Pesariis, il paese degli orologi con vocazione green

Il borgo di Pesariis, frazione di Prato Carnico, in Val Pesarina, provincia di Udine, è tra i candidati ai Weekend Premium Green Awards 2022. Si trova nel cuore della Carnia. Le strette viuzze, la tipica architettura e le case seicentesche ne fanno uno dei borghi più belli e caratteristici, un borgo che ha mantenuto le sue peculiarità architettoniche e la sua particolarità che è la tradizionale vocazione per la fabbricazione degli orologi.

Il paesaggio e i percorsi storici

La geografia di un luogo è la sua geologia. I gruppi montuosi che svettano sul villaggio nascondono il paradosso delle dolomie, cioè dei depositi calcarei sedimentati di organismi marini vissuti in mari profondi, innalzati dalle spinte tettoniche fino a creare creste montuose, che sono a nord quelle di Sappada e a sud quelle di Sauris.

Arduo attraversarle sia verso nord, che verso sud. Posto che raggiungere ad ovest la forcella Lavardet non è comodo, restano i percorsi dell’acqua. Il torrente di Pesariis, scorrendo da ovest ad est confluisce nel torrente Degano a Ovaro, il quale confluisce nel Tagliamento a Tolmezzo.

La linea dei percorsi storici è dunque tracciata, e da Tolmezzo in su è la linea della strada attuale. A Ovaro sul bordo del Degano troviamo, dietro una chiesetta romanica dedicata a S. Martino, i resti di una fonte battesimale del VI secolo. Il ritrovamento è sorprendente perché consente di retrodatare la diffusione del cristianesimo in quelle montagne e come al solito determina lo stupore moderno per la mobilità degli antichi e delle loro idee.

La città degli orologi

L’orologeria pesarina ha origine nel XVII secolo e dagli inizi del 1800 rappresentò per Pesariis e la Carnia un fenomeno socio-economico particolarmente rilevante per l’intero territorio carnico. Secondo alcune fonti storiche, l’arte degli orologi risale alla metà del Seicento ed è legata all’attività dei “Cramars”, artigiani d’Oltralpe, ma anche merciaioli e venditori ambulanti che, oltre a commerciare i loro prodotti, trasmettevano le loro conoscenze. Le botteghe di artigiani del paese, così, cominciarono vendere i loro prodotti lungo un itinerario regionale rivolto a sud fino alle isole istriane.

A testimonianza di questa antica attività, è stato istituito un Museo dell’Orologio, una delle poche realtà di questo genere in Italia, dove si può ripercorre l’evoluzione tecnologica dell’orologeria dai modelli di orologio più antichi a quelli più recenti, tra orologi in ferro forgiato, in fusione di ghisa e ottone, orologi a pendolo, con carillon, orologi da torre, a palette, marcatempo, fino al Cifra 2, parte integrante della collezione di oggetti di design del Museum of Modern Art di New York.

Lungo le vie del paese, poi, sono stati dislocati quindici orologi monumentali in un percorso espositivo adatto a chi ama passeggiare a ritmo lento, scandito dai rintocchi del tempo. Il percorso è molto suggestivo e fonde arte, artigianato e tecnologia, integrandosi armoniosamente con gli angoli più pittoreschi del borgo e il suo territorio.

Camminando, si trova l’orologio a palette, l’orologio a vasche d’acqua, la meridiana del 1700, l’orologio a scacchiera, l’orologio di Leonardo, l’orologio ad acqua a vasi basculanti, l’orologio dei pianeti, l’orologio planisfero, l’orologio a cremagliera, l’orologio con automa, l’orologio con eclittica e il calendario perpetuo gigante.

Un borgo a vocazione green

Pesariis e la Val Pesarina rappresentano un esempio virtuoso di gestione forestale sostenibile che ha consentito e sta consentendo la realizzazione di prodotti realmente sostenibili per l’ambiente, la società e l’economia, valorizzando il legno locale. Per questa ragione, l’amministrazione Beni Frazionali di Pesariis P.C.D.P. ha ottenuto la certificazione di gestione forestale sostenibile PEFC che certifica la sostenibilità della gestione dei boschi dal punto di vista ecologico, economico e sociale e garantisce le rintracciabilità dei prodotti legnosi.

Il legname prodotto dai boschi di Pesariis viene utilizzato per la ristrutturazione delle case del borgo, per ridare vita a dimore storiche nel rispetto delle caratteristiche costruttive originarie. Legno utilizzato anche per la produzione di strumenti musicali (clavicembali), nei laboratori di vallata e nelle botteghe artigianali che realizzano e restaurano mobili antichi.

Le produzioni biologiche.

Nel borgo di Pesariis sono attive aziende e realtà produttive che puntano alla produzione biologica con coltivazione di prodotti agricoli e frutticoli in cui si impiegano sostanze naturali, presenti cioè in natura escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi). Questo nella convinzione che con l’agricoltura biologica si possa sviluppare un modello di produzione in cui è eliminato o ridotto al minimo lo sfruttamento delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo che possa durare nel tempo.

Le produzioni biologiche tipiche riguardano soprattutto i fagioli, nelle diverse varietà autoctone locali, un patrimonio straordinario di biodiversità. L’intento è quello di preservare e conservare la memoria genetica di queste specie ma anche di promuovere i sapori dimenticati della gastronomia locale, tradizione e tipica proposti dagli agriturismi e ristoranti del borgo di Pesariis in cui si utilizzano per la preparazione dei piatti questi prodotti.

Un accenno anche alla gastronomia: i diversi locali della valle offrono piatti tipici della cucina carnica e montana realizzati con prodotti locali. Il principe della cucina pesarina è il fagiolo nelle sue diverse varietà al quale viene dedicata una festa. Il secondo fine settimana di settembre si svolge la manifestazione più importante della vallata “Arlois e Fasois” (Orologi e Fagioli) dove si possono degustare piatti a base di fagioli, dal minestrone, ai fagioli in umido o con il cotechino, alla crostata con la marmellata di fagioli e per concludere il curioso gelato al fagiolo.

INFO

www.pesariis.it

www.turismofvg.it/localita/prato-carnico/pesariis




Garden Sharing: il campeggio “su misura” protagonista di ITINERANDO

Esperienze, emozioni, suggestioni: queste sono le parole che descrivono quello che Weekend Premium cerca di esprimere con i nostri viaggi e le nostre avventure. Proprio le sensazioni che portiamo con noi dopo una vacanza rappresenta il travel experience, focus di Itinerando, ovvero l’argomento chiave dell’evento che si svolgerà in Fiera a Padova il 29 e 30 gennaio 2022. Qui si terrà infatti la prima esposizione aperta al pubblico in Italia dedicata al turismo esperienziale, dove spicca il Garden Sharing.

