Weekend Italy

Lampedusa e Linosa: “isolarsi” al tempo del Covid (2 ° puntata)

image_pdfimage_print

Testo e foto di Vittorio Giannella

Le isole siciliane di Lampedusa e Linosa saranno le prime isole italiane Covid free, assicura l’amministrazione comunale dell’isola. “Prima della stagione estiva vaccineremo con le due dosi, tutte le 6500 persone residenti di entrambe le isole, per poter risollevare l’economia locale di quest’ultimo lembo di terra italiano, in gran parte data dal turismo” conferma il sindaco Salvatore Martello.

Una casa colorata a Linosa

Le casette multicolori di Linosa che fanno a gara con le pennellate di colori della macchia mediterranea, il mare turchese di Lampedusa che non ha eguali, rimane un piccolo mondo tutto da scoprire. Affittando uno scooter si può facilmente raggiungere il tratto di costa meridionale di Lampedusa, e visitare alcune spiagge sabbiose come quella dei Conigli, tra le dieci più belle al mondo, nel Travelers Choice 2021, e in assoluto la più votata in Europa dalle recensioni dei turisti di Trip Advisor.

La splendida Baia dei Conigli

Si raggiunge a piedi seguendo un sentiero facile di cinquecento metri, che serpeggia tra la macchia profumata di asfodeli tra i garriti di gabbiani che nidificano nella vicina isola dei Conigli, riserva naturale e non accessibile. Il biancore della sabbia contrasta con la trasparenza dell’acqua e fare un bagno qui sarà come ribattezzarsi. Un altro sentiero ben individuabile, attraversa la valle della forbice, ombreggiato da pini piegati nella direzione del vento dominante, si arriva a Cala Pulcino caratterizzata da un’acqua celeste e trasparente che contrasta con le rocce colorate che la chiudono. La sera si va in Corso Roma, cuore pulsante della movida isolana e ci si ritrova per un drink, seduti in uno dei numerosi bar, rinfrescati dalla brezza serale, mentre i pescherecci scaricano il loro bottino giornaliero.

Lo splendido mare di Lampedusa

Linosa, a poche miglia di distanza, raggiungibile con un veloce aliscafo, è la punta emergente di un vulcano estinto alto 198 metri, e le sue case colorate, dipinte così da centocinquant’anni, da quando cioè, l’isola venne popolata per ordine dei Borboni e abitata da 450 abitanti, tutte concentrate nelle vicinanze del molo. Linosa è un paradiso per chi ama le immersioni. Le acque sempre limpide, sono subito profonde perché il cono vulcanico si inabissa ai 300 metri già a un chilometro dalla riva.

Trasparenze a Baia dei Conigli

La gastronomia delle due isole contiene il sapore intenso della cucina mediterranea, con piatti di pesce abbinato a ingredienti di terra, come capperi, finocchietto selvatico e timo.