Lonely Planet ha selezionato le mete imperdibili del 2017 per una vacanza unica

Secondo la guida più famosa del mondo al primo posto c’è il Canada

Per una vacanza unica vi consigliamo di seguire i suggerimenti della Lonely Planet. La guida più affidabile in assoluto ha stilato una top five di mete di tutto il mondo e selezionato paesi che, tutti per differenti ragioni, andrebbero visitati nel 2017.

Canada
Lonely Planet assicura che il 2017 è l’anno del Canada. Con le sue città dinamiche ai primi posti riguardo a qualità della vita, accoglienza e gentilezza, è una meta da non perdere. Complice anche il cambio favorevole della moneta e in parte anche la reputazione del giovane presidente Justin Trudeau e la sua politica.

Colombia
Dopo un passato segnato dalla violenza tra guerra civile e criminalità, oggi la Colombia volta pagina e punta sul turismo valorizzando le sue qualità. È infatti un paese che può offrire molto: ospita un crocevia di culture e un mix di tradizioni ed è caratterizzata da una natura mozzafiato e una popolazione ospitale e cordiale. La Colombia è inoltre in attesa della visita di Papa Francesco, un vero e proprio evento: sarà la prima visita papale in trent’anni nella nazione andina.

Finlandia
Contesa da Russia e Svezia per 800 anni, la Finlandia è diventata un paese indipendente nel 1917. Quest’anno, in occasione del centenario, i finlandesi festeggeranno con eventi in ogni regione. Aspettatevi di tutto: ci saranno concerti all’aperto, saune, cooking, mostre. Verrà inaugurato anche un nuovo parco nazionale di 11.000 ettari a Hossa, con fiumi e foreste di pini. Il 2017 è decisamente l’anno perfetto per visitare questo paese.

Repubblica Dominicana
La Repubblica Dominicana mantiene il fascino di un tempo. Per capirlo basta guardare le sue felci preistoriche e le sue coste deserte. Per decenni l’assenza di scintillanti spiagge bianche ha contribuito a tenere lontano il proliferare di resort che hanno invaso altre zone dei Caraibi. Le palme infatti qui sono gli unici grattacieli che vedrete, almeno per ora. Nel 2018 invece in Repubblica Dominicana sorgeranno i primi resort, che apriranno la strada ad una nuova era del turismo.

Nepal
Il Nepal nel 2015 è stato devastato da un terremoto che ha scosso profondamente non solo la popolazione locale ma mondiale. Nonostante questo i turisti non vogliono rinunciare a visitare ciò che questa terra ha da offrire. Quello che più colpisce non è quanto è andato perduto ma quanto è rimasto. Molti templi sono stati distrutti dal disastro naturale ma altri sono rimasti intatti. Inoltre i popolari percorsi di trekking non hanno subito danni. Il Nepal ha tutte le capacità necessarie per ricostruire i monumenti e le infrastrutture, ma ha bisogno di aiuto economico: ovvero quello che i turisti possono fornire visitando questo Paese e sostenendo la sua cultura e la sua popolazione.

Print Friendly, PDF & Email