Giunta alla quarta edizione, Itinerando è precursore di un modo innovativo di vivere il tempo libero e la vacanza, lasciandosi coinvolgere da paesaggi inaspettati e incontri inattesi, luoghi e sapori sconosciuti. Tre i macrosettori all’interno di #itinerando: Camper, Destinazioni ed Esperienze. Ma anche talk e una sezione dedicata all’Innovation Village.

Con Garden Sharing il campeggio è “su misura”

Nuove idee di viaggio e proposte innovative per vivere al meglio la passione per il plein-air: anche questo emerge dal settore dedicato al mondo del camper, caravan, attrezzature e accessori. Tra le realtà più particolari presenti a Itinerando figura sicuramente Garden Sharing, startup innovativa che attraverso un portale dedicato (gardensharing.it) permette di accedere a una nuova formula di campeggio “su misura”. La formula è semplice: privati o piccole aziende mettono a disposizione aree attrezzate o giardini, spazi agricoli o boschi, aree verdi panoramiche, offrendo la possibilità di campeggiare in luoghi unici, fuori dal caos e in completa sicurezza. Sono oltre 10.000 gli spazi tra cui scegliere sul portale Garden Sharing. A volte sono mete isolate, immerse nella natura, in altri casi si trovano magari vicino alle mete più ambite, luoghi che altrimenti sarebbe difficile avvicinare con il proprio camper.

Naturalmente il settore offre agli appassionati tutte le ultime novità del settore. In esposizione l’offerta delle principali case produttrici di camper e aziende leader nel settore della fabbricazione di accessori tecnici di ultima generazione per #camper, caravan, furgonati e minivan.




Il viaggio più lungo del mondo: 742.000 km a bordo di una Toyota Land Cruiser del 1984

Emil e Liliana Schmid sono entrati nel Guinness World Records. La ragione? Perché sono loro gli autori del viaggio più lungo della storia: hanno lasciato la Svizzera il 18 ottobre 1984 per percorrere oltre 740.000 chilometri a bordo del loro fidato Toyota Land Cruiser del 1984. Parliamo di un record davvero eccezionale degno di essere raccontato da Weekend Premium, considerando l’impegno e la passione per i viaggi e la scoperta del mondo di questa incredibile e inseparabile coppia.

Toyota Land Cruiser dal 1984: la Compagna di viaggio

Il mezzo con cui hanno deciso di scoprire il mondo è la Toyota Land Cruiser FJ60, un fuoristrada che ha debuttato sul mercato nel 1984. L’inizio di questa interminabile parabola di viaggio è stata la scoperta degli Stati Uniti, un tour dalla durata di quasi due anni, in cui la coppia è riuscita a visitare praticamente ogni stato, dall’Alaska al Mississippi, passando per gli stati centrali e occidentali. Successivamente, Emil e Liliana hanno percorso le strade del Sud America, dell’Africa, dell’Australia, dell’Asia orientale e ovviamente dell’Europa.

Una vita in movimento a bordo della Toyota Land Cruiser

Ma come puoi letteralmente trascorrere una vita viaggiando? Quali sono i supporti finanziari per un’impresa del genere. Ebbene, gli Schmid inizialmente poterono contare sui propri risparmi, poi una volta finiti furono i beneficiari di un’eredità di famiglia, che permise a Emil e Liliana di continuare la loro avventura. Inoltre, la coppia è in pensione da alcuni anni e può contare su un regolare reddito mensile. Il loro stile di vita non è fatto di comodità e vizi, ma hanno adottato uno stile da campeggio, trasformando il loro Land Cruiser in una casa a tutti gli effetti. Per ogni riparazione sulla Toyota, tuttavia, si sono affidati alle officine locali in ogni paese. Negli ultimi anni la coppia è stata bloccata dal Covid solo tra febbraio e dicembre 2020, quando il rigido lockdown dell’Argentina ha fermato per mesi Emil e Liliana, impedendo qualsiasi spostamento dal Paese. Successivamente il viaggio è proseguito verso l’isola di São Tomé & Principe, in Marocco, Turchia, Egitto e Sud Africa, prima di rientrare in Argentina.

Diario di viaggio

Il rientro in Sud America nel dicembre 2021 si è reso necessario per riprendersi il Land Cruiser, bloccato dalla burocrazia del Paese che ne ha impedito l’espatrio in altri Paesi. Tutte le informazioni sono riportate accuratamente sul sito “ufficiale” dei due coniugi svizzeri: Weltrekordreise.ch. Il sito è una sorta di diario di viaggio con foto e descrizioni dei percorsi effettuati.

È presente anche una sezione dedicata alle statistiche aggiornate al 31 agosto 2017, data in cui è stato riconosciuto il record per il viaggio più lungo del mondo. Fino a quel momento, Emil e Liliana avevano visitato 186 paesi, percorso 742.551 km e guidato il Land Cruiser per 20.768 ore, scattando 121.630 foto e trascorrendo un totale di 747 giorni su traghetti e navi.

[fonte www.sport.kokcar.com]




Mercedes EQV: ecco perché il futuro dei camper van è a zero emissioni

ll Marchio della Stella si appresta a compiere il passo successivo per affrontare la principale sfida del domani: il futuro a zero emissioni locali nel mondo dei camper. Uno dei primi Camper van 100% elettrici pronto per il lancio sul mercato si basa sulla Mercedes EQV, ovvero il van a zero emissioni derivato dalla monovolume Mercedes Classe V. La conversione, eseguita a cura dell’azienda svizzera Sortimo Walter Rüegg AG, è già disponibile nell’ambito delle transazioni a doppia fattura e comprende, tra l’altro, un tetto a soffietto, un’unità letto per il vano posteriore ed un modulo cucina per il vano bagagli.

Mercedes EQV: due tipi di batteria

La Mercedes EQV viene proposta con due differenti varianti di batteria: la EQV 300, dotata di una batteria da 90 kWh e di un’autonomia in base al ciclo WLTP pari a 326-363 chilometri e la EQV 250 con una batteria da 60 kWh ed un’autonomia in base al ciclo WLTP pari a 213-236 chilometri.

