The Brando conquista il prestigioso Forbes Travel Guide Five Star Hotel Award

Si chiama come il famoso e indimenticato attore di Hollywood, The Brando, il resort a cinque stelle ed eco-friendly che quest’anno ha conquistato il prestigioso Forbes Travel Guide Five Star Hotel Award, il massimo riconoscimento attribuito dall’unico sistema di valutazione globale per alberghi di lusso, ristoranti e centri benessere.

La valutazione avviene attraverso l’invio di ispettori professionali anonimi che valutano le strutture sulla base di un massimo di 900 standard oggettivi, con particolare attenzione al servizio eccezionale.

Le strutture valutate vengono poi inserite nell’edizione annuale della Forbes Travel Guide per aiutare i viaggiatori più esigenti e con un’alta propensione alla spesa a scegliere le migliori esperienza di lusso nel mondo.

Tetiaroa, l’isola di Marlon Brando

The Brando si trova sull’atollo privato di Tetiaroa, in Polinesia Francese, un angolo di paradiso a 59 km da Papeete, di cui Marlon Brando si innamorò nel 1962, quando approdò qui per girare “Gli ammutinati del Bounty”. Brando acquistò l’isola nel 1965 e ne fece il suo buen retiro fino al 1990.

Brando definiva Tetiaroa, già luogo di villeggiatura della famiglia regnante di Tahiti, come “un luogo vicino al Paradiso” ed era incantato dalla bellezza della sua natura, dalla biodiversità e dallo stile di vita polinesiano. Egli stesso desiderava non solo preservare le bellezze naturali dell’atollo, ma farne anche un centro di ricerca e un modello per la sostenibilità.

Ecco perché il resort The Brando è stato realizzato e funziona secondo i principi dell’eco-sostenibilità e promuove e sostiene progetti didattici e di tutela della natura.

Un paradiso a cinque stelle tutto green

Oggi The Brando Resort, situato lungo la costa Motu Onetahi, dispone di trentacinque ville accuratamente progettate secondo standard ecosostenibili. Gli ospiti possono contare anche sul centro benessere, su una splendida piscina e lussureggianti giardini.

La valutazione di Forbes Travel Guide ha tenuto conto poi dell’impegno costante di The Brando per la conservazione dell’atollo e la sostenibilità garantendo comunque altissimi livelli di servizio ed esclusività per i propri ospiti.

Per esempio, The Brando è stata la prima struttura in Polinesia Francese a ottenere la certificazione LEED Platinum, a operà del Green Building Council degli Stati Uniti. Ha poi sviluppato diversi aspetti del turismo sostenibile, fra cui l’impiego di tecnologie innovative per mitigare le emissioni di carbonio.

Utilizza inoltre un innovativo sistema di aria condizionata ricavata dalle profondità marine, chiamato SWAC – Sea Water Air Conditioning, e utilizza energia solare per il 70% del fabbisogno del resort.

Ma non è finita, perché l’impegno per l’ambiente continua anche attraverso il sostegno alla Tetiaroa Society, che conduce ricerche scientifiche, protegge gli antichi siti archeologici tahitiani, sviluppa programmi di educazione e formazione nelle scuole e per gli ospiti del resort. Inoltre, salvaguarda la fauna marina e terrestre dell’atollo.

INFO: www.thebrando.com




All’Hotel Pfösl (BZ) un San Valentino…nel cuore delle Dolomiti

San Valentino…in bianco? Sì, se il bianco è quello romantico delle Dolomiti innevate, tra coccole, silenzi e una natura incontaminata. Per un romantico weekend insieme alla propria dolce metà si può usufruire dello speciale pacchetto, valido dal 13 al 16 febbraio, pensato dall’ Hotel Pfösl****S di Nova Ponente (BZ), che include una romantica cena a lume di candela e un bagno nell’incantevole vasca di legno all’aperto, per ammirare il paesaggio alpino sorseggiando un bicchiere di spumante.

Gli innamorati potranno poi usufruire di una grandissima piscina panoramica all’aperto, di una sauna esterna e della sala ristorante ampliata con una splendida vista sulle Dolomiti. Tutta la struttura, poi, è stata progettata in un’ottica green, con mobili in legno massiccio e tessuti realizzati dai laboratori altoatesini.

Benessere di coppia nella Spa

Fiore all’occhiello è la meravigliosa Spa, dove si può dormire sul un caldo letto di fieno, immersi nel profumo della natura alpina, oppure rilassarsi nel bagno turco o nella sauna panoramica all’aperto, oppure, ancora, nuotare nella piscina esterna affacciata sulle Dolomiti.

E, dopo la sauna, si può intraprendere insieme il sentiero kneipp all’aperto, camminando sulla neve, su sassi e pigne per un massaggio plantare tutto al naturale. Il tutto circondati dal paesaggio spettacolare del Catinaccio, dello Sciliar e del Latemar.

Se, invece, preferite il relax, le coccole e i massaggi, il centro wellness consente alle coppie di immergersi in un’atmosfera rilassante, fatta di suoni rilassanti, delicati vapori e profumi. Nei trattamenti, invece, vengono utilizzati solo prodotti naturali e tradizionali per un benessere totale.

Coccole per due…anche in cucina

Gli innamorati lo sanno: che cosa c’è di più romantico di una cena a lume di candela, con un menù sano, naturale e gustoso? All’hotel Pfösl lo chef Markus Thurner e il suo staff sono pronti a sorprendere gli ospiti ogni giorno con piatti sani e innovativi, che impiegano prevalentemente prodotti biologici, regionali e locali, molti dei quali provengono dal proprio orto.

Ogni giorno è disponibile anche un menù vegetariano e, su richiesta, anche con alimenti senza lattosio o senza glutine per chi ha intolleranze alimentari.

Regalatevi un sogno per San Valentino

Lo speciale pacchetto pensato per le coppie in occasione di San Valentino è valido dal 13 al 16 febbraio (3 notti) e include: pensione ¾ con cucina naturale, cena a lume di candela la sera di San Valentino, la partecipazione alle escursioni sulla neve, anche con le ciaspole, lezioni di rilassamento e meditazione giornaliere, con yoga, stretching e suoni, utilizzo dell’area wellness indoor e outdoor, uso della sauna esterna, navetta gratuita per gli impianti di Obereggen, deposito sci in hotel, 1 bagno rilassante nella Open Spa con bicchiere di spumante. Quota da € 518 a persona.

INFO

Hotel Pfösl****s, Nova Ponente/Dolomiti – Bolzano, tel: +39 0471/616537

www.pfoesl.it




Allo Chalet del Sogno di Madonna di Campiglio il lusso è tutto green

Chi lo ha detto che il lusso non può andare di pari passo con il rispetto dell’ambiente? A Madonna di Campiglio (TN), circondata dalle splendide Dolomiti del Brenta, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, tra magnifici ghiacciai e i picchi granitici del gruppo Adamello Presanella, si trova l’Hotel Chalet del Sogno, una struttura a 5 stelle unica nel suo genere in tutto l’arco alpino.

È il 2006 quando la famiglia Schiavon, dopo aver vissuto 30 anni a Madonna di Campiglio, realizza il suo sogno di dare vita a una struttura seguendo i principi della bioarchitettura e riscaldata in geotermia. I materiali, poi, vengono scelti tra legni e pietre locali, per ricreare la tipica atmosfera calda e accogliente delle case di montagna. Un piccolo grande sogno che si è realizzato, e che oggi continua a vivere sempre con un occhio di riguardo alla natura, all’ambiente, alle tradizioni e alla familiarità.

Diciotto suites eco-friendly

Distribuite sui tre piani dell’hotel, le diciotto suite si caratterizzano per ambienti spaziosi ma, nello stesso tempo, intimi e raffinati, biocondizionati e arricchiti con dettagli e decorazioni ispirati alla flora e alla fauna alpina.

Gli arredi, poi, sono realizzati in legni locali, come abete, larice, cirmolo, mentre le sale da bagno sono dotate di vasca e/o doccia idromassaggio. Dai balconi panoramici ci si può rilassare ammirando splendidi paesaggi e tramonti sulle Dolomiti mentre, in inverno, il calore è garantito da calde stufe a ole di pregiata manifattura.

La colazione è bio

Allo Chalet del Sogno la colazione a buffet offre una vasta scelta di prodotti locali e biologici, attentamente selezionati dalle aziende agricole o da singoli produttori delle valli adiacenti. Si va da un’ampia varietà di pane sfornato di prima mattina, tra bianco, integrale, con semi o multicereali, da accompagnare con miele fornito da un apicoltore locale, confetture di frutta, formaggi di malga, salumi classici o di selvaggina dei boschi locali.

