Weekend con gusto

10 TOP Weekend al profumo di tartufo

image_pdfimage_print

….scopri le altre mete al profumo di tartufo nella 2° pagina…

6. A Sant’Agata Feltria (RN) la Fiera del Tartufo Bianco e Nero

Nelle domeniche 18 e 25 ottobre, a nello splendido borgo di Sant’Agata Feltria si rinnova l’appuntamento con la Fiera del Tartufo Bianco e Nero, che propone una selezione di eccellenze del territorio, prima fra tutte il tartufo bianco pregiato. Nelle “terre dei Montefeltro” il tartufo è a km zero. Nasce infatti tra questi boschi e passa direttamente alle tavole, accompagnato dagli ottimi vini locali.

Non mancherà il tradizionale mercatino dei prodotti biologici e naturali, la premiazione del miglior tartufo della fiera (domenica 18 ottobre, alla 15) in Piazza Garibaldi, le gare di cani da tartufo, le passeggiate con i tartufai e i loro fedeli compagni a quattro zampe, e Wine 2020, un percorso di-vino con degustazioni di vini. Non perdete poi l’occasione per visitare i monumenti del borgo, tra cui il Teatro Angelo Mariani, la Rocca Fregoso, il Convento di San Girolamo e le fontane artistiche. Poco distante si trova San Leo, con la sua Rocca che domina tutta la Val Marecchia, e il borgo antico.

INFO: www.prolocosantagatafeltria.com

7. San Miniato (PI), la Fiera del Tartufo Bianco compie 50 anni

Un’altra delle celebri fiere dedicate al tartufo è la Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Miniato, in provincia di Pisa, che quest’anno festeggia la sua 50° edizione per ben tre weekend di novembre, il 14 e 15, il 21 e 22 e il 28 e 29. Il tema scelto per celebrare il mezzo secolo è “Il tartufo al femminile” e ogni settimana sarà declinato in maniera diversa, dando spazio a show cooking, incontri, eventi con protagoniste le donne.

Tra le curiosità legate a San Miniato c’è il record, attualmente detenuto, di “tartufo più grande del mondo”, ben 2 chili e 520 grammi, trovato nel 1954 da Arturo Gallerini.  La Fiera del Tartufo è poi un’ottima occasione per andare alla scoperta del borgo, arroccato su una collina vestita dei colori dell’autunno, con il suo castello e la rocca difensiva, risalenti al Medioevo.

INFO: www.sanminiatopromozione.it

8. A Volterra (PI) un’edizione speciale di Volterragusto

 Per celebrare la candidatura di Volterra a Capitale Italiana della Cultura 2022, nei weekend del 24 e 25 ottobre e 31 ottobre e 1° novembre si tiene un’edizione speciale, la 23°, di Volterragusto, mostra mercato del tartufo bianco e dei prodotti tipici locali, dedicato al tema “Il Cibo e la cultura”. Fulcro della manifestazione sarà l’area compresa tra la splendida Piazza dei Priori e le Logge del Palazzo Pretorio, dove saranno dislocati gli stand dei produttori di tartufo, affiancati da quelli di formaggi, salumi, confetture, dolci, cioccolato, vino e tanto altro ancora.

Tantissimi gli eventi collaterali in programma. Tra i più importanti, l’assegnazione del Premio Letterario Jarro (31 ottobre, alle 17.30 nella Sala del Maggior Consiglio del Palazzo dei Priori), che quest’anno andrà al giornalista Fabio Francione, curatore dell’ultima edizione de “La Scienza in cucina e l’Arte di Mangiar bene” di Pellegrino Artusi.

Il tema scelto, “Il cibo e la cultura”, coinvolgerà poi luoghi e musei di Volterra, tra cui il Museo civico Guarnacci, con visite tematiche, il Teatro Romano, la Pinacoteca Civica, il Palazzo dei Priori, con un banco di assaggio di vini locali, le Cantine di Palazzo Pitti, il Duomo di Volterra, fresco di restauri, la Torre del Maschio della Fortezza Medicea, con una visita guidata agli orti del carcere.

Per i più piccoli, il 24 e il 31 ottobre, al Parco Fiumi, ci sarà “Tartufando, giocando s’impara”, una divertente simulazione di “caccia al tartufo”. Domenica 25, poi non mancheranno le Visite in tartufaia, per scoprire come nasce e dove cresce il tartufo. Domenica 1° novembre, invece, con “Bacche, spiriti e gin” si va alla scoperta del Bosco di Berignone, dove crescono le bacche con cui viene prodotto il gin, con una piccola degustazione. Sempre il 1° novembre, in Piazza San Giovanni, spettacolo del Gruppo Storico Sbandieratori e Musici della Città di Volterra.

INFO: www.volterragusto.com

 9. A San Giovanni d’Asso (SI) la Mostra Mercato del tartufo bianco delle Crete Senesi

Un’edizione un po’ diversa, la 35°, della Mostra del Tartufo Bianco delle Crete Senesi di San Giovanni d’Asso, in provincia di Siena, che si tiene nei weekend del 7-8 e 14-15 novembre. Si tratta di una delle manifestazioni più importanti d’Italia legate al tartufo ed espressione della tradizione dei tartufai, coltivatori e cavatori di pregiato tartufo bianco.

In abbinamento al profumato tuber toscano si potranno inoltre degustare altri prodotti locali, tra cui cioccolato, formaggi, salumi, vini e molto altro. Per l’occasione, i ristoranti e i locali offriranno menù a tema, mentre non mancherà il mercatino di prodotti tipici, artigianali e curiosità.

INFO: www.tartufodisangiovannidasso.it

10. A Sant’Angelo in Vado (PU) la 57° Mostra del Tartufo Bianco

La Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado, che quest’anno celebra la sua 57° edizione, è seconda in Italia, per longevità, solo a quella di Alba. L’appuntamento è per il fine settimana del 17 e 18 ottobre, 24 e 25 ottobre, 31 ottobre e 1° novembre. Più di 80 gli espositori che si potranno trovare nella tradizionale location di piazza Garibaldo, tra produttori di tartufo, stand di specialità gastronomiche locali e artigianato. Inoltre, nei ristoranti, bar e stuzzicherie del paese si potranno gustare specialità tutte a base di tartufo.

Confermato il 27° raduno di auto d’epoca, che sfileranno per le strade del paese, e la “Due giorni del Motociclista” il 17 e 18 ottobre in Piazza delle Erbe. In piazza Pio XII, all’interno de Il Cubo, sarà ospitata l’installazione fotografica dedicata al tartufo “Spore – La diffusione del Tartufo nel Mondo”. Tra le mostre anche THINKhesa, una collettiva di artisti locali contemporanei in cui saranno esposte le opere realizzate durante il lockdown.

INFO: www.mostratartufo.it