita Livorno centro. Da Roma, A12 Roma-Civitavecchia poi SS1/E80 da Civitavecchia a Livorno. Dalla Liguria A12 Genova-Livorno che attraversa la Versilia. Sia l’A11 che l’A12 sono connesse all’A1 e al Brennero per chi viene da Nord.

DOVE MANGIARE

 *Ristorante Le volte, via Calafati 4, Livorno centro, tel 0586/896868, www.ristorantelevoltelivorno.com, nei pressi del porto, offre un menù con piatti di mare della cucina tipica livornese, tra cui il cacciucco.

*Ristorante La Barcarola, viale Carducci 39, Livorno centro, tel 0586/402367, www.labarcarola.it Risale al 1935 ed è uno dei ristoranti più antichi di Livorno. Propone piatti della cucina livornese a base di pesce. Buona carta dei vini.

DOVE DORMIRE

*Grand Hotel Palazzo*****, viale Italia 195, tel 0586/260836, www.ghpalazzo.it Struttura storica, in splendida posizione fronte mare con viste panoramiche mozzafiato. Le camere sono arredate con lusso. A disposizione due ristoranti, piscina coperta, centro benessere con sauna, idromassaggio e sala fitness.

*Hotel Granduca****, Piazza Micheli 16, tel 0586/894024, Livorno Centro, www.granduca.it Nella centrale Piazza dei Quattro Mori, dispone di 80 camere di diversa tipologia e di un ristorante con menù a base di pesce fresco.

*B&B La Casa dei Nonni, via San Francesco 79, Livorno, tel 334/3617474, www.casadeinonnilivorno.it/ Nel centro città, a pochi passi dal porto mediceo, dispone di tre camere, di cui una matrimoniale, una doppia e una singola, cucina in comune.

INFO

www.mostramodigliani.livorno.it

www.guastallacentroarte.com