Mercedes EQV: abitacolo modulare dotato di tutti i confort

Il concept di conversione di Sortimo dedicato alla MErcedes EQV è di tipo modulare. Se si opta per la versione full optional, si potrà usufruire di un tetto a soffietto con letto integrato nel tetto e di un box multifunzione dotato di unità letto e cucina; quest’ultimo è stato collocato nel vano bagagli del veicolo. L’unità cucina utilizza un sistema di cassetti e comprende, tra l’altro, un lavello, due piani cottura a gas estraibili, un frigobox nonché cassetti per posate, accessori da cucina e provviste. Il sistema letto, installato sopra l’unità cucina, può essere aperto con pochi semplici gesti per creare una superficie dove potersi sdraiare, che è stata perfettamente adattata alla larghezza della Mercedes EQV. Quando è ripiegato, i sedili posteriori possono essere utilizzati senza alcuna limitazione.




Toyota HILUX GR Sport: con l’inarrestabile pick-up dal Rally Dakar ai Weekend Premium Outdoor

Il Toyota Hilux è una delle leggende del Rally Dakar e vincitore assoluto della gara più dura del mondo. Il successo che TOYOTA GAZOO Racing ha ottenuto in questa competizione estrema ha ispirato la creazione dell’Hilux GR SPORT. Parliamo della nuova punta di diamante della gamma di pick-up Hilux che vuole coniugare le caratteristiche di un veicolo inarrestabile con quelle di un pick-up polivalente ideale anche per weekend avventurosi.

L’Hilux GR SPORT è progettato per catturare l’attenzione dei clienti il cui stile di vita attivo va ben oltre il quotidiano, offrendo loro un veicolo che si adatta perfettamente ad ogni tipo di situazione. Toyota ha introdotto miglioramenti delle sospensioni dedicati per offrire un’esperienza di guida ancora più gratificante, con maggiore controllo, reattività e sensazione di aderenza. Una serie di esclusive caratteristiche di design esterno e interno rafforzano il fascino del veicolo.

Il pick-up giapponese beneficia anche dei significativi progressi già introdotti nel nuovo Hilux, offrendo la migliore esperienza di guida finora. Le sue capacità fuoristrada famose in tutto il mondo – in linea con lo spirito “go-anywhere” – hanno raggiunto nuove vette, aiutate da un differenziale a slittamento limitato automatico e dall’Active Traction Control. Allo stesso tempo, la maneggevolezza e il comfort esemplari nella guida su strada sono garantiti da aggiornamenti mirati delle sospensioni e contromisure contro il rumore e le vibrazioni. Il cuore di Hilux GR SPORT è il potente motore da 2,8 litri, introdotto nella gamma nel 2020. Con 204 CV/150 kW e 500 Nm di coppia, è abbinato a un cambio automatico a sei velocità. Esclusivamente in versione Double Cab, il nuovo GR SPORT mantiene le impressionanti capacità di carico dell’Hilux, tra le migliori della sua categoria: può sostenere un carico utile di una tonnellata e trainare rimorchi frenati fino a 3,5 tonnellate.




Dal Giappone arriva il primo micro camper per grandi weekend outdoor

Sotto i riflettori del Salone di Tokyo 2022 (14-16 gennaio), Daihatsu svelerà una serie di speciali modelli tra cui spicca una particolare ed eccentrica vettura studiata per campeggiare in libertà a prezzi decisamente contenuti. Stiamo parlando dell’Atrai Deck Camper, ovvero un micro camper in grado di accontentare la voglia di viaggi in libertà per ogni tipo di portafogli.

L’Atrai Deck Camper si basa sulle kei car nipponiche, quelle piccole vetture vendute all’interno del mercato giapponese (con lunghezza e larghezza massima rispettivamente di 3,4 metri e 1,48 m) che godono anche di incentivi fiscali.

Questo particolare veicolo combina le caratteristiche di un pick-up, con quelle di un van equipaggiato da “micro-tenda”. La vettura può inoltre contare su un allestimento speciale che include tra le altre cose anche una barra LED installata sul tetto. Dal punto di vista estetico risulta personalizzato con una eccentrica livrea arancione, bianca, nera e grigia.




Volkswagen ID.Buzz: ecco perché il nuovo Bulli elettrico piacerà ai giovani

Anticipato negli ultimi anni da concept a zero emissioni decisamente originali e caratterizzati da soluzioni tecniche innovative, è quasi arrivato il momento del debutto dell’attesissimo ID.Buzz, ovvero l’erede del celebre Bulli della Volkswagen, compagno di viaggio di milioni di giovani negli anni ’60. Ora famosissimo modello è pronto a tornare sul mercato in una versione 100% ecosostenibile in grado di far vivere viaggi e weekend premium indimenticabili.

Autonomia record

In produzione nel 2022, l’ID-Buzz potrà contare sulla piattaforma MEB in grado di ospitare un motore 100% elettrico da 150 KW montato posteriormente. Quest’ultimo sarà alimentato da accogliere pacchi batteria con capacità da 48 a 111 kWh che dovrebbero garantire un massimo di 550 km di autonomia (ciclo di omologazione WLTP).

Camper van inarrestabile con le quattro ruote motrici

Non è esclusa una variante con due motori elettrici collegati ad entrambi gli assi per garantire una trazione integrale. Questa versione sarà ideale per affrontare percorsi impervi e spingere ad avventure in posti per altri veicoli in accessibili. Il veicolo vanterà un abitacolo modulabile studiato per ospitare un numero superiore di 5 passeggeri, oppure potrà essere allestito come camper van, quindi equipaggiato con tavoli pieghevoli, letto a soffietto sul tetto e cucina completa di lavello e fornelli, ovviamente a seconda della versione scelta.

 




Arriva l’hard top gonfiabile per pick-up che si trasforma in una magica tenda da campeggio [FOTO e VIDEO]

Chiunque possieda un pick-up conosce bene i vantaggi di avere un hard top dedicato alla copertura del cassone posteriore. Questo utilissimo accessorio infatti permette di stivare al sicuro e all’asciutto qualsiasi tipo di oggetto nel vano posteriore. Purtroppo però, visto l’elevato ingombro di questo oggetto, molte persone non hanno lo spazio per riporlo quando quest’ultimo non viene utilizzato.

