WEEKEND & TRAVEL

Le 10 strade panoramiche più belle d’Italia

image_pdfimage_print

Il nostro bel Paese regala un po’ ovunque paesaggi mozzafiato. Ma ci sono strade che per lunghezza, posizione e particolarità regalano emozioni uniche. Ecco, allora, da nord a sud, le 10 strade panoramiche più belle d’Italia.

1.La Grande Strada delle Dolomiti

Detta anche l’”Ottovolante, la SS 48, o Grande Strada delle Dolomiti è lunga 110 km e collega Bolzano, anzi, più precisamente il paese di Cardano, a Cortina d’Ampezzo attraverso curve, tornanti e paesaggi mozzafiato. A parte la dovuta prudenza, si consiglia di percorrerla con lentezza per ammirare borghi, scorci e panorami delle Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

2.La Grande Strada Regina

Andiamo poi in Lombardia, in provincia di Como, dove la SS 340, o Statale Regina, ricalca l’antico percorso romano che portava da Cremona a Milano. La strada parte da Como e si snoda lungo la sponga occidentale del lago omonimo, toccando splendide località come Cernobbio, Laglio, Gravedona, Moltrasio, fino a raggiungere Menaggio. Qui si può fare una sosta e proseguire verso il confine svizzero, ammirando gli altrettanto splendidi scorci del Lago di Lugano. La Strada Regina è lunga circa 60 km e regala meravigliosi panorami del lago.

3.La Strada del Barolo

In Piemonte, invece, si trova la splendida Strada del Barolo, lunga circa 13 km, che inizia da Alba, “capitale” del rinomato tartufo bianco e termina nel suggestivo borgo medievale di Barolo. In mezzo, le sinuose colline dove nascono i pregiati vini rossi, come il Barolo, il Barbaresco e il Dolcetto, alternati a borghi medievali di rara bellezza, tra cui Dogliani, Roddi, Serralunga e La Morra. Il percorso è molto facile e vale la pena percorrerlo in maniera “slow”, magari facendo qualche tappa nelle cantine.

4. La Litoranea delle Cinque Terre

Scendiamo poi verso la Liguria, dove entra di diritto tra le 10 strade panoramiche più belle d’Italia la Litoranea delle Cinque terre, cioè la SS 370, che collega Monterosso a Rio Maggiore, toccando Vernazza, Corniglia, e Manarola. La strada è lunga circa 10 km e si snoda lungo il Levante Ligure, a un’altezza di circa 400 metri sulle pendici di montagne a strapiombo sul mare, da cui si può godere di panorami mozzafiato, tra terrazzamenti, muretti a secco, Patrimonio UNESCO, coltivazioni di basilico per preparare il rinomato “pesto” ligure, vigneti dove nasce lo Schiacchetrà, il vino DOC delle Cinque Terre.

5. La Strada Costiera Triestina

La SS 14 della Venezia Giulia, che congiunge Sistiana a Miramare Grignano, detta “La Costiera”, è una delle strade più panoramiche d’Italia e conduce a Trieste fin dal 1928, quando fu costruita. Lunga una decina di chilometri, si mantiene in alto per un primo tratto, per poi scendere verso il mare all’altezza di Barcola. Sono molti gli spiazzi dove parcheggiare per ammirare e fotografare il panorama sul Golfo di Trieste. Giunti al capolinea, Miramare Grignano, fermatevi per visitare lo splendido castello, tra le dimore più belle del casato imperiale degli Asburgo-Lorena.

6.La Panoramica di San Bartolo

Sarebbe piaciuta a Dante la Strada Panoramica di San Bartolo, nelle Marche, che collega Gabicce Mare a Pesaro. Di sicuro, questi 16 km di tornanti sono piaciuti a Valentino Rossi che qui si è scatenato con la sua moto. La strada si snoda nel territorio del Parco Naturale del Monte San Bartolo, quasi sospesa tra il mare e le colline ammantare di ginestre, che in primavera si dipingono di giallo. Siamo nelle terre in cui nacque il tragico amore di Paolo e Francesca, cantato da Dante nell’Inferno, ma qui gli amanti dell’arte e della storia possono visitare splendidi borghi medievali, pievi, chiese, mentre chi ama il trekking e le escursioni può parcheggiare l’auto e proseguire alla scoperta di luoghi di rara bellezza.

7.La Chiantigiana

I quasi 70 km della SS 222, più nota come La Chiantigiana, sono i più famosi e percorsi d’Italia. Collega Firenze a Siena, e si snoda nella culla del Chianti, tra dolci colline, castelli, palazzi, borghi medievali, toccando Greve in Chianti, sede del Museo del Vino, Panzano in Chianti, e Castellina in Chianti, con le sue testimonianze etrusche.

8. L’Amalfitana

Chiamata anche “Nastro Azzurro”; la SS 163 non è solo una delle strade panoramiche più belle d’Italia, ma anche in Europa, famosa tra i viaggiatori di tutto il mondo che sognano di percorrere i suoi quasi 60 km di tornanti a strapiombo sul mare blu, ammirando gli splendidi panorami della Costiera Amalfitana, Patrimonio dell’Umanità UNESCO. L’Amalfitana comincia a Meta, e arriva a Vietri sul Mare, toccando Positano, Maiori, Minori, Ravello e Amalfi. Bella, ma anche pericolosa. La strada, infatti è piuttosto stretta e ricca di tornanti, al di là dei quali si scorgono panorami da sogno.

9. L’Anello dell’Etna

La SS 120, nota anche come l’Anello dell’Etna, parte dalla splendida Taormina, dove prima di partire si può sostare per visitare lo splendido Teatro Greco, ci si ferma poi per ammirare Isola Bella, lo scoglio collegato alla terraferma da una striscia di sabbia che appare e scompare secondo i capricci delle maree, per poi puntare verso il cono vulcanico dell’Etna. Si toccano paesini, scorci di mare e di terra, all’ombra del vulcano, fino ad arrivare al Rifugio Sapienza.

10.La “panoramica” della Costa del Sud

Andiamo infine in Sardegna, dove la Strada Panoramica della Costa Sud, lunga 25 km, collega Teulada a Chia, all’estrema punta meridionale dell’isola. La strada tocca panorami eterogenei, tra imponenti rocce di granito, zone boscose e le celebri spiagge che non hanno nulla da invidiare a mete esotiche. Tra queste c’è Cala Tauredda, tra le più belle della Sardegna, la spiaggia di Piscinni, con la torre di avvistamento spagnola, e Sa Colonia, con i suoi stagni di acqua dolce, dove poter ammirare i fenicotteri rosa e altre specie di uccelli.