E non è finita. Dai torrenti di montagna arrivano trote e salmerini, un’ampia scelta di uova cucinate in modi differenti, yogurt, semi, frutta secca, muesli, ma anche frutta fresca e torte fatte in casa, anche senza glutine, su richiesta. Tra le bevande non manca l’acqua di fonte, liscia o gassata, succhi biologici e una selezione di tè e infusi.

Al Ristorante Due Pini una cucina gourmet tra innovazione e tradizione

Presso il ristorante gourmet Due Pini, lo chef Stefano Righetti propone una cucina tradizionale con una rivisitazione contemporanea con sapori tipici del territorio in versione gourmet. Particolare attenzione, come da filosofia dell’hotel, viene riservata alle materie prime, provenienti da coltivazioni e allevamenti locali.

Questo raffinato, ma allo stesso tempo mondo gastronomico si completa con un ambiente accogliente ed evocativo. La stanza principale del ristorante, infatti, ruota attorno a una stufa a ole decorata a mano. Gli ambienti sono caratterizzati dall’uso di materiali naturali provenienti dalle valli limitrofe e da decorazioni ispirate alla storia di Campiglio, dalla sua vocazione per il golf all’alpinismo, dallo sci alla caccia.

Angoli relax, tra la Stube del Dom e il centro benessere

Grande attenzione viene riservata al relax degli ospiti. Come nello Stube del Dom, un ambiente esclusivo e raccolto, di soli quattro tavoli, dove ci si può rilassare tra calde atmosfere a lume di candela, tra una lettura e il calore di una stufa a legna, ma anche sorseggiando una cioccolata con i pasticcini, degustare una grappa o un infuso accompagnato da stuzzichini dolci e salati.

Porfidi, graniti e rocce originarie della montagna circostanti sono i materiali di cui è fatta la terrazza antistante l’ingresso dello chalet, dove il sole batte fino al tramonto.  La vista sulla 3Tre, teatro della Coppa del Mondo di sci, poi, è splendida, mentre si gusta una merenda o un aperitivo.

È all’insegna del rispetto ambientale anche il centro benessere L’Oasi del Sogno, con muri spalmati di una particolare laccatura di resina e paglia e zone relax dove stendersi su lettini ergonomici in legno di larice.

Si può scegliere tra la biosauna con fragranze alpine, oppure rinfrescarsi nella fontana di ghiaccio. Per i più sportivi, poi, c’è la palestra attrezzata, oppure la piscina con macchinari ginnici. Ampia anche la scelta dei trattamenti estetici a la carte, tra cui massaggi con creme naturali. E, per tornare in forma, si può usufruire dei consigli si un atleta olimpico.

 Vivere Madonna di Campiglio

Non dimentichiamo, poi, che Madonna di Campiglio è una delle stazioni turistiche più rinomate dell’arco alpino. Non per niente viene chiamata “la perla delle Dolomiti”.

Non solo per la sua ski area di 150 km di piste e più di 50 impianti di risalita, ma anche per due campi da golf e un ambiente naturale di rara bellezza, dove svolgere un’infinità di attività sportive, dalle passeggiate al trekking, dalla mountain bike alla bici su strada, grazie alla presenza di percorsi segnalati. Senza dimenticare la storia e la natura, tra antichi borghi, boschi, vigneti e meleti. Insomma, in estate o in inverno, Madonna di Campiglio non mancherà di stupirvi.

INFO

Hotel Chalet da Sogno*****

Via Monte Spinale 37b, Madonna di Campiglio (TN)

tel 0465/441033, www.hotelchaletdelsognocampiglio.com

.




Benessere totale e armonia rigenerante all’Aqualux Hotel Spa Suite & Terme di Bardolino (VR)

Acque azzurre, clima dolce, ulivi e vigneti contribuiscono a un bien vivre basato sulla sostenibilità e sullo charme. Il concetto di benessere si concretizza anche nella scelta dei materiali bio-compatibili utilizzati per la costruzione, il legno costituisce infatti l’ossatura 100% green dell’hotel, nell’impiego di energie rinnovabili e nell’utilizzo di software gestionali che controllano il risparmio energetico idrico e l’insonorizzazione naturale certificata.

Cascate di piante disegnano il perimetro della struttura e giardini pensili ricoprono il tetto. L’ospite è al centro di un ecosistema che ha ottenuto la certificazione Clima Hotel: Aqualux è la prima struttura non situata in Alto Adige ad aver ottenuto questo importante riconoscimento.

L’ampia corte interna ospita AquaExperience: otto piscine – interne ed esterne – oltre a percorsi di acqua corrente, una zona dedicata al nuoto, stazioni idro e aeromassaggio, una vasca salina dedicata al relax, batteriologicamente pura, che scaturisce da una profondità di oltre 300 metri e ha origine dal bacino idrogeologico del sistema termale adiacente alla riva orientale del Lago. È particolarmente ricca di calcio, magnesio e bicarbonati che le conferiscono proprietà terapeutiche ideali per effettuare la balneoterapia.

Nel parco acquatico, circondato da un lussureggiante giardino, il Pool-Bar è perfetto durante i mesi estivi per sorseggiare una ricca selezione di drink energetici e gustose bevande ricche di vitamine.  Le 125 camere sfruttano i principi dettati dall’eco climatizzazione che veicola l’energia naturale senza utilizzo di radiatori e condizionatori.

La ricerca gastronomica, rappresentata dai due ristoranti, Italian Taste, riservato agli ospiti dell’hotel, e EVO Bardolino, pensato anche per chi non soggiorna in hotel, punta alla qualità e originalità delle ricette che esaltano i sapori e i profumi dei cicli naturali delle materie prime del territorio e privilegiano cotture brevi e accostamenti innovativi. I piatti sono esaltati dall’accostamento a vini e oli locali la cui produzione gode della dolce e inebriante carezza dell’Ora, la piacevole brezza del Garda.

INFO

Aqualux Hotel Spa Suite & Terme Bardolino

Via Europa Unita 24/b, 37011, Bardolino (VR)

Tel 045/6229999

www.aqualuxhotel.com




FANES HOTEL, L’ANTICO MASO VERSO IL FUTURO VERDE

Tradizione e lusso sono le parole chiave che hanno guidato la famiglia Crazzolara nella realizzazione di quello che oggi è il maestoso Dolomiti Wellness Hotel Fanes. L’apparente contrasto si rivela la vera anima dell’hotel, rifugio a contatto con la natura adagiato sulla terrazza più soleggiata di San Cassiano, con panorama unico sulle Dolomiti dell’Alta Badia.

Tutti gli ambienti, eleganti e curati nei minimi dettagli, offrono ogni comfort per l’ospite in un arredamento moderno e lineare, che richiama la tradizione grazie all’utilizzo di materiali naturali – legno, marmo e pietra – e alla collezione di arredi e oggetti antichi della cultura ladina.

Escursioni a piedi, in bici, a cavallo, meravigliose vie ferrate, trekking, parapendio, sono solo alcune delle innumerevoli avventure a contatto con la natura che attendono gli ospiti del 5 stelle di San Cassiano, anche membro fondatore del Golf Club Alta Badia.

Il lusso inteso come benessere a 360° si può vivere sia nei 3.000 mq di area wellness con diversi tipi di saune, piscine e infinity pool di 25 metri, sia assaporando la cucina genuina e ricercata del ristorante gourmet.

Realizzato riqualificando la struttura di un antico maso del 1560, l’Hotel Fanes è all’avanguardia nei servizi di ricezione, offrendo agli ospiti un eliporto “green”, ovvero la possibilità di arrivare in elicottero nella pista privata di 21 metri di diametro, situata in un prato adiacente all’hotel.

Attento alla sostenibilità, è dal 2016 “Tesla destination charging” mettendo a disposizione degli ospiti postazioni di ricarica delle auto elettriche; la posizione soleggiata per la maggior parte dell’anno permette inoltre alla struttura di sfruttare l’energia solare.

«Siamo molto fieri di essere ora un 5 stelle ma non dimentichiamo le nostre origini: la nostra famiglia possiede da secoli questa struttura e l’ha trasformata da fattoria a resort di lusso – dice Reinhold Crazzolara, proprietario dell’hotel – Quello che vogliamo fare all’Hotel Fanes è proprio esprimere la nostra tradizione in un luogo dove poter trovare il benessere perfetto, fisico e mentale».

INFO

www.hotelfanes.it/it




Hotel Pfösl, Green Resort fra le Dolomiti

A due passi da Bolzano, nella splendida Val D’Ega, l’hotel Pfösl è uno dei pochi hotel in Europa certificato KLIMAHOTEL, un sigillo di qualità per alberghi sostenibili attenti alla protezione ambientale e climatica. La cura e l’attenzione per l’ambiente che la famiglia Zelger – Mahlknecht pongono nella gestione dell’hotel è in tutti i settori: il sistema di teleriscaldamento a biomassa è un sistema green, rispettoso dell’ambiente.

