Weekend Italy

I borghi più romantici d’Italia

In occasione della festa degli innamorati abbiamo deciso di creare una galleria che possa raccontare i borghi più romantici della nostra bellissima Italia. Da nord a sud, da est a ovest, lasciatevi affascinare da queste bellezze di cui è impossibile non innamorarsi…

Alberobello – Puglia

Alberobello

Al centro della Valle d’Itria, quando scende la sera e i visitatori in giornata lasciano il paese, sembra di essere in un presepe, in una magia, l’aria calda e profumata, il cielo di stelle, le case bianche. Quando dal XV secolo i conti di Conversano imposero agli abitanti della zona di costruire abitazioni senza malta (in modo che apparissero “precarie” e quindi non soggette alle tasse), non avrebbero mai immaginato di porre le basi per la nascita di un architettura così peculiare (con tetto a cupola autoportante) e suggestiva.

Aci Trezza – Sicilia

gnuckx (@) gmail.com

Il piccolo centro di pescatori in provincia di Catania è considerato uno dei luoghi dell’isola dove è impossibile non innamorarsi. Non tutti sanno che proprio ad Aci Trezza è ambientata una delle leggende più poetiche di tutta l’antichità, quella che narra la passionale vicenda della bella Ninfa Galatea, figlia del Dio marino Nereo, e del suo innamorato, un bellissimo pastore di nome Aci. Il ciclope Polifemo, invidioso del giovane perchè a sua volta innamorato della ninfa, non riuscendo ad attirarla a se scagliò un  masso enorme che uccise Aci: come viene raccontato da Ovidio nelle Metamorfosi Galatea, per tenere in vita il suo amore, trasformò il sangue di Aci in una sorgente e lui stesso divenne un dio fluviale.

Borghetto sul Mincio  – Veneto

13163449514_e571bc91c2_b

Cascate e mulini lungo il fiume, b&b su un isolotto al centro del corso d’acqua o nascosti tra gli alberi del bosco: Borghetto Valeggio sul Mincio (Verona) è un romantico rifugio nella natura. Ogni anno, il terzo martedì del mese di giugno, sul ponte visconteo (collegato al Castello Scaligero) si svolge la Festa del Nodo d’amore in cui si mangiano i tortellini che danno il nome all’evento. Ma il nodo d’amore richiama anche una leggenda, il fazzoletto annodato simbolo dell’amore tra una ninfa e un soldato.

Gradara – Marche

Gradara_innevata_2

“Amor, ch’a nullo amato amar perdona…”. Secondo la tradizione è proprio nella rocca di questo borgo, uno dei meglio conservati, che si svolse la vicenda amorosa di Paolo e Francesca narrata nella Divina Commedia. Oltre al castello, si possono visitare le antiche grotte sotterranee del Museo Storico e il Giardino degli Ulivi di via Cappuccini. Durante la settimana di San Valentino ogni notte Gradara rimane illuminato solo dalla luce di 1.000 candele. Le coppie vengono accompagnate in un itinerario romantico nel borgo tra poesie, serenate, cene e spettacoli.

Lucignano – Toscana

Lucignano_panorama_dalla_fortezza

Qui ci si sente avvolti da una dimensione intima, dove godersi, lentamente, il fascino delle piccole cose, il trascorrere lento del tempo passeggiando, dolcemente, nell’intricato labirinto di una realtà senza tempo, strade dalla forma ellittica che ha saputo conservare un’immagine tranquilla e serena. Le coppie troveranno in questa deliziosa realtà un’isola felice in quanto, proprio qui, custodito in una teca di cristallo tra le mura del Museo Comunale, in quel di in Piazza del Tribunale, là dove, al centro della Sala delle Udienze, si trova il famoso l’Albero dell’Amore un capolavoro d’arte orafa gotica, portafortuna che suggella le promesse d’amore di tutti gli innamorati tanto che, tra gli sposi aretini, è tradizione promettersi fedeltà davanti al reliquiario. Superstizioni o verità?!

Porto Venere – Liguria

houses-933865_960_720

Affacciato sul Golfo di La Spezia (detto anche Golfo dei Poeti), Porto Venere fa parte dei siti Patrimonio Unesco dell’Umanità. La leggenda vuole che la dea dell’amore fosse nata dalla spuma del mare dove sorgeva il tempio dedicato alla Venere Ericina (e dove oggi si trova la chiesa di San Pietro). Sotto lo stesso sperone si trovano le grotte Byron, dove il poeta inglese trovava ispirazione per i suoi componimenti. Poco lontano dal borgo delle tipiche case colorate sorge ilCastello,esempio di architettura militare genovese.

Tropea -Calabria

Santa_Maria_dell'Isola_-_Tropea_-_Calabria_-_Italy_-_July_25th_2013_-_03

La leggenda racconta che a fondare questa minuscola località calabra (tra i comuni più piccoli d’Italia) sia stato Ercole dopo aver vinto la battaglia contro i Giganti. Ma sono tante le storie nate intorno al borgo e ai suoi scogli, come quello chiamato “a Pizzuta” dove si dice fosse legato il Ciclope d’Ulisse. Tropea haspiagge e mare da sogno, chiesee suggestivi palazzi normanni. Si possono fare escursioni in mare tra calette e grotte oppureimmersioni secondo l’itinerario subacqueo che va dal relitto di una nave della II Guerra Mondiale alla Secca del Monaco dove le acque sono profonde 80 metri.