Adatto a qualsiasi pick-up

Ora però, il team dell’azienda californiana Flated hanno svelato un’inedita e geniale copertura denominata Air-Topper. Come suggerisce il nome di quest’utilissimo oggetto, l’Air-Tropper è una copertura che è possibile arrotolare e riporre in una piccola borsa quando non viene utilizzato. Se si gonfia tramite un’apposita pompa si trasforma in un hard top rigido che può essere montato su quasi qualsiasi tipo di pickup, grazie alla presenza di appositi ganci e staffe. Secondo il produttore dovrebbe inoltre resistere fino ad una velocità di 180 km/h.

Si trasforma anche in una tenda da camping

Grazie al peso contenuto di circa 16 kg, l’Air -Top può essere trasportato dovunque, anche in campeggio dive può essere utilizzato come una comoda tenda per dormire o riporre oggetti. Ricordiamo inoltre che la suo interno abbondano tasche portaoggetti in rete, mentre la borsa dove riporlo è dotata di spallacci in modo da poterla trasportare come uno zaino.

 




I nuovi camper van Toyota per gli amanti del tempo libero e della vita ad aria aperta

Toyota ha in servo una serie di interessanti sorprese dedicate ai giovani che amano le vacanze outdoor. In occasione del Salone del Camper di Barcellona, la Casa dei tre ellissi ha svelato quattro conversioni in camper-van, di cui ben tre Proace di varie dimensioni.

Il più grande di questi prende il nome di Proace Verso Camper: si tratta di un minivan camperizzato dedicato agli amanti del tempo libero e dell’aria aperta. Questo veicolo particolarmente versatile vanta un tetto a soffietto che ospita un comodo letto matrimoniale. All’interno dell’abitacolo troviamo invece una base girevole per i sedili, un frigo da 40 litri e una cucina con lavello rimovibile, in modo da poter essere utilizzato sia all’interno che all’esterno.

Chi desidera un mezzo più compatto può optare per il Proace Mini Camper, ancora più pratico e versatile. Questa versione offre un letto interno a due piazze rimovibile, un tavolo sia per uso interno che esterno, inoltre non manca una doccia da 10 litri e un ampio frigo elettrico. Chi lo desidera può avere come optional  una tenda da tetto a soffietto. Il listino del Proace Verso Camper parte da 39.699 euro, mentre il più piccolo Proace City Mini Camper viene offerto a circa 28.000 euro.




Capracotta, gioiello “green” del Molise

Talmente bello ed ecosostenibile che è oggetto di studio da parte di Università e persino del Cnr. È Capracotta, splendido borgo del Molise, in provincia di Isernia, che vanta un ecosistema naturale di rara bellezza, che include uno degli orti botanici più alti d’Italia, il prestigioso Giardino delle Flora Appenninica, a 1525 metri, ma anche un’aria salubre che gli sono valsi l’appellativo di “Paese del Benessere”. Non solo, grazie a questo microclima così particolare anche la produzione agroalimentare diventa unica. Tra le eccellenze, ci sono i formaggi, fatti ancora con latte crudo.

Il Pecorino di Capracotta

Capracotta, le origini del nome

Sullo stemma civico del borgo campeggia una capra che fugge da una pira. Le origini del toponimo sono le più disparate, ma tutte curiose. Alcuni sostengono che derivi dall’antica usanza dei Longobardi di sacrificare capre, che venivano mangiate dopo averle arrostire. Un’altra leggenda, invece, vuole che un gruppo di nomadi arrivasse in questa zona con l’intenzione di fondare un sito abitativo. Per propiziarsi la sorte, decisero di sacrificare una capra, ma l’animale fuggì sui monti, dove si accasciò stremata.

Vedendolo come un segno del destino, la città fu fondata nel luogo in cui la capra esalò l’ultimo respiro. Altri studi fanno pensare che il nome derivi dal latino castra cocta, cioè un accampamento militare romano circondato da un muro di mattoni. Un’altra ipotesi è che il nome derivi dall’indoeuropeo cap e kott, ossia “luogo roccioso”.

Le bellezze del borgo

Chi arriva a Capracotta non può mancare una visita al suo bellissimo e ordinatissimo centro storico, ricostruito dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Una prima tappa d’obbligo è alla Chiesa di Santa Maria Assunta, che si trova tra le vie Carfagna e Roma, caratterizzate da una pavimentazione a mosaico. Ci si arriva salendo la scalinata che porta al piazzale di fronte all’ingresso, dal quale si può ammirare il panorama del borgo.

La chiesa di Santa Maria Assunta

Un’altra bella chiesa di Capracotta è quella intitolata a San Giovanni Battista, con le sue pareti bianche e la facciata su cui spicca il portale e una finestra a mezzaluna. L’altra chiesa del borgo è quella di Sant’Antonio da Padova, di mattoni grigi e con una facciata molto semplice. Appena fuori dalle mura cittadine, invece, si trova il Palazzo Baronale del XVI secolo.

Il Palazzo Baronale

Il Giardino delle Flora Appenninica, sostenibilità ad alta quota

Non solo un borgo da sogno, ancora più bello quando si ammanta di neve e regala paesaggi da cartolina. Capracotta è il secondo paese più alto degli Appennini. Si trova infatti a 1421 metri di altezza e rappresenta un modello di sostenibilità ambientale, di qualità della vita e dei valori della tradizione e dell’accoglienza.

Panorama di Capracotta

Tra i suoi primati, poi, c’è il Giardino delle Flora Appenninica, l’orto botanico più alto d’Italia, che si trova a 1525 metri di altezza. Costituito nel 1963, è un orto botanico naturale in cui vengono conservate e tutelate le specie vegetali della flora autoctona dell’Appennino Centro Meridionale.

Sentieri nel Giardino della Flora appenninica

Proprio grazie al “giardino”, e alle caratteristiche uniche del terreno, qui si sono venuti a creare diversi habitat naturali, da quello palustre a quello rupicolo, dalle faggete alle arbustete. Il Giardino, poi, è impegnato in diversi progetti di ricerca e di conservazione della biodiversità.

Ingresso del Giardino della Flora Appenninica in inverno

La sua fruibilità, poi, è caratterizzata da iniziative di educazione ambientale, turismo naturalistico, percorsi didattici, visite guidate, incontri di divulgazione scientifica e potenziamento della ricettività.

Escursione nel Giardino delle Flora Appenninica

Infine, Capracotta è anche un importante centro del turismo invernale, grazie agli impianti sciistici e un ambiente che sembra “baciato” dalla neve naturale. Basti pensare che, nel marzo 2015, il borgo ha fatto registrare il record mondiale per la quantità di neve caduta in 24 ore, ben 2 metri e mezzo, superando di 60 cm il record precedente, risalente agli anni Venti, di una cittadina degli Stati Uniti.