La piscina panoramica è pulita in modo naturale attraverso l’elettrolisi salina, senza aggiunta di cloro; l’intera pulizia dell’edificio è effettuata con prodotti ecologici; la biancheria viene lavata senza l’impiego di additivi chimici. Grazie alle procedure ecocompatibili l’hotel Pfösl è stato insignito del severo sigillo ecologico “ECO Label”.

Premiato dal GIST

A febbraio l’hotel ha vinto anche il prestigioso premio “Green Travel Award” (categoria “bio-spa”) del gruppo GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). L’ecologia è il punto cardine attorno il quale lavora tutto il team dell’hotel Pfösl: dall’utilizzo di prodotti naturali alla natura spa agli ingredienti dell’orto e del territorio che utilizza lo chef Markus Thurner; dalle riduzioni di emissioni di CO2 all’attenzione nell’evitare gli sprechi e produrre spazzatura.

Sensazioni verdi

I tre splendidi lussuosi chalet in legno di 60 metri quadri costruiti nel bosco, le luminose suite panoramiche con giardino, la piscina e la sauna panoramiche sono un plus che gli ospiti apprezzano. Per una vacanza indimenticabile sempre più in sintonia ed in contatto con la natura, l’hotel è stato progettato secondo criteri green. Il perimetro della struttura è circondato da un percorso aromatico che permette di assaggiare le piante direttamente dove crescono; con l’ambiente e l’aria salubre di montagna l’esperienza sensoriale naturale diventa davvero completa.

I mobili in legno massiccio, i tessuti sapientemente realizzati dai laboratori alto atesini, l’illuminazione degli spazi che rende le atmosfere idilliache e sospese, il panorama sulle Dolomiti e la location soleggiata, l’area benessere rinnovata e ampliata sono i numerosi plus che l’hotel Pfösl è lieto di offrire agli ospiti.

INFO

Hotel Pfösl****s

Fam. Zelger-Mahlknecht, Nova Ponente/Dolomiti – Bolzano,

Tel 0471/616537, www.pfoesl.it 




Hotel “da paura”. Ecco le strutture più terrificanti, infestate e maledette. Solo per coraggiosi!

I fantasmi non escono solo ad Halloween, ma, al contrario “infestano” le dimore a cui sono stati legate in vita tutto l’anno, divertendosi a spaventare chiunque sia abbastanza coraggioso da avventurarsi in una di esse. E, se pensate che dimorino solo in castelli in rovina e antiche magioni coloniali, be’, vi sbagliate, perché anche alcuni tra gli alberghi più chic, antichi e suggestivi del mondo hanno ospiti “non paganti”, che aleggiano tra le mura. Hotels.com ne ha selezionati alcuni per noi, per un soggiorno davvero “da paura”.

Relais Castello Bevilacqua (Verona)

Non penserete mica che il fantasma del “padrone di casa” traslochi perché il suo castello è stato convertito in albergo, vero? Così si dice dello spettro di Guglielmo Bevilacqua, nobiluomo del XIV secolo, che dimorerebbe ancora tra le mura del Relais Castello Bevilacqua, nel veronese.

Situato nel cuore della pianura veronese, questo Relais è un autentico castello costruito nel XIV secolo. Nel 1848 fu messo a ferro e fuoco, liberando così le ceneri del Bevilacqua qui sepolte. Da quel giorno sembra che lo spirito del padrone di casa si aggiri tra le mura della fortezza per difenderla dagli estranei e che la sua voce sia udibile tra gli alberi del giardino pensile.

A dirlo sono le numerose indagini svolte da gruppi di ghost-hunter locali effettuate un paio di anni fa. Pensate di riuscire a dormire lo stesso? I prezzi partono da € 136 a camera per notte.

Hotel Burchianti (Firenze)

Seppur molto bello, questo hotel di lusso non è per i deboli di cuore. Solo due anni fa, un fantasma è stato immortalato con una macchina fotografica all’interno dell’hotel. Perché non tentare la fortuna?

In questo piccolo hotel-gioiello nel cuore di Firenze, gli ospiti pare abbiano avvistato non solo dei bambini che saltellavano tra una sala e l’altra, ma pure una donna seduta su una sedia intenta a lavorare a maglia, così come lo spettro di una donna delle pulizie. In quest’atmosfera spettrale, gli ospiti potranno ammirare gli affreschi autentici del XVI secolo raffigurati sulle pareti dell’hotel. Prezzi a partire da € 110 per camera a notte.

Castello della Castelluccia (Roma)

Che ne dite di un’antica fortezza che ospita la tomba di Nerone? Già questo è da paura! Immerso nella campagna romana, l’hotel Castello della Castelluccia ha ospitato nel tempo potenti personaggi tra cui Papa Pio VII. Proprio quest’ultimo, durante importanti festeggiamenti, fece costruire un grosso pallone aerostatico che, rompendosi, andò a cadere sulla tomba di Nerone.

Da allora, pare che l’imperatore si aggiri in preda alla collera nei dintorni del castello. Non solo. Pare che le stanze ricevano visite anche dal fantasma di un alchimista che si narra morì nella torre centrale del castello colpito da un fulmine. Prezzi da € 110 per camera a notte. 

Dalhousie Castle Hotel & Spa (Scozia)

Il Dalhousie Castle Hotel racchiude tra le sue mura una vera e propria prigione. Questo castello-albergo è ricco di suoni inspiegabili, di strani movimenti di oggetti e di rumori di passi durante la notte, come riportato da molti ospiti. In particolare pare sia stato avvistato lo spettro di Sir Alexander Ramsay, che qui nel 1342 morì di fame, e ora sembra vagare nei giardini dell’hotel tormentando gli ospiti. Un altro fantasma è attribuito a Lady Catherine, spesso vista tra le torrette e nella prigione del castello mentre balla. Alcuni ospiti hanno persino segnalato nelle camere inquietanti e improvvise ondate di gelo. Dobbiamo aggiungere altro?! Camere da € 178 a notte.

Ettington Park Hotel (UK)

Preferite degli alberghi che vi offrano direttamente un tour “scova-spettri”? Eccone uno per voi. L‘Ettington Park Hotel è un elegante palazzo vittoriano. Location del film horror The Haunting, è nella lista delle proprietà più infestate da spettri della Gran Bretagna. Molteplici le apparizioni che si sono manifestate nella villa. Ancora oggi chi visita o lavora all’Ettington Park assiste a fatti inspiegabili come il movimento di oggetti e rumori sinistri. Da € 136 a notte.

The Stanley Hotel (Colorado, USA)

Vi ricorda qualcuno o qualcosa questo enorme e isolato resort in Colorado? Se lo avete riconosciuto saprete già di non essere in un posto tranquillo.

Un famoso scrittore, noto con il nome di Stephen King, fu obbligato con il suo staff a dormire una notte presso lo Stanley Hotel a causa di una forte nevicata. L’albergo fece così paura allo scrittore che gli ispirò il suo romanzo horror bestseller “Shining”. Le storie riportate da molti ospiti narrano di voci di bambini ridacchianti al 4° piano oppure di un terrificante suono di pianoforte che si ode chiaramente nel cuore della notte. Da € 249 a camera a notte.

The Emily Morgan (Texas, USA)

Questo edificio a San Antonio, nel cuore dello stato del Texas, non solo già mette paura visto dall’esterno, ma ha una lunga storia di follia alle spalle. Da non dormire la notte!

L’hotel The Emily Morgan era un ospedale con tanto di obitorio e manicomio al suo interno. Se ritenete di essere così coraggiosi da trascorrere una notte qui, potreste essere uno dei tanti ospiti che hanno segnalato di aver sentito dei forti rumori inspiegabili, strane ombre o la sensazione di venire toccati da una mano gelida. Pensate ancora di avere ciò che serve per dormire qui? Da € 136 a camera a notte.

Fairmont Banff Springs (Alberta, Canada)

La sola apparizione, mentre si giunge all’albergo, di questo hotel vicino ad Alberta, con le sue luci incombenti che all’improvviso spuntano torreggianti tra il buio della fitta foresta, è veramente da brivido. Il Fairmont Banff Springs sembrerebbe ospitare alcuni fantasmi che si manifestano verso l’alba, tra I quali un fattorino in uniforme al 9° piano e una giovane sposa che qui trovò la sua morte cadendo dalla scalinata di marmo. Da € 261 a camera a notte.

INFO

https://it.hotels.com




A Ravello onde di musica in Costiera

Da 66 anni il Festival di Ravello anima l’estate della Costiera Amalfitana, una delle destinazioni che tutto il mondo di invidia. Anche quest’anno, la tradizione si rinnova con un ricco calendario che, dal 30 giugno al 25 agosto, delizierà il pubblico con incredibili performance musicali, dalla classica al jazz, e di balletto, da quello classico alle danze contemporanee.

