Top Chef con Ricetta

Franco Noriega, lo chef più sexy del mondo

image_pdfimage_print

Nella foto: Franco Noriega in cucina.

Sfida in cucina: stelle Michelin e ricette elaborate contro addominali mozzafiato e una faccia da Hollywood… Chi vince ?
di Cesare Zucca   –

Per la versione integrale in italiano CLICCA QUI
For the full version in english CLICK HERE

Sfida in cucina: stelle Michelin e ricette elaborate contro addominali mozzafiato e una faccia da Hollywood… Chi vince ?
Per me la risposta è semplice: vince il cibo sano e un piatto saporito fatto con ingredienti selezionati e intelligenti scelte organiche. In più, se ai fornelli c’è Franco Noriega, definito dalla stampa internazionale ‘lo chef più sexy del mondo’,  il gioco è fatto!

Franco Noriega, peruviano di origine, ha sfilato nelle passerelle di Burberry e Dolce & Gabbana, è popolarissimo su YouTube grazie al suo show “Chef Nudo” ed è richiestissimo dai più popolari talk show americani, come “Ellen”, Noriega è il fondatore e ristoratore di BABY BRASA, gruppo di ristoranti organici e servizi di catering con sede a New York.

Baby Brasa si ispira alle classiche pollerías peruviane e si concentra sul servire pasti sani e di provenienza responsabile per una cucina peruviana contemporanea, piatti fusion, cocktail d’autore e una ‘caliente’ musica live.

Dove ti piace passare un weekend libero?
Amo il sole, il mare, la spiaggia, le palme, quindi le mie destinazioni preferite sono Miami, che è a poche ore di volo da NY oppure Rio do Janeiro, per un weekend lungo: viaggio di notte, e quando arrivo alla mattina… sono già in spiaggia!

Come modello, hai viaggiato tanto?
In tutto il mondo, Italia compresa, naturalmente. Mi piace scoprire nuovi posti, e nuove culture, Sono un gran curioso e aper a nuove sensazioni. Ero in Messico a Tulum, in uno dei nostri Hotels Casa Pueblo, dove mi hanno servito un chilcano, tradizionale drink peruviano con ginger ale e pisco, tipico brandy prodotto in Perù che però lì avevano sostituito con il mezcal messicano. Ottimo, adottato!

Il tuo piatto preferito della cucina italiana?
La pasta al ragù, una vera delizia, ma anche la semplicissima aglio, olio e peperoncino…
il tuo primo ricordo in cucina ?
La cucina era un po’ il centro della casa.  Ero spesso tra i fornelli con nonna Delfina, lei cucinava, io curiosavo dovunque e l’aiutavo a pelare le patate. Provengo da una famiglia di ristoratori, i miei hanno sempre avuto locali in Perù e e sono cresciuto con un concetto del cibo concentrato non solo sul gusto e sulla bellezza, ma anche su cosa potesse significare in termini di lavoro, di carriera e di business.

Un business che, a causa del covid, ora sta attraversando una brutta crisi, anche a New York. Cosa dici a proposito?
Ti rispondo con un messaggio di speranza. In cinese la parola ‘crisi’ è tradotta in 危机 (Wei Ji), composta da due caratteri. Il primo è Wei, che significa ‘pericolo’, il secondo è Ji, che significa ‘opportunità’. È giunto il momento di pensare a quale sarà il nostro prossimo passo.
Il risorante è chiuso, però i nostri clienti rimangono affezionati, anche Sse solo per il ‘to go ‘.

Molte consegne a domicilio?
Si, devo dire che a New York il delivery è popolarissimo da anni, qui la gente cucina poco e preferisce farsi portare la cena a casa. Con lo slogan ‘Baby, we deliver’ ci siamo affidati a ottimi servizi di consegna, come Caviar, Seamless, Grubhub, che ci garantiscono recapiti rapidi e professionali in tutte le zone di Manhattan.

