alimentazione sana
Uncategorized

Conoscere i propri punti deboli è utile per una sana alimentazione

Il countdown per le abbuffate natalizie è già iniziato e il nutrizionista e ricercatore Andrea Ghiselli consiglia come concedersi qualche strappo alla regola, cercando di limitarne i danni nell’alimentazione. Iniziare un pasto con della verdura, come insalate miste o finocchi conditi in maniera semplice, così da avere una sensazione di sazietà e ridurre le portate successive. Siccome spesso le specialità sono ricche di grassi e sale, bisogna assaggiarne in piccole quantità , cercando di essere moderati anche con alcol e vino.

sana alimentazione

Approfittiamo dei pasti non conviviali per consumare solo insalatone o verdure cotte. Inoltre attenzione agli avanzi, spesso per consumarli vengono di nuovo conditi: meglio lasciar perdere. Fare dello sport (camminate, corse, passeggiate familiari), specie durante le vacanze di Natale, aiuta il nostro corpo a rilassarsi.

Pandoro e panettone

Un altro buon consiglio che ci viene dato dal ricercatore è di non posticipare la data della dieta, bensì di iniziare fin da subito pian piano, cercando di fare scelte salutari ogni qualvolta possibile. Inoltre c’è chi dice di non aver tempo per lavare e cuocere le verdure, ma per tutto c’è una soluzione. Anche se la verdura già lavata e confezionata costa di più, ci aiuta ad averla nella nostra tavola.

brinidisi

Ghiselli afferma che conoscere le giustificazioni con cui ci autorizziamo a non seguire una dieta sana è tuttavia essenziale: solo così si possono prendere iniziative per contrastare i nostri impulsi. Esempio: chi sa di non riuscire a mangiare soltanto un poco di un piatto una volta assaggiato, può concentrarsi per migliorare il proprio autocontrollo e capire che in certi casi è meglio astenersi del tutto.
Non è facile, ma sapere quali sono i nostri punti deboli è davvero utile per una sana alimentazione.