Weekend Italy

A Bellaria Igea Marina la spiaggia libera è Safety Beach

image_pdfimage_print

A Bellaria Igea Marina, rinomata località balneare della riviera romagnola, in provincia di Rimini, è partita una sperimentazione che farà scuola e già si presenta come un esempio da seguire per garantire vacanze al mare in tutta sicurezza.

Il progetto si chiama Safety Beach ed è nato da un’idea dell’agenzia 7Events di Milano, che l’ha realizzata in collaborazione con la Fondazione Verdeblu. Ma in che cosa consiste, in concreto? Nella porzione di spiaggia libera posta al confine sud dell’area del Beky Bay si accede tramite una registrazione. Steward e hostess accolgono poi la clientela e vigilano sul regolare svolgimento degli accessi e delle permanenze, oltre a informare i frequentatori della spiaggia sulle condizioni d’uso dei servizi.

A tutti gli ospiti registrati, poi, sarà consegnato un braccialetto che consentirà allo staff di verificare che tutti i presenti si siano regolarmente registrati.  Nell’area sono presenti diversi “stalli”, distanziati e delimitati da un cordone, che potranno accogliere ognuno un nucleo familiare di massimo quattro persone, per una capacità complessiva di 800 persone, per garantire il distanziamento sociale nel rispetto delle norme anti Covid. Il servizio è arricchito dalla possibilità di verificare la disponibilità di “stalli” attraverso l’App www.safety-beach.it

Non solo. Il profetto Safety Beach ha anche altri aspetti positivi, come la possibilità di un lavoro offerto a due persone in cassa integrazione e a un ragazzo inoccupato.  Infine, Safety Beach si pone come un modello per migliorare anche in futuro la gestione e la fruizione della spiaggia libera.

INFO

www.safety-beach.it