Tu cucini a casa?
Mangio quasi sempre nel mio ristorante, dove so che il cibo è fresco, naturale, pulito, ben curato, senza grassi o additivi poco salutari. Per esempio, i miei chicken wraps on greens, involtini di pollo, serviti come dei burritos messicani, ma in una foglia di lattuga, freschi, sani e super semplici da realizzare.
Ti dò la ricetta, provali!

Ti consideri uno chef green ?
Non amo classificarmi nè amo qualunque tipo di definizione: sono un paladino del cibo sano e di ingredienti organici e sono un sostenitore della politica no waste per ridurre al minimo lo spreco in cucina. L’impegno di prendersi cura dell’ambiente è essenziale

Per tenerti in forma segui una dieta speciale?
Si, posso dire che la mia dieta la faccio qui, semplicemente mangiando… e ballando: al weekend ospitiamo una band che suona musica latina ‘muy caliente’: cumbia, bachata, reggaeton, salsa, merengue… impossibile restare fermi…

Cosa c’è sempre nel tuo frigo?
Tanto verde: verdure, piselli e uova per il breakfast.
Tutto sanissimo dunque…
Si, anche se devo confessare che ogni tanto mi lascio tentare da qualche junk food. Un paio di giorni fa a Miami sono passato davanti un KFC e non ho saputo resistere a un piatto di pollo fritto. (ride) Nessuno è perfetto….

La ricetta più buona del mondo?
(ride) Penserai che voglio fare della promozione ma, credimi, non è così…
Il roasted baby chicken del mio ristorante è davvero il migliore che io abbia mai mangiato…e non sono il solo: ho molti amici chef che la pensano come me e quando hanno del tempo libero vengono qui a gustarsi il mio polletto.

Un piatto insuperabile? 
Non ho dubbi: il mitico risotto allo zafferano di mia nonna Natalina, originaria prorio di Milano.
Guidi?
Solo se sono in viaggio, qui a New York giro in bici o vado di skateboard.

il cibo più sexy?
Trovo piuttosto erotico un piatto con ostriche e avocado, eh si, devo confessarti che su di me l’avocado ha un effetto definitivamente afrodisiaco…

La ricetta di Franco Noriega
Chicken wraps on greens – Involtini di pollo su verdure
• Petti di pollo senza pelle disossati da  230 gr
• 1/2 tazza di maionese
• 1/4 tazza di parmigiano grattugiato
• 2 tazze di lattuga romana tritata
• 2 pomodori, ognuno tagliato in 6 fette
• 16 foglie di basilico fresco
• 1/2 tazza di crostini di pane, leggermente tritati
• 1 mango
• 1 grande lattuga intera
Preparazione
In una padella da 25 cm sciogli il burro a fuoco medio-basso.
Aggiungi il pollo e cuocilo, girandolo solo una volta, per 13-18 minuti o fino a quando la temperatura interna del pollo raggiunge i 75° e  entrambi i lati sono dorati.
Punzecchiali con una forbice per far uscire tutto il liquido.
Rimuovi dalla padella; tagliato a strisce sottili.
Mescola maionese e parmigiano in una ciotola. Distribuisci su ogni tortilla.
Usa la lattuga come se fosse una tortilla, quindi aggiungi il pollo, il pomodoro, il basilico e i crostini.
Avvolgi e crea un involtino, simile un burrito messicano.
INFO
info@babybrasa.com
Baby Brasa
173 7TH Ave. South, West Village New York
CESARE ZUCCA
Travel, food & lifestyle.
Milanese di nascita, vive tra New York, Milano e il resto del mondo. Viaggia su e giù per l’America e si concede evasioni in Italia e in Europa. Per WEEKEND PREMIUM fotografa e  racconta città, culture, stili  e scopre delizie gastronomiche sia tradizionali che innovative. Incontra e intervista top chefs di tutto il mondo, ‘ruba’ le loro ricette e vi racconta il tutto qui, in stile ‘Turista non Turista’
For the English version, go to next page
Click NEXT