A fare da cornice al Festival sarà la meravigliosa Villa Rufolo, che è stata scelta come luogo di soggiorni da sogno e di ispirazione da personaggi dell’arte e della cultura, fra cui il celebre compositore Richard Wagner, che nei suoi giardini ha visto la realizzazione materiale delle sue opere.

La direzione artistica del Festival, come negli ultimi tre anni, è affidata ad Alessio Vlad, Maria Pia De Vito e Laura Valente. E proprio a Wagner, il cui spirito artistico aleggia ancora tra i giardini della villa, saranno dedicati il concerto di inaugurazione e quello di chiusura: Le sue musiche saranno eseguite dalla Philharmonia Orchestra di Londra, diretta da Esa Pekka Salonen e la Detusche Oper di Berlino, diretta da Donald Runnicles.

Jazz, danza e i Concerti di Mezzanotte

Il cartellone musicale è costellato di concerti di assoluto pregio sia per la qualità degli interpreti che per i programmi scelti, imperdibile il 21 agosto il ritorno quattordici anni dopo sul Belvedere di Villa Rufolo di Valery Gergiev alla guida della sua Mariinsky Orchestra. All’Orchestra Filarmonica Salernitana “Giuseppe Verdi” infine, sarà affidato per il terzo anno, il compito di riempire di note ed emozioni il tradizionale Concerto all’Alba che si terrà l’11 agosto sotto la guida del giovane e talentuoso direttore americano Ryan McAdams.

Torneranno quest’anno gli amati Concerti di Mezzanotte, che vedranno il coinvolgimento di importanti pianisti del panorama internazionale come Andrea Lucchesini, Varvara, Bertrand Chamayou, Federico Colli e Sun Hee You.

Per quanto riguarda il Jazz, variegata e multi entica la proposta in cartellone: si avvicenderanno sul palco Ivan Lins, che aprirà la stagione il 4 luglio con un raffinato progetto basato sulla rilettura in chiave jazz dei brani più famosi del suo repertorio di musica popular basileira.

Si proseguirà poi il 15 luglio con Tigran Hamsyan, giovane pianista armeno che propone un’insolita commistione fra musica jazz americana, musica tradizionale armena e rock progressivo; con Kurt Elling, famoso e premiato cantante jazz statunitense, che presenterà a Ravello il suo ultimo disco “The Questions”.

Il 21 luglio si preannuncia rivoluzionario e accattivante, con una serata dedicata alla storica ECM, etichetta europea indipendente. La stagione del jazz proseguirà fino al 1° di agosto.

Ricco e attuale il panorama degli spettacoli di danza che avranno come ispirazione il ’68 ed i moti rivoluzionari che lo accompagnarono. Da segnare in agenda la giornata multieventi del 5 luglio che vedrà l’intera Ravello diventare palcoscenico per gli spettacoli dell’happening “See me, feel me” che si articoleranno fra piazza Duomo, Villa Rufolo e l’Auditorium Niemeyer.

Il sogno continua all’Hotel Santa Caterina

Perché non cogliere l’occasione, partecipare a uno degli spettacoli in cartellone al Festival di Ravello e, nello stesso tempo, regalarsi una vacanza da veri VIP?

A pochi minuti da Amalfi, in uno dei punti più suggestivi della costa, sorge l’l’Hotel Santa Caterina, un Cinque Stelle Lusso ricavato in una villa storica, in stile Liberty, costruita a picco sul mare. La villa sembra letteralmente “precipitare” fino all’acqua, grazie alla presenza di splendide terrazze naturali.

Due ascensori scavati nella roccia o un sentiero di spettacolare bellezza portano gli ospiti attraverso agrumeti e giardini lussureggianti fino agli impianti a livello del mare, che comprendono una piscina con acqua marina, solarium, fitness centre, café/bar e ristorante all’aperto.

L’hotel dispone di 36 camere di tipologia standard, superior e deluxe e 13 tra junior suite, executive junior suite, suite e senior deluxe suite che si trovano nell’edificio principale. Inoltre, tra le Garden Suite, le dépendances “Villa Santa Caterina” e la “Villa il Rosso” nel lussureggiante parco si contano altre 17 camere e suite. Da non perdere la suite “Follia Amalfitana” con la sua minipiscina tonda con vetrata e vista mozzafiato sulla baia, e la suite “Giulietta e Romeo” con il terrazzino a picco sul mare e la piscina privata a sfioro.

E per una serata romantica, si può cenare a lume di candela nell’elegantissimo ristorante dell’hotel, ammirando l’impareggiabile panorama di Amalfi.

Benessere e relax nella SPA e al Beach Club

Per chi non vuole smettere di allenarsi, o per chi desidera fare un po’ di movimento, all’Hotel Santa Caterina può trovare una palestra con vista mare.

Presso la bellissima SPA, invece, consigliamo il Massaggio al Limone “Oro di Amalfi”, un’esclusiva per ritrovare il buonumore in un ambiente esclusivo e rilassante. La SPA, infatti, si sviluppa su due livelli e l’atmosfera privilegia i toni caldi e morbidi, a tratti brillanti e luminosi. Il pavimento della zona asciutta, invece, è realizzato in bambù spazzolato, mentre le docce sono in pietra e i bagni in ceramica artigianale di Vietri.

E come non meravigliarsi alla vista dell’esclusivo Beach Club? Ai suoi ospiti, l’hotel offre la possibilità di una discesa a mare privata, su un’ampia spiaggia con solarium e una piscina di acqua marina riscaldata. Il Beach Club è aperto fino a ottobre dalle 8 alle 19. A disposizione degli ospiti, sdrai, lettini, ombrelloni, teli da mare, bagni e cabine.

Attraverso due suggestivi ascensori ricavati nella roccia, poi, si arriva al “Ristorante Al Mare”, che offre sia spuntini veloci che ottime grigliate di pesce fresco.

INFO

Hotel Santa Caterina*****L

SS Amalfitana 9, 84011, Amalfi (SA)

Tel 089/871012 – www.hotelsantacaterina.it




Vacanza detox a Livigno. Riununci al telefonino e paghi meno

Diversi studi hanno dimostrato che internet e cellulari possono dare una vera e propria dipendenza, ma anche essere causa di ansia e stress, perché ci obbligano e essere sempre connessi, a consultare di continuo email e profili social.

Per “depurarsi” dall’abuso di tecnologia a Livigno si può usufruire dello speciale pacchetto “Weekend Digital Detox” presso gli hotel a quattro stelle del gruppo Lungolivigno: l’Hotel Concordia e l’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort.

La sfida è proprio quella di “staccare la spina”. Letteralmente. Al momento del check in, infatti viene chiesto di consegnare il proprio smartphone, che viene chiuso in una “cassaforte” sigillata con la ceralacca e riconsegnato al proprietario. L’obiettivo è proprio quello di godersi una vacanza all’insegna della natura e del benessere, mettendo da parte social network, email e whatsApp.

Al momento del check out viene verificato se il sigillo è stato aperto o no. Se si sarà riusciti a fare a meno dello smartphone non si pagheranno le attività esterne del pacchetto, in caso contrario, bisognerà corrispondere l’intero valore delle attività. Pronti per la sfida?

Per prendersi cura di sé

Dimenticarsi dello smartphone per un weekend non sarà poi così difficile, grazie alle attività wellness proposte dal pacchetto. Si comincia, per esempio, con un welcome drink presso l’Aquagranda Bar & Bistrot per immergersi nell’atmosfera rilassante della montagna.

Il fiore all’occhiello delle due strutture, poi, sono infatti le due Mandira Spa, due luoghi per prendersi cura del corpo e della mente, ampliati e rinnovati pochi mesi fa, dove trascorrere ore di relax e pace, cullati dalle acque, e accarezzati dalle creme e dagli unguenti, tonificati dal calore del vapore e dei getti d’acqua. Gli ospiti dell’hotel Concordia e del Lac Salin SPA & Mounain Resort possono accedere gratuitamente a entrambe.

Rigenerarsi nella natura

Sono tante poi le attività che si possono fare a Livigno, una delle destinazioni alpine più rinomate e ideali per rilassarsi, ma anche per dedicarsi ad attività sportive nella natura. Per esempio, si può andare in kayak sul lago, provare il brivido dell’ arrampicata sportiva, oppure mettersi alla prova sui percorsi sospesi del Larix Park.

Per un approccio più “slow”, i sentieri per il Nordic Walking accompagnano i visitatori nella natura, mentre chi preferisce le cime più alte, può cimentarsi nei trekking per ammirare dall’alto paesaggi di incantevole bellezza. Gli appassionati di mountain bike, invece, possono trovare a Livigno un’ampia offerta di tour guidati: tour all-mountain, enduro, flow trail, e-bike, bike park e poi ancora shuttle e impianti di risalita sono alcune delle proposte per rendere felici tutti i bikers.