Il progetto

Dalla collaborazione tra il Comune di Capracotta, l’Università del Molise, IPCB (CNR) e GAL Alto Molise è nato il progetto “L’Altissimo Molise come modello di laboratorio di sostenibilità ambientale e qualità della vita”.

Tra gli obiettivi c’è la ricerca e il monitoraggio di alcuni fattori contaminanti sia nell’ambiente che nei prodotti agro-zootecnici, al fine di attestarne la qualità e la sicurezza, partendo dalla qualità dell’aria. Le attività di ricerca prevedono anche un’attenta divulgazione dei risultati, azioni di sensibilizzazione della popolazione residente e dei produttori alle tematiche ambientali, all’ecosostenibilità delle produzioni e alla loro valorizzazione.

INFO

www.capracotta.com

www.giardinocapracotta.unimol.it




Il fantastico Camper-fuoristrada con gli interni di un attico di lusso

Se amate coccolarvi nel lusso e non sapete rinunciare alle comodità di casa vostra, ma nello stesso tempo desiderate un viaggio o un weekend premium senza limiti e confini, quest’anno avrete la possibilità di farvi un regalo decisamente indimenticabile. L’azienda tedesca Stone Offroad Design ha superato se stessa presentando Rise 4×4, ovvero un camper in grado di offrire tutte le comodità di un attico in centro città, a cui bisogna aggiungere doti fuoristradistiche ineguagliabili.

Lusso e confort a volontà

Come accennato in precedenza, questo camper vanta un ambiente interno che sembra ricalcare le forme di un appartamento ala moda situato in centro. La sala living ospita una comoda e completa cucina con quattro fuochi, frigo e tutto l’occorrente per cucinare. Non manca un pratico tavolo pieghevole, un divano avvolgente, impianto TV e audio, inoltre questa zona del camper può trasformarsi in un secondo letto. La camera da letto principale ospita un letto matrimoniale ed è posizionata in uno spazio sopra all’abitacolo ed è accessibile utilizzando una scala. Il bagno è super moderno ospita wc, lavandino e una doccia. L’ambiente è molto luminoso grazie alle ampie finestrature, alla presenza di un lucernario e di un lampadario

La forza del Mercedes Unimog

Come motrice è stato scelto l’inarrestabile Mercedes Unimog U5032, considerato da tutti il veicolo più inarrestabile di sempre. Per spingere questa “bestia” si può optare tra due propulsori turbodiesel, rispettivamente dalla potenza di 231 e 400 CV. L’unico neo del Rise 4×4 può essere il prezzo, ovvero 899.900 euro.

 

 




HYMER ML-T 570 CrossOver, il camper semintegrale per Weekend Premium sulla neve [FOTO e VIDEO]

Dotato di ogni comfort, idoneo per terreni sterrati e ideale in quanto ad autonomia, lo speciela HYMER ML-T 570 CrossOver è il primo passo verso avventurosi viaggi outdoor e weekend premium invernali.

Autonomia di viaggio fino a un massimo di 10 giorni

Questo tecnologico camper semintegrale è un perfetto esempio di autonomia, senza compromessi per il comfort e perfetto per lo sterrato. Oltre a garantire un’autonomia di viaggio fino a un massimo di 10 giorni, offre anche un comfort abitativo d’eccezione.

Maneggevole e dal comfort sorprendente

Il modello ML-T di HYMER è un semintegrale maneggevole e dal comfort sorprendente, dotato di un modernissimo sistema di trasmissione e di un’innovativa costruzione leggera. È il risultato della collaborazione tra due marchi che attribuiscono alla qualità grande, se non massima, importanza. Il comfort abitativo di questo motorcaravan HYMER si respira in ogni dettaglio: il pavimento continuo dell’abitacolo, la grande dinette e il tavolo di lusso girevole a 360°, per citare solo qualche esempio.

Pacchetto di dotazioni di sicurezza

Nonostante il peso inferiore alle 3,5 tonnellate, questo motorcaravan offre massimo comfort e una manovrabilità perfetta su strada. A ciò si aggiunge l’ampio pacchetto di dotazioni di sicurezza di HYMER ML-T. Esso brilla inoltre per le dotazioni di serie e un comfort aggiuntivo che nessun altro veicolo di questa categoria è in grado di offrire.




Nissan TITAN Surfcamp, il fantastico pick-up dedicato al tempo libero e alle vacanze outdoor [FOTO e VIDEO]

Sabbia sotto le gomme e sole che tramonta sull’Oceano Atlantico: questa suggestiva immagine potrebbe trasformarsi nella location ideale per il nuovo Nissan TITAN Surfcamp, inedito pick-up sviluppato dedicato a chi non può fare a meno di Weekend Premium in posti esotici ed indimenticabili.

Tutto quello che serve per vacanze outdoor

Dai suoi pneumatici fuoristrada alla tenda sul tetto, TITAN Surfcamp è un beach cruiser all-inclusive con tavole da surf, paddleboard, canne da pesca, doccia a energia solare e altro ancora. È l’ultimo della serie TITAN Adventure di progetti a tema lifestyle di Nissan. Ispirato ai pick-up da spiaggia vintage degli anni ’60, il TITAN Surfcamp vanta tutte le moderne tecnologie che i clienti desiderano quando vogliono fare surf, pescare o semplicemente accamparsi in riva al mare.

Una casa sul tetto

Come se non bastasse, il TITAN Surfcamp può ospitare una comoda tenda sul suo tetto studiata per accogliere comodamente fino a 4 persone adulte. La tenda vanta una copertura impermeabile per resistere alle intemperie, inoltre non manca una comoda scaletta che permette di accedere alla tenda

Un cuore V8 da 310 CV

Sotto il muscoloso cofano si nasconde un poderoso propulsore V8 5.0 litri turbo diesel in grado di scaricare ben 310 CV sulla trazione integrale tramite l’uso di un tecnologico e pratica cambio automatico a sei rapporti. Questo corredo tecnico permette alla TITAN Surfcamp di raggiungere qualsiasi luogo e di percorrere qualunque tipo di terreno, compresa la sabbia, ovviamente dove permesso dalle autorità locali.




