Giulia Sprint GT Electric, Togg e Fisker Ocean: le tre Weekend Green car che spianano la strada ad un futuro sempre più ecosostenibile

Lo abbiamo detto più volte in passato e continuiamo a ribadirlo: il futuro dell’automotive sarà sempre più ecosostenibile, come sottolineano le tantissime novità dotate di una meccanica elettrificata che si preparano a sbarcare sui mercati internazionali nel corso del 2020. La strada verso un futuro a zero emissioni si allarga sempre più con il debutto di tre Weekend Green car selezionate appositamente da noi per mostrarvi fino a dove può spingersi il settore automotive. Le vetture in questione sono la sportivissima Giulia Sprint GT Electric realizzata dalla Totem, il “rivoluzionario” SUV turco Togg e la versatile Fisker Ocean proveniente dagli Stati Uniti e futura rivale della Tesla Model Y.

Giulia Sprint GT Electric by Totem

L’Alfa Romeo Giulia Sprint GT realizzata dalal Casa del Biscione nel corso degli anni ’60 è senza ombra di dubbio una delle auto più affascinanti di tutti i tempi, grazie ad una linea in grado di non stancare lo sguardo nemmeno per un secondo. Ora, questa vettura senza tempo tornerà presto alla ribalta grazie ad una rivisitazione in chiave ecosostenibile che verrà svelata in occasione del celebre Goodwood Festival of Speed 2020.

La Totem Automobili – giovanissima facorty nata a Venezia nel 2018 – sta infatti realizzando il suo primo modello, ovvero un restomod elettrico della classica Gran Turismo realizzata da Bertone che verrà appunto battezzato GT Electric.

Fibra di carbonio e 525 cavalli elettrici

Basata sull’Alfa Romeo Giulia Sprint GT Tipo 105, questa speciale vettura 100% elettrica sfrutta un telaio rinforzato a a cui è stato abbinato una carrozzeria in fibra di carbonio. Sotto le linee classiche ed intramontabili della GT Sprint troviamo una sofisticata meccanica a zero emissioni in grado di sviluppare la bellezza di 525 CV, più che sufficenti a garantire prestazioni da supercar pura.

Tanta autonomia

Secondo le informazioni diffuse dalla start-up veneziana la GT electric potrà contare su un pacco batterie in grado di garantire un’autonomia di circa 325 km con una sola carica di energia, mentre i tempi di ricarica rimangono ancora sconosciuti.

Togg

Fino ad oggi la Turchia non era certo famosa per la sua industria automotive, considerando che l’unica azienda del paese medio orientale che produce auto è per il 40% proprietà del Gruppo Fiat-Chrysler. Ora però le cose sono decisamente cambiate dopo la recente presentazione ufficiale di un’automobile elettrica a dir poco “rivoluzionaria”.

Questo inedito modello che sfoggia le forme di un SUV a zero emissioni è frutto della nuova casa automobilistica nazionale turca chiamata Togg, fondata da un consorzio di imprenditori e aziende locali e presentata ufficialmente in anteprima mondiale niente di meno che dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan in persona.

Due varianti per ogni tipo di esigenza

Realizzato su una piattaforma specifica realizzata direttamente dalla Togg, questo SUV verrà proposto in due differenti versioni: la prima equipaggiata con un motore da 200 CV alimentato da un pacco batterie in rado di offrire un’autonomia di circa 300 km. La seconda variante verrà invece spinta d adue motori in grado di fornire una potenza combinata di ben 400 CV e utilizzerà delle batterie in grado di garantire una percorrenza di circa 500 km. Quest’ultima variante garantire accelerazioni fulminee, infatti secondo il Costruttore lo scatto da 0 a 100 km/h verrà bruciato in poco più di 5 secondi. Interessante anche i tempi di ricarica, si parla infatti di una ricarica delle batterie fino all’80% in appena mezz’ora.

 

Abitacolo futuristico

Il design esterno della vettura ha origini italiane, infatti è frutto della sapiente matita di Pinifarina, ma la cosa che ci stupisce maggiormente è l’abitacolo, capace di farci fare un vero e proprio salto in avanti nel futuro. La plancia risulta dominata da una serie di display dal forte impatto scenografico: tra questi troviamo uno incastonato nella parte bassa della console centrale che permette di gestire la climatizzazione intelligente, non mancano inoltre una serie di schermi che abbracciano tutta la parte alta della plancia e che permettono di gestire il sistema di infotainment e la strumentazione. Anche gli specchietti risultano 100% digitali e le immagini immortalate dalle microcamere vengono trasmesse su ulteriori display installati ai lati della plancia.

 

Fisker Ocean

Nelle scorse ore è stata svelata sull’importante palcoscenico del CES di Las Vegas 2020, la più importante fiera dell’elettronica del mondo, la nuova e tecnologica Fisker Ocean, primo SUV del Costruttore americano specializzato in auto elettriche di lusso e ad alte prestazioni che si distingue per alcune soluzioni tecniche decisamente all’avanguardia.

Dentro c’è anche il karaoke

Dal punto di vista estetico, la vettura strizza l’occhio ad alcuni dei più apprezzati SUV del momento, ovvero alla Range Rover Evoque che ricorda nella parte frontale e alla Volvo XC40 per alcuni dettagli della fiancata. All’interno troviamo una plancia dall’aspetto minimal che si distingue per la presenza di un grande display verticale che richiama i tablet, non manca inoltre un head up display da cui è possibile visualizzare i testi delle canzoni che si stanno ascoltando, proprio come se fosse un vero karaoke.

Sfrutta i pannelli solari sul tetto

Ancora sconosciuta la potenza della meccanica elettrica, si conosce soltanto il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h che avviene in appena 2,9 secondi. La vettura sarà disponibile sia con trazione a 2 che a 4 ruote motrici, inoltre il pacco di batterie agli ioni di litio da 80 kWh permetterà di percorrere fino a 482 km con un pieno di energia. Per aumentare ulteriormente l’autonomia d’esercizio sarà possibile sfruttare un pannello solare installato sul tetto della vettura.