La sera, poi, non ci si annoia mai tra happy hour, incontri e spettacoli a tema organizzati lungo le vie del paese con intrattenimenti musicali e folkloristici.

Se siete amanti dello shopping, poi, centinaia di negozi duty free rendono Livigno la capitale degli acquisti convenienti e di quaità. Con la Lungolivigno Club Card, la tessera che unisce tutte le attività del mondo Lungolivigno, si possono accumulare punti e utilizzare subito i buoni sconto negli hotel e nelle fashion boutique del gruppo.

Cogli l’occasione!

Il pacchetto “Weekend Digital Detox”, con validità dal 1° al 24 settembre, comprende: soggiorno di 4 notti in mezza pensione in camera doppia superior, compresa la Lungolivigno Club Card con un welcome bonus di 500 punti.

Il costo del pacchetto presso l’Hotel Salin SPA & Mountain Resort**** è di € 449 a persona se la scatola sigillata con lo smartphone non viene aperta, di € 570 se il sigillo risulterà spezzato.  Presso l’Hotel Concordia**** la tariffa è di € 380 a persona, “a scatola chiusa” e di € 490 a sigillo violato.

INFO

www.lungolivigno.com

tel 0342/990111

 

 

 

 




Il Palace Merano Espace Henri Chenot tra i resort con SPA più belli del mondo

Il prestigioso giornale inglese Telegraph ha stilato la classifica dei resort con SPA più belli del mondo, veri e propri paradisi terrestri dove regalarsi un soggiorno da sogno, tra lusso, comfort e trattamenti benefici.

Ebbene, in questa “lista” di elite, ci sono anche tre resort italiani. Uno di questi è il Palace Merano Espace Henri Chenot, un cinque stelle che è anche un prestigioso centro di cura e benessere. Tutto è studiato nei minimi dettagli e si possono programmare soggiorni con trattamenti e programmi personalizzati, in un ambiente di lusso, circondato dagli splendidi paesaggi di Merano.

Un fascino lungo un secolo

Dove oggi sorge l’hotel, un tempo c’era il Castello Maur, del 1676, circondato da un terreno che comprendeva uno meraviglioso orto botanico, un vivaio, un orto e un vigneto. Agli inizi del XX secolo, la proprietà venne acquistata dall’imprenditore Peter Delugan, con l’intenzione di costruire un albergo di lusso per catalizzare il turismo di lusso.

Merano, infatti, era una delle destinazioni d’elezione dell’aristocrazia europea, che viaggiava sempre più per diletto. L’albergo venne costruito in appena 18 mesi, con uno stile che evocava le linee neoclassiche e, al tempo stesso, i grandi hotel della Costa Azzurra, tra marmi, cristalli, stoffe preziose e arredi raffinati. La sua inaugurazione, nel 1906, venne accolta positivamente da tutti coloro che sceglievano Merano come meta per i loro soggiorni, ancor più che ora potevano contare su servizi esclusivi.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il Palace venne trasformato in una guarnigione per le forze armate tedesche. Successivamente, venne “salvato” da una cordata di otto azionisti che lo fecero oggetto di recupero e modernizzazione al fine di riprendere la sua destinazione d’uso. Nel 1972 iniziarono anche i lavori per abbinare all’offerta ricettiva anche quella legata alla salute e al benessere, con la creazione della piscina e di nuove camere e suite.

Negli anni Novanta, Henri Chenot introduce il Centro di Cura e fa costruire un nuovo padiglione per ospitare il Centro Benessere, facendone poi uno dei più innovativi e prestigiosi di tutta Europa. Successivamente, si aggiungono anche l’Area Fitness e una SPA interna.

Un soggiorno in armonia tra corpo e mente

È questa la filosofia del Palace Hotel, che mette a disposizione degli ospiti dietisti, medici e personale specializzato e programmi personalizzati detox, dimagranti, estetici e rigeneranti, anche con speciali pacchetti di una settimana.

Inoltre, sono previsti sessioni quotidiane con istruttore di Pilates, Acqua Gym e Nordic Walking, oltre a passeggiate guidate ed escursioni in bicicletta alla scoperta delle bellezze del territorio di Merano.

Luogo di relax e splendido sfondo per le attività sportive, il giardino botanico del Palace Merano Espace Henry Chenot consente di passeggiare e riposarsi nel verde, circondati da una biodiversità di rara bellezza, sedersi in uno dei gazebo dislocati nel verde, oppure rinfrescarsi nella piscina esterna.

Grande attenzione è poi riservata agli ambienti comuni, pensati per essere accoglienti e rilassanti. Come la Sala Lounge con divanetti e poltroncine per favorire la socialità tra gli ospiti, con possibilità di fare una partita a scacchi o di ascoltare musica dal vivo grazie alla presenza di un pianoforte a coda. La meravigliosa terrazza all’aperto, invece, regala pranzi e cene romantiche con una splendida vista sul parco.

La cucina del benessere

I due ristorante del Palace Hotel Merano Chenot propongono menù dietetici e una selezione di prodotti freschi e naturali. La filosofia alimentare del “metodo Chenot” si impara a conoscere attraverso le sedute individuali e nei diversi momenti in cui è suddiviso il programma di salute.

Durante ogni pasto, poi, le pietanze sono combinate all’insegna della leggerezza e delle proprietà nutrizionali. Gli ingredienti, poi, provengono rigorosamente da coltivazioni biologiche e sono dotati di alto valore nutritivo, sono integrali e non raffinati.

E, per conoscere tutti i segreti di una sana alimentazione e imparare a preparare piatti salutari, ogni mercoledì e giovedì, dalle 16 alle 17.30, si può partecipare a corsi di cucina. Ogni lezione è condotta da esperti in modo interattivo e divertente e consente di conoscere le varie tecniche di cottura, da quella al vapore al wok, gli ingredienti più adatti per nutrirsi in modo sano, ma senza rinunciare al gusto. Si impara a conoscere alimenti nuovi, come il seitan, il kamut e la quinoa, come alternative più salutari, oppure le diverse spezie, con le quali sostituire i condimenti più grassi.

Gli esperti spiegheranno anche come abbinare i colori dei vari alimenti nei piatti e la composizione per renderli più gustosi e appetibili. La quota di partecipazione è di € 70 a persona al giorno, con un massimo di 12 partecipanti a lezione.

Regalatevi un sogno

Il Palace hotel mette a disposizione degli ospiti sistemazioni di varie tipologie e dimensioni, tra camere singole, doppie, junior suite e le prestigiose suite Castello, suddivise in zona giorno e zona notte. Alcune camere sono provviste di balcone, altre si affacciano su Merano, altre ancora sul rigoglioso giardino interno, altre infine hanno una doppia esposizione sulla città e sulle montagne del del Parco Naturale del Gruppo di Tessa. Le tariffe partono da € 470 a camera a notte per la doppia, da € 530 per la junior suite e da € 540 a € 1700 per le suites.

INFO

Palace Merano Espace Henri Chenot*****,

via Camillo Benso di Cavour 2, Merano

tel 0473/271000 – www.palace.it




Torna in Sardegna Voci di Maggio, un festival inedito della canzone

Per un weekend al mare speciale questa settimana vi consigliamo la Sardegna. La Maddalena, “dimora” di Garibaldi, dall’1 al 3 giugno infatti ospeterà il miglior festival della canzone made in Sardegna. Tanti sono i personaggi che parteciperanno: vedrete Giulio Golia in veste di presentatore, Vecchioni, Congiu, Lai, i Nomadi e tanti altri.

Dopo Nuoro, Orosei, Olbia, Sassari, Cabras, S. Caterina di Pittinuri e le Terme di Fordongianus, Voci di Maggio, nella sua diciottesima edizione, sbarca nella “capitale” dell’omonimo archipelago per ospitare un evento che vede protagonista la musica ma anche la tradizione, la moda e la gastronomia.

La Maddalena

Per tre giorni andrà in scena una grande festa, con migliaia di persone che affolleranno La Maddalena per scoprire le antiche tradizioni sarde in tutte le possibili sfaccettature. Anche quest’anno il ricchissimo programma spazia dai convegni alle sagre, dalle dimostrazioni ai laboratori e ruoterà intorno al grande concerto e ad altri due imperdibili appuntamenti musicali.

