Weekend Italy

Diano Marina (IM), Isole Tremiti (FG) e La Maddalena (SS), ecco tre nuove Bandiere Blu

image_pdfimage_print

Questa settimana vi presentiamo altre tre nuove Bandiere Blu, il prestigioso riconoscimento attribuito ogni anno dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle località marine, lacustri e agli approdi con le acque più pulite e programmi di tutela ambientale.

In totale sono 195 i Comuni italiani che hanno ottenuto la Bandiera Blu per il 2020, 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso, con 12 nuovi ingressi e nessuna uscita.

Diano Marina, la nuova Bandiera Blu in Liguria

La Liguria vanta ben 32 Bandiere Blu. Tra le new entry del 2020 c’è anche la spiaggia di Diano Marina, in provincia di Imperia. Lunga più di 3 km e costituita da granelli di sabbia dorata, lambisce un mare dai fondali bassi e adatti a tutti, ed è costeggiata da splendidi paesaggi naturali. Tantissimi gli sport acquatici che si possono fare, usufruendo anche delle attività di noleggio: dal surf allo snorkeling, dalle immersioni alla vela.

Anche il delizioso borgo di Diano Marina ha molto da offrire per chi decide di scegliere la località per le sue vacanze o weekend. Situato sulla costa di Ponente, la cittadina è abbracciata dall’omonimo golfo, che si estende da Capo Cervo a Capo Berta, tra un mare turchese e un litorale dorato, costellato dalla macchia mediterranea, alternata a coltivazione di ulivi, ma anche fiori e pomodori.

Passeggiare tra le case seminascoste dalla vegetazione è un piacere, tra botteghe artigiane, deliziosi alberghi e negozi. Tra i monumenti degni di nota, nel centro storico si trova il Palazzo della Cultura, che ospita tutto l’anno mostre, concerti, convegni e incontri. Al suo interno si trova anche il Museo Civico, con collezioni dalla preistoria al Rinascimento, la Biblioteca Comunale.

Nel centro storico si trova anche Villa Scarsella, un antico convento domenicano diventato prima dimora nobiliare poi sede di una scuola elementare, e la bella Fontana Delfini, sul lungomare, di fronte al Molo delle Tartarughe.

Tra le chiese che vale la pena visitare c’è quella dedicata a Sant’Antonio Abate, con il vicino Oratorio della SS Annunziata, di origine medievale, ma rimaneggiata nei secoli. Risale invece al XVII secolo la Chiesa di Sant’Anna, realizzata dalla famiglia di Casalmiglia come cappella privata.

Nei dintorni del borgo si trova poi la zona archeologica di Prato Fiorito, dove sono stati ritrovati i resti dell’antico insediamento romano di Lucus Bormani del I secolo a.C.

Nei pressi di Capo Berta si trovano poi il bel Forte di Sant’Elmo e la Torre dell’Alpicella, un sistema di fortificazioni e avvistamento databile tra il XIV e il XV secolo. Simbolo della cittadina è poi il Cannone di Diano Marina, del XVI secolo.

Non dimenticate poi di gustare le specialità liguri, tra cui la focaccia salata, i testaroli al pesto, i piatti a base di fagioli e, soprattutto, il delizioso olio di oliva, semplicemente sulle bruschette.

INFO: www.turismo.dianomarina.im.it

…scopri le altre Bandiere Blu della settimana nella 2° pagina…