CAMPER-VAN 2022: le ultime ed imperdibili tendenze per le vacanze premium outdoor

Come aveva ampiamente predetto la Redazione di Weekend Premium, quest’anno l’Italia ha registrato un boom di richieste di viaggi in van e camper senza precedenti.  Sempre più persone cominciano a familiarizzare con l’idea che acquistare un van o un camper, in base al proprio gusto e alle proprie esigenze, possa essere la soluzione ideale per vivere vacanze e weekend fuori porta nella massima libertà, nella più totale sicurezza e soprattutto in stretto contatto con la natura che ci circonda. Il mercato dei camper e dei camper van sta vivendo un successo senza precedenti e soprattutto in controtendenza, come sottolineano i numeri realizzati dopo il lockdown.

Anche quest’anno ritorna il WEEKEND VAN PREMIUM 2022, il riconoscimento targato Weekend Premium che punta a premiare il camper o il camper-van più interessante del mercato. Andiamo a scoprire quindi i 10 candidati finalisti di quest’anno, tra cui verrà scelto il vincitore grazie ai voti che voi lettori potrete dare alle fine di questo articolo.

Arca Europa New Deal P 699 GLG

Lungo 6,99 m, questo semintegrale offre letti gemelli posteriori su garage per scooter. Nonostante le dimensioni più ridotte lo spazio è ben distribuito: dinette living che integra la cabina guida, cucina a L con ampi cestoni e pensili, letti gemelli di 190 cm trasformabili in maxi letto trasversale, un bagno variabile che offre all’occorrenza una doccia spaziosa o una toilette estremamente vivibile, il tutto attraverso il semplice spostamento della parete di separazione. A partire da circa 70mila euro

Chartago Chic C-line Mercedes Sprinter

Lo chic e-line stupisce per l’eleganza pura, all’esterno o all’interno, per l’esclusiva architettura del mobilio “emozionale” e la sua enorme altezza interna di 211 cm nella zona giorno. Il campione di autonomia è più esclusivo e comodo che mai. Disponibile suMercedes-Benz Sprinter: AL-KO asse singolo e doppio. A partire da  circa 115mila euro

Ford Transit Custom Nugget

Il nuovo Ford Transit Custom Nugget è frutto della collaborazione tra la Casa dell’Ovale Blu e Westfalia azienda tedesca leader nel settore della camperizzazione. Il passo più generoso ha messo a disposizione ben 35 cm in più che hanno consentito di ospitare all’interno del veicolo anche un WC e un piccolo lavandino pieghevole. A partire da circa 49.400 euro

Laika Ecovip 540

Il look esterno è esclusivo, con la parete posteriore automotive dal design tridimensionale e i gruppi ottici a led dalle alte prestazioni. All’interno, il pavimento è ad un solo livello, con pratiche botole di accesso ai vani di stivaggio integrati al doppio pavimento. L’arredamento è di alta qualità, con un esclusivo design ergonomico e superfici curve e armoniose. Nella zona notte, i comodi letti sono dotati di reti a doghe e materassi di alta qualità Laika Wellness e la toilette è elegante e confortevole. A partire da circa 54mila euro.

Laika Ecovip H3109

Il Laika Ecovip H3109 è uno dei modelli top di gamma dell’azienda toscana con uno schema abitativo tra i preferiti attualmente, con i letti gemelli in coda su gavone passante raggiungibile tramite due sportelloni esterni simmetrici. Allestito su base meccanica Fiat Ducato ha una lunghezza complessiva di 699 cm. e il rivestimento esterno in alluminio.  Cilindrata cc 2300 e quattro le varianti di potenza, da quella base di 120 CV a 180 CV. Prezzi da circa 85mila euro

Mercedes Marco Polo

Con il Mercedes Marco Polo, realizzato sulla base della Classe V, la Casa della Stella a tre punte dà l’opportunità agli amanti del turismo in libertà di viaggiare secondo una filosofia premium e con l’obiettivo di godersi weekend a cinque stelle. Il Costruttore tedesco garantisce un accurato design e una scelta di materiali pregiati per la realizzazione degli interni. Sotto il tetto a soffietto si nasconde un pratico letto matrimoniale, in aggiunta il pacchetto Design permette di impreziosire ulteriormente gli allestimenti interni con materiali in pelle ed elementi decorativi. Prezzi da circa 54mila euro.

La Strada – Avanti H plus (base Ducato)

La Strada, specializzata nella conversione di van, punta sui nuovi camper-van compatti della serie Avanti basati sul Fiat Ducato di ultima generazione. Questi Van sfruttano nuove motorizzazioni meno inquinanti e più efficienti, inoltre il veicolo offre maggiore confort e sicurezza, grazie all’introduzione dei nuovi sistemi di assistenza e dispositivi multimediali dedicati all’intrattenimento e alla connettività. Prezzo da circa 58mila euro

Possl 2 Wins S Plus (base Citroen)

l Pössl 2 Win S Plus è un furgonato di taglia media, lungo appena 599 cm, con numerosi accessori di serie. Tra questi cerchi in lega 15″, climatizzatore cabina, cruise control, airbag passeggero, specchi retrovisori elettrici riscaldabili, sedili anteriori Captain Chair regolabili in altezza con braccioli e foderine in tinta dinette, volante in pelle, luci diurne a LED, finestra in bagno e oscuranti plissettati Remi Front in cabina. Prezzi da circa 43mila euro.

VanTourer 600 D (base Ducato)

L’azienda tedesca VanTourer produce una serie di tecnologici camper-van su base Fiat tra cui spicca il 600 D.  Il veicolo vanta interni ottimizzati per offrire fino al 40% in più di spazio di carico, inoltre nell’abitacolo troviamo letti posteriori multiposizione, inoltre è possibile caricare vari oggetti ingombranti come biciclette e attrezzature per vari hobby. Prezzi da circa 50mila euro.

Wingam Oasi 610 GL (base Ducato)

Oasi 610 GL è caratterizzato da due zone notte completamente separate: il letto basculante anteriore ed i letti a castello in coda. Se si viaggia in 4 ad ognuno la sua privacy! Le pareti della zona posteriore sono realizzate in vetroresina-doppio guscio, riscaldate con il nostro speciale sistema X-Trafit; massimo comfort termico per un riposo impareggiabile!  Se si viaggia in due o in 3 e il letto posteriore inferiore non serve, i letti a castello, con un semplice gesto, si trasformano in un grande vano garage per il trasporto di bici, scooter, attrezzatura da campeggio e tutto il necessario per la vacanza en plein air. Prezzi da circa 87mila euro.