La nascita e la storia di Voci di Maggio è molto interessante. A Nuoro, Gigi Sanna, un pastore con la passione per la musica e per il sociale, diciotto anni fa ha messo in piedi un evento itinerante, chiamato appunto Voci di Maggio. All’inizio si è trattato di una performance canora dedicata alla musica Agropastorale Sarda e negli anni si sono uniti artisti di fama internazionale: Vecchioni, Congiu, Lai, Nomadi che saranno, come già detto, presenti anche in questa edizione a La Maddalena. L’elemento più importante di questo evento musicale è il suo aspetto sociale. Durante il terremoto in Umbria, molti pastori persero le proprie pecore e in quell’occasione, lo scorso anno, i pastori sardi donarono ai pastori umbri 1000 pecore in una manifestazione chiamata Sa Paradura, ovvero assistenza tra pastori, attirando anche l’attenzione dei media. Nel corso di Voci di Maggio 2018 una delegazione umbra, proveniente da Cascia, riconsegnerà ai pastori sardi gli agnellini figli di quelle 1000 pecore e il tutto accadrà alla presenza delle spoglie di Santa Rita da Cascia che per l’occasione saranno portate alla Maddalena.
Un evento veramente unico quindi, che unisce divertimento e impegno sociale nella splendida cornice della Sardegna.

Il pastore Gigi Sanna




Relais Borgo Giusto, lusso e benessere in un borgo del Seicento

Un luogo magico, dalle atmosfere antiche, tra stradine, edifici dai muri di sasso, logge giardini e casali che si affacciano sulle colline toscane. Siamo a 30 km da Lucca, a Borgo a Mozzano, dove sorge il Relais Borgo Giusto, un borgo seicentesco recuperato e trasformato in una struttura ricettiva di lusso con la formula dell’albergo diffuso.

Il Relais è suddiviso in ventotto diverse dimore di diversa dimensione, dalla grande casa padronale, Villa Giosy, in grado di ospitare fino a dieci persone, alla Casa di Pilade, un delizioso monolocale adatto alle coppie. Le Case di Adriano e di Gianni, invece, spiccano per la vista panoramica sulla piscina, mentre dalla Suite Granduca si può ammirare una superba vista su tutta la valle. Poco lontano dal borgo si trovano poi le Case del Contado, sei ville e appartamenti in casale immerse in giardini rigogliosi e filari di viti e olivi.

Ogni “casa è diversa dalle altre anche per arredamento e caratteristiche e prende il nome dai suoi ultimi abitanti. Nella Casa del Pittore, per esempio, si possono ancora trovare alcuni dipinti antichi. Se le mura e i dettagli richiamano la storia e lo stile rustico toscano, i comfort sono tutti moderni e spaziano dalla TV LCD ai bagni con doccia e vasca idromassaggio Jacuzzi.

Al Gallo Brillo, cucina toscana a km zero

Cucina, tradizione e sapori autentici si possono trovare al ristorante Gallo Brillo, ospitato nei locali dove un tempo alloggiavano i mezzadri. Il menù si compone di piatti tipici del territorio, preparati con ingredienti prodotti direttamente dall’azienda agricola del borgo, L’Arbuolo, oppure acquistati da produttori locali. L’atmosfera, poi, è quella calda e accogliente di un antico casale, tra salette intime e un suggestivo dehor a bordo piscina, dove è attivo anche il wi fi.

Presso la bottega del Relais Borgo Giusto, poi, si possono acquistare specialità toscane e prodotti dell’agriturismo del borgo, tra cui vino, olio e miele.

Benessere tra antiche mura

Fiore all’occhiello è la prestigiosa Lady SPA con la sauna, il bagno turco agli aromi di pino, una sala per i massaggi e i fanghi. La piscina idromassaggio Jacuzzi, poi, è posizionata in una romantica loggia da cui si può ammirare, da soli o in coppia, il meraviglioso panorama dei boschi e delle Alpi Apuane.

E, per momenti di puro relax, magari in compagnia di una tisana o di una bevanda, c’è l’area dedicata provvista di chaises longue.

Scegli la Formula Hotel o la Formula Residence

Al Relais Borgo Giusto si può soggiornare sia in Formula Hotel che in Formula Residence.

La Formula Hotel comprende il pernottamento con prima colazione a buffet, kit di cortesia da bagno con acqua minerale di benvenuto, cambio biancheria e rifacimento camera giornaliero. Si applica tutto l’anno per soggiorni anche solo di una notte.

La Formula Residence, invece, prevede un soggiorno minimo di tre notti durante la bassa e media stagione e di quattro in alta stagione. Comprende un kit di benvenuto, i consumi delle utenze, biancheria da letto e da bagno, pulizia finale (escluso angolo cottura).

In entrambe le formule è compreso l’accesso alle piscine esterne con solarium dotato di ombrelloni, sedie, tavolini e sdrai, accesso ai sentieri della tenuta per passeggiate, wi fi nelle aree comuni e parcheggio all’aperto videosorvegliato.

Cogli l’occasione!

Ecco alcune offerte da cogliere al volo per un soggiorno romantico o rilassante.

Per esempio, il pacchetto SPA by Night di un weekend include 1 notte con prima colazione a buffet, 1 massaggi relax di 45 minuti, ingresso al centro benessere con sauna, bagno turco, zona relax con tisaneria, sala idromassaggio panoramica con jacuzzi, SPA kit con telo, accappatoio, slip monouso e ciabattine. Prezzo per persona da € 158 con sistemazione in camera doppia.

Per chi vuole regalarsi una notte in totale relax, in un ambiente intimo ed esclusivo, c’è l’offerta Private SPA by Night che comprende 1 pernottamento in suite con colazione a buffet, 1 cena a lume di candela. Dopo il tramonto, accesso esclusivo alla SPA per 90 minuti, kit SPA con accappatoio, telo e ciabattine, bottiglia di spumante con dolcezze. Prezzo a coppia da € 240.

INFO

Relais Borgo Giusto Località Partigliano, Borgo a Mozzano (Lucca) Tel. 0583/835568 www.borgogiusto.com affittate in For




WEEKEND GREEN A CAPALBIO: TRA LE VIGNE MONTEVERRO E IL GIARDINO DEI TAROCCHI GIGANTI

Nella provincia di Grosseto sorge l’antico borgo di Capalbio, affacciato sul mare e perfetto per passare un weekend unico in Maremma. Oltre al mare e al fascino architettonico dal sapore medievaleggiante della cittadina, molte le attività da non perdere, come una visita alla Cantina Monteverro e una passeggiata quasi surreale nell’originalissimo Giardino dei Tarocchi.
Viticoltori d’eccellenza: Tenuta Monteverro

La cantina Monteverro, che proprio quest’anno festeggia i 10 anni della prima vendemmia, nasce dalla passione per la terra e per il vino dei due proprietari Julia e George Weber. In soli 15 anni dalla sua fondazione – quando vennero piantate le prime viti su un terreno costituito da argilla rossa e ciottoli erosi di origine calcarea, si è trasformata in una realtà vitivinicola d’eccellenza nel panorama internazionale, riconosciuta tra i maggiori produttori di vino. Questo progetto, sostenuto con costante impegno e grande tenacia, supportato dalla determinazione di Georg Weber – che alla passione per il vino unisce una preparazione imprenditoriale – prende il volo e decolla.

Julia e George Weber, i proprietari della tenuta Monteverro. Photo by Leif Carlsson

Vini che in un decennio hanno saputo raccogliere premi e riconoscimenti: l’ultimo – in ordine di tempo – il triplice riconoscimento ottenuto al Best Wine of the World, in cui il Monteverro si è aggiudicato il titolo di Best Italian wine, lo Chardonnay quello di Best Italian White Wine ed infine l’enologo Matthieu Taunay il Best Winemaker of the World.

Si aggiungano inoltre giudizi molto positivi in guide di portata internazionale: 93 punti su Wine Advocate per il Monteverro 2014, 96 da James Suckling, stesso punteggio per Falstaff. Oltre ai 5 grappoli Bibenda e le tre stelle Veronelli per l’annata 2013 del Tinata.

Oltre agli appassionati proprietari, la cantina è guidata da un team di altissimo livello: insieme all’enologo Matthieu Taunay, collaborano nomi del calibro di Michel Rolland e Jean Hoefliger.

 

Per maggiori informazioni:

TENUTA MONTEVERRO: http://www.monteverro.com/it/home/

Per visitare la tenuta: http://www.monteverro.com/it/visite/

 

photo by Leif Carlsson

 

Il Giardino dei Tarocchi: tra sogno e realtà

Una realtà tutta da scoprire in un angolo di Toscana che regala emozioni, scorci e vini indimenticabili.

Una visita a Monteverro è anche l’occasione per scoprire il Giardino dei Tarocchi realizzato da Niki de Saint Phalle, artista donna di origini francesi che fin dalla sua giovinezza si è sempre dimostrata incline all’arte attraverso svariate discipline. La realizzazione del particolare e bellissimo giardino occupa 20 anni: ha inizio alla fine degli anni ’70 e termina solo nel 2002, anno della morte dell’artista. Il progetto però affonda le proprie radici già nel 1955, anno in cui la giovane artista, in seguito ad un viaggio a Barcellona, viene ispirata dal Parc Güell di Gaudì. In seguito saranno molti gli spunti che permetteranno la pianificazione dell’opera, come ad esempio la collaborazione di Niki ad un progetto artistico a Stoccolma che le farà conoscere altri artisti che collaboreranno poi alla realizzazione del Giardino dei Tarocchi.

