In Auto

Fiat 124 Spider: il ritorno di un cult italiano.

image_pdfimage_print

151118_Fiat_124-Spider_01

Era tanto che aspettavamo una piccola sportiva “italiana”, meglio se trazione posteriore, meglio se cabrio.
FCA ci ha accontentati a pieno, presentando la 124 Spider, una rilettura in chiave moderna della leggendaria Spider anni sessanta, precisamente il 1966, al Salone dell’automobile di Torino, quando fu presentata per la prima volta riscuotendo subito un grandissimo successo. La meccanica (motore a doppia camme da 1.438 cm3, a disco su tutte e quattro ruote), ma sopratutto il design (Pininfarina) tutti italiani resero la 124 un cult in tutto il mondo.

151118_Fiat_124-Spider_03
La produzione del modello Spider terminò nel 1985, dopo quasi 200.000 automobili vendute e 19 anni consecutivi di produzione.
Ma tornando al presente, la Fiat 124 Spider di oggi è dotata di motore turbo a quattro cilindri da 1.4 da 140 Cv, montato per la prima volta su una trazione posteriore. Le sospensioni sono a quadrilatero all’anteriore e a Mutilino al posteriore. Il cambio è un manuale a sei marcie.
Il servosterzo elettrico dual pinion, accoppiato con un telaio leggero e
la distribuzione del peso bilanciata promettono una buona guidabilità e sportività.
Ma non sono i dati tecnici che importano, questa è una vettura che speriamo segua la spirito della vecchia, mitica 124. Speriamo ispiri uno stile di guida rilassato ma dinamico, con il borbottio dello scarico, la capote abbassata e una strada tutta curve.

La Spider anni 60
La Spider anni 60

Per festeggiare il ritorno del modello, 124 esemplari inoltre faranno parte di un’edizione limitata denominata “Anniversary” che sarà contraddistinta da un badge celebrativo numerato, dalla livrea Rossa e dai sedili in pelle di colore nero. La nuova Fiat 124 Spider arriverà nelle concessionarie Fiat della regione EMEA nell’estate 2016.

SCHEDA
Cilindrata: 1.368cm
Potenza: 140 CV (103KW) a 5.000 giri/min
Coppia: 240 Nm a 2.250 giri
Dimensioni: 405X174X123 cm
Trazione: posteriore