In Auto

Anche Audi si converte al metano, con la A3 Sportback g-tron

È arrivata la prima versione a metano della Casa tedesca: la Audi A3 Sportback g-tron. E se la notizia potrebbe non essere poi così nuova (e cioè che una casa automobilistica inizi a produrre vetture che utilizzano il metano come combustibile), fa notizia che la stessa casa di cui stiamo parlando ha quasi ultimato la costruzione del primo impianto industriale produttore di metano sintetico. L’Audi lo chiama e-gas, ma non è altro che gas naturale, distribuibile nelle normali stazioni di rifornimento di metano.

Presentazione stampa AudiA3 G-TRON©SimonPalfrader/RED/AudiItalia
Nell’Audi A3 Sportback g-tron, due serbatoi alloggiati sotto il pianale del bagagliaio hanno una capacità di circa sette chilogrammi di gas ciascuno, occupando lo spazio della ruota di scorta e riducendo solo di circa 100 litri la capacità del bagagliaio. Questi due serbatoi, al cui interno si trova il gas a una pressione di 200 bar, pesano il 70% in meno rispetto alle normali bombole d’acciaio, cioè 27 chilogrammi in meno ciascuno, grazie all’utilizzo di materiali ultraleggeri.

Presentazione stampa AudiA3 G-TRON©SimonPalfrader/RED/AudiItalia
Un’altra caratteristica di Audi A3 Sportback g-tron, è il regolatore elettronico della pressione del gas. Si tratta di un componente leggero e compatto che può ridurre a 5-9 bar l’alta pressione con cui fuoriesce il gas, mantenendo sempre la pressione giusta: bassa per una marcia efficiente ai regimi inferiori, più alta quando si desiderano maggiore potenza e più coppia. Quando poi con circa 0,6 chilogrammi di gas residuo la pressione all’interno del serbatoio scende sotto i dieci bar, la gestione motore passa automaticamente al funzionamento a benzina.

Presentazione stampa AudiA3 G-TRON©SimonPalfrader/RED/AudiItalia
Un’Audi A3 Sportback g-tron bivalente dunque. Con un’autonomia a gas superiore ai 400 chilometri, con la benzina ne può percorrere altri 900, raggiungendo quindi un’autonomia complessiva paragonabile a quella di un motore TDI. Nel sistema d’informazione per il conducente viene visualizzato il consumo momentaneo; due indicatori nel cruscotto indicano il livello di riempimento dei serbatoi, i cui bocchettoni si trovano sotto uno sportellino comune. Dopo il rifornimento e in caso di temperature esterne molto basse, l’Audi A3 Sportback g-tron parte inizialmente a benzina per poi passare il più rapidamente possibile al gas.

Presentazione stampa AudiA3 G-TRON©SimonPalfrader/RED/AudiItalia

Parlando di motori l’Audi A3 Sportback g-tron è spinta da un 1.4 TFSI modificato: testata, sovralimentazione turbo, impianto d’iniezione e catalizzatore configurati appositamente per l’alimentazione a gas. Con 110 Cv e 200 Nm di coppia l’A3 accelera da 0 a 100 km/h in meno di 11 secondi e raggiunge la velocità massima di 190 km/h. Le emissioni di CO2 rimangono sotto i 95 g/km, mentre il costo del carburante è di circa 4 euro ogni 100 km. In media, infatti, consuma ogni 100 km meno di 3,5 chilogrammi di metano o di Audi e-gas.

Presentazione stampa AudiA3 G-TRON©SimonPalfrader/RED/AudiItalia

Tra le ultime novità legate alla compatta più amata della Casa tedesca, la gamma a gasolio della A3 e A3 Sportback aggiunge il motore a gasolio 1.6 TDI da 110 Cv Ultra, mentre per quanto riguarda gli allestimenti, debuttano le versioni Business e Admired in abbinamento ai motori 1.2 e 1.4 TFSI, e 1.6 TDI. La A3 Sportback g-tron con cambio manuale costa 25.650 euro, che diventano 27.850 con la trasmissione S tronic. Se volete saperne di più sul metano, consultate www.metanoauto.com