WEEKEND-CAR PREMIUM

Fiat 500 elettrica eletta Auto Europa 2021: la piccola Weekend car ha sbaragliato la concorrenza

La Fiat Nuova 500 elettrica è stata eletta Auto Europa 2022. La piccola elettrica del Gruppo Stellantis è stata scelta come migliore auto prodotta e commercializzata in Europa sulla base dei requisiti di innovazione, design, qualità ed economia di esercizio. In “tempi non sospetti”, la Fiat 500 cabrio elettrica – iconica citycar a zero emissioni – è stata la compagna di viaggio del nostro suggestivo Weekend Premium sul Lago di Como. Quello tra la Fiat 500 e l’Italia è un legame indissolubile. La prima, del 1957, ha motorizzato un’intera nazione durante gli anni del boom economico. La seconda, del 2007, ha cambiato il concetto di citycar, mostrandola come una vettura compatta ma alla moda, accessibile ma indiscutibilmente cool. La terza 500, quella elettrica, proietta il marchio torinese direttamente nel futuro.

La decisione di eleggere la nuova 500 come Auto Europa 2022 è scaturita dalle preferenze dei soci dell’Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive, insieme agli appassionati di una giuria popolare ed oltre 100 opinion leader. A convincere i giornalisti dell’auto è l’evoluzione elettrica dell’iconica city car incoronata come protagonista della mobilità di domani tra le sette sul podio.

Le finaliste

Oltre alla Fiat Nuova 500, possono infatti vantarsi del titolo di finalista ad Auto Europa 2022 le seguenti vetture:

Audi Q4 e-tron

L’Audi Q4 e-tron è una suv medio-grande a trazione esclusivamente elettrica; si basa sulla piattaforma MEB, progettata dal gruppo Volkswagen proprio per i veicoli a zero emissioni

Bmw Serie 4

La nuova Bmw Serie 4 Coupé sfoggia linee ancora più filanti e un frontale di rottura con il passato caratterizzato da una enorme mascherina a doppio rene.

Cupra Formentor

La Cupra Formentor è un crossover medio con caratteristiche peculiari delle auto del marchio spagnolo: sportività, spazio e praticità.

Dacia Sandero

Look robusto, linee decise, nuova firma luminosa con fari a LED «Y-shape» e altezza da terra aumentata: la nuova Sandero Stepway sfoggia un design completamente rinnovato, affermando il suo stile da crossover.

Hyundai Tucson

La nuova Tucson port ain dote un design di forte impatto e le più avanzate tecnologie smart tech, unite a una motorizzazione ibrida che permettono di ridurre notevolmente il consumo di carburante.

Nissan Qashqai

La Nuova Nissan QASHQAI ridefinisce i canoni di stile grazie a design innovativo, nuovi sistemi di propulsione e un livello di connettività molto avanzato.

I dettagli della premiazione

La premiazione si è svolta nella suggestiva location di Nuvola Lavazza a Torino, dopo due giorni di lavori nel fitto programma del premio “Auto Europa” che ha avuto come fulcro Villa Rey sede dell’ASI – Automotoclub Storico Italiano.

Quest’anno la preferenza espressa dalla Giuria Opinion Leader UIGA è andata all’Audi Q4 e-tron, mentre il voto della Giuria Popolare ha visto prevalere la Nissan Qashqai. Tutte le vetture finaliste saranno ricordate come “auto coraggio”, perché lanciate durante l’emergenza pandemica che ha attanagliato l’economia e il tessuto sociale in tutto il mondo.

“Le sette finaliste di questa 36ma edizione di Auto Europa – ha commentato Gaetano Cesarano, presidente di UIGA – sono perfette ambasciatrici di ciò che l’auto oggi meglio esprime in termini di design, prestazioni tecnologiche, efficienza dinamica, sostenibilità ambientale ed attrattiva sul mercato. L’entusiasmo con cui in tanti hanno partecipato alle votazioni dimostra il grande potenziale che le quattro ruote possono ancora esprimere, malgrado le avversità indotte da troppi decisori disinformati o mal disposti.”

Cesarano ha poi aggiunto che “Il successo della Fiat Nuova 500 elettrica attesta la grande capacità innovativa del Gruppo Stellantis attraverso un’icona del design italiano che nel solco della tradizione esprime uno sguardo al futuro. Si tratta di indicatori strategici di come si possa vincere la sfida della e-mobility facendo leva sullo stile e sulla capacità di muovere le emozioni ancora prima delle persone”.