Vota anche tu camper o van merita di vincere il riconoscimento WEEKEND VAN PREMIUM 2022

 

Crea la tua indagine per il feedback degli utenti




I Weekend nella neve diventano emozionanti con l’HYMER Grand Canyon S CrossOver

L’arrivo dell’inverno coincide con nuove avventure outdoor dedicate a chi ama viaggiare e vivere Weekend Premium in mete turistiche dove la neve regala un’atmosfera magica e divertente. Se siste alla ricerca di un veicolo inarrestabile, ma allo stesso agile, in grado di offrirvi tutti i confort di una “Casa mobile”, la Redazione di Weekend Premium ha quello che fa per voi. Stiamo parlando del Grand Canyon S CrossOver, ovvero il compagno di viaggio ideale per affrontare qualsiasi tipo di terreno e intemperie, grazie all’assetto rialzato e alla trazione integrale.

Viaggiare in autonomia

Per questo veicolo polivalente nessuna destinazione è irraggiungibile e rimanerci non è un problema, grazie a un’autonomia fino a 10 giorni. Questo perché grazie alla ricca dotazione di serie, completa di impianto solare, in qualsiasi momento dell’anno è possibile fare camping in autonomia anche per 10 giorni. L’impianto solare da 90 Watt sul tetto e il sistema Smart-Battery firmato HYMER, con due batterie al litio da 150 Ah, una batteria al piombo da 95 Ah e un inverter, assicurano l’alimentazione elettrica ininterrotta per più giorni, consentendo così la massima autonomia.

Ideale per lo sterrato

La combinazione fra assetto rialzato, treno di pneumatici da sterrato e trazione integrale apre la strada verso qualsiasi meta, senza alcuna limitazione, inoltre la meccanica Mercedes garantisce la massima affidabilità in qualsiasi momento e situazione. La trazione integrale permanente (Mercedes-Benz 4MATIC) e la distribuzione della coppia completamente variabile, controllata elettronicamente e dipendente dal fabbisogno (Torque-On-Demand), garantisce una trazione notevolmente maggiore e una migliore stabilità di marcia con un maggiore comfort di guida.

Look sorprendente

Il design degli esterni con la carrozzeria di colore nero metallizzato e l’adesivo luminescente CrossOver giallo fluo ne sottolineano le linee robuste. Oltre a conquistare per l’estetica, il Grand Canyon S CrossOver è anche funzionale: la barra a LED che spicca sulla cabina guida ed è collegata alla luce abbagliante può essere utilizzata per la circolazione su strada assicurando una visibilità ottimale.

Ambiente accogliente e funzionale

pensili grigio scuro, in linea con il nuovo look crossover, si distinguono per l’estetica gradevole e la capienza generosa. Gli oggetti più piccoli si possono riporre in sicurezza nei portaoggetti in rete sotto i pensili. Grazie al riscaldamento a gasolio, non occorrono bombole del gas grandi e lo spazio disponibile nel vano può essere ulteriormente sfruttato per lo stivaggio. La zona notte con le confortevoli doghe a rete e i materassi multizona in schiuma fredda promettono notti riposanti, anche grazie alla loro qualità.




QUANDO IL CAMPING DIVENTA UN BIANCO PRESEPE

Di Marina Cioccoloni

L’inverno è un’occasione  speciale per vivere l’outdoor, magari in un campeggio immerso in un panorama da cartolina. Con l’inverno, quando la neve imbianca i boschi e i paesaggi si trasformano,   essere coccolati dalle comodità di un campeggio con servizi al top, la vacanza diventa ancora davvero indimenticabile. Perché anche quando il clima è rigido ci sono campeggi attrezzati che rendono possibile una vacanza con ogni comfort ma circondati dalla natura. E anche i  top camping, detti anche  glamping, offrono strutture al top della qualità in ambienti naturali, e si evolvono  in Winterglamping, per accontentare anche il vacanziere più esigente.

Weekend Outdoor presenta la sua top ten di campeggi italiani invernali d’eccellenza, posizionati in posti da favola e che offrono servizi al massimo livello. Vicinanza alle piste, piscina riscaldata, centro benessere, navetta per gli impianti, noleggio di e-bike, sono solo alcuni dei servizi offerti.

Campeggio Gran Bosco, Salbertrand (TO)

Situato in Alta Val di Susa, ai piedi del Parco Naturale del Gran Bosco e vicino al comprensorio sciistico dei Giochi Olimpici 2006, offre una vera immersione nella natura in totale comfort grazie alle numerose piazzole e le lussuose Case Mobili dal design raffinato modello Next di CRIPPAconcept che si integrano armoniosamente con il contesto naturale del campeggio e sono dotate di ogni comodità per vivere l’open air con tutti i benefici di un hotel.

L’ultima novità è il Pod, un’evoluzione della tenda classica, un mezzo di soggiorno intermedio tra la tenda e la casa mobile costruito in legno scandinavo che garantisce un ambiente asciutto e caldo e considerato il contesto montano del campeggio consente di non temere eventuali condizioni climatiche avverse. Utilizzabile in tutte le stagioni grazie ad un’ottima coibentazione ed al riscaldamento interno grazie al suo design innovativo è già diventato un tipo di struttura leader in nord Europa per la ricettività turistica tipica del campeggio.

Camping Caravan Park Sexten, Sesto (BZ)

Sempre al top della lista il campeggio a cinque stelle in Val Pusteria con vista sulle Dolomiti, vincitore ogni anno di certificati di eccellenza. Nel cuore di un paesaggio incontaminato dove la natura è protagonista, con piscina riscaldata in inverno, area wellness ecosostenibile, programmi natura, arrampicate ed escursioni per gli ospiti, dog welcome con servizio di dog sitting, noleggio bici e attrezzature sportive, lodge ampi e confortevoli e case sull’albero realizzate secondo i concetti della bioarchitettura.

Le case sull’albero sono attrezzate di tutti i comfort e isolate a 3,5 metri di altezza dal suolo per offrire una vista straordinaria sul paesaggio. Dotate di soggiorno, bagno con doccia sensoriale, idromassaggio e sauna sono un rifugio decisamente insolito per un’esperienza memorabile. La comoda pista ciclabile della Drava che passa vicino al campeggio è adatta anche a principianti e famiglie, e permette di arrivare fino a Lienz con possibilità di ritorno in treno attrezzato con vagone-bici.

