Estate 2020
In The World

Estate 2020: dove sì e dove no

image_pdfimage_print

Finalmente la data tanto agognata del 3 giugno è arrivata e ora si può iniziare a fare valutazioni e progetti su dove trascorrere le vacanze.

In Italia possiamo muoverci tra le regioni con tranquillità e dunque se si è deciso di trascorrerle in patria nessun problema. Ma qualora la scelta fosse per l’estero?

Tranquilli c’è un forte spiraglio anche  per le destinazioni verso i Paesi dell’Unione Europea anche se con regole e restrizioni.

Estate 2020

Le informazioni in proposito sono state raccolte la prima settimana di giugno. La situazione è comunque  in continua evoluzione.

Vi invitiamo dunque, prima di intraprendere un viaggio, a consultare il sito ufficiale della Farnesina “Viaggiare Sicuri” al fine di avere i dati della situazione in tempo reale.

Vediamo dunque, in ordine alfabetico, quali sono i paesi che hanno aperto le porte agli italiani e quelli che non lo hanno fatto.

  1. Austria. L’Austria che aveva posto limitazioni molto severe finalmente ha dato il via libera a far data dal 16 giugno anche ai turisti italiani. Il governo ha posto solo limitazioni agli italiani provenienti dalla Lombardia. Un provvedimento che sarà rivisto intorno a metà luglio.
  2. Belgio Attualmente, e sino al 15 giugno, l’ingresso nel Paese per turismo non è consentito. Severi i controlli alla frontiera delle  autorità federali belghe. Solo chi ha comprovate motivazioni può entrare ma dovrà osservare un periodo di auto-isolamento.
  3. Bulgaria L’ingresso è consentito ma sarà necessaria una quarantena di due settimane. Attenzione che le multe applicate a chi non rispetta tale disposizione si aggirano intorno ai 1.000 euro. Riapre ai turisti da metà giugno.
  4. Cipro Dal 09 giugno Cipro ha disposto la riapertura degli aeroporti e la riattivazione dei collegamenti aerei con 19 paesi, Italia esclusa.
  5. Croazia. Per entrare non ci sono grossi problemi: sarà sufficiente dimostrare di avere una prenotazione presso una struttura alberghiera o altra struttura ricettiva. Attenzione: non si potrà passare però dalla Slovenia.
  6. Danimarca Il Governo danese non ammette turisti nel Paese almeno fino al 15 giugno. Dopo tale data sono ammessi (con restrizioni) solo ai cittadini di Germania, Norvegia e Islanda. Per tutti gli altri Paesi UE e Schengen (tra cui l’Italia) la riapertura delle frontiere è prevista a decorrere dal 31 agosto 2020.
  7. Estonia Vige l’obbligo di quarantena per 14 giorni per i viaggiatori che provengono da un Paese con un tasso di contagio superiore a 15 su 100.000 abitanti.
  8. Finlandia Dal 14 maggio la Finlandia ha allentato le restrizioni al movimento delle persone da e per la Finlandia, con misure che resteranno in vigore fino al 14 giugno. Oggi restano sconsigliati i viaggi per turismo.
  9. Francia i nostri cugini chiedono per l’ingresso nel paese un’autocertificazione attestante assenza di sintomi da Covid. Dal 15 giugno invece l’ingresso è ammesso senza limitazioni.
  10. Germania Sino al 15 giugno i tedeschi ahimè hanno messo il divieto di ingresso agli italiani e ad altri abitanti dei paesi UE. Solo per comprovati motivi urgenti e improcrastinabili motivi di salute consentono l’ingresso e dunque il turismo non è contemplato. Dunque si devono rimandare le vacanze in territorio tedesco. L’apertura delle frontiere per tutti è prevista per il 15 giugno.
  11. Grecia A partire dal 15 giugno la Grecia ha concesso l’ingresso a molti turisti compreso i viaggiatori provenienti dall’Italia seppur con limitazioni. Dal 15 luglio inizieranno a rimuovere tali limitazioni.
  12. Irlanda L’Irlanda ha aperto i suoi confini a tutti dall’8 giugno, italiani compresi. Ma è prevista la quarantena obbligatoria di 14 giorni dal momento in cui si tocca il suolo irlandese
  13. Lettonia Anche in Lettonia si applica la quarantena per due settimane almeno fino al 9 giugno. Dal 10 giugno è prevista una riapertura senza restrizioni per tutti i cittadini Ue e dunque anche per gli italiani.
  14. Lituania L’ingresso è consentito ad alcuni viaggiatori provenienti da alcuni Paesi senza obbligo di quarantena, Italia inclusa.
  15. Lussemburgo Non sono previste al momento misure restrittive né forme di quarantena obbligatoria per entrare in Lussemburgo. In ogni caso le Autorità invitano a mettere in pratica l’autoisolamento qualora vi siano stati  contatti diretti con persone risultate positive nel proprio Paese di origine.
  16. Malta Ulteriori informazioni circa l’ingresso a Malta si avranno solo dopo il 15 giugno. Attualmente e sino al 15 giugno l’ingresso nel Paese per turismo non è ammesso.
  17. Paesi Bassi Alla data in cui scriviamo l’articolo non vi sono restrizioni di nessun genere e gli olandesi ci aspettano a braccia aperte. Gli aerei provenienti dall’Italia sia diretti che con scali sono ammessi. Pur non imponendolo per i viaggiatori provenienti dal nord Italia è consigliata un’auto quarantena di 14 giorni.
  18. Polonia Attualmente non è consentito l’ingresso nel Paese per motivi di turismo ma è prevista la riapertura ai turisti dal 13 giugno. Attualmente vige l’obbligo di quarantena.
  19. Portogallo L’accesso sta iniziando, se pur gradatamente. È solo dal 15 giugno che il Paese sarà in grado di garantire un’offerta alberghiera. Da tale data dunque accesso libero per i paesi dell’Unione Europea e senza alcuna condizione.
  20. Repubblica Ceca Come per l’Ungheria oggi e sino al 15 giugno l’ingresso per turismo nel Paese non è consentito.
  21. Romania Chi volesse andare in Romania per le vacanze non troverà molti ostacoli ma lo potrà fare solo ed esclusivamente in auto o in treno in quanto i voli per quella destinazione sono ancora sospesi .
  22. Slovacchia Attualmente e sino al 15 giugno l’ingresso nel Paese per motivi di turismo non è consentito.
  23. Slovenia Dopo l’incontro del Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio con il Ministro degli Esteri sloveno  Anze Logar, la Slovenia ha deciso, dal 15 giugno, di riaprire i confini ai Paesi europei per cui anche all’Italia. Quarantena prevista per gli stranieri.
  24. Spagna Fino al 6 giugno incluso, salvo ulteriori proroghe, possono recarsi in Spagna solo ed esclusivamente cittadini spagnoli, residenti in Spagna, lavoratori transfrontalieri, personale sanitario. Quarantena obbligatoria di 14 giorni per chi arriva dall’estero. La quarantena non sarà più obbligatoria a partire dall’1 luglio. Il 15 giugno vengono riaperte le Baleari ma solo per i turisti tedeschi. Purtroppo la Spagna è, come l’Italia, uno dei Paesi che ha avuto la situazione più grave per quel che riguarda la pandemia.
  25. Svezia La Svezia non ha posto limite a nessuno ma chiede informazioni sull’effettiva necessità di varcare i confini.
  26. Ungheria Attualmente  l’ingresso nel Paese per motivi di turismo non è consentito.Estate 2020