Weekend in Arte Weekend Italy

Le mostre da non perdere per questo autunno-inverno 2020

Il programma di mostre d’arte in Italia per l’autunno-inverno 2020-21 si preannuncia molto ricco. Come una rivincita e un riscatto sulla drammatica primavera appena trascorsa. A partire da settembre ci sono molte esposizioni imperdibili, che vi permetteranno di immergervi nella storia e nella cultura di questo nostro incredibile Paese.

Milano

Prima fra tutti, c’è l’appuntamento alle Gallerie d’Italia con una grande mostra dedicata a Giambattista Tiepolo, per celebrare i 250 anni dalla mostra del Maestro. Dal 29 ottobre al 1 marzo 2021. Tiepolo è  uno degli artisti più importanti e ricercati della sua epoca, per la sua capacità d’osservare la natura, che divenne la sua principale fonte di ispirazione e per la sua inesauribile vena narrativa e alla maestria tecnica nell’uso di colori, luci e prospettiva.

Sempre a Milano, dal 18 settembre al 15 novembre 2020, Palazzo Reale ospiterà una grande mostra dedicata a Federico Fellini, di cui ricorrono i 100 anni dalla nascita. La mostra ripercorre tutta la sua produzione, dando particolare rilievo al ruolo delle donne.

Al Mude, dal 7 ottobre al 7 marzo 2021, si svolgerà un’importante mostra dedicata a Chagall. Saranno esposte ben 140 opere tra dipinti, acquerelli e grafiche, di proprietà del Israel Museum. Dalla nostalgia per il paese natale si passa alle ricerche sul colore che caratterizzano le opere di Chagall per una modernità straordinaria. Indimenticabili le opere che parlano dell’amore del pittore per la moglie Belle, prematuramente scomparsa. Infine il periodo parigino, il ritorno in Russia e l’esilio fino alle favole colorate del periodo della Provenza. Una pittura leggera nella sua complessità, emozionante e coinvolgente.

Il Museo Diocesano Carlo Maria Martini ospita una grande mostra dedicata ad Inge Morat, La vita. La Fotografia. Saranno esposte circa 150 immagini, relative ad alcuni importanti reportage, come quelli realizzati a Venezia e a Parigi, in Spagna e in Russia.

Bologna

Dal 29 agosto 2020 fino al 14 febbraio 2021, Palazzo Albergati esporrà i 57 capolavori di Monet e dei maggiori esponenti dell’Impressionismo francese. Tra questi: Manet, Renoir, Degas e molti altri, tutti provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi. E’ la prima volta che questa Fondazione cede in prestito un corpus di opere uniche, molte delle quali mai esposte prima nel mondo.

Roma

Lo scorso 8 settembre si inaugurata la mostra su Banksy al Chiostro del Bramante. Irriverente, ribelle, visionario, lo “sconosciuto” artista è protagonista di “Banksy A visual protest”: oltre 90 opere. L’esposizione si snoda in un percorso espositivo rigoroso, che contrasta con l’architettura cinquecentesca del Chiostro. I lavori esposti abbracciano uno spazio temporale che va dal 2001 al 2017. L’expo non rinuncia alla multimedialità, ai contenuti educativi reinterpretati e fruibili in chiave digitale e virtuale, soprattutto per chi desidera beneficiare della didattica museale a distanza. La mostra sarà visitabile fino all’11 aprile 2021.

Un’altra mostra molto attesa nella capitale è  quella che si svolge nella villa egli anni 30 di Alberto Sordi, il grande attore romano. La lussuosa abitazione, che si trova in Piazzale Numa Pompilio, ha aperto al pubblico lo scorso 16 settembre, mostra  gli oggetti, gli abiti, le fotografie, i documenti inediti, i video e tante curiosità che permettono ai visitatori  di calarsi in quella sfera privata che l’attore mostrava molto poco. Sino al 31 gennaio 2021.

Dal 18 settembre al 29 novembre 2020 si tiene al Complesso di Capo di Bove sull’Appia Antica la mostra La lezione di Raffaello. Le antichità romane. Si tratta di 29 opere tra dipinti, incisioni, libri e disegni i contenuti della lettera concepita e stesa insieme a Baldassarre Castiglione da Raffaello Sanzio (Urbino 1483-1520 Roma) per papa Leone X nel 1519.

 

Napoli

Dal prossimo 5 settembre sino al 24 gennaio 2021, Castel dell’Ovo di Napoli ospiterà l’Estasi di Marina Abramovic. Artista serba naturalizzata statunitense, attiva fin dagli anni Sessanta del XX secolo, si è autodefinita come la «nonna della performance art». La sua interessante produzione esplora le relazioni tra l’artista e il pubblico, e il contrasto tra i limiti del corpo e le possibilità della mente.

Padova

Van Gogh. I colori della vita” è il titolo della mostra del Centro San Gaetano di Padova dal 10 ottobre 2020 all’11 aprile 2021. l’esposizione consente di conoscere alcuni percorsi della vita e dell’opera di Van Gogh finora sconosciuti. Sono esposti 78 quadri e disegni, cui sarà affiancata una selezione di una quindicina di capolavori di artisti a lui legati, come Millet, Gauguin, Seurat, Signac e Hiroshige.

Rimini

Non si vedeva nella sua città d’origine dal lontano 1842, la Madonna Diotallevi di Raffaello. Nell’anno delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte del grande pittore, Rimini sarà una della città protagoniste delle celebrazioni raffaelliane in programma per il 2020 e 2021. Infatti, dal 17 ottobre al 10 gennaio 2021, la preziosa tavola, oggi conservata alla Gemäldegalerie di Berlino, sarà esposta a Palazzo di Città accanto al Crocifisso di Giovanni da Rimini e all’Incoronazione della Vergine di Giuliano da Rimini, più nota come Polittico di Norfolk.

Di Benedetta D’Argenzio