Giardino dei Tarocchi

L’opera si estende per circa due ettari e costituisce una sorta di città recintata al cui interno spiccano ciclopiche sculture-case colorate alte dai 12 ai 15 metri dedicate ai simboli dei tarocchi. Il progetto viene concepito dall’artista come un luogo che permette ai propri visitatori di concedersi una pausa in una cornice magica, in netto distacco dalla vita reale.

 

Per maggiori informazioni:

GIARDINO DEI TAROCCHI: tel. 0564/895122 http://ilgiardinodeitarocchi.it

Per visitare il giardino: http://ilgiardinodeitarocchi.it/visit/

 

Giardino dei Tarocchi

 

Dove dormire:

Per un piacevole soggiorno in Maremma vi consigliamo 2 alloggi.




Lefay Resort & Spa, vi presentiamo “La Miglior SPA al Mondo”

Il Lefay Resort & Spa Lago di Garda di Gargnano, in provincia di Brescia, è “La Miglior SPA al Mondo”. Lo ha decretato una giuria di qualità esperta in hotellerie di lusso che ha valutato l’esperienza complessivo del soggiorno e assegnando un punteggio specifico in cinque categorie: concept culinario e intrattenimento, design, qualità della struttura, location, servizio offerto dallo staff e impatto emozionale.

Il riconoscimento di First Place in the Top 10 SPA’s in the World” dei World Boutique Hotel Awards è stato assegnato al Cinque Stelle lusso italiano presso la prestigiosa Mechant’s Taylor Hall di Londra, ai quali hanno partecipato più di 600 strutture di lusso di 80 paesi del mondo.

Il premio è solo l’ultimo dei riconoscimenti a livello mondiale ottenuti dal resort. Nel 2017, infatti, si è aggiudicato quello di struttura EcoLeader in Europa. Nell’ottobre dello scorso anno è invece risultato fra i “30 migliori Resort d’Europa” nei Condé Nast Traveller Readers Choice Awards. Nel “medagliere” figura anche un premio nella categoria “Most Sensational SPA” degli Small Luxury Hotels of the World Awards 2017, il network che rappresenta 520 hotel di lusso indipendenti in tutto il mondo.

Un gioiello vista lago

Il Lefay Resort & SPA Lago di Garda sorge nel cuore della Riviera dei Limoni, tra colline e uliveti e in posizione panoramica con vista sul lago. La struttura, concepita e realizzata secondo un innovativo concetto di benessere globale. Dalla ricerca de materiali al design degli interni, alla progettazione, è stato pensato nel rispetto della natura, dei luoghi e del paesaggio circostante.

Le 90 sistemazioni, tra camere e suite sono provviste di TV satellitare e di un balcone o una terrazza con vista lago. Il parco di 11 ettari, tra colline, terrazze naturali di boschi e uliveti consente di immergersi nello splendido paesaggio del Lago di Garda. Il parco include un circuito running, un percorso vita con otto stazioni per migliorare l’elasticità muscolare e un giardino energetico terapeutico con cinque stazioni associate a simbologie e significati antichi.

Sapori mediterranei in salsa gourmet

Materie prime di stagione, come l’olio extravergine di oliva, gli agrumi del lago e le erbe aromatiche degli orti locali caratterizzano il Lefay Vital Gourmet che pone l’accento sulla dieta mediterranea e sui sapori autentici del territorio.

Il ristorante principale, La Grande Limonaia, propone sapori e colori locali rivisitati con creatività e gusto contemporaneo. Il tutto in un’atmosfera che rievoca i colori e i profumi dei giardini d’agrumi, da cui si intravedono scorci panoramici. Ricalca invece la semplicità e il calore delle tipiche trattorie italiane la Trattoria La Vigna che propone piatti che rievocano i sapori di una volta. Splendida la terrazza estiva con vista sul Lago di Garda.

Per rendere ancora più piacevole la permanenza in piscina, c’è invece il Pool Bar, un’oasi sospesa tra cielo e mare, dove sorseggiare un drink rinfrescante o prendere l’aperitivo. Per il dopocena c’è invece il sofisticato Lounge Bar, che regala atmosfere seducente tra luci soffusi, note di pianoforte e il meglio dei cocktail internazionali. Senza dimenticare i tramonti mozzafiato che si ammirano dalla terrazza.

La SPA un vero tempio del benessere

Fiore all’occhiello del Lefay Resort & SPA e cuore di una vacanza all’insegna del benessere, alla riscoperta delle emozioni più autentiche e dell’armonia con se stessi, la SPA si estende per 3800 mq.

Il Lefay SPA Method nasce dall’unione dei principi millenari della medicina cinese e della ricerca scientifica, prendendo dalla prima tutta la storia fisica ed emozionale e dal secondo la ricerca empirica e la costante verifica dei risultati, grazie a un team di medici e specialisti di fama internazionale.

Vero gioiello è la Piscina Infinity che sembra fondersi con l’orizzonte e con le acque del Lago di Garda. La vasca salina interna ed esterna, invece, insieme all’idromassaggio Fonte Roccolino, si estende nel parco.  Completa l’offerta acquatica la piscina talassoterapica interna “La Luna nel Lago”. A questo si aggiunge un percorso benessere che si snoda attraverso sei diversi tipi di sauna e cinque zone relax per rilassarsi dalle tensioni della vita quotidiana.

L’area fitness, poi, include un’ampia palestra con vista lago dotata di moderni attrezzi a una sala dedicata a corsi e attività di risveglio muscolare.

Cogli l’occasione!

Grazie a speciali pacchetti si può trascorrere un weekend da sogno nella “Migliore SPA del Mondo” . Per esempio, l’offerta Fuga Romantica di 2 notti con sistemazione in Prestige Junior Suite parte da € 550 a persona. Sono inclusi: prima colazione, di cui una in camera, 1 cena à la carte al ristorante La Grande Limonaia, spumante in camera all’arrivo, ingresso al Mondo Lefay SPA con piscine, saune, centro fitness e zone relax, 1 percorso benessere di coppia di 1 ora e 30 in una delle Private SPA accompagnato da un delizioso Gourmet, 1 percorso benessere per due nel lago salino “La Luna nel lago”.

Il pacchetto SPA Break di 1 notte con sistemazione in Prestige Junior Suite parte invece da € 245 a persona e include: 1 pernottamento con prima colazione a buffet, ingresso al Mondo Lefa SPA di 3800 mq, 1 massaggio Lefay Bio Gocce di Lago, 1 percorso benessere nel lago salino La Luna nel Lago.

INFO

Lefay Resort & SPA Lago di Garda*****S

Via Angelo Feltrinelli 118, Gargnano (BS)

Tel 0365/241800, https://lagodigarda.lefayresorts.com/ita

COME ARRIVARE

In auto: da Nord A22 con uscita Rovereto Sud, poi seguire indicazioni per Riva del Garda, poi Salò e Gargnano. Da sud A21 Piacenza – Brescia, imbocco A4 in direzione Venezia- Milano. Uscire a Brescia Est poi proseguire sulla SS45 bis Gardesana Occidentale in direzione di Salò-Riva del Garda. Oppure A22 Brennero-Modena, all’altezza di Verona Ovest imboccare l’A4 Venezia-Milano in direzione Milano, uscire a Desenzano del Garda e poi indicazioni per Salò-Riva del Garda. Da est: A4 con uscita Desenzano del Garda, poi seguire per Salò-Riva del Garda.

 




Da oltre cent’anni i fiori più belli sbocciano a Bolzano

Dal 29 aprile al 1° maggio, come ogni anno, ormai da 130 anni, la piazza principale di Bolzano si trasforma in un immenso giardino variopinto che anima la città e attrae turisti. Da vedere.

Come ogni anno, torna la più che centenaria festa dei fiori in Piazza a Bolzano. L’appuntamento durerà tre giorni, dal 29 aprile – giorno dell’inaugurazione ufficiale -, al 1° maggio: i suoi protagonisti saranno floricoltori locali che coloreranno Piazza Walther, emozionando e stupendo i visitatori con le loro migliori creazioni.

I floricoltori saranno disponibili per dare consigli ai visitatori più appassionati certamente in attesa di suggerimenti da parte degli esperti. Oltre ai fiori saranno esposte anche piccole piante di verdure ottime per ornare piccoli orti cittadini.