Camping Olympia, Dobbiaco (BZ)

Altro camping eccellente della Val Pusteria, è un glamping 4 stelle con servizi di altissimo livello che offre il massimo comfort e ogni comodità senza tralasciare l’esperienza del contatto con la natura. I lodges alpini, bungalow di prima classe con terrazza e giardino aromatico privato, sono l’ideale per una vacanza secondo il concetto di natura-equilibrio-benessere. 

L’area wellness è strutturata con un’ampia gamma di servizi a cominciare dai massaggi per finire con l’impianto Kneipp Indoor. Piscina riscaldata, animazione specifica per bambini e mini zoo, servizio ristorante e tanto altro per questo campeggio al top dell’Alto Adige.

Camping Vidor, Pozza di Fassa (TN)

Camping pluripremiato ogni anno, è un 4 stelle a conduzione familiare. Nel cuore delle Dolomiti, è il luogo adatto per le famiglie con bambini grazie alle numerose aree verdi e dedicate ai piccoli, come l’acquapark e personale specializzato con attività di animazione e intrattenimento per l’infanzia.

I nuovissimi “Natural Lodge” sono il perfetto connubio tra modernità e tradizione montana. Arredati con legno di cirmolo, loden e grandi vetrate da cui è possibile ammirare una vista mozzafiato. Grazie al cirmolo, considerato l’alleato perfetto per il buon riposo, è possibile godere di momenti di massimo relax a contatto con la natura. Area wellness, piscina, bio-sauna, e tanti altri servizi al top completano la ricca offerta.

Camping Palafavera, Val di Zoldo (BL)

Situato nel cuore delle Dolomiti a m. 1514 s.l.m. è una struttura altamente qualificata nel settore del turismo all’aria aperta in un vasto parco naturale che si estende per 50.000 mq con posti per roulotte e tende. Adagiato nell’incantevole scenario del Comprensorio sciistico del Civetta e del Superski Dolomiti e adiacente alle piste di fondo del Centro Fondo e Biathlon Palafavera offre la possibilità di escursioni ad ogni livello per rifugi, alpeggi e vie ferrate e il collegamento diretto con gli impianti di risalita direttamente con gli sci ai piedi. Per gli amanti dello sci nordico è presente nelle adiacenze il Centro Fondo e Biathlon Palafavera, dotato di varie piste e poligono di biathlon. Tracciati battuti per passeggiate nella neve e possibilità di splendide ciaspolate lungo i sentieri della zona.

Camping Valmalene, Pieve Tesino (TN)

Si trova in Valsugana, prima destinazione in Italia ad ottenere la certificazione per il turismo sostenibile secondo i criteri GSTC e meta ideale per le vacanze in montagna di famiglie con bambini. Il camping è anche villaggio vacanze grazie alla presenza di bungalow perfettamente attrezzati. Tra i servizi offerti anche un centro benessere con sauna finlandese, bagno turco, doccia a chiocciola, percorso kneipp e zona relax con angolo tisane.

Situato in posizione strategica vicinissima ad alcuni comprensori per lo sci alpino e lo sci di fondo, il campeggio aderisce all’iniziativa delle Settimane Bianche Low Cost, attive dal 2009 presso gli impianti di Funivie Lagorai del Passo Brocon, situato a 1.616 m. d’altezza e che offrono circa 15 km di piste di vario livello di difficoltà.

Lago Idro Glamping Boutique di Anfo (BS)

La formula boutique di questo glamping, inaugurato a luglio scorso, è la garanzia di godere di un “buen ritiro” intimo e suggestivo, affacciato su uno dei laghi di montagna più belli a poca distanza dalle grandi città del Nord Italia.

Le soluzioni più confortevoli per godere delle prossime stagioni sono in mobile home completamente accessoriate affacciate direttamente sul lago e sulle montagne della Val Sabbia. A disposizione degli ospiti un ristorante bistrot con cene e pranzi a base di prodotti locali, Jacuzzi e hot tub, sala massaggi per trascorrere un weekend nella pace e nel silenzio della natura.

Camping Parco dei Castagni, Montecreto (MO)

Situato all’interno di un parco naturale di castagni secolari dell’appennino Tosco-Emiliano al cospetto del Monte Cimone, è un piccolo mondo antico dai comfort moderni grazie anche ai tipici chalet-bungalow che offrono il giusto mix tra la libertà immersa nella natura e le comodità della vita moderna.

Novità 2021 sono le “botti”, le nuove Junior Suite, ricavate da strutture innovative, a forma di botte, per rendere ancora più particolare l’esperienza di soggiorno.  Attrezzate con tutto l’occorrente per la vacanza hanno terrazzo e suggestivo camino di fronte al letto matrimoniale, comodissimi bagni con doccia accessoriata con radio, cromoterapia, idromassaggio e sauna.  Il camping è un buon punto di partenza per escursioni alle stazioni sciistiche del Monte Cimone e dell’Abetone.

Orlando in Chianti Glamping Resort, Cavriglia (AR)

Sulle colline toscane, è la destinazione ideale per vivere in esclusiva l’esperienza del Winter Glamping. Il glamping mette a disposizione uno school bus americano, una Airstream vintage, una piccola roulotte anni ’50 e le Bohemian, una serie di soluzioni eco-mobile home uniche, recuperate con materiali sostenibili e “arredate” con arbusti spontaneamente cresciuti sulle terrazze: un’esperienza in cui la natura è presente senza soluzione di continuità.

A disposizione degli ospiti hot tub o vasche idromassaggio, sala massaggi per una pausa spa rilassante. Da provare la cena fiorentina del ristorante interno “Bistrot del Chianti”, con la direzione dello chef Alessio Cinellu.

Camping Lago Arvo, San Giovanni in Fiore (CS)

Nel cuore del meraviglioso Parco Nazionale della Sila, a 1.350 metri sul livello del mare sulla sponda settentrionale del lago Arvo, con spiaggia naturale e piazzole ombreggiate da un fitto bosco di pini secolari, il campeggio Lago Arvo è aperto tutto l’anno ed è l’ideale per un soggiorno nell’ambiente completamente incontaminato del Parco.

Possibilità di sport acquatici sul lago e trekking sui numerosi sentieri durante il periodo estivo, nel periodo invernale il camping è la base ideale per chi vuole usufruire degli impianti di risalita di Lorica e di Camigliatello Silano.  A circa 1 Km dal villaggio turistico di Lorica, offre anche bungalow e case mobili.