Gli eventi in occasione della festa

Sono programmati numerosi eventi come esibizioni musicali e danze popolari: le bande cittadine si esibiranno nella Piazza del Municipio il 30 aprile e il 1° maggio, nel giorno dell’inaugurazione invece in Piazza Walther, tra i fiori esposti, si esibirà il gruppo di danze popolari di Gries.

Verranno proposte inoltre iniziative dedicate ai bambini, come laboratori creativi dedicati al tema della festa, che permetteranno ai più piccoli floricoltori di piantare una piantina da portare con sé a casa.

 

Piazza Walther, Bolzano. www.bolzano-bozen.it

 

Per i più golosi

Non mancheranno proposte culinarie dedicate ai più golosi. Sarà infatti allestito uno stand gastronomico per degustare non solo i piatti tipici della regione, ma anche particolari pietanze e cocktail reinterpretati e preparati con fiori ed erbe fresche, protagonisti assoluti della festa.

www.bolzano-bozen.it

Per un weekend unico:

La festa dei fiori sarà un’occasione per passare un weekend unico nel capoluogo trentino, di seguito vi proponiamo alcune strutture che renderanno la vostra permanenza piacevole.

Dove alloggiare:
  • Designhotel Greif ****, Piazza Walther – entrata Via della Rena 28, Bolzano –  www.greif.it
  • Parkhotel Laurin ****, Via Laurin 4, Bolzano – www.laurin.it
  • Hotel Figl ***, Piazza del Grano 9, Bolzano – www.figl.net
Dove mangiare:
  • Hopfen&Co. , Piazza delle Erbe/Obstplatz 17, Bolzano
  • Haselburg Castel Flavon, Via Caste Flavon –Kuehpachweg 48, Bolzano
  • Wirtshaus Voegle, Via Goethe Staße 3, Bolzano

 

Un appuntamento imperdibile

Sarà dunque una festa suggestiva dal sapore magico, che per un weekend vi immergerà tra le bellezze paesaggistiche e cittadine del Trentino combinate all’eleganza delle esposizioni floreali. L’imperdibile evento vi farà vivere un’esperienza sensoriale preziosa per l’anima e il cuore, risvegliando le vostre emozioni con una primaverile ondata di colori e profumi.

 

Per maggiori informazioni visita il sito http://www.bolzano-bozen.it/




Vivosa Apulia Resort, l’unico ecoresort “antistress” d’Italia

Già la sua magnifica posizione, la splendida costa ionica del Salento, sarebbe di per sé un buon motivo per trascorrervi un soggiorno all’insegna del relax. Tuttavia, il Vivosa Apulia Resort di Marina di Ugento, in provincia di Lecce, vanta il primato di unico resort in Italia, e tra i primi nel mondo, a essere certificato come “struttura antistress”.

A valere la certificazione contribuiscono lo scenario naturale in cui è immerso il resort, la rigogliosa pineta del Parco Naturale regionale Litorale di Ugento, ma anche i programmi wellness, che trovano espressione non sono nei percorsi e nei rituali della Spa, ma anche in spiaggia, a tavola, durante l’attività fisica e in ogni momento della giornata.

Il resort a quattro stelle è disposto su diverse corti, realizzate in caratteristica pietra locale, attorno alle quali si aprono le stanze, tutte provviste di giardino o balcone. A disposizione degli ospiti ci sono due ristoranti: ‘A Puteca, dove sperimentare un viaggio nei sapori tradizionali della Puglia sotto la guida dell’Executive Chef Mario Romano, e Via Appia, con formula buffet. Non mancano nemmeno una piscina con quattro vasche, una spiaggia attrezzata che si affaccia sul mare cristallino del Salento, una pineta e un’area fun & sport.

Il Vivosa Apulia Resort è attrezzato per garantire relax, divertimento e benessere a una clientela variegata, dalle coppie alle famiglie con bambini, ma è anche la location ideale per team building, convention e meeting, sia per gli spazi a disposizione che per le esperienze proposte, dalle outdoor meeting room ai programmi antistress.

Il benessere comincia dal cibo…

Il cibo deve essere un piacere, ma deve andare a braccetto con la salute. Per questo, al Vivosa Apulia Resort la buona cucina salutare è parte fondamentale dei programmi antistress e wellness. Grazie al progetto Energy Cooking, nato in collaborazione con la Nutritional Cooking Consultant Paola Di Giambattista, il binomio alimentazione-salute si traduce in una proposta alimentare creata su misura, con gusti sempre nuovi da scoprire al buffet.

La proposta healthy food preveder un focus attento sul mangiare equilibrato, sano, ma ricco di nutrienti e di energia, abbinato a una serie di attività, tra cui i laboratori Green Life sul recupero e il riciclo creativo in cucina, Kitchen with Love per imparare a cucinare ricette vegetariane e vegane, From Kitchen to Beauty, per creare ricette di bellezza basate sugli alimenti, oltre a percorsi di degustazione personalizzati per mangiare in maniera sana e informata.

…e continua nella Spa

Relax vuol dire anche coccole e volersi bene, con un occhio alla natura. La Spa del Vivosa Apulia Resort propone un ambiente con area umida a diverse temperature e gradienti di umidità, piscina idromassaggio en plein air, docce emozionali e cromoterapiche, cabine per i trattamenti ispirati ai chakra, cosmesi vegetale e prodotti a km 0.

Il trattamento distintivo è il Sixth Sense Ritual Massage per ispirare e stimolare tutti i sensi, nell’ottica di un viaggio alla scoperta di sé, ma anche per vivere un’esperienza extrasensoriale. E per chi ha problemi di insonnia, c’è il Tranquillity, un vero e proprio rituale del sonno con prodotti organici e naturali, per recuperare un sano rapporto con il dormire.

Benessere a misura di aziende

Struttura eco-friendly riconosciuta da Ecoresort e Gold Travel Life, il Vivosa Apulia Resort ha lanciato il brand Unique Antistress Quality, un sistema che certifica la politica antistress delle aziende con cui lavora e testimonia il loro impegno nei confronti dei lavoratori e del loro benessere.

Per farlo, ha ideato un’offerta antistress innovativa, a cura dell’Antistress Academy, che prevede diversi step, dalle mind activities all’alimentazione salutare, dai programmi wellness a workshop a tema. Ogni programma è costruito ad hoc sulle caratteristiche delle persone che vi prenderanno parte e del contesto lavorativo in cui si trovano, ma sono tutti accomunati da una serie di attività, che spaziano dalle arti orientali, come yoga e qi gong, a speciali sessioni di minfullness, dall’esercizio fisico nella natura, tra cui golf e nordic walking, alla food terapy. Il tutto con un occhio al basso impatto ambientale delle attività.

Non mancano, poi, spazi più “tradizionali”, come un centro congressi da 500 persone, sei sale polifunzionali e versatili, inclusa la Sala Messapica, divisibile in quattro spazi attrezzati, un grande foyer con caffè e una serie di spazi espositivi e salette minori per eventi collaterali.

All’esterno di trova poi il Damiano’s Garden, un’area di 1200 mq per eventi speciali e show cooking. Sempre all’aperto si trovano anche le innovative Outdoor Meeting Rooms, spazi in esterna e immersi nel verde del parco, pensati per seminari e workshop, come punto di appoggio durante attività sportive e di team building e in generale per una totale immersione in uno scenario naturale incontaminato.

Sport sì, ma nel rispetto della natura

Al Vivosa Apulia Resort anche lo sport è amico della natura e rispettoso dell’ambiente. Per esempio, c’è l’eco golf in cui, rispetto al golf tradizionale, si limita l’intervento sul terreno rispettandone la conformazione naturale. Si può giocare in spiaggia o in pineta, utilizzando mazze e palline biodegradabili e commestibili per i pesci.

Sempre in pineta c’è anche un Parco Avventura, dove mettersi alla prova tra passerelle, ponti e carrucole sospese tra gli alberi, per ammirare il paesaggio da un’altra prospettiva.

A giugno e a settembre c’è l’International Wellbeing Meeting Point

Dal 19 maggio al 2 giugno e dall’8 al 23 settembre, il Vivosa Apulia Resort ospita la terza edizione dell’International Wellbeing Meeting Point del Salento, la rassegna internazionale per parlare di salute e benessere con la partecipazione di ospiti e relatori internazionali.

Sotto la guida dell’Antistress Academy si potrà assistere e partecipare a meeting, eventi e attività inerenti il wellbeing, focus specifici sulle attività antistress, food therapy, healthy food, energy cooking, arti orientali, eco golf, mind activities, spa treatments e rituali emozionali, trattamenti benessere innovativi, misurazione dello stress, antistress per bambini e lezioni ricreative.

INFO

Vivosa Apulia Resort

Via Vicinale Fontanelle, Marina di Ugento (LE)

Tel. 0833/931 002, info@vivosaresort.com

www.vivosaresort.com